Santoro lascia la Rai

18 Mag


Condividi su Facebook

Raggiunto un accordo consensuale con l’azienda: Michele Santoro lascia la Rai. Su proposta del direttore generale Mauro Masi, l’accordo consensuale – che deve essere implementato attraverso contratti applicativi che saranno messi a punto nei prossimi giorni – prevede la realizzazione di nuovi progetti editoriali che verranno realizzati da Michele Santoro nei prossimi due anni. La notizia è stata battuta pochi minuti fa dalle agenzie.

37 Risposte to “Santoro lascia la Rai”

  1. carla maggio 18, 2010 a 6:27 pm #

    ecco una voce “scomoda”che viene eliminata, piano, piano, ogni giorno ci tolgono/cambiano qualcosa, si scusano, ci dicono che abbiamo frainteso,,,ma intanto la nostra libertà se ne va,è tornato il fascismo e noi non facciamo nulla,assistiamo attoniti allo sfacelo della nostra terra come se stessimo guardando un film che non ci appartiene,la storia si ripete…

    • Massimo maggio 19, 2010 a 6:15 am #

      Un passo in avanti per dare la DISDETTA all’abbonamento RAI! Vergogna, regime mediatico!

    • beppe maggio 19, 2010 a 10:25 am #

      ormai siamo alla frutta,un po per volta,ci troveremo di nuovo al fascismo,forse ci meritiamo i lecca culo come fido, mosca, minzolin e’ company’,mi spiace non pensavo che SANTORO,s’arrendeva,solo grazie a lui e’ alla sua redazione si sapeva un po di verita,

  2. Mauro Iovino maggio 18, 2010 a 6:33 pm #

    Come esterno Santoro può essere fatto fuori in qualsiasi istante…Vogliono uccidere Annozero perchè è l’unica trasmissione che fa tremare i polsi dei potenti … dei politici del centrodestra…della maggioranza!
    Annozero rappresenta l’ultima frontiera tra la barricata della resistenza e la resa all’oblio del berlusconismo.

    • Antonella maggio 19, 2010 a 8:13 am #

      alla fine l’hanno avuta vinta loro. che altro ci faranno? dove andremo a finire con questi pazzi?

  3. Stefano maggio 18, 2010 a 6:35 pm #

    Santoro non è una voce scomoda, è una voce *contro*. Contro Berlusconi, contro la destra, contro tutti quelli a cui fa comodo e popolare stare contro. E se qualche volta ci azzecca, molto spesso finisce per essere fazioso, incompetente, ipocrita e in alcuni casi truffaldino. Certo non è una perdita per la tv pubblica. Ballarò e Report, che certo non sono di destra, sono ottimi programmi politici e sociali. Santoro, impara a fare TV o… datti ancora alla politica!

    • peppino maggio 18, 2010 a 9:06 pm #

      E’ grazie ai leccaculo come te se ci troviamo nella merda.

      • Anonimo maggio 19, 2010 a 10:17 am #

        cosi avrai piu’ spazio per vedere i (giornalisti )lecca culo come, fede,mosca,minzolin,e’ company,vergogna,

    • Anonimo maggio 18, 2010 a 9:47 pm #

      Ballarò è un ottimo esempio di cattivo uso del mezzo televisivo. Ha creato mostri come la Polverini e a differenza di Santoro che non a caso è il più visto che è sempre rimasto fedele al suo pubblico, Floris invece è sempre rimasto fedele al suo posto di lavoro con interviste sdraiate ai potenti di turno, servizi poco incisivi con un copia incolla degli articoli che si succedono su quell’argomento nella settimana prcedente, riducendo tutto ad un chiacchiericcio indstinto, atto a non dsturbare il manovratore di turno. Del resto da un socialista cosa ti puoi aspettare?
      La dipartita di Santoro è una grande perdita per tutti, compresi i suoi avversari politici, per noi cittadini e per il servizio pubblico in generale, vista la sua terzietà e la sua grande obiettività che può dare fastidio solo a chi evidentemente non è obiettivo.

  4. Massimo maggio 18, 2010 a 6:45 pm #

    Difficile che un fiore all’occhiello del giornalismo italiano potesse rimanere in quel merdaio partitico che è la Rai. A quanto pare le telefonate di Berlusconi ai vertici dell’agcom hanno sortito l’effetto desiderato…
    Ancora una volta, sempre di più mi vergogno di essere italiano.

  5. mirko maggio 18, 2010 a 6:53 pm #

    Mi dispiace molto per Santoro, un presentatore schietto senza peli sulla lingua che spesso esprimeva il suo dissenso nei confronti del centro destra, è vero era un presentatore di parte, tutt altro che oggettivo, ma non per questo doveva essere tagliato fuori dai presonaggi che noi tutti sappiamo tramite una maschera la quale fa sembrare il suo licenziamento un accordo.
    Non dobbiamo mollare, dobbiamo fare presente al maggior numero di persone i fatti, quindi certamente scrivere su blog social network forum siti ecc.. ecc.. aiuta a tenere la gente informata ma, bisogna anche partecipare attivamente alle manifestazioni promosse dal popolo viola dovunque esse siano, e promosse da qualsiasi altro ente. Chiedo solo che i sindacati e tutti coloro cui potrebbero aiutare nei trasporti, facciano la loro parte.

  6. ermes maggio 18, 2010 a 6:54 pm #

    Avere paura o denigrare una trasmissione televisiva ed essere contenti se viene chiusa vuol dire che non si è capito niente del concetto di democrazia. Se non si vuole vedere una trasmissione basta cambiare canale. Ma toglierla di mezzo vuol dire dittatura. la testa non serve solo a separare le orecchie.

  7. Maggie maggio 18, 2010 a 7:14 pm #

    Un’altro colpo inferto alla libertà di stampa e di opinione…Ma chi vogliamo prendere in giro? Santoro è scomodo..ma non solo alla destra (se destra si può definire la manica di leccaculo che corre dietro a berlusconi), anche alla sinistra (..se così si può chiamare l’insieme di addormentati del pd). E sinceramente il fatto che uno come lui venga (di nuovo) tagliato fuori dalla rai mi disgusta alquanto. La cosa peggiore è che la gente non reagirà mai.

  8. Vito Paolo maggio 18, 2010 a 7:19 pm #

    Chi metteranno a condurre il programma di politica che sostituirà annozero? Belpietro? Sallusti? Rossella?
    Bello schifo, faranno propaganda in pompa magna al governo (o per meglio dire a Berlusconi).Avanti tutta!!!

  9. visualbros maggio 18, 2010 a 7:33 pm #

    TV di STATO su tutti i canali…
    QUESTA è L’ITALIA!!!!

  10. alessandra maggio 18, 2010 a 7:34 pm #

    sono indignata,molto arrabbiata,anno Zero era l’unica trasmissione rai che vedevo ma con rituale e fedele passione,supportata dal mio profondo rispetto verso l’unico giornalista di cui ho una grande stima..
    Non ho altre parole per manifestare la mia indignazione….è uno schifo !!!!

    • Mario B. maggio 19, 2010 a 8:09 am #

      Sono d’accordo con Alessandra . Non capisco perchè abbia gettato la spugna ; arrivati a questo punto mi sorgono sospetti pure su santoro stesso !! L’hanno ricattato ? Cos’hanno trovato per metterlo con le spalle al muro e costringerlo a mollare tutto ?? Tra le trasmissioni d’informazione era quello più graffiante e meno condizionabile di tutte le reti RAI. Sì, la mia rabbia contro questo governo, questo sistema politico ,questa RAI e questo sistema mafioso della disinformazione sta per divorare tutto : anche Michele Santoro!!

  11. claudio maggio 18, 2010 a 9:18 pm #

    siamo alla fase tre ! ( Guzzanti, Il Massone)

  12. Alberto maggio 19, 2010 a 5:02 am #

    Io conosco San Tommaso,Sant’Agostino,San Docan ma San Toro chi e ?

  13. Franco maggio 19, 2010 a 7:38 am #

    Oscuriamo nelle nostre case i canali RAI……….

    Non paghiamo il canone così da costringere il personale dipendente a reaggire a questo governo bulgaro composto da sudditi del monarca e portaborse e mignotte di alto bordo…..ma sempre mignotte.

    Meglio dare i nostri soldi a SKY o, in alternativa, a La 7

    • Mario B. maggio 19, 2010 a 8:15 am #

      e se proponessimo a La7 di ospitare Michele santoro e tutto il suo staff di Annozero – baracca e burattini – sul proprio canale però pagato direttamente dai telespettatori italiani con un’autotassazione di 1 € a settimana da inviare tramite Postepay alla produzione di quella trasmissione ?? Pensate un po’ quanto intascherebbe con due soli milioni di spettatori a settimana (Annozero ne ha qualcosa in più !!).

  14. Mario B. maggio 19, 2010 a 8:00 am #

    Questa cosa m’ha fatto arrabbiare davvero tanto ! Capisco che uno si possa stancare d’andare contro corrente all’infinito però c’eravamo noi accanto a “lui” e c’era tanta altra gente al di fuori del popolo viola che stava accanto a lui ed a Marco Travaglio. Dicono che “collaborerà” come “esterno” !!Che vuol dire ?? Perchè ha mollato tutto per 2,5 milioni di euro ?? Non so voi ma mi sento un po’ “tradito” per uan persona che ho stimato tanto e che non capisco proprio più. Se si unisce la sua situazione (e quella di Annozero in generale) con quella di RAINEWS 24 ed il “siluramento” di Corradino Mineo viene fuori un quadro di “purghe staliniste” , di progrom di stile “sovietico” per l’informazione di questo paese; stanno “normalizzando” tutto chiudendo le uniche trasmissioni del dissenzo rimaste : all’appello mancano Ballarò e Che Tempo Che fa e la “frittata” è fatta . Per ammutolire internet ed il “popolo viola” basterà un decreto legge (d’oscuramento) , roba di un giorno, max. due !!

  15. Giovanni maggio 19, 2010 a 8:34 am #

    Sono convinto che continuerà a dare il suo contributo per l’informazione libera e a fare il suo lavoro con’onestà e con l’intelligenza che da sempre lo hanno contraddistinto. Mi dispiacerebbe pensare che abbia accettato di uscire dalla rai solo per questioni di denaro, ma onestamente non credo sia così. D’altro canto se abbiamo degli ideali questi non possono essere legati a delle figure di particolare carisma o comunicatività ma debbono essere portati avanti in quanto tali. Le persone vanno e vengono, e vedere in alcuni programmi televisivi la migliore forma di espressione di un pensiero diverso è sbagliato. Bisogna concretizzare le idee come si sta facendo in un movimento forte che con gli strumenti della democrazia possa far valere la sua voce. Voglio dire in sintesi che forse l’eccessivo attacamento a queste figure esprime più la nostra debolezza che la nostra forza. Fermo restando il mio dispiacere per l’eventuale perdita di annozero che resta sempre la migliore trasmissione di approfondimento degli ultimi 20 anni.

  16. Cecilia maggio 19, 2010 a 9:15 am #

    Non mi sembra ci sia nulla di strano… è perfettamente in linea con quello che sta ormai succedendo da anni… Di cosa ci si stupisce, indigna o scandalizza… anzi è durato pure troppo… continuiamo ad accettare rassegnatamente tutto quello che succede persino quando siamo colpiti in prima persona, non vedo perchè dovremmo sconvolgerci se Santoro ha deciso di abbandonare la Rai per un contratto ed un lavoro più apprezzato (….) e meglio retribuito…

    • Mario B. maggio 19, 2010 a 9:21 am #

      Credevo che “il popolo viola” da imbavagliare fosse “di là da venire” ed invece la realtà ha prevenuto la più fervida immaginazione . Il provvedimento è stato votato alla camera ieri :

      Ieri il Senato ha approvato il cosiddetto pacchetto sicurezza (D.d..L. 733) tra gli altri con un emendamento del senatore Gianpiero D’Alia (UDC) identificato dall’articolo 50-bis: Repressione di attività di apologia o istigazione a delinquere compiuta a mezzo internet/;
      la prossima settimana Il testo approderà alla Camera diventando l’articolo nr. 60.
      Il senatore Gianpiero D’Alia (UDC) non fa parte della maggioranza al Governo e ciò la dice lunga sulla trasversalità del disegno liberticida della”Casta”.
      In pratica in base a questo emendamento se un qualunque cittadino dovesse invitare attraverso un blog a disobbedire (o a criticare?) ad una legge che ritiene ingiusta, i /providers/ dovranno bloccare il blog.
      Questo provvedimento può far oscurare un sito ovunque si trovi, anche se all’estero; il Ministro dell’Interno, in seguito a comunicazione dell’autorità giudiziaria, può infatti disporre con proprio decreto l’interruzione della attività del blogger, ordinando ai fornitori di connettività alla rete internet di utilizzare gli appositi strumenti di filtraggio necessari a tal fine.
      L’attività di filtraggio imposta dovrebbe avvenire entro il termine di 24 ore; la violazione di tale obbligo comporta per i provider una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 50.000 a euro 250.000.
      Per i blogger è invece previsto il carcere da 1 a 5 anni per l’istigazione a delinquere e per l’apologia di reato oltre ad una pena ulteriore da 6 mesi a 5 anni perl’istigazione alla disobbedienza delle leggi di ordine pubblico o all’odio fra le classi sociali.
      Con questa legge verrebbero immediatamente ripuliti i motori di ricerca da tutti i link scomodi per la Casta!
      In pratica il potere si sta dotando delle armi necessarie per bloccare in Italia Facebook, Youtube e *tutti i blog* che al momento rappresentano in Italia l’unica informazione non condizionata e/o censurata.
      Vi ricordo che il nostro è l’unico Paese al mondo dove una media company ha citato YouTube per danni chiedendo 500 milioni euro di risarcimento.
      Il nome di questa media company, guarda caso, è Mediaset
      Quindi il Governo interviene per l’ennesima volta, in una materia che, del tutto incidentalmente, vede coinvolta un’impresa del Presidente del Consiglio in un conflitto giudiziario e d’interessi.
      Dopo la proposta di legge Cassinelli e l’istituzione di una commissione contro la pirateria digitale e multimediale che tra poco meno di 60 giorni dovrà presentare al Parlamento un testo di legge su questa materia, questo emendamento al “pacchetto sicurezza” di fatto rende esplicito il progetto del Governo di /normalizzare/ con leggi di repressione internet e tutto il istema di relazioni e informazioni sempre più capillari che non si riesce a dominare.
      Tra breve non dovremmo stupirci se la delazione verrà premiata con buoni spesa!
      Mentre negli USA Obama ha vinto le elezioni grazie ad internet in Italia il governo si ispira per quanto riguarda la libertà di stampa alla Cina e alla Birmania.
      Oggi gli unici media che hanno fatto rimbalzare questa notizia sono stati il blog Beppe Grillo e la rivista specializzata Punto Informatico.
      Fate girare questa notizia il più possibile per cercare di svegliare le coscienze addormentate degli italiani perché dove non c’è libera informazione e diritto di critica il concetto di democrazia diventa un problema dialettico.

      http://www.perlapace.it-www.scuoledipace.it mail:entilocalipaceverona@alice.it 335 8373877

      • Anonimo maggio 19, 2010 a 10:14 am #

        Personalmente sono addolorata,mi auguro che Michele Santoro possa continuare il suo eccellente lavoro di giornalista in una sede più appropriata…dovunque sia comunque noi lo seguiremo.

      • ANONIMO ANTICOMUNISTA maggio 19, 2010 a 10:21 am #

        VERGOGNATI…TU SEI DI SICURO UNO DI QUELLI CHE, A QUALSIASI CANDIDATO DI DESTRA, FOSSE PURE UN SANTO, DAREBBE DEL MAFIOSO…SIETE TUTTI RIDICOLI. PERO’ DAI, UN PREGIO CE L’AVETE: MI FATE SBELLICARE DALLE RISATE CON LE VOSTRE IDIOZIE. E RICORDATE: IL VIOLA E’ IL COLORE DEI MORTI, COSI’ COME LO E’ IL COMUNISMO!!!

  17. ANONIMO ANTICOMUNISTA maggio 19, 2010 a 10:16 am #

    TI VERGOGNI DI ESSERE ITALIANO? VAI VIA DALL’ITALIA…PIUTTOSTO, VERGOGNATI DI ESSERE “COMUNISTA”…GRAZIE A DIO IL COMUNISMO STA MORENDO E QUEST’ARTICOLO NE E’ LA PROVA

    • iosperiamochemelacavo maggio 19, 2010 a 5:55 pm #

      tu vergognati e basta

  18. luisa maggio 19, 2010 a 10:23 am #

    Raggiunto un accordo consensuale con l’azienda: Michele Santoro lascia la Rai
    EDUCATAMENTE E CORRETTAMENTE..ESSENDO IO “SOLO UNA DONNA”
    ma il signor Santoro non e’ stato cacciato..a quanto leggo…ma se ne va consensualmente..
    o no?
    grazie
    ops…diceva bene mio nonno
    e soldi fanno veni’ a vista e cecati
    cordialita’

  19. brunella gardini maggio 19, 2010 a 10:29 am #

    Mi rincresce perdere ancora una volta (la prima dopo l’ editto bulgaro…) un giornalista come Santoro ed il suo ottimo staff
    Per me è l’ ennesimo esempio di come questa maggioranza arrogante fa censura continua tanto sa che la gente ha problemi più urgenti nelle proprie case, famiglie luoghi di lavoro (se sono ancora occupati) per INDIGNARSI per quello che succede alla tv pubblica
    Dovremo vedere solo isole dei famosi, veline che sculettano e siparietti di volgarità?
    Meno male che ci è rimasta la RAI 3 (con la simpatica Dandini, la mitica Gabanelli e Fazio e Floris ect) ma per quanto ancora???

  20. Giovanni maggio 19, 2010 a 10:43 am #

    Perché questa rassegnazione?
    Sono anni che non ho più la tv, non ne sento la benché minima mancanza e sono più informato e libero di prima.Annozero l’ho visto quando e quanto mi è parso. Che aspettate tutti ad abolirla, invece di continuare a piangere? Non avete capito che se la spegnete tutti mandate in crisi il nano-sistema? Non è così complesso: né comprenderlo, né farlo… io credo e spero che Santoro lo abbia finalmente realizzato (dopo lo straordinario successo di Bologna) e che fondi una sua webtv: sarà una botta straordinaria per tutto quello sterco mediatico…

  21. luigi maggio 19, 2010 a 1:31 pm #

    ci mancava solo questa…alla fine hanno vinto loro…non voglio immagginare cosa siano arrivati a fare, perchè SANTORO non si sarebbe mai arreso…e con santoro se ne va una delle poche trasmissioni che non raccontava cazzate e che metteva a nudo i fatti senza temere niente e nessuno…italiani svegliatevi! questo è fascismo ma come cazzo fate a non accorgevi!

  22. valeria maggio 19, 2010 a 1:54 pm #

    alla fine hanno avuto ciò che volevano! è una bella somma quella offerta a Santoro, comprensibile abbia accettato però un po’ delusa lo sono. Crollato l’ultimo baluardo di libera informazione. Grazie a quella parte di elettorato che ottuso e confuso, nonchè cieco, si ostina a credere a questo governo.

  23. Anonimo maggio 19, 2010 a 4:58 pm #

    é ormai da tanto che ogni voce critica al regime viene cancellata o meglio dato un calcio nel sedere. da tanto che non ho berlusconi tv in casa ed é ora che la buttate anche voi. con tutti i soldoni che si prende si potrebbe organizzare e pagare una bella rete d´informazione con tutti quelli che son stati cacciati per aver detto la veritá. cosa stiamo aspettando ancora???

  24. ANONIMO ANTICOMUNISTA 2 maggio 19, 2010 a 5:55 pm #

    Una voce scomoda ma davvero? ma se il programma è pilotato e dice solo ciò ke gli fa comodo e che non è vero!vegognatevi nel 2010 ancora esistono i comunisti ke ignoranti ke siete!!!

    • Mario B. maggio 20, 2010 a 11:23 am #

      Il TG5 di stamattina parlava di una buonuscita da 17 milioni di euro ! Se fosse confermata bisogna ammettere che sono un po’ troppi per una semplice “rescissione di contratto”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: