Ecco i nomi dei senatori che vogliono i giornalisti in galera

21 Mag

Chi sono i senatori che lavorano al testo del ddl sulle intercettazioni? Avvocati e magistrati soprattutto. Convinti che limitare il ricorso all’ascolto delle telefonate da parte dei magistrati e la pubblicazione dei verbali da parte dei giornalisti tuteli meglio il diritto alla Privacy. Ecco i nomi
Roberto Centaro (Pdl) di Siracusa. Alla fine di aprile, quando partirono le votazioni in commissione, toccò a Centaro ritirare il cosiddetto emendamento “ad daddarium” (4 anni di carcere a chi registra conversazioni a insaputa del suo interlocutore») e confermare sulla scorta delle indicazioni di governo il giro di vite definitivo sulla stampa. Però alla domanda sul perché tanta severità, rispose:  “Non domandatelo a me”, indicando i piani superiori.

Roberto Longo,  veneto, come Giancarlo Galan che ha sostituito quando il governatore ha lasciato la poltrona per incompatibilità.

Gaetano Quagliariello (berlusconiano) famoso per la frase “Eluana non è morta, è stata ammazzata”

Laura Allegrini (finiana),  già sostenitrice del legittimo impedimento e del processo breve.

Maria Alessandra Gallone, di Bergamo, politica di lungo corso con esperienza in amministrazione comunale, nella direzione provinciale del suo partito, in consiglio regionale. 

Filippo Berselli, che presiede la commissione e ha il doppio incarico essendo anche sindaco di Montefiore in Conca, suo paese natale, in provincia di Rimini.

Alberto Balboni (Pdl)

Domenico Benedetti Valentini, l’ex sindaco di Cagliari e dirigente sportivo

Mariano Delogu, Franco Mugnai del grossetano e Giuseppe Valentino, di Reggio Calabria.

Berselli, Balboni,Benedetti Valentini, Valentino e Mugnai sono tra i firmatari del documento “antifiniano” proposto dagli ex colonnelli di An – Gasparri, La Russa, Matteoli e Alemanno – alla vigilia dell’ultima Direzione nazionale del partito.

Sergio Divina (leghista), da Trento, passato alle cronache nel 2003 per aver proposto in consiglio provinciale di istituire “vagoni riservati agli immigrati” sul regionale Verona-Bolzano delle 7 e 45.

Sandro Mazzatorta, avvocato, di Verbania si è esposto con alcuni emendamenti al ddl Sicurezza varato nel 2008 che prevedevano tra l’altro il permesso di soggiorno a punti per gli immigrati e una serie di ostacoli ai matrimoni misti.

41 Risposte to “Ecco i nomi dei senatori che vogliono i giornalisti in galera”

  1. Fabrizio maggio 21, 2010 a 11:25 am #

    Se vogliono i Giornalisti in Galera è perché sono dei delinquenti che temono di essere scoperti!
    Sbattiamoci loro in galera!!

  2. VALERIA VENNERI maggio 21, 2010 a 11:27 am #

    vorrei tanto svegliarmi e pensare che la visione di questi pagliacci litigare sia atata solo un incubo… ADESSO TOCCA AL POPOLO COME LA STORIA CI INSEGNA….

    • Barbara maggio 21, 2010 a 11:52 am #

      Ecco perché chi dovrebbere occuparsi dei nostri problemi e lavorare per noi … Visto che li paghiamo NOI!!! Si occupa così tanto di fare leggi che tutelino sempre i “soliti”! Tt questo interesse per le intercettazioni …. Mi viene da pensare che abbiano parecchio da nascondere!!!! Basta guardare l’evolversi di questi ultimi mesi. Se fossero davvero “puliti” nn attacherebbero così la giustizia e certi editori e giornalisti …e certe trasmissioni che resistono ancora a certi “personaggi”! Tt si collega a confendere e nascondere che cosa: La VERITA’!

    • Anonimo maggio 21, 2010 a 6:49 pm #

      e’ arrivato il momento dele scelte…non molleremo mai..

      • Goffredo maggio 30, 2010 a 8:19 am #

        Anche per noi è arrivato il momento delle scelte.
        Se siete stufi dell’italia potete pure emigrare nella Spagna di Zapatero o nel Brasile di Lula.
        Noi non ci faremo intimidire da una minoranza prepotente e arrogante come quella del popolo viola o ex girotondini.
        Buona fortuna

    • bruno maggio 21, 2010 a 6:51 pm #

      e’ arrivato il momento delle scelte nette e dure..non molleremo mai…cricca di banditi..!!

      • Goffredo maggio 30, 2010 a 8:25 am #

        Non mollate ma mentre voi girotondate nelle piazze noi girotondiamo intorno a voi pronti a difendere un governo eletto democraticamente e nel cui programma elettorale era prevista la legge sulle intercettazioni.
        Non permetteremo di sovvertire un governo eletto dai cittadini ne a voi ne a qualche magistrato maoista che vede con un solo occhio.
        Auguri

    • Goffredo maggio 30, 2010 a 8:42 am #

      La storia ci insegna che il popolo e pecorone e si agita a comando e che sarà sempre sottomesso.

      • Anonimo giugno 12, 2010 a 1:28 pm #

        Goffredo ti vorrei conoscere…ma chi minchia ni sai di democrazia tu??????

  3. LORENA maggio 21, 2010 a 11:41 am #

    ORAMI IL GIORNALISTA è UNO DEI MESTIERI PIù PERICOLOSI CHE CI SIA

    • Francesco maggio 21, 2010 a 12:23 pm #

      è pericoloso se lo pratichi… altrimenti

    • Anonimo maggio 21, 2010 a 12:57 pm #

      vero vero stà arrivando di nuovo mussolini

      • Goffredo maggio 30, 2010 a 8:39 am #

        Si e anche Attila, Nerone, Hitler, l’Uomo Nero, Frankenstein, il Mostro di Firenze, Jack lo Squartatore, Erode, Hannibal Lecter, Nosferatu, Erica, Satana, Mefistofile ecc.ecc.

        Ma mi faccia il piacere

  4. Vincenzo Stragapede maggio 21, 2010 a 11:43 am #

    Mi chiedo se veramente questo sia lo specchio del paese se è così siamo davvero fregati…questo comunque ci deve motivare maggiormente per lottare fino in fondo…mettiamocela tuttaA!!

  5. francesco maggio 21, 2010 a 11:44 am #

    bastardi ! la russa, sarai il primo della lista !

    • Goffredo maggio 30, 2010 a 8:28 am #

      E tu sarai il primo nella hit parade delle corbellerie

  6. Al maggio 21, 2010 a 11:53 am #

    …evidentemente la libertà che rappresentano è solo la loro, non certo la nostra libertà di conoscere il vero, sentendone le varie interpretazioni se necessario, oppure accontentandoci di quelle che confezionano per noi…se queste sono le leggi, lode a chi sceglie la macchia.

  7. marco maggio 21, 2010 a 12:32 pm #

    … ebbene li scriviamo sull’agenda (nera) per non dimenticarli MAI

  8. Il Fulmicotonato maggio 21, 2010 a 12:35 pm #

    Si arriva al paradosso di punire non chi compie un reato ma chi dà notizia che questo reato sia avvenuto.

    Non è un concetto da paese libero: la galera per i giornalisti si vede solo nelle dittature.

    Ma è ovvio: una classe politica che lavora bene, promuove la trasparenza verso i cittadini. Una classe politica di corrotti lavora in senso opposto.

    • Fedemilio maggio 21, 2010 a 4:12 pm #

      Purtroppo il tuo commento è l’esatto quadro della situazione politica italiana: spero solo che questo brutto sogno svanisca presto e che si ritorni ad un livello minimo di vera libertà (non quella del PdL).

  9. Anonimo maggio 21, 2010 a 12:45 pm #

    Tanto di cappello di fronte alla battaglia della bella Busi.

    Ora, aspettiamo solo il nuovo media di Santoro e Travaglio per disdire tutti (per tutti intendo “tutti i cittadini normali”) il canone rai e prendere le distanze dai boss del PD, e da tampinare affinchè si liberi di tutti, perchè ora è appurato che sono a bottega (poco oscura) col nano. Bersani, anche tu hai fatto presto a mostrare quello che sei.
    robpaso
    robpaso

  10. Flavio Burroni maggio 21, 2010 a 12:50 pm #

    Una bella truppa di anticostituzionalisti.
    La crema dei fascismi nero e verde.

  11. Egidio maggio 21, 2010 a 2:30 pm #

    E’ risaputo ormai che hanno paura, non solo dai giornali (solo Il Fatto Q.) ma soprattutto dalle intercettazioni, perché gli affari si fanno soprattutto per telefono, ma anche via internet, e questi si possono sorvegliare, almeno per adesso.
    Per quanti mi riguarda, aspetto con ansia che una manifestazione nazionale si faccia, e presto senza aspettare che i ddl siano firmati, a quel punto sarà già troppo tardi…

  12. Marco maggio 21, 2010 a 3:12 pm #

    Se mi intercetassero al telefono non avrebbero niente da rilevare, dunque io non ho paura delle intercettazini.
    Solo chi delinque e chi trama può averne paura, si tratta dunque di un’altra legge ad personam. Vogliono delinquere indisturbatamente questi cretini. Tutti in piazza dunque!!

  13. max maggio 21, 2010 a 3:19 pm #

    Stavo pensando a una forma di protesta civile, che sia il più possibile “visibile” e che sia una forte “scossa” di terremoto delle coscienze!
    Pubblicizziamo un evento (ovunque: su fb, su blog, a mezzo e-mail, social network, passaparola, ecc. ecc.), come già fatto in passato (per il “no b day” ad esempio). Chiamiamolo “Facciamo luce su…” e fissiamo una data (tipo mercoledì 3 giugno alle ore 12,00).
    Tutti quelli che riusciremo a raggiungere e vorranno aderire (e saremo veramente tanti!), in segno di protesta contro l’insabbiamento, contro il governo delle tenebre, contro l’oscurantismo, accenderanno contemporaneamente tutte le luci e interruttori possibili(casa, ufficio, condizionatori, forni elettrici, ecc. ecc.).
    Tale consumo provocherà un gigantesco “picco” di consumi elettrici. Una gigantesca “onda” Tsunami che farà andare in tilt l’intera nazione, con enorme visibilità (e non solo in Italia).
    Che ne pensate?

  14. Marcella maggio 21, 2010 a 3:32 pm #

    Ho visto in differita il messaggio di Santoro… la Rai non merita nulla!!!! Scappa via Santoro il futuro è il Palazzetto di Bologna e qualcuno che con te ha voglia di
    rimettersi in gioco!!! Lo hai fatto con AnnoZero lo rifarai
    con altro!! Io per quel che può contare sono con te.
    Marcella (impiegata a Venezia)

  15. sandro maggio 21, 2010 a 3:38 pm #

    errata corrige:l’ex sindaco di Cagliari e dirigente sportivo e’ Mariano Delogu,non Domenico Benedetto Valentini.

  16. venio maggio 21, 2010 a 4:49 pm #

    …eppoi loro sarebbero ” il popolo delle libertà ” !???? ….ma fatemi il piacere !!!!!

    • Anonimo maggio 21, 2010 a 8:44 pm #

      Libertà di fare dittatura!DELINQUENTI!

  17. Roberta maggio 21, 2010 a 8:48 pm #

    E’ Mariano Delogu l’ex sindaco di Cagliari, non Valentini!

  18. guido coppola maggio 21, 2010 a 9:21 pm #

    Si è semplicemente realizzato il progetto piduista con la complicità del corpo sociale altrettanto becero e corrotto.

  19. anonimo maggio 22, 2010 a 7:19 am #

    E PENSARE, CHE MUOIONO TANTE BRAVE PERSONE.

  20. Daniele Gabriele maggio 22, 2010 a 9:14 am #

    Bella iniziativa complimenti!
    Peccato che il 60% degli italiani ormai siano tutti rimbambiti.

  21. Manzoni Alessandro maggio 22, 2010 a 2:39 pm #

    E pensare che avevo stima di Delogu. Mi sembrava una persona per bene. Ma la vita ci riserva sempre delle sorprese.
    Comunque la speranza non deve abbandonarci. Verrà un giorno in cui vedremo la luce

  22. Anonimo maggio 22, 2010 a 5:55 pm #

    ah ah ah Il partito dell’amore… con quelle facce!!! e con quelle intenzioni di agire sempre un potere sugli altri!
    meno male che Santoro c’è e Travaglio e tanti altri bravi giornalisti!
    ci stiamo davvero confrontando con un cancro sociale…cellule impazzite che ammalano paurosamente la democrazia…

  23. angelica maggio 22, 2010 a 5:57 pm #

    il commento di su con firma anonimo è mio: scusate avevo dimenticato di compilare tutto!

  24. LUISA maggio 26, 2010 a 12:51 pm #

    BASTA SIAMO ARRIVATI ALLA FRUTTA, SI STA TORNANDO AL FASCISMO, E’ORA DI FARCI SENTIRE PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

  25. N. LAURO giugno 2, 2010 a 3:44 am #

    Arrestare i giornalisti? Oppure mandatorio, arrestare politici e magistrati corrotti, che dentro e fuori del parlamento minano quel di poco restante della democrazia!

Trackbacks/Pingbacks

  1. Life stream 21 May 2010 | Il taccuino di Armando Leotta - maggio 21, 2010

    […] Shared Ecco i nomi dei senatori che vogliono i giornalisti in galera « Il Post Viola. […]

  2. I nomi dei Senatori che hanno lavorato alla Legge Bavaglio « Chiaro&Tondo - maggio 21, 2010

    […] I nomi dei senatori che hanno lavorato alla Legge Bavaglio: […]

  3. Top Posts — WordPress.com - maggio 22, 2010

    […] Ecco i nomi dei senatori che vogliono i giornalisti in galera Chi sono i senatori che lavorano al testo del ddl sulle intercettazioni? Avvocati e magistrati soprattutto. Convinti […] […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: