Vince Minzolini, la Busi va via: “Non mi riconosco più nel Tg1”

21 Mag

E via anche Maria Luisa Busi che con una lettera affissa nella bacheca della redazione annuncia di voler lasciare la conduzione del Tg1 di Minzolini. Tre cartelle e mezzo per spiegare che non si riconosce più nella testata, e per dire che se un giornalista ha come unico strumento per difendere le sue prerogative professionali quello di togliere la propria firma, un conduttore può solo togliere la sua faccia. Così ha deciso di fare lei, abbandonando la conduzione del Tg1 delle 20. La decisione arriva dopo una serie di scontri con il direttore della testata Augusto Minzolini.

20 Risposte to “Vince Minzolini, la Busi va via: “Non mi riconosco più nel Tg1””

  1. Esatto maggio 21, 2010 a 10:37 am #

    La RAI si sbriciolerà a favore di Mediaset, e non essendoci in Italia le adeguate infrastrutture telematiche e una cultura informatica adeguata, Mediaset diventerà il nuovo monopolio. Senza le due condizioni essenziali (infrastrutture e cultura, intesa come conoscenza dei mezzi) non si potrà avviare un’alternativa simile a “Raiperunanotte”. Ci aspettano anni ancora più bui.

    • maddai maggio 21, 2010 a 10:44 am #

      Tranquillo, che in Italia c’è un bel mercato da conquistare (informatico), se non lo fanno le aziende italiane verranno aziende estere (guarda i comunicati stampa di British telecom ad esempio).

      Ciao ;)

    • Nicola maggio 21, 2010 a 10:51 am #

      Scusa ma forse eri stanco e non ti sei ancora svegliato del tutto: il monopolio c’è da diversi anni, con piccole zattere relativamente fuori controllo. Le zattere, in quanto tali, possono muoversi e piano piano lo stanno facendo. Guarda la situazione in modo dinamico, non come una foto: da Santoro alla Busi (fatte le debite proporzioni), passando per Luttazzi e la Cortellesi, inizia a esserci un numero di zattere che si avvicina ad essere sufficiente a costruire un nuovo conglomerato. Se anche questo conglomerato non si coagulerà in una rete televisiva generalista, ma attrarrà audience su piattaforme diverse oppure (oddio spero di non essere troppo romantico…) su media diversi e nuovi, io non mi metterò di sicuro a piangere. Coraggio zattere!

      • maddai maggio 21, 2010 a 11:04 am #

        ..e non essendoci in Italia le adeguate infrastrutture telematiche e una cultura informatica adeguata..

        Rispondevo solo a questo.

        Secondo me vi state preoccupando troppo, c’è la webtv, c’è internet, ma che ci vuoi fare con la RAI?

        Il dtt è la fregatura più grossa del secolo…
        Non abbiamo bisogno della TV, basta prendere informazione passiva!
        Il monopolio senza il popolo non esiste…

  2. Giorgio Adamo maggio 21, 2010 a 10:46 am #

    Oltre che bella è anche intelligente! Complimenti Maria Luisa Busi… Adesso è necessario uscire tutta la forza d’animo, perchè gli attacchi saranno immani! In Italia chi dice la verità è sempre bistrattato a qualsiasi titolo e con qualsiasi mezzo, anche non convenzionale!
    Saluti e ammirazione.

    • aesse maggio 21, 2010 a 11:35 am #

      concordo con il tuo commento

  3. carla maggio 21, 2010 a 10:49 am #

    si sta avverando ciò che disse Gelli, il controllo totale dell’informazione……

  4. enrico persico licer maggio 21, 2010 a 10:51 am #

    ormai l’informazione é diventata schiava di una casta e del suo demiurgo che dobbiamo far saltare
    l’ informazione libera in itala é morente

  5. aesse maggio 21, 2010 a 11:34 am #

    avanti di questo passo e dovremo riunirci nelle catacombe

  6. bianca maggio 21, 2010 a 11:34 am #

    brava………… quando gli uomini non dimostrano di esserlo ….vanno avanti le donne….QUELLE VERE !!!!!!!!!!FAI ONORE A TUTTE LE DONNE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!bianca

  7. Chiara maggio 21, 2010 a 11:36 am #

    questa potrebbe essere una buona occasione per fare di La 7 un grande canale o addirittura aprirne uno nuovo magari anche sul web. Le cose in Italia sono “cambiate perchè nulla cambiasse” per troppo tempo le cose dovranno necessariamente cambiare. Confido in una rivoluzione culturale.

  8. Stefano Barletta maggio 21, 2010 a 12:08 pm #

    Brava Maria Luisa, è bene che tu vada prima che quella merda di TG1 sprofondi negli abissi!
    Vedrai, prima o poi avremo le nostre soddisfazioni, in fondo cosa chiediamo noi tutti; informazione vera e corretta come sei tu e tutti i tuoi colleghi che hanno dissentito a quel reggime da quattro soldi proposto da quel leccaculo di MINZOLINI! Auguri Maria Luisa!

  9. rosanna maggio 21, 2010 a 12:19 pm #

    MA perchè non si fa qualcosa contro Minzolini?? Un Signore che sta spappolando al Rai a favore di Mediaset…noi paghiamo il Canone per vedere andar via le persone per cui paghiamo!!!
    La qualità in Rai è scomparsa..ma da tempo… perchè imita Mediaset, rimanevano il tg1, Santoro, Report, e Ballarò il resto è spazzatura..ora Santoro e Fuori, il tg1 pure…incrociamo le dita per gli altri!!!

  10. rosa maggio 21, 2010 a 12:20 pm #

    MA perchè non si fa qualcosa contro Minzolini?? Un Signore che sta spappolando al Rai a favore di Mediaset…noi paghiamo il Canone per vedere andar via le persone per cui paghiamo!!!
    La qualità in Rai è scomparsa..ma da tempo… perchè imita Mediaset, rimanevano il tg1, Santoro, Report, e Ballarò il resto è spazzatura..ora Santoro e Fuori, il tg1 pure…incrociamo le dita per gli altri!!!

  11. Anonimo maggio 21, 2010 a 6:12 pm #

    concordo pienamente !!!!
    stare vuol dire leccare….

  12. silvano maggio 21, 2010 a 6:52 pm #

    solidarietà a maria luisa .
    anche se i leccac.. battono sempre gli “hombre vertical”

  13. Emilia maggio 22, 2010 a 7:34 am #

    a me colpisce più che altro come il direttore della rai e i capi in generale lascino Minzolini agire in tutta tranquillità. L Busi è una professionista,e visto che lascia da questo si dovrebbe capire che Minzolini è proprio un venduto di merda. tra l’altro, vorrei sapere che fine fanno questi giornalisti dopo…

  14. Ramirez maggio 22, 2010 a 10:45 pm #

    Io sono convinto che ora come ora per la Rai dovremmo inviare e-mail di protesta a tutto il cda, ai direttori, a Minzolini stesso, all’Agcom, in quantità tale da fargli sentire che c’è una moltitudine che li osserva e che li giudica. Io personalmente gli scrivo una mail ogni giorno prima di andare a dormire. Sempre, tutti i santi giorni, domandandogli se hanno dignità e se si rendono conto di come la loro carriera ne sarà compromessa perché berlusconi ha 74 anni e non si sa per quanto potrà aiutarli, e dopo? saranno così compromessi che non li vorrà nessuno e saranno presi a sputi pubblicamente.
    Inondiamoli di email e se li incontriamo facciamo tutti come Piero Ricca che li fa impazzire quanto li becca. (chi non lo conosce, se c’è ancora perché lo conoscono tutti, si veda qc. suo video su you tube), facciamogli capire che i cittadini consapevoli sono tanti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: