El Paìs, Belpietro sputtanato anche in Spagna. Su “Libero”, liberi di mentire

6 Giu

Per un decennio, il giornalista freelance Tommaso DeBenedetti ha pubblicato interviste false sui quotidiani italiani. Premi Nobel per la Letteratura, scrittori e autori di best seller ma anche il Dalai Lama, Lech Walesa, Mijaíl Gorbachov, Elie Wiesel, Noam Chomsky e Joseph Ratzinger, poco prima che iniziasse nel 2005 il conclave che l’avrebbe proclamato Papa, furono intervistati dalla fervida fantasia di Tommaso Debenedetti. I giornali sapevano, a partire da Libero di Belpietro (finanziato con i nostri soldi) che arrivò persino a pubblicare un’intervista finta al grande scrittore Philip Roth (obamiano di ferro) contro lo stesso Obama. Oggi, El Paìs pubblica un’intervista in cui Debenedetti  si dichiara “soddisfatto” del lavoro realizzato. “Mi piace essere il campione italiano della bugia” Abbiamo selezionato per voi alcuni passaggi dell’intervista tradotti per il nostro blog da Giusy Massimo


D. Dunque i giornali sapevano che erano dei falsi?
R. Certo, ma il meccanismo gli conveniva. Tutti sanno che gli autori concedono interviste per promuovere i propri libri. Le mie interviste andavano oltre, erano quasi sempre politiche. Gli davo una piega a destra. Mi divertivo e sapevo che era questo che chiedevano quei quotidiani. “Sarebbe bene che parlasse male di Obama”, “fallo parlare bene di Berlusconi”. Io obbedivo.

D. Ha ingannato anche quotidiani nazionali come “Libero”?
R. Con “La Repubblica”, “Il Corriere” o “La Stampa” non ho provato perchè sapevo che non avrebbe funzionato. Loro verificano, hanno la capacità di farlo. Decisi di provare con “Libero” per la sua fedeltà a Berlusconi. Chiamai il responsabile del settore culturale per offrire John Le Carré. L’uomo fa le sue telefonate. Sapete a chi (Belpietro, nota di Violapost). E mi dice di sì. Glielo mando e esce. Poi gli vendo Roth. Le Carrè scrive di guerra fredda, di spie e cose così; Roth è un uomo di sinistra. Questo è un dilemma per “Libero”. Chiedergli di parlare bene di Berlusconi è troppo. Mi dissero “Fagli dire qualcosa di forte contro i Nobel ma che non dica nulla contro la linea del quotidiano”.

L’intervista integrale e la traduzione

6 Risposte to “El Paìs, Belpietro sputtanato anche in Spagna. Su “Libero”, liberi di mentire”

  1. Vidi Unfilm giugno 6, 2010 a 8:36 pm #

    BALLISTIC

  2. Nilo giugno 6, 2010 a 10:57 pm #

    Belpietro, lo sai che se Paul Joseph Goebbels fosse ancora vivo, schiatterebbe dall’invidia?

  3. roberto giugno 7, 2010 a 5:27 am #

    Caro DeBenedetti, mi chiedo con quale candore e faccia di tolla, riesci ad esprimerti in questo modo. Anche l’intervistatore non doveva essere una gran cima, sfido chiunque ad intervistare un elemento come te e riuscire a trattenersi dal riempirti di insulti. Tu non sei come lo stereotipo italico (berlusconiano) sei peggio! E anche voi (noi) del popolo viola….con questa linea non ci fate una gran figura. Dov’è l’indignazione, dov’è la la verità!

  4. pia chiariello giugno 7, 2010 a 7:10 am #

    queste sono notizie che non meravigliano di certo le persone intelligenti e sveglie che per fortuna ancora ci sono in questo paese! bisognerebbe mettere i manifesti in ogni angolo del bel paese!gia non lo si sopportava con quella sua aria saccente e quel sorrisino fastidioso ed ebete,ora in un paese civile sarebbe preso a calci e mandato a zappare!

  5. paolo potito chierici giugno 7, 2010 a 8:56 am #

    Servo del padrone, anche lui partecipa al ballo del tren ino a Villa Certosa.

  6. franca giugno 22, 2010 a 9:34 pm #

    liberi di mentire perchè noi glielo permettiamo…non sapendoci ribellare a come è stata ridotta l’Italia.
    all’estero dicono che siamo incapaci di togliere di mezzo i responsabili di tanto malaffare. e penso che abbiano proprio ragione.siamo incapaci,incapaci,incapaci.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: