Quando il bavaglio lo mettono gli anti-bavaglio

30 Lug

Nessuno – ma proprio nessuno – sente l’urgenza di parlare della manifestazione che si terrà domani a L’Aquila. Nemmeno tra quelli – giornalisti o politici – che in queste settimane hanno scavato le fosse con i piedi a furia di passeggiare davanti a Montecitorio per opporsi alla scandalosa Legge Bavaglio. Non ne parlano i giornalisti del regime, com’è giusto che sia per chi fa dell’occultamento della verità e delle responsabilità la propria professione. Ma non ne parlano nemmeno quei giornali, quei blog o quei politici che pure abbiamo visto in prima linea (o se volete in prima pagina) nella battaglia per il diritto a garantire una libera e corretta informazione ai cittadini. E parlare della manifestazione all’Aquila, ad oltre un anno dal sisma, non è forse fare corretta e libera informazione? Non è forse sbavagliare chi subisce gli abusi, la cinica propaganda di Berlusconi e Bertolaso, le cariche della polizia, l’abbandono da parte dello Stato, l’impunità della “cricca”, di quelli che ridevano la notte del terremoto.

E allora perché non se ne parla? Cosa spinge al silenzio, alla reticenza bipartisan, al sostegno oggettivo alla linea del governo non soltanto i giornalisti asserviti ma anche la cosiddetta stampa libera?

Non vogliamo proporre ipotesi, anche perché quelle che ci vengono in mente non sono edificanti e allora ci limitiamo ad un ultimo appello: la manifestazione si terrà domani a L’Aquila, dalle 15 in piazza D’Armi. Vi saranno tantissimi abruzzesi e molti altri cittadini proverranno da ogni part d’Italia, da Trieste a Salerno. Ad accogliere e ospitare chi arriva da fuori vi sarà il popolo viola di L’Aquila (questo il numero: 339.7724597). Parlatene e avrete dimostrato che la battaglia contro il bavaglio non è una mera iniziativa corporativa a difesa degli editori o dei giornalisti ma una battaglia di civiltà che serve al Paese.

Violapost

25 Risposte to “Quando il bavaglio lo mettono gli anti-bavaglio”

  1. salvatore genovese luglio 30, 2010 a 1:56 pm #

    Condivido ogni parole , per la legge bavaglio si sono mossi tutti i giornalisti persino “il giornale” era contro , ora che c’e da fare informazione per la manifestazione dell’ acquila nessuno scrive della cosa.
    Certi giornalisti il bavaglio sanno metterlo e toglierlo da soli a piacimento..

  2. Giuseppe luglio 30, 2010 a 2:04 pm #

    magari, dico magari, il tipo che ha scritto questo post non era in piazza ieri.
    perché
    1) c’è stato collegamento telefonico dalla piazza (con il mio telefonino collegato al mixer) e una delle organizzatrici di domani a l’Aquila.
    2) + volte abbiamo ricordato gli eventi dell’Aquila e la nostra volontà di andarci

    quindi
    gradirei per onor di “verità” che sta cazzata venga cancellata e venga chiesto scusa a chi ieri ha manifestato in quella piazza anche per ricordare gli Aquilani.
    (o servono anche le testimonianze degli altri presenti alla manifestazione?)

  3. violapost luglio 30, 2010 a 2:10 pm #

    Giuseppe come risulta chiaro dal post non parliamo del pincopallo che va alle manifestazioni armato di buona volontà. Parliamo dei giornali, dei politici, del silenzio della stampa. Cerchiamo di non ridicolizzare un problema che è molto serio

    • Giuseppe luglio 30, 2010 a 2:23 pm #

      chiedo venia, ho letto un pò di fretta, poi solo i berlusconiani dicono ai giornalisti che devon scrivere…

  4. EddieIlBello luglio 30, 2010 a 2:26 pm #

    Io domani ci sarò e, nel mio piccolo, farò la mia parte! Del resto non mi importa.

  5. Cristina luglio 30, 2010 a 3:18 pm #

    Molti giornalisti ne parleranno post rem, come per gli accerchiamenti di montecitorio ecc… Alcuni già ne stanno parlando comunque, ma con il “trambusto” che c’è a montecitorio è difficile darne risalto… Noi ieri a montecitorio abbiamo “scavato i solchi” come dici tu e continueremo a farlo, anche a L’Aquila: molti di quelli presenti ieri oggi stanno impazzando le bacheche per l’evento di domani e proprio ora abbiamo dovuto trovare un’altra macchina per venire alla manifestazione, perchè a tenerci siamo in tanti.. L’Aquila si trova in Abruzzo, ma prima di tutti si trova in Italia… ancor più fermamente, nel cuore di tutti noi!

  6. Vincenzo luglio 30, 2010 a 4:07 pm #

    quelli che in questi giorni hanno fatto i solchi a Montecitorio…io sono uno di quelli e vi assicuro che abbiamo parlato della manifestazione che ci sarà a L’Aquila.Se i giornali non ne parlano,non potete prendervela con noi.

    • EddieIlBello luglio 30, 2010 a 4:24 pm #

      Nessuno parlava con voi, infatti. L’articolo parlava dei giornali.

  7. violapost luglio 30, 2010 a 4:25 pm #

    Forse l’articolo non è chiaro. Non ci riferiamo ai cittadini che partecipano alle manifestazioni ma alla stampa e ai politici. Ripetiamo: ci riferiamo a stampa e politici, se non rientrate in queste categorie non sentitevi chiamati in causa dall’articolo

    • simpatco coleottero luglio 30, 2010 a 10:40 pm #

      o, non vi riferite alle persone presenti in piazza (secondo la questura 100, secondo il paginone “nazionale” 4 gatti” ma ai giornalisti. beh, è stato ribadito più e più volte che da oggi c’era la manifetazione aquilana ed adirittura enfatizzta con collegmento diretta addiscredito ad una manifestazione perfettamente riuscita!!!

  8. LadyLindy luglio 31, 2010 a 9:02 am #

    ma farete qualche diretta streaming? Mi piacerebbe metterla nel mio blog
    http://vitainpillole.wordpress.com/

  9. Daniella Ambrosino luglio 31, 2010 a 9:53 am #

    Se volevate parlare solo della stampa, non dovevate scrivere:
    “Nessuno – ma proprio nessuno – sente l’urgenza di parlare della manifestazione che si terrà domani a L’Aquila. Nemmeno tra quelli che in queste settimane hanno scavato le fosse con i piedi a furia di passeggiare davanti a Montecitorio per opporsi alla scandalosa Legge Bavaglio”. L’allusione alla manifestazione sotto Montecitorio era chiara. Potevate risparmiarvela, dato che non solo dell’Aquila se ne è parlato, e molto, ma oggi e domani molti dei nostri saranno all’Aquila.
    Non era una manifestazione di pincopalli ma organizzata dal PV di Roma; vi hanno aderito gruppi locali di tutta Italia, ricordo Cuneo Bologna, Trento, Bari,(chiedo scusa agli altri) per non parlare del resto del Lazio, che si sono disturbati a venire, mentre voi avete ritenuto di snobbare la cosa (vedi ad es. su qusto blog “Mamma li etici”).

  10. violapost luglio 31, 2010 a 10:34 am #

    Insomma c’erano più gruppi che manifestanti :)

    • Daniella Ambrosino luglio 31, 2010 a 1:14 pm #

      Violapost commenta:Insomma c’erano più gruppi che manifestanti :) (alla catena viola a Montecitorio contro il bavaglio il 28-29)

      Grazie anche al vostro attivo boicottaggio: potete andarne fieri (vedi pag. Facebook e, ripeto, questo blog alla voce “Mamma li etici”). E quindi non veniteci a dire che ce l’avevate solo con la stampa e non col cittadino che protesta! Dipende: se oltre a protestare contro il bavaglio osa anche criticare voi e la vostra conduzione, allora lo calunniate e/o lo deridete.

  11. violapost luglio 31, 2010 a 10:35 am #

    Comunque ripetiamo: ci riferiamo alla stampa non ai cittadini che manifestano

  12. Patrizia Dessy luglio 31, 2010 a 11:21 am #

    Di nuovo e di nuovo i casini di Berlusconi affossano qualsiasi altra realtà o necessità del Paese. Il PdL si disfa? Bene, non si parla d’altro.
    Agli aquilani, eh, gente: anche voi, vi andate a scegliere certi momenti…Cercate giorni più tranquilli, ora spazio non ve ne si può dare!
    :((

  13. daniele g luglio 31, 2010 a 12:04 pm #

    dico la mia. ho scritto della rivoluzione che va in vacanza e sono stato “massacrato”. qualcuno mi ha chiamato pezzo di merda, fascista, berlusconiano, ipocrita di merda e via dicendo.
    il popolo viola, nella sua ufficialità, mi ha risposto pacatamente, ma in maniera secca.
    alcuni appartenenti ai gruppi viola mi hanno attaccato in privato.
    e allora cosa volete?
    ma davvero credete che agli occhi di chi (spero) ragiona un pochino, l’essere contro berlusconi e il suo sistema, vi dia l’automatico diritto di essere al centro del mondo?
    io sapevo di queste manifestazioni, ma se nessuno, compreso me, ha scritto, forse dovreste porvi delle domande, ad iniziare dalla vostra problematica struttura interna.
    ah, tanto per precisare, avevo citato anche grillini et co. sono stato aggredito verbalmente solo dagli appartenenti al popolo viola.
    e pensare che a barcellona, a dicembre, ero l’unico con la banidera, ho anche fatto un intervento che in tanti hanno apprezzato e ancora oggi ricordano, e tra l’altro era appena venuta a mancare una persona importante, forse la più importante. quindi ero un viola anche io.
    quindi se la gente si è allontanata, se i media non ne parlano quasi +, se c’è chi non si rispecchia più in una vostra azione (quale azione?), beh, allora la colpa non è certo dei giornalisti e tantomeno dei cittadini. un commento in alto faceva notare come mancasse chiaramente il riferimento diretto ai soli giornalisti.
    forse è proprio questo il problema.

  14. daniele g luglio 31, 2010 a 12:08 pm #

    dimenticavo: dato che vi piace l’autocritica, perchè non avete pubblicato il pezzo di cui parlo sopra? magari tra i tanti, qualche illuminato avrebbe saputo cogliere il senso, senza infiammarsi per non aver capito cosa c’era scritto….
    forse quello avrebbe dato uno scossone… voi sapete chi è stato laico, o di carlo o via dicendo?
    ecco, lo so anche io.
    e avete un grosso problema… che forse però non interessa più a nessuno…

  15. Isabella luglio 31, 2010 a 8:52 pm #

    Se non si volevano colpire le persone che manifastavano davanti a Montecitorio, non avreste scritto: “Nessuno – ma proprio nessuno – sente l’urgenza di parlare della manifestazione che si terrà domani a L’Aquila. Nemmeno tra quelli che in queste settimane hanno scavato le fosse con i piedi a furia di passeggiare davanti a Montecitorio per opporsi alla scandalosa Legge Bavaglio.” Come giustamente fa notare Daniella! Se il bersaglio di questo articolo volevano essere esclusivamente politici e giornalisti dovreste retificare l’articolo nella frase che ho riportato.
    A Daniele invece vorrei dire che se l’articolo a cui fa riferimento era su http://www.giornalettismo.com l’ho letto e l’ho trovato discutibile e un po’ superficiale, ma l’ho pubblicato sulla mia bacheca e su quella del mio gruppo per cercare di fare un po’ di autocritica e di sana riflessione. Come vedi non tutte le persone sono uguali.

    • daniele g agosto 2, 2010 a 4:55 pm #

      isabella, mi pare che non fosse così superficiale, visto anche come sono andate poi le cose a L’Aquila… discutibile di certo, dato che mettevo in discussione tutto quello è stato fatto…
      un saluto,
      dan

  16. Varo cavalli agosto 1, 2010 a 11:39 am #

    Cometamente d’accordo con voi, è vergognoso il modo in cui è stata nascosta la notizia..

  17. Sancho Panza agosto 2, 2010 a 9:05 am #

    Mi chiedo come mai il mio post sia sparito, comunque lo riscrivo, che problema c’è?

    Forse i giornali non hanno sentito l’urgenza di pubblicizzare la manifestazione, ma di certo i vari autori de “il blog ufficiale del popolo viola”, cito quelli di cui conosco la faccia, Silvia Bartolini, Franz Mannino, Anna Mazza, Massimo Malerba, non hanno sentito l’urgenza di andare a L’Aquila a manifestare. Se l’avessero fatto si sarebbero resi conto che una manifestazione in un territorio come L’Aquila sarebbe dovuta essere condivisa con i cittadini de L’Aquila e i comitati cittadini. Sarebbe stato più opportuno dare risalto all’iniziativa che ha visto, la sera fra Sabato e Domenica, decine di migliaia di cittadini passeggiare di nuovo fra le vie del proprio centro storico, allegri e commossi.

    http://ilcentro.gelocal.it/laquila/cronaca/2010/08/01/news/popolo-viola-corteo-per-pochi-2221152

    http://ilcentro.gelocal.it/laquila/cronaca/2010/08/01/news/suoni-ed-emozioni-la-citta-rivive-2218994

    Tornate a connettervi con la realtà, un movimento che vive solo di post, blog e facebook rimarrà solo virtuale. Dovete parlare con le persone vere, quelle in carne e ossa, guardandole in faccia.

Trackbacks/Pingbacks

  1. Quando il bavaglio lo mettono gli anti-bavaglio « Il Post Viola | Attimi di pensiero non lineare - luglio 30, 2010

    […] via Quando il bavaglio lo mettono gli anti-bavaglio « Il Post Viola. […]

  2. Quando il bavaglio lo mettono gli anti-bavaglio | Il Popolo Viola di Parma - luglio 31, 2010

    […] Fonte: https://violapost.wordpress.com/2010/07/30/quando-il-bavaglio-lo-mettono-gli-anti-bavaglio/ […]

  3. Tweets that mention Quando il bavaglio lo mettono gli anti-bavaglio « Il Post Viola -- Topsy.com - luglio 31, 2010

    […] This post was mentioned on Twitter by Agata Fisch and Agata Fisch, Parola di Bonobo. Parola di Bonobo said: [Social+][][]https://violapost.wordpress.com/2010/07/30/quando-il-bavaglio-lo-mettono-gli-anti-bavaglio/[/][/][/] http://fb.me/wqAWgD2X […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: