Convention, lettera aperta agli osservatori frettolosi

7 Dic

La convention di Roma è stato il primo grande passo in avanti, di crescita e di costruzione, che Il Popolo viola con tutti gli altri movimenti ha fatto dalla sua nascita: abbiamo dimostrato di non essere solo produttori di grandi manifestazioni di dissenso popolare ma di essere in grado di passare dall’individuazione dei problemi e conseguente denuncia, alla proposta di costruire un’alternativa comune, chiara e strutturata al berlusconismo.
Probabilmente da alcuni che hanno a cuore più il proprio tornaconto che il bene comune questo sarà visto come un oltraggio, un’insidia ai loro piccoli centri d’interesse, forse ad alcuni la capacità di costruire uno schema comune che riunisca anziché dividere, per poter uscire dall’attuale empasse, pesa e preoccupa.
Noi non comprendiamo come sia possibile analizzare la convention, come alcuni hanno fatto, parlando dell’ennesimo partitucolo al 2% e stentiamo veramente a riconoscerci in una simile definizione e ci sfugge come alcuni non abbiamo saputo cogliere la differenza tra protesta e proposta. Nella prima sono fondamentali i numeri e quelli piaccia o no abbiamo dimostrato per ben tre volte in meno di un anno di averli, per la seconda non servono le folle ma una lucida e pulita volontà di costruire tutti insieme, opposizioni, società civile, movimenti e associazioni.

Tutti, anzi, tutti per tutti, per la Costituzione, per la democrazia, per il lavoro, per la scuola, per la ricerca per la libertà di stampa e per tutti i diritti che giorno dopo giorno ci vengono sottratti con il beneplacito di chi ha interessi a dividere e non ad unire.
Ieri si è concretizzata la volontà da parte delle forze democratiche di sedersi ad un tavolo di lavoro “comune” (questa è forse la parola che spaventa di più) per discutere e concretizzare quanto prima un progetto ampio ed articolato che ha il suo inizio nel conflitto d’interessi, nella legge elettorale e scorre via via occupandosi di lavoro, di istruzione e di informazione.
Qualunque altra lettura è banale e non saremo noi a speculare sui motivi che l’hanno determinata, lasciamo che sia ognuno a trarre le proprie conclusioni, interrogandosi su come mai ad alcuni spaventi così tanto la capacità de Il Popolo viola di aggregare, prima le piazze, poi movimenti e associazioni e da ieri anche le forze democratiche. Lasciamo le conclusioni ad altri, noi adesso ci rimettiamo a lavorare con tutti per tutti.

Il Popolo Viola

8 Risposte to “Convention, lettera aperta agli osservatori frettolosi”

  1. OSV-BARBATUS dicembre 7, 2010 a 12:53 pm #

    Molto bene. Bravi!

  2. altroquando dicembre 7, 2010 a 1:24 pm #

    Francamente non sono entusiasta. La forza del Popolo Viola la si misura sulla capacità di concretizzare nuove forme di democrazia (diretta) capaci di dare voce a tutti. Nuove forme e nuovi obiettivi di lotta con cui costruire una ferma opposizione al sistema e al regime (non è berlusca il sistema, lui è una deviazione pericolosa e particolarmente odiosa)La mia sensazione è di trovarmi in presenza di vecchi arnesi che cercano un disperato innesto nel nuovo che stenta a manifestarsi. Che si mobilitino grandi numeri di cittadini è innegabile, ma questo esprime un bisogno che non può esprimersi (continuare a ) in mobilitazioni destinate a diventare sterili. La domanda è chi è il punto di riferomento? Il M5S ce l’ha il suo riferimento, wikileaks pure, chi è il referente del Popolo Viola? boh!

  3. Sandro Di Carlo Stato Laico dicembre 7, 2010 a 2:38 pm #

    Io la mia opinione l’ho espressa già ampiamente da un anno su Facebook ma continuo ad essere bannato ed i miei commenti sono rimossi. Forse la verità fa male? Si vuole evitare il confronto sui veri motivi che hanno portato al fallimento della nascita di un vero MOVIMENTO VIOLA.

  4. luisa dicembre 7, 2010 a 4:11 pm #

    Penso che un momento costruttivo, nel punto di disfatta generale in cui il paese si trova, sia necessario; ciò che è essenziale, comunque e sempre, è che le forze di aggregazione si stacchino da un modello di politica in cui a farla da padrone sono sempre state le forze dominanti ( leggi classi) insieme con la nomenklatura( leggi centrosinistra) che ha governato l’Italia a suon di chiacchiere e buone intenzioni…..comunque e sempre disattese….ciò che ha portato come sua logica conseguenza al berlusssssconismo.
    Secondo me la classe dirigente deve cambiare metodi…e comunque e sempre va controllota; è quanto ho capito del colore VIOLA:

  5. Domenica Ladodi dicembre 7, 2010 a 7:43 pm #

    ma perché non fate un sondaggio su quanto siete stati bravi a far fare uno spot elettorale a quei quattro politicanti?

  6. Emanuele dicembre 8, 2010 a 4:45 pm #

    Patetici. Errare è umano, perseverare è diabolico. Ma voi siete proprio oltre. Senza vergogna.

    Complimenti per essere riusciti a resuscitare uno zombie della politica come Ferrando. Questo si che è innovativo.

    State passando dal far ridere al fare pietà. Contenti voi..

  7. Marco Usai dicembre 8, 2010 a 6:40 pm #

    E alquanto triste il contenuto di alcuni commenti e penso che si commenti da solo.Per quanto riguarda la convention c’è solo da ammirare chi percorre una delle possibili strade che esistono per cambiare in meglio questo paese e mi fà tanta tristezza vedere che spesso la gran parte delle forze la si spenda in un una critica distruttiva a chi tenta di fare qualcosa. A tutti quelli a cui non piacciono queste e tutte le altre iniziative del popolo viola mi sento di dare un consiglio…FATEVELO IL VOSTRO POPOLO VIOLA O QUALUNQUE ALTRA COSA PENSATE SIA UTILE A MIGLIORARE QUESTO PAESE MA SMETTETELA DI SCASSARE IL CAZZO INUTILMENTE!!!!

    Scusate lo sfogo ma a distanza di un anno ci si stanca a vedere sempre gli stessi individui che fanno sempre le stesse lamentele.

  8. Filippo Decorso dicembre 8, 2010 a 7:31 pm #

    INVITARE SOGGETTI COME PANNELLA LA DICE LUNGA SU QUANTO ABBIATE LE IDEE CHIARE.
    MA FATEMI IL PIACERE!
    Filippo, un Viola di Milano

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: