14/12, la Questura vieta piazza Montecitorio, il popolo viola: “Clima cileno” – Il documento

11 Dic

Il 14 dicembre, in occasione del voto di sfiducia alla Camera, abbiamo pensato ad una mobilitazione generale davanti a Montecitorio. Come capita in questi casi, con molto anticipo uno di noi del Popolo Viola – in questo caso è capitato al sottoscritto – è andato alla Questura di Roma per comunicare la mobilitazione.
Normalmente, basta questo preavviso e non ci sono mai stati problemi.  Perché le nostre mobilitazioni sono sempre state caratterizzate dal massimo spirito nonviolento e – quando necessario – collaborativo nei confronti delle forze dell’ordine. Anche in occasione dei presidi davanti a Montecitorio che – all’epoca dell’approvazione del Lodo Alfano – hanno visto tanti e tante esponenti del Popolo Viola notte e dì davanti al “Palazzo” per più di 40 giorni.
Per noi cittadini questi sono momenti molto importanti, perché segnalano la nostra risposta e il nostro controllo sull’operato dei deputati.
Deputati che in queste ultime settimane di fatica non ne hanno fatta molta poiché tra sospensioni e feste, settimane cortissime e ponti sono più di trenta giorni che a Montecitorio si lavora poco o nulla. Tutto in attesa del fatidico voto di fiducia al Governo Berlusconi che si svolgerà – appunto – il 14 dicembre.
Il Popolo Viola ha quindi concordato con gli studenti e il coordinamento di Uniti contro la crisi la grande giornata di mobilitazione di martedì: cortei dalle 9.30 del mattino e presidio a Montecitorio dalle 15 in poi.
Oggi la sorpresa: a tre giorni dalla mobilitazione prevista, l’ufficio di Gabinetto della Questura ci ha convocato per comunicare un atto del Questore.
Il documento (che alleghiamo) parte dalla considerazione che il 14 dicembre “nelle aree circostanti le sedi istituzionali ed in particolare presso la Camera dei deputati, sono state preavvisate manifestazioni concomitanti anche di contrapposte ideologie politiche, ed annunciate iniziative di non prevedibile esito” e che “anche in relazione alla attuale situazione politica, si rende necessario garantire il regolare svolgimento delle attività parlamentari in programma e conseguentemente predisporre misure di ordine e sicurezza a tutela dei palazzi istituzionali” infine”prende atto del preavviso della manifestazione nel giorno e negli orari segnalati e prescrive che l’iniziativa si svolga con altre modalità da concordare con l’Ufficio Gabinetto delle scrivente.”
In parole povere: il 14 dicembre il Parlamento sarà off limits e – con molta probabilità – le strade del centro di Roma verranno blindate. Rivivremo quel clima stile “Cile anni ’70” che abbiamo già visto le settimane passate: il potere politico rintanato nella sua roccaforte e i cittadini tenuti fuori dalla portata delle istituzioni.
Ora l’unica strada percorribile, se non si vuole forzare inutilmente la situazione, è concordare una soluzione alternativa che non penalizzi il senso della nostra mobilitazione. Io credo che dovremmo proporre di spostare la manifestazione a P.zza Santi Apostoli (sempre dalle 15), arrivando ad un compromesso con la Questura: la possibilità comunque, per un gruppetto do cittadini, di presidiare Montecitorio. Un numero limitato, magari solo un centinaio di persone, giusto per far sentire il fiato sul collo ai parlamentari che – seguendo la propria coscienza individuale – dovranno decidere la sfiducia il 14 dicembre.
Questo  cambiamento di programma però dobbiamo deciderlo insieme, collettivamente, tutti noi che abbiamo voglia di far sentire la nostra voce e che parteciperemo alla giornata di mobilitazione di martedì. Facciamo girare questo articolo, mandiamolo via mail ed invitiamo tutti a postare in questo blog un commento con un parere. Tutti devono sapere quel che sta accadendo e tutti devono poter esprimere la propria opinione.

(Gianfranco Mascia)

COSA NE PENSATE?

49 Risposte to “14/12, la Questura vieta piazza Montecitorio, il popolo viola: “Clima cileno” – Il documento”

  1. iose dicembre 11, 2010 a 4:21 pm #

    Cancelliamoli X sempre!!!!

    • gaia dicembre 13, 2010 a 11:30 am #

      devono assolutamente sentire la nostra voce quando entrano quando votano e quando escono….la nostra voce li deve accompagnare costantemente….

  2. manuela palloni dicembre 11, 2010 a 4:26 pm #

    Ho postato sulla bacheca di Giorgio Napolitano il documento, ponendo al Presidente questa domanda: Una protesta civile e pacifica in democrazia è da considerarsi, Presidente, ideologica e contrapposta?

  3. Mary dicembre 11, 2010 a 4:29 pm #

    Secondo me l’accordo che avete proposto è la soluzione migliore, l’importante è che si decida prima chi mandare a Montecitorio ed evitare che qualche “esaltato” ci si infili clandestinamente

    • Patrizia dicembre 12, 2010 a 9:03 am #

      Purtroppo, pur mettendoci tutta l’attenzione del mondo, qualche agente in borghese si infiltra sempre lo stesso. Poi ci chiediamo ”ma i black block, com’è che spariscono semre?”: semplicemente mettono la divisa.

  4. carmelo dicembre 11, 2010 a 4:30 pm #

    si potrebbe fare così tanto rumore da farsi sentire fino a piazza montecitorio.

    :-)

    cmq se la questura ha detto “no” difficilmente lasceranno entrare un centinaio di persone.

  5. Elena Saita dicembre 11, 2010 a 4:35 pm #

    Credo sia una buona idea la soluzione proposta da Mascia. Un gruppetto davanti a Montecitorio e gli altri Piazza Santi Apostoli che mi pare sia in centro. Noi faremo comunque una manifestazione anche a Torino assieme agli studenti. Continuo a pregare che NON abbia la fiducia!

    Faccio girare Grazie!

  6. OSV-BARBATUS dicembre 11, 2010 a 4:37 pm #

    Ragazzi,è dal g8 di Genova che la democrazia in Italia assomiglia e supera quella del criminale Pinochet!
    Non fatevi illusioni. In P.zza Montecitorio, come hanno fatto davanti al Teatro alla Scala, non faranno avvicinare nessuno, forse un cane!
    E’ la risposta alla cosiddetta opposizione che per 16 anni ha sonnecchiato in Parlamento. La piazza e la città saranno blindate e sorvegliate dalla polizia e dai carabinieri in assetto di guerra secondo gli ordini impartiti dal ministro leghista degli interni, condannato in via definitiva per oltraggio e resistenza alla polizia (che enormità!) e dal fascista ministro della difesa. Temono i cittadini coscienti e si riempiono la bocca di “Popolo” che non è affatto sinonimo di cittadini!

  7. luca dicembre 11, 2010 a 4:39 pm #

    l’importante sarà esserci, anche se non sarà possibile farlo davanti Montecitorio, l’importante sarà esserci.
    anche se, purtroppo, come al solito, nessun mezzo di informazione ne parlerà… :-(
    comunque avanti così.

  8. francesco dicembre 11, 2010 a 4:52 pm #

    Mascia sei finto, il 14 stattene a casa.

  9. Libero dicembre 11, 2010 a 5:02 pm #

    16 anni di girtondi manifestazione ecc … non hanno risolto un bel tubo anzi … eh niente le dittature si cacciano null’altro da dire si cacciano

  10. Francesca dicembre 11, 2010 a 5:02 pm #

    Penso anch’io che sia importante esserci comunque…. non sono di Roma ma pensavo…. presidiare le principali sedi di partito? è fattibile?

    • mauro dicembre 13, 2010 a 3:01 pm #

      la sede di forza italia era proprio dietro p.za ss apostoli.. è da un pò che non ci passo, magari da quando sono “pdl” hanno cambiato indirizzo..

  11. valeria dicembre 11, 2010 a 5:03 pm #

    io penso che questi atti intimidatori non dovrebbero fermare l’indignazione di un popolo che è stanco di vedersi chiudere porte (e piazze) in faccia!Non credo che l’idea di cambiare luogo di incontro sia un atto positivo e di collaborazione con la questura,bensì una conferma del fatto che come italiani siamo soliti all’assoggettarci alle volontà del potere. Questa non è democrazia,e non serve la mia umile testimonianza a confermarlo. Dobbiamo sfondare questo clima,e se per farsi sentire c’è bisogno di disobbedire a direttive insensate,beh credo che questo sia il prezzo da pagare per riprenderci la nostra voce e la nostra libertà.

  12. Maurizio dicembre 11, 2010 a 5:18 pm #

    Ma che cile anni ’70…
    In cile fecero l’assalto al parlamento.
    Forse siete voi a voler fare l’assalto ?
    Piaccia o meno quello è il parlamento, eletto o nimati che sia.
    O fate cambiare la mentalità agli italiani oppure è inutile che perdete tempo a fare casino davanti al tempio (profanato) della democrazia.

    Intidimidire i parlamentari è un atto contro la costituzione. O siete migliro di chi combattete oppure siette fritti, perchè loro sono più ricchi e sopratutto più furbi di voi.

  13. Andrea dicembre 11, 2010 a 5:24 pm #

    il popolo è sovrano la manifestazione VA FATTA, non va proposta nessuna alternativa è una vergogna

  14. nicola dicembre 11, 2010 a 5:24 pm #

    Io farei una provocazione sempre non violenta:raduno a Piazza S.Pietro.occupazione pacifica e non violenta rispettosa fino alla Basilica luogo atto a testimoniare la casa di DIO “aperta agli uomini di buona volontà per annunciare la buona novella:solo un governo degli onesti è degno di rappresentarci indipendentemente dal colore partitico,che abbia a cuore le sorti del paese.

    • ProntaMente dicembre 11, 2010 a 6:12 pm #

      stai parlando con gente che al 90% è atea… figurati se mettono piede a san pietro considerandolo la casa di Dio….

  15. Gianni Compalati dicembre 11, 2010 a 5:25 pm #

    QUELLI DENTRO LA CAMERA E AL SENATO RAPPRESENTANO SOLO SE
    STESSI

  16. Denise dicembre 11, 2010 a 5:34 pm #

    hanno paura che gli tiriamo addosso monetine? E’ una bella idea quella di un presidio di poche persone, ma è difficile. 1) come si sceglie chi deve rimanere? E’ ovvio che vorremmo esserci tutti e guardare in faccia chi ha il coraggio di votare la fiducia e 2) sappiamo già come i tg e giornali del nano riporteranno la notizia “solo poche decine di persone davanti montecitorio per chidere la sfiducia, gli italiani amano B.”

  17. juan carlos dicembre 11, 2010 a 5:43 pm #

    Andiamo e facciamoci sentire..! grideremo ben forte CORROTTIIIIIIIIIIII , noi siamo i veri ONOREVOLI, gli italiani che tutti giorni si alzano al mattino e viaggiano come animali per andare a lavorare, onorevoli sono i nostri precari i ricercatori che per pochi soldi rimangono in questa ITALIA perchè ci credono ancora, onorevoli sono i nostri operai che lavorando in condizioni inumane e senza sicurezza rischiano la vita ,tanti di loro senza assicurazione!
    ci hanno rubato il futuro , e ancora cercano rispetto e vogliono essere chiamati onorevoli,SIAMO NOI CHE FACCIAMO L’ITALIA , NO VOI LADRI E CORROTTI, ANDATE A CASA O MEGLIO CHI HA RUBATO O SE HA CORROTTO PORTATELO IN CARCERE.. FORZA RAGAZZI NON FACCIAMOCI RUBARE IL FUTURO.. IL 14 TUTTI A MONTECITORIO..

  18. michele dicembre 11, 2010 a 5:57 pm #

    Se il governo non ci lascia nemmeno il diritto di protestare pacificamente e di diffondere le nostre idee manifestando, contro un loro malfatto, questa non può portare il nome di democrazia, ne tantomeno possiamo vantarci di vivere in un paese chiamato “libero”…
    DIFFONDETE E’ UN DOVERE MORALE, E CIVICO !!

  19. Laura Maniscalco dicembre 11, 2010 a 6:07 pm #

    Sono d’accordo con la proposta anche se io piuttosto che di clima cileno parlerei, con maggiore attualita’, di clima cinese !

  20. Gabriele dicembre 11, 2010 a 6:09 pm #

    Sono daccordo con “OSV-BARBATUS” E AGGIUNGO CHE è ORA DI FINIRLA DI PRENDERE ACCORDI CON LA QUESTURA ECC… SE LORO FARANNO CORDONE NOI LO SFONDEREMO ! LA GENTE NE HA PIENE LE PALLE DI QUESTO STATO E DELLA CLASSE POLITICA OBSOLETA CHE NON VUOLE STACCARSI DALLA POLTRONCINA
    BAAAASTAAAAAAA RIVOLUZIONEEE! I POLITICI IN PIAZZA IMPICCATI!

    • ProntaMente dicembre 11, 2010 a 6:14 pm #

      Fatela finita di fomentare la gente!

  21. francesco fittipaldi dicembre 11, 2010 a 6:23 pm #

    Aspettiamo il peggio, ragazzi ….. i colpi di coda del camino saranno dolorosi…..VIGILARE

  22. livio.scilipoti dicembre 11, 2010 a 6:42 pm #

    Poliziotti,e carabiniere, pure noi siamo cittadini Italiani di serie a, e non solo berlusconi e i 40 ladroni, che voi comunque e ogni momento il vs. ministro leghista vi ordina di intervenire intervenite, armati e cattivi, contro i studenti e tutti quelli che protestano contro il nano e i40 ladroni”Voi non siete santi.

  23. Roberto dicembre 11, 2010 a 6:44 pm #

    Pur concordando sull’atmosfera cilena, mi sembra un compromesso ragionevole, onde evitare di essere accusati di terrorismo psicologico verso i “nostri” fragili rappresentanti…

  24. Stefano Moretti dicembre 11, 2010 a 7:07 pm #

    Il cuore mi dice che è un sopruso, che è un diritto manifestare come meglio si crede… ma più ci penso e più credo che la Questura abbia agito in modo sensato (strumentale, forse, ma sensato). Chi, nei panni del Questore, si prenderebbe la responsabilità di autorizzare il concentramento, in una piazza così piccola, di varie “tifoserie contrapposte”*? E poi è un bene anche per il PV… manifestare in modalità “concilianti” con la Questura (che è pur sempre un’istituzione di quello Stato che vogliamo difendere da chi lo sta usurpando) è meno a rischio di infiltrazione e di manipolazione (che non aspettano altro). Ragionare, bisogna… sennò abbiamo perso: anche se cade un mazzo di chiavi, gli emilifidi sono pronti a gridare all’attentato. Non diamogli questo assist.

    * Anche se non tutte sono tifoserie, basta che ce ne sia una sola per creare caos.

  25. Elisa dicembre 11, 2010 a 7:25 pm #

    Cosa penso? Che non me ne frega nulla. Abbiamo voluto far le cose come si deve e ci hanno vietato di manifestare; ora, a costo di passare dalla parte del torto, difenderemo i nostri diritti: perchè non siamo noi che dobbiamo vergognarci, perchè non siamo noi a dover essere tenuti alla larga da Montecitorio, perchè non siamo noi i criminali, perchè non siamo noi il partito dell’odio.

  26. Alessandro dicembre 11, 2010 a 7:33 pm #

    Quel Questore,opportunamente schiavo del potere,sarebbe da mandare a casa ed insieme a lui tutti quei parlamentari “bastardi dentro”….
    Nessuno e per nessuna ragione può impedire a chicchessia di manifestare il proprio pensiero,peraltro oggi che molti cittadini hanno deciso di farsi valere e riprendersi la titolarietà di POPOLO SOVRANO !
    A casa i venditori di culo e quelli col culo in faccia…

  27. Lombroso Isola d'Elba dicembre 11, 2010 a 7:58 pm #

    Per me, la penso è una non verità che la Questura dice.
    Staremo a vedere se il 14.12.2010; se ci sono altri gruppo contrapposti nei dintorni e in piazza Monte Citorio.

  28. Daniela dicembre 12, 2010 a 12:36 am #

    Penso che la Questura abbia trovato una buona scusa per limitare (certamente come da ordini ricevuti) il diritto a manifestare. Lo dico per esperienza personale perchè a me e al mio piccolo Comitato di quartiere è stata negata la possibilità di manifestare in Campidoglio proprio pochi mesi fa (in quella circostanza, la risposta negativa venne proprio dal Comune di Roma e anche in quell’occasione la Questura mi propose siti alternativi dove non avremmo però avuto nessuna visibilità).
    Che dire? Purtroppo, in questo clima di repressione e di fronte alla possibilità che si ripetano atti di violenza contro cittadini inermi, penso sia giocoforza accettare Piazza SS. Apostoli, sperando che venga accolta la proposta di far giungere almeno una delegazione in Piazza Montecitorio.

  29. Ernesto viola dicembre 12, 2010 a 5:41 am #

    come si può sperare che sia una piccola parte a poter entrare per rappresentare le masse?,idiozia…bisogna entrare tutti occupare sia palazzo Chigi che Montecitorio,basta con il popolarismo buonista,ci governano da troppi anni in mal modo,la male politica di ieri e quella di oggi,hanno reso schiavi le vecchie generazioni,accondiscendendole tramite i partiti e i sindacati,quindi mi rivolgo ai giovani,dateci dentro riprendetevi i vostri diritti e fategli capire che devono temervi,e che il 14 sarà solo l’inizio della rivoluzione,le leggi sono per noi,e noi dobbiamo decidere se sono civili e dignitose,non quei politici che mettono all’asta anche la loro faccia da culo

  30. Patrizia dicembre 12, 2010 a 9:07 am #

    Dai, non lasciamoci smontare. Se va come dovrebbe (e dopo 15 anni sarebbe ora) è l’ultima di questa dittatura che nessuno ha mai osato definire col suo vero nome.

  31. Franco dicembre 12, 2010 a 9:58 am #

    Seguirà il divieto di riunirsi in più di tre persone e quello di sostare e di scattare foto davanti a Montecitorio.

  32. maria pirina dicembre 12, 2010 a 12:44 pm #

    chiedere il “permesso” di protestare non è degno di cittadini democratici. A Londra non fanno così. E neppure proporre “se non lì, almeno là!” Cos’è questa posizione da accattoni? Non avete idea della rabbia che sta montando per il 14. E in ogni caso non sarete nè voi nè le forze dell’ordine a governarla quel giorno.Se proprio volete fare i bravi ragazzi (che pena!)propongo di preparare una lista di proposte per il nuovo governo da leggere in piazza del Quirinale, per il Presidente Napolitano, unica figura istituzionale credibile ormai, in tanto sfacelo. Portando con sè almeno una bottiglietta di birra da stappare per fare festa alla notizia che FINALMENTE IL GOVERNO E’ CADUTO.

  33. Alessandro dicembre 12, 2010 a 12:53 pm #

    credo, molto semplicemente, che sarebbe opportuno andare lì alla spicciolata , sdraiarsi pacificamente e farsi portare via con la forza,

  34. iole dicembre 12, 2010 a 4:34 pm #

    Io penso che non sia indispensabile andare in P.zza Montecitorio con bandiere e cartelloni. Ogni cittadino è libero di transitare in Piazza proprio quel giorno e sostare per tutto il tempo che ritiene necessario tacitamente.Penso che anche la presenza silenziosa sia più efficace di qualsiasi manifestazione.Essere presenti lì in tantissimi silenziosamente indignati

    • Marko dicembre 12, 2010 a 4:54 pm #

      Molti comitati andranno lo stesso a montecitorio, è inutile ormai il buonismo, non ha piu senso, le manifestazioni non hanno senso e non cambieranno mai nulla se fatte solo in modo pacifico è solo perdita di tempo….
      Per cui viva ala disubbiedenza civile se fatta per la libertà del popolo

  35. Marko dicembre 12, 2010 a 5:00 pm #

    E poi scusate mi dimenticavo le manifestazioni pacifiste le fanno i partiti, la gente , il popolo se va x protestare lo fa perchè ormai esausto , basta con questo buonismo, sono anni e decenni ed i politici ogni volta ci ringraziano pensando solo a se stessi, direi BASTA no?? Siamo cresciuti, ormai i partiti che ci sono ora tutti non rappresentato la maggior parte dell’italia, cioè va a votare solo il 60% un buon 20% vota scheda bianca e le fa annullare , è arrivato il momento di prendere la nostra responsabilità e di prende le decisioni NOI come POPOLO e non far fare ai partiti …

  36. Noemi dicembre 12, 2010 a 6:30 pm #

    Non è giusto che ci impediscano di arrivare davanti a Montecitorio, lo sanno tutti che, qualsiasi cosa facciano le forze dell’ordine, la nostra sarà una manifestazione pacifica! Se spostiamo la manifestazione come faremo a mettere loro pressione? Non dobbiamo arrenderci!

  37. Salvo Centamore dicembre 12, 2010 a 8:51 pm #

    Io il prosecco l’ho in serbo lo stesso… non è fondamentale che quella piazza sia particolarmente frequentata quel pomeriggio, quel che conta e che sia poco e niente frequentata nel seguito da “piccoli despoti crescono”

  38. LILIANA POLIA dicembre 12, 2010 a 9:47 pm #

    Se posso esprimere il mio pensiero farei cosi:lascerei un bel manifesto (dopo averlo fotografato per farlo girare in rete!)a p.zza montecitorio con su scritto P.zza vuota per motivi di “palazzo”…Io sono per i manifestanti tutti insieme…

    • Vincenzo dicembre 13, 2010 a 11:49 am #

      nel caso la polizia te lo permette.., sai cosa ci fanno i parlmentari a quel manifesto.. una bella pernacchia..

  39. PARLAMENTARE INDIPENDENTE dicembre 12, 2010 a 10:21 pm #

    ( … invitiamo tutti a postare in questo blog un commento con un parere. Tutti devono sapere quel che sta accadendo e tutti devono poter esprimere la propria opinione. … Gianfranco Mascia)
    E’ indubbio che il comportamento delle forze dell’ordine, in generale nelle ultime manifestazioni, e la risposta del Questore di Roma, in particolare, siano atti contrari allo spirito costituzionale sul quale fonda le radici la nostra società. La confusione creata dai media in seno ad una globalizzazione dell’informazione, devia dalla puntuale pertinenza, del giusto o sbagliato sul suolo italiano. Ciò non appaia strano, in quanto nessuna Costituzione di nessun’altra Nazione e non affermo ciò per campanilismo, ha insito il livello di equilibrio e contemperamento che ha la nostra Costituzione. Quindi ciò che può essere considerato accettabile, a causa di un minore grado di garanzia in un altra Nazione, non è lecito per la norma italiana. Nonostante gli attuali deputati peones del Parlamento stìano legiferando e, in seno alla scusante “sicurezza”, parola vuota, priva di senso democratico, scrivano quanto di più becero si sia letto nel panorama legislativo italiano del dopoguerra. Questo è il male. Dall’altra parte un camaleontico Gianfranco Mascia in compagnia di altre vecchie conoscenze Paola Barbati, Silvia Bartolini, Franz Mannino, Alice Tentori, Julie Filingeri, Anna Mazza, Adele Palazzo, Rolando Feller e ultimo ma primo Massimo Malerba, tutti doppiamente legati a partiti, sono forse questi il bene? O il minore dei mali? Io penso assolutamente no! Gente che ignora i principi della Costituzione come costoro, io non ne avevo mai incontrata, così a branchi. Censori peggiore non esistevano neppure nell’epoca fascista. Alla faccia dell’articolo 3, 21, 49 ed altri della Costituzione.

  40. lorena dicembre 13, 2010 a 11:29 am #

    CHE NE PENSO???

    Che si devono vergonagnare , la gente è stufa stasse attendo la storia gli è di monito a piazzale loreto è finito quello che rovinato l’Italia…

    Siamo tornati ai tempi del regime…niente libertà di parola e di manifestare sdegno..sdegno..resistenza..resistenza

  41. Vincenzo dicembre 13, 2010 a 11:43 am #

    Il cuore mi dice di disobbedire a tutta forza contro questo regime che ci opprime ogni giorno, ma la ragione mi indica di essere cauto. Disobbedire se c’è effettiva organizzazione.., ma il popolo viola, del quale anch’io mi sento di far parte.., mi sembra l’allegro esercito di Franceschiello..
    Cari amici e compagni.., chi vuole manifestare in piazza S. Apostoli Manifesti pure.. mentre tanti altri in forma anonima dovrebbero sostare a Montecitorio.. augurandoci che le forze dell’ordine non rompono i coglioni.., se poi succede.., come probabilmente accadrà.., si deve essere pronti a tutto: fuga composta e successivo contrattacco con gruppi già preparati allo scopo…(caschi, scudi, bastoni, eccc…), che prendono il posto di quelli che indietreggiano.. Saremo capaci di fare questo.. la democrazia sarà salva.., altrimenti prepariamoci meglio per la prossima volta…

  42. mauro dicembre 13, 2010 a 3:11 pm #

    arrivare singolarmente e riunirsi li?
    o bloccare via del corso? (non c’è bisogno di sdraiarsi, basta attraversare la strada di continuo in massa)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: