Lettera delle donne di via dei Georgofili: Ciò che ci indigna è la vostra indifferenza

14 Feb

A proposito di donne. Riceviamo una lettera che non possiamo fingere di non aver letto. L’autrice è Giovanna Maggiani Chelli rappresentante dei familiari delle vittime delle stragi mafiose (del 1993) di via dei Georgofili, tra cui  Nadia Nencioni, appena 50 giorni di vita. Il pentito Gaspare Spatuzza indica in Berlusconi e Dell’Utri i mandanti della strage firmata da Totò Riina (nella foto in basso). Dare voce a questa vicenda è il minimo che possiamo fare.

Le donne appartenenti all’Associazione dei familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili, non sono affatto indignate per ciò che sta avvenendo nel Paese, ovvero non sono indignate per le questioni legate alle varie “Ruby” che frequentano le case private del potere.

Siamo indignate che si faccia passare l’attacco ai magistrati attraverso un falso problema come quello del mestiere vecchio come il mondo la prostituzione, mentre il vero attacco alla magistratura ben mascherato è a quei magistrati che indagano sulle stragi del 1993.
A Firenze c’è un ennesimo processo per le stragi del 1993 e per quanti salti mortali si facciano non si riesce a portare l’indignazione per le stragi del 1993 e la sua tragica verità oltre la quindicesima pagina dei quotidiani scritto a mano per una ventina di righe, figuriamoci in piazza.
Inoltre gli unici che vengono in aula a seguire il processo sono i parenti delle vittime della strage di via dei Georgofili e qualche scolaresca legata a insegnanti le più illuminate.
Chi sa organizzare le piazze come in questi giorni ha paura delle stragi del 1993, come tutto il resto della politica, e i media da giorni si sprecano per distogliere l’attenzione dal vero problema che dovrebbe smuovere indignazione ossia orrore verso quei 2000 chili di tritolo che hanno offeso davvero madri, figlie e donne di questo cieco Paese, che non ha nessuna voglia di guardare dentro le abolizioni del 41 bis al tempo delle stragi.
Le donne italiane guardano dentro le mutande dei nostri governanti, ma non è lì che sta il movente vero che dovrebbe suscitare la più grande delle indignazioni.
Cordiali saluti

Giovanna Maggiani Chelli
Presidente
Associazione tra i familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili



29 Risposte to “Lettera delle donne di via dei Georgofili: Ciò che ci indigna è la vostra indifferenza”

  1. Mauro febbraio 14, 2011 a 9:21 pm #

    Vogliamo affrontare il problema? C’è un solo modo. E tutti noi sappipamo qual è. Nonostante il buonismo con cui tolleriamo le opere inique ci confonde.

    Il 25 aprile liberiamoci matarliamente dei nostri oligarchi… rechiamoci a Roma senza disperdere energie e presenza. La democrazia non si demanda di essa ci si assume la diretta responsabilità. La vera libertà discende dall’assumersi le proprie responsabilità. Il rispetto di se stessi non è moralismo, ma è il modo con cui dimostrare amore verso se stessi. Opposto all’obbligo del perbenismo non è la trasgressione (che loro spacciano per libertà falsa, libertà con cui schiavizzare), ma è LIBERA SCELTA DI FARE LA COSA GIUSTA. Riappropriamoci del vero significato delle parole… LIBERIAMOCENE! RIAPPROPRIAMOCI DELLA DEMOCRAZIA, NE SIAMO CAPACI E SOPRATTUTTO NE SIAMO DEGNI. (DEMOCRAZIA è L’ESTENIONE ISTITUZIONALE DEI PIù NOBILI VALORI DELL’ANIMO UMANO).

    • Silvia febbraio 14, 2011 a 10:30 pm #

      Caro Mauro, sono perfettamente d’ accordo con te. Sono una pacifista, ma pacifismo non è rinuncia ai diritti. Con dolore vedo che facciamo molte manifestazioni ma non siamo uniti. Lo so , siamo trasversali, per cui forse abbiamo paura del dopo. Che succederebbe DOPO? Saremmo ancora capaci di condividere un progetto democratico che stesse bene a tutti? Saremmo capaci di dissociarci dalle singole ideologie per amore del nostro Paese? Se penso che i nostri Padri Costituzionalisti appartenenti a differenti credi politici sono riusciti a creare la più bella Costituzione del mondo, dovrei sentirmi ottimista e credere che si, che la potremmo fare. Ma quando vedo quanto è facile dividersi anche quando si crede di condividere idee ed ideali ( vedi il PD, la nostra sinistra o anche il FLI he ieri non ha trovato un accordo sul segretario del neonato Partito con il conseguente perenne rischio di defezioni), allora le differenze, che dovrebbero rappresentare la nostra ricchezza mi preoccupano. Temo che il nodo, ciò che non ci fa buttare il cuore oltre la siepe sia proprio questa paura. Tu cosa pensi?

      • Mauro febbraio 16, 2011 a 12:47 pm #

        MA tu credi ancora ai partiti? Organizzazioni private… Non hai capito che è tutta una recita per depredare il popolo dei sacrifici misurati monetariamente? I PARTITI SONO SOVVERSIVI LA DEMOCRAZIA. SONO TERRORISTI! DEMOCRAZIA è GOVERNO DEL POPOLO. IL DOPO è ASSUMERE LA RESPONSABILITà DEL GOVERNARSI SEZA DEMANDARE. Le scimmie hanno bisogno di leader. Secondo quali criteri decidere? COSCIENZA E CONOSCENZA. I VALORI NON HANNO BANDIERE, NON SONO DI DESTRA O DI SINISTRA… i plagiati pensano che essi abbiano un’appartenenza… I PLAGIATI DA COLORO CHE LI RAGGIRANO E LI PRENDONO PER IL CULO QUOTIDIANAMENTE. PER PRENDERE LE SCELETE GIUSTE OCCORRE CONOSCENZA E AFFINCHè LA CONOSCENZA SIA GIUSTA OCCORRE COSCIENZA. E’ troppo semplice da capire, per questo non riuscite a capire. Non siete più abituati alla semplicità dell’esistenza. Liberatevi dal materialismo, dal consumismo e dai piaceri emozionali e fisiologici… vivete un affetto pragmatico FONDATO SULLA DIGNITà e comprenderete che oltre ad essi esiste la FELICITà.

  2. robybulgaro febbraio 14, 2011 a 9:22 pm #

    Pienamente d’accordo: non sono quelle sciocche persone che manifestano contro la magistratura il problema, ma l’attacco di cui esse sono solo una piccola pedina sulla scacchiera della delegittimazione dell’organo preposto al rispetto della legge. Il disegno più ampio non può o non dovrebbe non essere colto, sono d’accordo con la signora Maggiani Chelli.

  3. Francesco febbraio 14, 2011 a 9:24 pm #

    ad una ad una le verità emergono…nessuno parla di Conso, Scalfaro, Amato e Ciampi responsabili dell’abolizione del 41 bis a 300 mafiosi…del giudice che non ha depositato la sentenza di condanna entro i limiti di legge e ha così annullato la sentenza a 27 anni a due boss della ndrangheta, catturati dopo tre anni di difficilissime indagini…la sinistra tace e si scopre che da un’anno una procura e interi reparti di polizia sono stati dedicati completamente alle intercettazioni del bunga bunga…

  4. Francesco febbraio 14, 2011 a 9:26 pm #

    @Mauro rileggi bene la lettera pubblicata…mi sa che non ne hai capito il senso….

  5. emilio febbraio 14, 2011 a 9:27 pm #

    ormai siamo al fascismo completo.come mussolini sta cercando quando più consensi tra i suoi fedeli.non sa che poi sarà tradito dai suoi stessi leccaculo.

  6. rita de paola febbraio 14, 2011 a 9:30 pm #

    concordo con la rappresentante dei familiari delle vittime. Abbiamo cominciato un oercorso e ci dobbiamo prendere la responsabilità di portarlo sino in fondo…Dobbiamo chiedere a gran voce che si faccia chiarezza sulle stragi di Stato…lo dobbiamo a loro, alle vittime e a noi italiani onesti.

  7. Gianmarco Maggi febbraio 14, 2011 a 9:49 pm #

    Mi stupisce, anzi, mi turba molto vedervi in azione, specie se in certi ambiti in cui io mi sento molto più preparato di tanti. Non dovreste occuparvi di cose che non vi competono se volete vi spiego tutto io

    • paolo piazzini febbraio 14, 2011 a 10:04 pm #

      Scusa Giammarco ma allora perchè il 13 non hai organizzato tu qualcosa in tal senso?

    • Gianmarco Maggi febbraio 14, 2011 a 10:05 pm #

      Mi stupisce, anzi, mi turba molto vedervi in azione, specie se in certi ambiti.

      Se volete essere corretti, visto che trattate un argomento che mi preme, l’introduzione dovreste riscriverla in questa maniera.

      Riceviamo una lettera che non possiamo fingere di non aver ricevuto.
      L’autrice è Giovanna Maggiani Chelli, Presidente dell’Associazione tra i familiari delle Vittime della strage di Via dei Georgofili, strage mafiosa del maggio 1993; tra le vittime, Nadia Nencioni, una bambina di appena 50 giorni di vita.
      Il pentito Gaspare Spatuzza indica in Berlusconi e Dell’Utri gli interlocutori dei fratelli Graviano, mandanti di quella campagna stragista insieme a Totò Riina.

      • paolo piazzini febbraio 14, 2011 a 10:12 pm #

        Scusa Giammarco ma allora perchè il 13 non hai organizzato tu qualcosa in tal senso???

    • paolo piazzini febbraio 14, 2011 a 10:44 pm #

      Trovami un solo italiano\a a cui non “certe cose” non competono e ti dirò chi sei (per ora te lo risparmio).

      • Ma Va febbraio 14, 2011 a 11:33 pm #

        Vorrei dirlo io a te chi sei, ma tralascio. Non è stato affatto simpatico quel che avete fatto. Purtroppo per voi se ne sono accorti in molti.
        Cordialità

  8. Adriano febbraio 14, 2011 a 10:05 pm #

    Resta il fatto che la priorità, al momento, è quella di liberarsi di Berlusconi con qualsiasi mezzo, prima che possa concludere l’opera di distruzione di ciò che resta della democrazia e della libertà in Italia. Se per rivolgere l’opinione pubblica contro di lui è necessario usare questo, che non è certo il più grave dei suoi crimini, allora pazienza: facciamolo e liberiamoci di lui.
    Poi, una volta che il tappo sarà saltato (in tutti i sensi), sarà giusto e doveroso portare a galla tutte le verità nascoste nelle varie stragi italiane. TUTTE, a prescindere da chi vi sia coinvolto, persone di destra o di sinistra: un bel Wikileaks anche per le porcherie nostrane. Ma questo dopo. Finché ci sarà Berlusconi, però, niente di tutto ciò sarà mai possibile. Per questo la priorità è spazzarlo via.

    • paolo piazzini febbraio 14, 2011 a 10:08 pm #

      “Se per rivolgere l’opinione pubblica contro di lui è necessario usare questo,”

      Ma avete mai provate a usare ciò di cui parla la lettera?

  9. franco febbraio 14, 2011 a 10:26 pm #

    Conferma magistrale al punto 1 di quelli indicati da Noam Chomsky:

    ………..

    La manipolazione mediatica ormai non ha confini. Il consenso politico e quello d’opinione è regolato attraverso ben precise strategie mediatiche che si appoggiano su 10 regole di base. Noam Chomsky ci aiuta a svelare l’inganno.

    In questi giorni di forte instabilità politica si riaccendono i toni e si rimescolano i temi che hanno animato il calderone mediatico degli ultimi 15 anni: sicurezza, giustizia, economia, tradimento, sesso. Nel nostro Paese succede che molti ingenui continuino ad esempio a meravigliarsi delle boutade del presidente del Consiglio, limitandosi a bollare barzellette e proclami del premier brianzolo come uscite inammissibili, senza considerare quanta macchinazione logica stia dietro ad ogni singola affermazione. Un meccanismo ben oliato a cui fanno ricorso non solo uomini politici, ma esperti di marketing e uomini di potere in genere. Un noto studioso di linguistica come Noam Chomsky ha stilato una lista di 10 regole, che vengono utilizzate per drogare le menti, ammaliandole, confondendo in loro ogni percezione, rimescolando realtà e fantasia, evidenza e costruzione illusoria. Ecco quali sono:

    “1-La strategia della distrazione

    L’elemento primordiale del controllo sociale è la strategia della distrazione che consiste nel deviare l’attenzione del pubblico dai problemi importanti e dei cambiamenti decisi dalle élites politiche ed economiche, attraverso la tecnica del diluvio o inondazioni di continue distrazioni e di informazioni insignificanti. La strategia della distrazione è anche indispensabile per impedire al pubblico d’interessarsi alle conoscenze essenziali, nell’area della scienza, l’economia, la psicologia, la neurobiologia e la cibernetica. “Mantenere l’Attenzione del pubblico deviata dai veri problemi sociali, imprigionata da temi senza vera importanza. Mantenere il pubblico occupato, occupato, occupato, senza nessun tempo per pensare, di ritorno alla fattoria come gli altri animali (citato nel testo “Armi silenziose per guerre tranquille”).”

    %%%%%%%%%%%

  10. Matteo febbraio 15, 2011 a 2:08 am #

    Cara Signora Giovanna Maggiani Chelli
    e Care Donne appartenenti all’Associazione dei familiari delle Vittime della strage di via dei Georgofili,

    a mio umile avviso,
    si può solo darvi ragione
    per quanto riportato su questa lettera aperta.

    sappiate che l’indignazione è condivisa.

    infinite sono
    l’indignazione e la tristezza
    rispetto alla strage di via dei Georgofili
    ( non voglio commentare
    l’uccisione della piccolissima Nadia ),
    così come riguardo alle altre stragi
    di persone innocenti,
    di civili in azioni di guerra
    ( come definirei anche questa ).

    -pur senza rimanere indifferenti davanti all’assassinio di Persone militanti “dalla parte del (VERO) Bene e della Verità”, che quindi hanno lottato a favore della Collettività ( noi ) pagando con la Loro propria Vita.-

    .

    io non conosco quanto possa essere affidabile una testimonianza di tale o altro pentito, che non si è fatto scrupoli a sciogliere nell’acido bambini…

    voglio sperare
    che il mio e Nostro Presidente del Consiglio
    non sia veramente co-responsabile di
    alcuna strage.

    di fatto
    non è stata fatta luce sulla vicenda.
    e questa cosa non aiuta la mia speranza.

    di fatto
    lo Stato non si è costituito parte civile al processo.
    e se questa non fosse stata solo una schifosissima e vergognosissima svista, sarebbe una sorta di indescrivibile beffa,
    davvero come qualcuno l’ha definito
    un assassinio continuato, una strage perpetuata.
    e ancora la mia speranza non è aiutata.

    .

    è vero:
    si parla di festini…
    di prostituzione…
    ….
    di privacy…

    e si spettacolarizzano i peggio scempi…

    si fa finta che esistano “fazioni” politiche e si discute, anzi, discutono e arrivano perfino ad azzuffarsi ed a spettacolarizzare anche questa fiction,
    mentre
    nei fatti
    ( a mio umile giudizio )
    nessun esponente politico FA niente di differente.
    e tra le tante viltà
    nessuno si preoccupa di far luce su
    numerose
    verità
    raccapriccianti,
    alcune delle quali sono perfino
    coperte da “segreto di stato”….
    (che bella espressione…)
    .

    tristezza
    e indignazione
    infinite.

    .

    non so cos’altro dire.
    e purtroppo non so cosa fare.
    perché niente, sento di potere…
    ma sappiate,
    familiari tutti
    delle Vittime della strage di via dei Georgofili,
    che potete almeno contare sul mio appoggio morale
    e anche su quello fisico, se organizzate qualcosa che anche io possa essere in grado di sostenere.
    contate sulla mia partecipazione anche attiva,
    relativamente a quelli che sono i miei mezzi.
    ovviamente, anche se ho parlato in prima persona, credo di poterlo fare a nome di una collettività, se pur (ahimé) non coordinata.

    se proprio dovete sentirVi trascurati dalle istituzioni,
    non sentiateVi lasciati soli anche dai cittadini.
    anche se purtroppo in modo passivo,
    ma ci siamo (esistiamo!) dalla parte
    della Verità
    e del Bene
    .

    avete preso parola:
    avete fatto assolutamente bene.

    continuate.
    -( e continuiamo anche noi!… )-

    siamo con Voi.

    Vi abbracciamo.

    _______________________________________________________

    p.s. :
    non ho trovato una mailing list sul sito
    http://www.strageviadeigeorgofili.org

    intanto mi sono iscritto su facebook al gruppo
    FIRENZE, VIA DEI GEORGOFILI, 27 MAGGIO 1993

  11. nastydusty febbraio 15, 2011 a 3:21 am #

    Il popolo Italiano ha una paura matta di guardare i processi per mafia perchè il solo immaginare di aver messo l’Italia nelle mani del vero capo della cupola,mani sporche del sangue di Falcone e Borsellino,provoca un senso di vuoto che fà sprofondare dritto all’inferno.

    • james febbraio 15, 2011 a 7:44 am #

      ripeto il concetto ripreso da un’altro…la lettera indica chi ha eliminato il 41bis che è ormai sotto processo il suo nome è noto a voi della sinistra(visto che ne fà ancora parte) cioè Amato che sotto il governo Ciampi(e non Berlusconi) ha eliminato il 41bis a 300 Mafiosi, nello stesso tempo si sta indagando su presunte mazzette date da un magistrato ad un certo Gaspare Spatuzza per mentire su determinate cose….questo il popolo viola non le dice….sapete, mi sembrate voi un pò ciechi (http://oltrelostretto.blogsicilia.it/mafia-conso-e-amato-a-firenze-depongono-su-trattativa-e-revoca-41-bis/31046/) a ripeto Conso ha confessato che è stato lui a revocare il 41bis…

  12. silvia febbraio 15, 2011 a 9:52 am #

    ciao a tutti, ho letto e approvo in pieno cio’ che dice Giovanna. però a questo punto, visto che tanto l’italiano medio è piuttosto una merda, quello che dico io è che l’importante è togliercelo di mezzo. finchè lui starà dove sta è intoccabile: è importante, in un modo o nell’altro toglierlo da quella botte di ferro (anche se con immenso dolore, invece di costruire una valida alternativa, la sinistra è ancora lì a litigare mentre gioca a figurine)!
    alla fine Al Capone fu arrestato per evasione fiscale, mica perchè era un mafioso!!!una voltacaduta l’immunità, poi forse anche le vostre grida saranno sentite!!!!!!!!

  13. silvia febbraio 15, 2011 a 9:55 am #

    ho letto e concordo pienamente!! l’unica cosa che m auguro è che almeno tutto questo circo mediatico intorno alle follie sessuali del verme, serva a toglercelo di torno e a fargli perdere quell’immunità di cui, dichiarata o no, di fatto gode! se ciò lo porterà ad essere condannato ben venga…poi il resto verrà da sè: ricordiamoci che magistrati e forze dell’ordine hanno svariati conti aperti con lui…..alla fine Al Capone fu arrestato per evasione fiscale, non per omicidio..il resto venne dopo

  14. robybulgaro febbraio 15, 2011 a 11:14 am #

    Non confondiamo la sinistra con certa gente che di sinistra ha solo la pretesa di chiamarcisi dentro: Amato è stato il braccio destro di Craxi, capo del PSI, che di sinistra aveva solo la parola “socialista” nel nome, ma nei fatti tutti sappiamo com’è andata (una vicenda che ha toccato trasversalmente tutta la classe politica). Per quanto riguarda la revoca del 41bis, è giusto che chi ha sbagliato paghi; l’importante è stabilire con certezza tutte le responsabilità

  15. cri febbraio 15, 2011 a 11:47 am #

    io vorrei solo sinceramente dirvi che la nostra politica alla gente normalew non fa pià voglia;i politici sinceramente ancor meno. Cerchiamo sempre di insegnare ai nostri figli che non si deve essrere apolitici,che qualsiasi sia la propria scelta,basta sia ragionevole e capita. A me la nostra politica ha davvero rotto,è vomitevole e non ti da proprio la voglia di raccontare nulla ai tuoi figli. quelle persone hanno stancato sotto tutti i punti di vista,sia per come governano,sia per tutto ciò che stranamente riescono a fregare,oltre noi persone,sia perchè prima di tutto c è il loro interesse e non quello dei ”normali viventi”,sia per ciò che comunque fanno di sporco nella loro vita,di cui non me ne fgrega un cavolo,ma visto che stai li in alto o sei pulito e insegni a non fregare,o ti levi dai piedi,continuio a fare ciò che ti pare,ma scendi da quella poltroncina,smetti di tirare ciò che tiri come paga normale e la pensione te la sogni. hanno proprio rotto,stancato…

  16. DOMENICO MARZAIOLI febbraio 15, 2011 a 4:45 pm #

    CONDIVIDO OGNI PAROLA DELLA TUA LETTERA E, SOPRATTUTTO, L’INDIGNAZIONE PER L’INCAPACITA’ DI COLLEGARE LA RIVOLTA DELLE DONNE E DEGLI UOMINI IN DIFESA DELLA DIGNITA’ DI TUTTI, DEL PAESE CON L’INDIGNAZIONE CHE TARDA A CRESCERE SULLE GRAVISSIME RESPONSABILITA’ DEL SITEMA CRIMINALE DEVIATO CHE HA ORDITO LE STRAGI MAFOSE DI STATO DEL ’92/’93!
    IL SACROSANTO RISENTIMENTO DELLE DONNE E DEGLI UOMINI, IN EQUAL MISURA DENIGRATI NELLA LORO DIGNITA’ HA TROVATO VASTA ECO NELLE BELLISSIME E PARTECIPATE MANIFESTAZIONI DI SABATO 12 E DOMENICA 13 FEBBRAIO 2011 MA ANCHE NEL TERRENO DI SCONTRO CHE IL SULTANO HA SCELTO DI PORTARE IL SUO ULTIMO ATTACCO AI MAGISTRATI!
    NON C’E’ DUBBIO CHE, TRA I TANTI FRONTI GIUDIZIARI APERTI, QUELLO DELLA PROSTITUZIONE E DELLA VIOLENZA SULLE MINORI PRESENTA ASPETTI PIU’ FAVOREVOLI – BASATI SULLA DIFFUSA CULTURA MASCHILISTA LARGAMENTE CONDIVISA DA FETTE IMPORTANTI DELLA POPOLAZIONE MASCHILE – PER LA DIFESA DI UN PLURINDAGATO PER DELITTI EFFERATI MA NON TOTALMENTE PERCEPITI DALL’OPINIONE PUBBLICA!
    NON E’ UN CASO CHE IL CONSIGLIO DEI MINISTRI, PRESIDENTE IN TESTA, HA ANNUNCIATO L’ATTACCO DEFINITIVO ALLA MAGISTRATURA RILANCIANDO LA CANCELLAZIONE DELLE INTERCETTAZIONI, LA RIPROPOSIZIONE DEL PROCESSO BREVE E LA CONTRORIFORMA DELLA GIUSTIZIA, UN VERO E PROPRIO DISPERATO ATTENTATO AGLI ORGANI DI GARANZIA E ALLA COSTITUZIONE REPUBBLICANA!!!
    IN QUESTO CLIMA, NEL QUALE IL CAIMANO E’ DISPOSTO A LASCIARSI ALLE SPALLE UN PAESE CHE BRUCIA – NON POTENDO LASCIARE LA POLTRONA DI PRESIDENTE DEL CdM PER EVITARE DI SOTTOPORSI AI MOLTEPLICI PROCESSI CHE L’ASPETTANO – STA’ UTILIZZANDO, CON LA POTENZA DI FUOCO MEDIATICO, IL CORPO DELLE DONNE PER CONDURRE L’ATTACCO PIU’ VIRULENTO E GRAVE A TUTTI I MAGISTRATI IMPEGNATI AD APPLICARE IL PRINCIPIO DI UGUAGLIANZA DI TUTTI I CITTADINI DAVANTI ALLA LEGGE MA ANCHE QUEI MAGISTRATI CHE, PER AMORE DI VERITA’ E SETE DI GIUSTIZIA, SONO IMPEGNATI A SVELARE I MANDANTI DELLE STRAGI MAFIOSE DI STATO, COMPIUTE DAL SISTEMA CRIMINALE DEVIATO (ECONOMIA, POLITICA,SERVIZI E ISTITUZIONI), NEGLI ANNI ’92/’93!!!
    ECCO PERCHE’ CONDIVIDO L’ALLARME DEI FAMILIARI DELLE VITTIME DI VIA DEI GERGOFILI, DELLE STRAGI MAFIOSE DI STATO, DELLE AGENDE ROSSE E DEI CITTADINI LIBERI CHE SI BATTONO PER LIBERARE L’ITALIA DALL’OPPRESSIONE POLITICA, AFFARISTICA E CRIMINALE CHE IMPEDISCE AL NOSTRO BEL PAESE “DI SENTIRE SUBITO LA BELLEZZA DEL FRESCO PROFUMO DI LIBERTA’ CHA FA RIFIUTARE IL PUZZO DEL COMPROMESSO MORALE, DELL’INDIFFERENZA, DELLA CONTIGUITA’ E, QUINDI, DELLA COMPLICITA'”.

  17. franco aprile 13, 2011 a 10:13 am #

    Buon giorno, oramai la visione dei fatti di tutti i fatti pare non conti piu’ , queste persone che riducono il nostro paese , invidiato un tempo da tutti gli altri paesi , in una vergognosa realta’, mettono i fatti sul piano della rivelazione / rappresentado le loro verita . Su questo piano menzogna e verita’ se la giocano alla pari , chiaramente vince la migliore rappresentazione . La strage dei GEORGOFILI Fa anch’essa parte dimenticata di quesra trama . Io penso che la nostra ITALIA meriti uomini migliori al suo cospetto , persone con un alto livello morale ,senso dello stato , dignita’ ed etica . Se cosi’ non diventeremo vorra’ dire che allora ci meriteremo costoro.

  18. franco aprile 13, 2011 a 10:13 am #

    Buon giorno, oramai la visione dei fatti di tutti i fatti pare non conti piu’ , queste persone che riducono il nostro paese , invidiato un tempo da tutti gli altri paesi , in una vergognosa realta’, mettono i fatti sul piano della rivelazione / rappresentado le loro verita . Su questo piano menzogna e verita’ se la giocano alla pari , chiaramente vince la migliore rappresentazione . La strage dei GEORGOFILI Fa anch’essa parte dimenticata di quesra trama . Io penso che la nostra ITALIA meriti uomini migliori al suo cospetto , persone con un alto livello morale ,senso dello stato , dignita’ ed etica . Se cosi’ non diventeremo vorra’ dire che allora ci meriteremo costoro.

Trackbacks/Pingbacks

  1. Tweets that mention Lettera delle donne di via dei Georgofili: Ciò che ci indigna è la vostra indifferenza « Il Post Viola -- Topsy.com - febbraio 14, 2011

    […] This post was mentioned on Twitter by Libertà di Stampa, Giancarlo Gismondo. Giancarlo Gismondo said: Lettera delle donne di via dei Georgofili: Ciò che ci indigna è la vostra indifferenza: http://t.co/GlnZUjp #mafia #Firenze #Berlusconi […]

  2. Via dei Georgofili una tragedia senza verità « Il Malpaese - febbraio 15, 2011

    […] https://violapost.wordpress.com/2011/02/14/lettera-delle-donne-di-via-dei-georgofili-cio-che-ci-indig… […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: