Ecco la lista (segreta) del governo dei 45 siti nucleari in Italia

14 Mar

I parlamentari del Pd pubblicano una lista dei siti in cui potranno sorgere le centrali nucleari, nonché quello dei possibili siti del deposito nazionale delle scorie radioattive: sono belli e pronti, anche se il governo non li rende noti e coinciderebbero con quelli individuati dal Cnen nel 1979.  A tal proposito Realacci (Pd) ricorda di aver presentato un’interrogazione il 12 gennaio del 2010, in cui il governo non negò la validità della mappa.Rispondendo all’interrogazione, il sottosegretario Stefano Saglia, confermo’ l’esistenza dell’elenco, anche se lo ha definita una ‘bozza preliminare’.

Ecco la lista:

Piemonte
1. la zona lungo il Po, da Trino a nord di Chivasso (Vercelli).
2. la zona intorno alla Dora Baltea a sud di Ivrea (Biella)

Lombardia
3. la zona a nord di Voghera lungo il Po (Pavia)
4. la zona a sud di Mantova lungo il Po
5. la zona a sud di Cremona lungo il Po

Veneto
6. la zona a sud di Legnago fra Adige e Po (Rovigo)
7. la zona del delta del Po (Rovigo)
8. la zona della foce del Piave (Venezia)
9. la zona costiera al confine con il Friuli (Venezia)

Friuli Venezia Giulia
10. la zona costiera al confine con il Veneto (Udine)
11. la zona lungo il Tagliamento tra Spilimbergo e Latisana (Udine-Pordenone)

Emilia Romagna
12. La zona costiera a nord (Ferrara e Ravenna) e la meridionale fino a Rimini
13. La zona a nord di Fidenza fra Taro e Po (Parma)

 

Toscana
14. Isola di Pianosa (Livorno)
15. la zona costiera a nord di Piombino fino a Cecina (Livorno)
16. la zona a sud di Piombino fino a Follonica (Grosseto)
17. la zona costiera di Grosseto e la zona a nord e a sud del Monte Argentario (Grosseto)

Lazio
18. la zona costiera di Montalto di Castro (Viterbo)
19. l’area di confluenza tra Nera e Tevere tra Magliano Sabina e Orte (Viterbo)
20. l’area costiera di Borgo Sabotino (Latina)

Campania
21. Foce del Garigliano (Caserta)
22. Foce del Sele (Salerno)

Calabria
23. area costiera di Sibari (Cosenza)
24. la zona costiera tra il fiume Nicà e la città di Cosenza.
25. la zona costiera ionica vicino alla foce del Neto (Crotone) a nord di Crotone (Marina di Strongoli, Torre Melissa, Contrada Cangemi, Tronca).
26. la zona costiera ionica in corrispondenza di Sella Marina, tra il fiume Simeri e il fiume Alli (Catanzaro)

Molise
27. la zona costiera meridionale alla foce del Biferno (Termoli)

Puglia
28. zona costiera al confine con la Basilicata (Taranto)
29. zona costiera a nord del promontorio del Gargano in prossimità di Lesina (Foggia)
30. zona costiera del Golfo di Manfredonia (Foggia)
31. la zona costiera ionica a nord di Porto Cesareo (Lecce)
32. la zona costiera ionica a sud di Gallipoli (Lecce)
33. la zona costiera adriatica a nord di Otranto (Lecce) vincoli naturalistici
34. la zona costiera a sud di Brindisi (Lecce) vincoli naturalistici
35. la zona costiera in corrispondenza di Ostuni (Brindisi)

Basilicata
36. tutta la costa ionica della regione

Sardegna
37. foce del Flumendosa (Cagliari)
38. costa orientale a sud del Golfo di Orosei (Nuoro)
39. costa orientale a nord del Golfo di Orosei (Nuoro)
40. zona costiera sud tra Pula e Santa Margherita di Pula (Cagliari)
41. costa occidentale zona costiera a nord e sud del Golfo di Oristano (Oristano)

Sicilia
42. zona costiera intorno al comune di Licata (Agrigento)
43. la zona costiera tra Marina di Ragusa e Torre di Mezzo (Ragusa)
44. la zona costiera intorno a Gela (Caltanissetta)

45. la zona costiera a sud di Mazara del Vallo (Trapani).

Segui il nostro Twitter

158 Risposte to “Ecco la lista (segreta) del governo dei 45 siti nucleari in Italia”

  1. piovaschi marzo 14, 2011 a 5:40 pm #

    Termoli è in Molise, non in Puglia…

  2. sabrina marzo 14, 2011 a 5:46 pm #

    a orosei un cazzo! mettetevele in culo le centrali nucleari bruttimaledetti bastardi!abbiamo GIA DETTO NO ANNI FA QUINDI BASTA

  3. francesco marzo 14, 2011 a 5:49 pm #

    Neanche una ad Arcore niente a porto san paolo,porto cervo nanche l’ombra

  4. rosario marzo 14, 2011 a 5:53 pm #

    mettiamo le scorie sotto la casa del cavaliere e di dell utri cosi ce li togliamo dai coglioni naturalmente

    • paolominucci luglio 5, 2011 a 2:31 pm #

      E’ sufficiente aprire bene le porte dei palazzi e tirare fuori tutto il marcio che c’è.. la società civile ormai avanza a mani basse.. hanno le ore contate questi vermetti..
      Paolo
      http://www.sanguevivo.wordpress.com

  5. Renata marzo 14, 2011 a 5:55 pm #

    Spero vivamente che gli italiani si decidano a far sentire il loroNO,soprettutto dopo quello che stà succedendo in Giappone.Se prima ero contraria al nucleare ,ora sono contrarissima.E’ una vergogna che certe notizie vengano tenute nascoste e che la gente debba rischiare solo per il tornaconto di alcuni……….

    • Angelo marzo 15, 2011 a 12:51 pm #

      già fatti anni fa, purtroppo, e gli esiti di quel no si son visti in questi anni. Intanto usiamo energia prodotta alle porte di casa spendendo a dismisura, spendiamo per mantenere sotto controllo le centrali inutilmente dismesse allora e inquiniamo con petrolio e carbone. Bella fregatura essermi fatto ammaliare allora dal NO sull’onda emotiva sfruttata politicamente dai “refendaristi” dell’epoca … spero proprio la gente adesso sia più sveglia di quanto lo fummo noi e non ci ricaschi ! !!

      • calabrescia marzo 15, 2011 a 8:09 pm #

        Concordo e ti suggerisco il mio blog

        http://calabrescia.wordpress.com/

      • Marco marzo 16, 2011 a 8:25 pm #

        Che le abbiano gli altri non ci deve ingannare i francesi sono precisi e piuttosto seri. Al contrario qui da noi basta guardare come siamo seri in qualsiasi settore,edifici costruiti con sabbia di mare,ecc,ecc.
        In Italia vige la regola che quando le cose vanno male si migliorano, in questo caso se va male una centrale nucleare è finita per tutti.
        Un ultima cosa, i politici che tanto vogliono questi mostri li vogliono molto lontano da loro.

      • Leandro marzo 17, 2011 a 6:44 am #

        tu non credi neanche se vedi….. non ti basta la crisi Russa 1981-82 e l’attuale catastrofe Giapponese,ne accade una ogni trenta anni,e Se Fosse Capitato A Noi Oggi Quel Disastro ???….
        pensa un po a te .. e ai tuoi cari, oggi e domani.
        ciao un Amico – bdl-

      • Marcello marzo 17, 2011 a 5:08 pm #

        Tutte le centrali che si vogliono costruire (pronte tra 20 anni) serviranno a coprire il fabbisogno energetico per circa il 20%. Calcola che circa il 30 si disperde nel tragitto tra le fonte e beneficiario, quindi? risolviamo il problema? quanto ci costeranno queste benedette centrali? e poi se l’italia si allaga, frana e crolla con un terremoto mille volte più blando e non con uno tzunami, ma con una semplice pioggia, cosa succederebbe alle centrali. Di cosa stai parlando, fammi il piacere…

    • SIRIO maggio 8, 2011 a 12:27 pm #

      Anche io Renata la penso come te. Ero contrariissimo prima e dopo il Giappone ancora di piuì Speriamo di vincere a tutti e 4 i quesiti dicendo “SI ” per abrogare le leggi sul nucleare , la privatizzazione dell’ acqua, e il legittimo imperdimento !

  6. Renata marzo 14, 2011 a 5:57 pm #

    Dimenticavo,perchè non le mettono nei giardini delle ville dei nostri politici? Soprattutto uno?

  7. coeranos marzo 14, 2011 a 5:57 pm #

    no scusate, ma la costa ionica della Sardegna chi l’ha inventata?

    • Angelo marzo 14, 2011 a 6:05 pm #

      Il nome della Regione si riferisce ai posti elencati sotto, non a quelli elencati sopra. la costa ionica al numero 36 è quindi riferita alla Basilicata. La Sardegna inizia dal numero 37.

    • Gianna marzo 14, 2011 a 6:05 pm #

      Che massa di ignoranti!!!
      Perché non fare una centrale proprio nella riserva di Bidderosa? Non gli piacerà come posto???

    • Antonio marzo 14, 2011 a 9:19 pm #

      Leggi bene…

    • monica marzo 15, 2011 a 2:21 pm #

      non vi piacerebbe avere anche il mar ionio!!?? ahahahahah :P

  8. unaManu marzo 14, 2011 a 5:58 pm #

    Ma stiamo scherzando? una bomba gli metto!! PEZZI DI MERDA

    • Angelo marzo 15, 2011 a 12:54 pm #

      deliziosa …

      • filippo marzo 15, 2011 a 2:16 pm #

        educata…direi….pensa ad averla vicino!!!questa si che e` una vera donna..

      • calabrescia marzo 15, 2011 a 8:11 pm #

        Questa è di Cambridge. Se fosse di Oxford avrebbe detto “gliela metto in culo”.

        Date un occhio al mio blog

        http://calabrescia.wordpress.com/

  9. Alvero marzo 14, 2011 a 5:59 pm #

    Fino al nr. 11 concordo e, faccio mio il commento di Francesco, le altre a Villa San Martino, Villa Certosa, a Palazzo Grazioli, a Porto Cervo, a Santa Lucia, ecc.. ecc. (chi lo sa quante case c’ha Berlupinocchio !!!???

  10. violapost marzo 14, 2011 a 5:59 pm #

    Allora i nomi delle regioni precedono (e non seguono) quelli delle località. Quindi quando leggete esempio Sardegna significa che da lì in poi ( e non quelle precedenti) partono i siti relativi alla Sardegna. Pertanto costa Jonica è ovviamente riferito, in quel caso, alla Basilicata

  11. giovanni marzo 14, 2011 a 6:09 pm #

    sono pazzi per quanto riguarda la sardegna si tratta di zone ad alto valore turistico, ci voglio togliere anche quello? questo se fossi daccordo col nucleare!!!!!! ma non lo sono, quindi, fatene una sola ad Arcore!!! Chi ci guadagna da tutto ciò????? Di sicuro noi no!!

  12. HotHello marzo 14, 2011 a 6:22 pm #

    Qui c’è la mappa mondiale degli impianti nucleari, con associato il rischio sismico.

  13. Flavio marzo 14, 2011 a 6:23 pm #

    Ma come….. ad Arcore nemmeno un piccolo reattore???

    eppure il “nostro” presidente ci tiene moltissimo….

    :O)

    Non so se ridere o piangere…. :O[

  14. zaki marzo 14, 2011 a 6:24 pm #

    Proporrei degli altri siti se lorsignori permettono: Tutta la costa smeralda, Le cinque terre.la versilia, e per finire la zona tra Rimini e Fano. Cosi noi poveri deficenti le vacanze andiamo a farle a santa lucia,o magari ad Antigua! Questa gente deve andare nel posto che più gli compete cioè nelle fogne , tanto sono solo merda umana… Tutti al referendum a votare NOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!

  15. Toni marzo 14, 2011 a 6:30 pm #

    Ma siamo impazziti ??? Ma non lo vedono cosa succede nel mondo ??? Ma di figli queste persone non ne hanno ?!?!? Per l’interesse di pochi TUTTI rischiamo la vita…….SVEGLIAAAAAAAAAA

  16. vincenzo marzo 14, 2011 a 6:34 pm #

    Prima li mandiamo a casa e meglio sarà, per tutti a prescindere dai siti scelti questi sono dei pazzi.

  17. ferrux marzo 14, 2011 a 6:39 pm #

    Nucleare no grazie!!!!

  18. Sara marzo 14, 2011 a 6:41 pm #

    Dico no al nucleare in Italia perchè non c’è un solo uomo in grado di assicurare il buon funzionamento degli impianti.Tra mazzette, papponi e imbrogli di ogni genere e tipo – senza contare il peso delle ecomafie!! – il nucleare nel nostro paese sarebbe un fallimento alla nascita.
    Voglio poter sognare ancora un mondo migliore..

    • Luciano marzo 15, 2011 a 7:50 am #

      Sara l’hai dette tutte .brava!!!

  19. Marcello Marani marzo 14, 2011 a 6:47 pm #

    In questo caso raddoppiamo gli sbagli, perchè sbagliammo allora a bocciare le centrali ed abbiamo pagato l’energia più del doppio, e sbaglieremmo oggi a riproporle perchè sarebbe come toranre alle clave ed alle slitte, quando abbiamo nuovi mezzi migliori, affatto inquinanti e pochissimo pericolosi come le rinnovabili da sviluppare e sfruttare.

  20. consuelo marzo 14, 2011 a 6:48 pm #

    scordatevelo… la sardegna non si tocca lotteremo tutti insieme

    • calabrescia marzo 15, 2011 a 8:13 pm #

      Sssssh… fate la cuccia…

      http://calabrescia.wordpress.com/

      • EmilianoMaLuSMuLas marzo 15, 2011 a 11:18 pm #

        Carissimo, che per farti pubblicità devi spammare questo blog, shhh mi pare non si addica alla classe che riversi sul tuo blog. Ti garantisco, che gente come te, e come quei criminali che sono fautori del nucleare in Italia, che per per farle a casa mia, in Sardegna e Orosei in particolare dovranno sudare, e tanto..e gente come te dovrebbe essere già al governo, degno di te.
        Segnati pure sulla tua bella agendina la data in cui decideranno di mettere un solo metro cubo di cemento sulla nostra terra, ne riparleremo.
        La storia insegna, Malos a corcare semus.

  21. O. Kelvin marzo 14, 2011 a 6:52 pm #

    complimenti!!!visto che l’italia e’ zona sismica ci sta proprio bene !!! ma che bravi questi politici…ma sotto il loro sedere no ?

  22. contenitoreuniversale marzo 14, 2011 a 6:58 pm #

    Sarda, contraria al nucleare… andrò ad esprimere la mia contrarietà dovessi arrivare alle urne strisciando.

  23. vortigen marzo 14, 2011 a 7:14 pm #

    Ragazzi, incazzarsi non serve, almeno per ora.
    Secondo me bisogna agire politicamente, ad ogni livello.
    Sempre secondo me non è nemmeno questione di schieramento politico.
    Se fonde un reattore nucleare poniamo a Trino Vercellese, m’importa assai che chi in quel momento siede a Palazzo Chigi sia nei ‘nostri’ o dei ‘loro’, perché la pianura padana diventa comunque inabitabile per alcuni SECOLI. E noi nel frattempo dove strac@**# andiamo?

    Non sono un fisico nucleare, ma ho due figli nati a 150 km da Chernobyl. La loro maestra di prima elementare è morta da anni. Diversi loro compagni sono morti da anni, mentre altri, i meno fortunati, sono malati di leucemia o di cancro.

    Quando sono riuscito a portarli al sicuro in Italia, nel 2000, cominciavano ad avere qualche problema, ora apparentemente risolto.

    Neanche il triangolo con l’occhio, se esistesse, potrebbe mai convincermi che ‘si puo’ fare, e neanche con un Kalashnikov alla testa darei mai il mio consenso, per quello che vale, all’opzione nucleare.
    Se poi i delinquenti della politica decidessero di passare sopra al chiaro volere del popolo sovrano, beh, allora vedremo il da farsi, ma qualcosa di serio lo si dovrà fare.

    Ciaux :(

  24. valtamr marzo 14, 2011 a 7:15 pm #

    A quanto pare, vogliono farne una proprio vicino a casa mia… che è pure zona sismica, ma questo è un dettaglio secondario, no?

  25. lideo loris marzo 14, 2011 a 7:16 pm #

    Bene,bene,giustissimo,pero’ne vorrei una ad arcore,ed una a roma,ma roba da matti,ma come si fa non ne posso piu’ di questi,bastaaaaaaaaaaaaaaaa.

  26. domenico marzo 14, 2011 a 7:23 pm #

    grazie a Emilio Grimaldi a all’avvocato Piero Granata se ci stiamo battendo per non avere il nucleare in Italia , peccato alla testardaggine di tanti cittadini del Comune di Sellia Marina , non sanno o non vogliono capire il pericolo del nucleare.

  27. luigi marzo 14, 2011 a 8:21 pm #

    Gli italiani non hanno mai voluto le centrali nucleari!!! E’ solo un enorme business per pochissimi grossi gruppi!!! W LE RINNOVABILI!!!

  28. rENATA marzo 14, 2011 a 8:25 pm #

    Scusa Domenico, ma non è che qualcuno di nostra conoscenza (non faccio nomi inizia con S.B.)abbia comprato pure loro?Italiani svegliatevi ci stanno mandando sempre di più nella merda.Dobbiamo liberarci di questa gente il più in fretta possibile x noi .x i nostri figli,x i nostri nipoti etc.DOBBIAMO URLARE TUTTI NO AL NUCLEARE.NON MANCATE AL REFERENDUM

  29. viola marzo 14, 2011 a 8:36 pm #

    che ci provino i bastardi, siamo in mezzo al Mediterraneo DA SOLI e viviamo solo(e poco) di turismo, se ci tolgono anche quello e la terra per coltivare e pascolare pecore che cosa facciamo?emigriamo in massa in continente(chi soppravvivesse!)magari ad arcore? con quello che succede ancora oggi a Quirra e a LaMaddalena con quelle porcate che hanno fatto(fare a)gli americani.. ci provino gli stronzi solo a nominarla la Sardegna, spero solo che intervenga l’UE soprattutto dopo quello che sta succedendo in Giappone.

  30. Antonio Mercurio marzo 14, 2011 a 8:38 pm #

    Mettetele dove vi pare ma non in Sardegna.
    Abbiamo già dato con servitù militari ed cattedrali nel deserto
    ( giuro, vado a mettere dinamite sui tralicci o sugli attracchi a terra di SAPEI!)

  31. Enzo marzo 14, 2011 a 9:20 pm #

    Io,spero che il popolo sardo si sappia difendere da tale disgrazia.Questi,sono una rovina per la Sardegna e per tutta l’Italia.

    Sardi uniamoci non lasciamo la nostra bella Sardegna in mano a della gente che di noi se ne frega.Non cadiamo nella grande bugia che tali opere porteranno alvoro.Porteranno soldi solo nelle loro tasche.

    • filippo marzo 15, 2011 a 2:20 pm #

      ma possibile che vi state preoccupando solo della sardegna!! penso che a nessuno faccia piacere averle vicino…che spirito di nazionalita`…

      • luigi dettori marzo 15, 2011 a 6:12 pm #

        perchè alla fine sarà la sardegna ad essere scelta essendo il luogo più sicuro.solo che devono ricordarsi che i sardi non si fanno mettere i piedi in testa da nessuno.

  32. Cristina Serci marzo 14, 2011 a 9:28 pm #

    Sono matti, superficiali, incoscienti. Per loro…dopo di loro il diluvio! Delirio di onnipotenza. Ignoranti come zucche.
    Sta a noi la decisione vera.
    No pasaran!

  33. Gianni marzo 14, 2011 a 10:07 pm #

    ma quando la smettete di fare disinformazione approfittando della dabbenaggine delle persone sono un matto potrebbe concepire quello che avete pubblicato cioè di inquinare relaivamente tutte le coste italiane e qui chiudo e non sto a parlare ne di sicurezza ne di buttare in pasto alla gente le notizie che sono solo tentenziose ed altre ne sentiremo circa il giappone che è quasi saltato in aria grazie alle centrali qui smetto ciao a tutti ( mai dimenticare l’educazione)

  34. Alex-BO marzo 14, 2011 a 10:42 pm #

    propongo di costruirne una sola..grande..poi metterci dentro le case delle famiglie dei politici che sostengono il nucleare convinti che sia “sicuro”, piu’ la famiglia di Chicco Testa, e anche una piccola depandance per Veronesi…in tal caso approvo la megacentralenucleare!!

  35. Elodia Di Vincenzo marzo 14, 2011 a 11:17 pm #

    nel mio Abruzzo non è previsto…dovrei sentirmi tranquilla??? Ma questi “signori” sono completamente impazziti? E la Prestigiacomo che continua serenamente(?!?)a dire che il progetto del nucleare va avanti…un piccolo sito nel suo giardino, no?!?!

  36. TED marzo 15, 2011 a 12:16 am #

    Buongiorno ragazzi.Mi rattrista moltissimo quello che sta accadendo in Giappone. Tutto questo deve essere da monito per evitare che si rifacciano sbagli!
    Leggendo qua e’ la sul web (invito tutto a farlo) ho notato che i vecchi siti nucleari italiani..caorso,garigliano ecc. hanno avuto e stanno avendo un sacco di problemi sullo smantellamento degli impianti con problemi di DECOMISSIONING
    E’ DAL 1987 CHE NON TROVANO PACE QUESTI COMUNI!
    Ora mi chiedo: ma a quella specie di “uomo” mezza seg..
    idiota che ci vuole appioppare le centrali, cosa gli entrera’ in tasca( cricca compresa). Ho come il sentore che ci prenderemo qualche avanzo francese..
    Spero che il Padreterno se lo chiami al piu’ presto
    L’ITALIA AGLI ITALIANI NON A BERLUSCONI

  37. Matteo Vitiello marzo 15, 2011 a 12:48 am #

    Ciao,

    il nucleare è il nuovo petrolio. E’ puro interesse economico. Inoltre, è pericoloso. Molto pericoloso.
    Leggetevi questo articolo se volete sapere quali sono, invece, le forme di produrre energia libera, sicura ed oltretutto ancora più efficiente del nucleare… sono forme che non arricchiscono i magnati dell’economia, è energia libera e per questo non la si utilizza (per ora…,ndr) eppure dal magnetismo, ad esempio, si ricava elettricità…

    http://wp.me/p19KhY-fK

    un saluto,

    Matteo

  38. mario marzo 15, 2011 a 1:09 am #

    no al nucleare

  39. Renata marzo 15, 2011 a 2:23 am #

    si fermeranno, non rischieranno l’ impopolarità. gli italiani hanno già detto di essere contrari al nucleare

  40. marika marzo 15, 2011 a 7:25 am #

    Grosseto e Livorno sono in Toscana,non in Emilia.

    • calabrescia marzo 15, 2011 a 8:15 pm #

      Lascia perdere, nel popolo viola vige la regola dell’ignoranza più becera

      http://calabrescia.wordpress.com/

      • Marcello Marani marzo 16, 2011 a 1:27 am #

        Ma non sarai per caso un provocatore infiltrato?
        Infatti mi sembra che ti comporti come l’Aretino Pietro, che: “Di tutti parlò mal fuorchè di Cristo, scusandosi col dir non lo conosco!”, usando il sito del Popolo Viola solo per pubblicizzare il tuo e nel contempo dare dell’ “ignoranza più becera” a chi ti ospita.
        Ora possiamo essere anche ignoranti ma almeno possiamo dire che siamo stati capaci di far nuovere qualche milione di persone, fatto riconosciuto da tutti, meno che dai questurini (o anche dai calabrescia?!?), che dovrebbero imparare a contare

  41. Luciano marzo 15, 2011 a 7:37 am #

    Premesso che i giacimenti di uranio sono in esaurimento,ancora disponibili per circa venti anni, che le centrali per i quali stiamo parlando, sono centrali di vecchia generazione,pericolose ed inaaffidabili,premesso che il costo enorme non verra’ mai ammortizzato. Il problema ,mairisolto sono le scorie. Quelle poche che abbiamo stanno migrando per l’Italia da oltre venti anni. Le scorie che verranno dovele invieremo sulla luna oppure ad Arcore ???

    • Adriana marzo 15, 2011 a 9:16 am #

      Sono pienamente d’accordo. Il nucleare è una scelta non solo eticamente discutibile (se si guarda al bene morale e giuridico della salute e della sicurezza pubblica), ma anche economicamente sbagliata. L’antieconomicità di tale scelta non è data semplicemente dalla presenza di esternalità negative. Pur discostandosi dall’ottica ambientalista, la scelta del nucleare è un investimento poco remunerativo. Dotarsi di impianti particolarmente costosi, la cui realizzazione richiede decenni ma la cui fase di maturità è pienamente raggiunta ( e che dunque da qui a cinquanta anni, saranno tecnologie superate) non ha senso. è un investimento antieconomico. Ancor più lo è se sfatiamo il mito dell’indipendenza energetica visto che quello nucleare è un meccanismo non di creazione di energia ma di produzione mediante trasformazione. ciò implica costi: da un lato per l’approvvigionamento delle materie prime, dall’altro per lo smaltimento dei rifiuti. Per quanto concerne le prime, l’uranio non cresce spontaneamente nelle Dolomiti, e per quanto riguarda i rifiuti, paghiamo ancora oggi, nei bilanci dello Stato, l’affitto per le scorie prodotte dalle nostre centrali prima di cernobyl, depositate presso le discariche tedesche (la cui messa in sicurezza non è,inter alia, garantita e che, come è stato provato, stato inquinando le falde acquifere tedesche). Quest’ultima spesa – ne sono convinta – verrà aggirata seppellendo i rifiuti nella nostra terra, che di rifiuti abbonda e di disastri ambientali ha esperienza. Con manie di grandezza del tutto superflue stiamo distruggendo le nostre risorse più importanti: ambiente e bellezze naturali. Gli unici elementi che rendono il nostro Bel Paese unico e infungibile agli occhi del mondo. Abbiamo sempre giocato alla “grande potenza” e abbiamo sempre, storicamente, perso. L’Italia dovrebbe rendersi il “gioiello d’Europa”, una piccola svizzera (perché piccoli e preziosi siamo). La matrice dello sviluppo deve essere endogena e non deve guardare, sempre con invidia, a ciò che fanno gli altri. è estremamente frustrante vedere un Paese che compie scelte, oltre che eticamente sbagliate, economicamente controproduttive.

    • james marzo 16, 2011 a 7:53 am #

      abbiamo in italia un giacimento in Val Seriana in provincia di bergamo un giacimento che può tenere in moto 30 centrali nucleari attive per ben 60 anni…all’Italia ne servono solo 4

  42. ALdo marzo 15, 2011 a 9:07 am #

    In qualunque posto facciano le centrali il problema più grosso a mio avviso sono le scorie, dove le metteranno? Magari le centrali stanno al nord e le scorie le “gettano” al sud o viceversa (improbabile). Scorie che nessuno sa bene come smaltire, nessuno stato sa che tipo di deposito devono realizzare per renderle innocue e soprattutto se resisterà dopo migliaia di anni, perchè tale tempo è necessario affinche decada la radioattività. Affinchè non si trova una tecnologia a rendere innocue da subito tali scorie, e per la pericolosità che può avere una centrale dopo un sisma IO DICO NO AL NUCLEARE!!!! Lasciamo io nostro No anche qui: http://www.forumnucleare.it/

  43. donatella marzo 15, 2011 a 10:14 am #

    invito, in caso si mova davvero qualcosa circa la costruzione di centrali nucleari (in qualsiasi zona d’Italia) ad insorgere seriamente contro questi idioti che ci governano..

  44. SixUpgradeIt! marzo 15, 2011 a 11:13 am #

    Il nucleare è una tecnologia vecchia, come sono vecchie le idee dei governi(sopratutto quello Italiano).
    Per fortuna qualche governo invece ha iniziato a capire che il Futuro è l’ energia rinnovabile… e questo mi fà ben sperare.
    Se aspettiamo l’ Italia di speranza moriamo.

    Investire sul nucleare significa:
    Investire su un energia non rinnovabile e NON pulita.
    Una volta costruita la centrale (che ha un suo costo che si può definire facimente esoso)… bisogna comprare l’ uranio(altro enorme costo… che poi via via nel tempo costerà sempre di più perchè essendo merce che andrà ad esaurimento e quindi diventerà merce rara non riuscirà a sopperire a tutte le richieste previlegiando quindi chi pagherà di più… esattamente come sta succedendo con il petrolio).
    Altro punto(importantissimo) è lo stoccaggio delle scorie (costi enormi e problemi di individuazione di un luogo adatto).
    In Italia poi non è che ci troveremo le scorie sotto le fondamenta di nuovi palazzi? In questo paese ahime! tutto è possibile.

    Gente questa è una battaglia da Non perdere ne vale del Nostro Futuro e quello dei Nostri figli e delle successive generazioni che ci succederanno.
    Già li sento considerarci come delle scimmie sottosviluppate. Potreste dargli torto?

    Le energie rinnovabili invece:

    Costi iniziali per la costruzione degli impianti (che diminuirebbero vertiginosamente se si aderisse in massa a queste tecnologie).
    La materia prima ce la regala madre natura, e non esitono rifiuti di nessun genere/scorie da stoccare.

    Se con queste premesse chiedessi ad un bambino di sei anni quale tra le due tecnologie sceglierebbe secondo Voi quale sceglierebbe?

    Beh ho fatto questa domanda a Mio fratello ( 6 anni ) e senza esitare esprimendo anche sue opinioni ha detto:

    ENERGIA RINNOVABILE !

    Incredibile che i Nostri politici pensino ancora al Nucleare… è proprio vero che con l’ età si torna bambini… ma evidentemente la Nostra classe politica è tornata troppo indietro(quando non si capisce un H per ovvie ragioni… cervello ancora poco sviluppato) al momento del concepimento!!!
    Troppo vecchi!!!

    Saluti
    Six

    • james marzo 15, 2011 a 2:01 pm #

      + disboscamento di massa per far spazio agli impianti di energia rinnovabile=maggior impatto ambientale di una centrale nucleare di 4 generazione(tecnologia Italo-Francese)

  45. david marzo 15, 2011 a 11:14 am #

    ragazzi ATTENZIONE

    SE SIETE CONTRO AL NUCLEARE DOVRETE VOTARE SI ALL DOMANDA POSTA NEL REFERENDUM E NON NO!!!!!!!!!!!!

    FATE ATTENZIONE PERCHE MOLTA GENTE PENSA CHE SI DOVRA METTERE LA CROCETTA SUL NO…

    SPARGETE LA VOCEEEEEEEEEEE

  46. x4zampe marzo 15, 2011 a 11:43 am #

    NOI SIAMO CONTRO L’ENERGIA NUCLEARE

  47. erika de biasi marzo 15, 2011 a 3:28 pm #

    oh ma quanto sono astuti.
    il friuli venezia giulia è zona sismica.

  48. π-Admin marzo 15, 2011 a 4:16 pm #

    Bhà, speriamo che mai si avveri questa cosa.
    Comunque la lista mi sembra un pò maliziosa nel senso che in tutte le regioni sono stati scelti siti che andrebbero a calpestare oasi naturalistiche o zone turistiche, come se chi l’ha fatta avesse voluto solo indignare i lettori.

  49. Jack marzo 15, 2011 a 7:17 pm #

    Io li aspetto. Che venissero, poi facciamo i conti.

  50. Aldo marzo 15, 2011 a 7:43 pm #

    Raga’, dobbiamo tirar fuori tutta la nostra rabbia quando andremo a votare per i referendum, dobbiamo fare l’impossibile per far capire a tutte le persone che conosciamo l’importanza di votare SI.

  51. Phil marzo 15, 2011 a 8:12 pm #

    Dimenticatevi la Sardegna!!!Qui niente nucleare!!!Cravaisinci in su bassinu tottus cantus seis!!!
    Avete visto quello che sta accadendo in Giappone,ai loro siti nucleari dopo il terremoto??Qualcuno è già esploso e una fetta di popolazione è già sotto gli effetti delle radiazioni,con conseguenze future a dir poco distruttive!!!La Germania vuole chiudere immediatamente parecchi siti nucleari in data antecedente gli anni ’80!!!Spaghettooooo???????!!!!!!!!!E tutto questo subito dopo il tremendo evento avuto in Giappone!!Prima no eh???????!!!!!!!!!!Questa sarebbe l’alternativa all’energia attuale???!!!NO AL NUCLEARE!!!E’ questa,se non ci si salva in tempo,la “VERA FINE DEL MONDO”!!!

  52. Phil marzo 15, 2011 a 8:16 pm #

    VOTATE “SI” AL NUCLEARE!!!!!ATTENZIONE A NON FARE CLAMOROSI ERRORI!!!!!!!!!!!!!!!

  53. calabrescia marzo 15, 2011 a 8:16 pm #

    Votate NO al referendum! Salviamoci!!!! VOTATE NO!!!!!

  54. Phil marzo 15, 2011 a 8:28 pm #

    VOTARE “SI” PER “ABROGARE” (ANNULLARE) LA LEGGE PER LE CENTRALI NUCLEARI!!!!!!!!!!SALVIAMOCI LA VITA E LA TERRA INTERA!!!!!!

  55. staytoon marzo 15, 2011 a 9:18 pm #

    Ma chi ha ideato questa lista? E’ ridicola e francamente poco credibile per vari aspetti che vanno dall’approvvigionamento idrico allo scarico di acque reflue, per non parlare di zone densamente popolate o tutelate (vedi zona a sud di mazara del vallo dove c’è SELINUNTE) Lista farlocca direi ridicola!! amen

  56. Gigi marzo 15, 2011 a 10:18 pm #

    La Sardegna lasciatela stare, noi sardi siamo indipendenti dal punto di vista energetico percui non ce ne frega niente del resto del continente da questo punto di vista.

    • Iacu marzo 16, 2011 a 12:37 am #

      Calabrescia, ho letto l’articolo nel tuo blog. Non è che non mi convinca, diciamo che trovo le tue motivazioni pro nucleare bislacche per non dire insensate.
      Cito: “torniamo alla vita delle caverne!”
      Oh cazzo, anche con le torce per illuminare una caverna ci si può ustionare.”

      Non esiste secondo te una via di mezzo fra usare il nucleare e tornare ad abitare le caverne rifiutando ogni tecnologia? Non è detto che chi la pensi in maniera opposta alla tua sia meno intelligente o meno documentato quindi sentiti libero di esprimere civilmente la tua opinione evitando provocazioni e evitando di pubblicizzare questo tuo blog che ho trovato pressoché inutile al fine di una maggiore consapevolezza riguardo l’argomento trattato.
      Per tua stessa ammissione “Qualsiasi tecnologia costruita dall’uomo è fallibile e distruttibile”.
      Per quale motivo allora dovremo scegliere la tecnologia più devastante in caso di imprevisti tecnici o naturali?
      Spero in una risposta presentabile e pertinente.

      • calabrescia marzo 16, 2011 a 1:19 pm #

        Hai ragione, il mio pezzo è provocatrio.
        Ma sei sicuro che i morti a causa di circolazione di autoveicoli siano rapportabili, nel numero, ai morti causati da disastri atomici civili?
        E sei sicuro che l’estrazione petrolifera non possa causare danni devastanti tanto quanto un disastro nucleare, quando le cose vanno male? Ti ricordo la vicenda BP.
        Senza pretese di aver ragione.

        http://calabrescia.wordpress.com/2011/03/16/terremoto-a-roma/

  57. WASGO marzo 16, 2011 a 6:46 am #

    MA QUESTI TRE PDLINI FALLITI DEVONO VENIRE A FARE I BUFFONI PROPPRIO QUI, ANDATE DOVE POTETE INVENTARVI LA VOSTRA REALTà DA CERVELLI UNICELLULARI QUALI SIETE VOI, CORREGGETTEMI SE SBAGLIO , TEMPI DI COSTRUZIONE DI UNA CENTRALE? + O – 10 ANNI, IN ITALIA ALMENO , CIO VUO DIRE CHE AVREMO DELLE CENTRALI PRONTE IN UN TEMPO CHE LE RITERRà GIA OBSOLETE, PER CUI INUTILI,IN UN MONDO DOVE TUTTI STUDIANO E PROGETTANO SISTEMI ALTERNATIVI NOI INIZIAMO UN PERCORSO MORTO, FORSE 30 ANNI FA AVEVA UN SENSO , OGGI SAREMMO AL PARI DEGLI ALTRI ED AVREMMO CAPITO CHE è ORA DI PRENDERE UN ALTRA STRADA, RIBUTTARCI IN QUESTA COSA OGGI E DA FOLLI, NATURALMENTE MI PIACEREBBE VEDERE CHI DOVREBBE COSTRUIRLE E DI CHI è AMICO O PARENTE………………………

    • WASGO marzo 17, 2011 a 7:08 am #

      O CALACOSO E BA………

  58. Raffaele marzo 16, 2011 a 7:51 am #

    Beh io abito proprio nei pressi del Garigliano. Sono e sarò sempre contro il nucleare. Ricordo quando ci fu il disastro di Chernobyl che oltre alla tragedia immane che subì il popolo russo anche noi qui non potevamo mangiare alcuni prodotti che erano a diretto contatto con la terra. Il nucleare è pericoloso. In Italia non lo vogliamo. Lottiamo per questo. Grazie.

  59. calabrescia marzo 16, 2011 a 1:20 pm #

    Vi consiglio la lettura di questo pezzo. Non ha nulla a che vedere col nucleare, ma è interessante.

    http://calabrescia.wordpress.com/2011/03/16/terremoto-a-roma/

    • Iacu marzo 16, 2011 a 2:35 pm #

      @ calabrescia
      C’è questa idea in giro, che chi si oppone al nucleare sia favorevole al carbone e al petrolio.. non è così. sono contrario al nucleare per motivi simili a quelli che mi fanno disprezzare il carbone e il petrolio.
      Io non ho studiato abbastanza forse per convincerti della pericolosità insita in questa tua scelta, tuttavia un’idea me la son fatta e di questo vorrei discutere con te: non ti sembra che la nostra tecnologia sia da almeno 2 secoli indirizzata verso lo sfruttamento delle risorse, noncurante prima e strafottente poi dei danni sociali e naturali? Per sviluppare le tecnologie bisogna spendere in infrastrutture e ricerca, siamo avanti nelle tecnologie nocive perché si è sempre investito in queste ultime. Si sono scelti il petrolio e il carbone a discapito delle energie “pulite” perché le prime offrono un PROFITTO immediato. I soldi necessari per la costruzione,la messa in opera e la manutenzione delle centrali nucleari si dovrebbero utilizzare nella ricerca e lo sviluppo di energie meno dannose, anche se meno redditizie. Preferisco consumare di meno, avere meno comfort, ma essere più sano e più fiducioso nel futuro.

  60. leocigolini marzo 16, 2011 a 5:07 pm #

    leggete anche l’IN-Sostenibile… sostenibileo.wordpress.com

  61. Mickaël marzo 16, 2011 a 6:34 pm #

    Salve…
    Parlo da cittadino europeo avendo mamma francese e papa sardo, essendo nato in francia, ma cresciuto in sardegna!

    A prescindere dal fatto che si possa mettere una centrale in qualsiasi punto dell`italia e creare disastri per tutta l`italia se non parte dell`europa, trovo ridicolo oggi giorno ricorrere ancora a nuove centrali nucleari… spendere per spendere spendi sul futuro, su una cosa durevole che allo stesso tempo e` piu` sicura e pulita, comme pannelli solari, centrali eoliche e quant`altro!!

    Ancora oggi ci sono problemi dovuti a uno dei disastri piu` grandi della storia, parlo della Russia Chernobyl… come se le nubi tossiche si fossero fermate ai confini dell`europa! Fattemi il piaccere… e del Giappone tranquilli anche quello e` messo in conto… nel giro dei prox 10 anni (se ci arriviamo visto tutti i cataclismi negli ultimi anni, ma in particolare alle stronzate dell`uomo) vedrete il moltiplicarsi di tumori…

    Parlando di potenziali problemi… in EU siamo ben lontani dall`essere al sicuro la Francia e` piena di centrali nucleari per non parlare del resto d`EU e tanti auguri se una di questa dovesse esplodere o quant`altro… il Giappone non e` piu` grande dell`italia e russi stanno evaquando le loro isole… chissa perche`!!

    Mi spiace dirlo ma film come 2012 o the day after tomorrow magari sono gonfiati di effetti ma il fondo di realta rimane se madre natura e` incazzata con noi e decide di spazzar tutto lo fa… ancora una volta l`ha dimostrato, ha dimostrato che in un nulla puo` far scomparire milioni di persone ridurre una nazione al nulla…

    la vedo dura che smantellino le centrali in europa, e se si deve essere realisti quanti impianti esistono per lo smaltimento delle scorie nucleari? NULLA!

    Dove finiscono le scorrie nucleari… nella spazzatura piu` grande al mondo… il mare l`oceano poco ci manca che andiamo al mare e usciamo fosforescenti!!

    Proposito per i coetanei sardi… ma secondo voi soru che ha fatto? oltre a recuperare la monnezza da napule, nelle care miniere dell`iglesiente attualmente risiedono scorrie nucleari, peccato che il mare raggiunge tutti i tunnel e la spazzatura presto dara i suoi risultati… incremento di tumori e malfarmazioni!!!

    Evvai…
    qui c`e` poco da fare noi italiani siamo senza coglioni… se li avessimo non staremo qua a parlare staremo ad agire, prendete esempio dai Francesi che se qualcosa non va ti fanno la rivoluzione (so stupidi pure perche` distruggono le citta con il loro servizzi che loro stessi pagano) per le cose funzionano meglio… e il Giappone? in tutto questo calvario sono solidali tra loro, lavorano e si aiutano tra di loro… hanno versato e verseranno ancora lacrime ma muovono il culo!!!

    L`Italiano fa cio` che gli fa comodo, e se ha il torna conto, infatti ha il governo che si merita, che sia dex o sin sono tutti un branco di approffittatori!!

    Ci vogliamo muovere? vogliamo prendere l`iniziativa o cosa?!?!?

    Io la mia scelta la feci 6 anni fa! Vivo in Inghilterra dove certe cose non esistono, pero` sono pronto a tornare in italia se la gente comincia ad unirsi ed essere solidale e non pensi sempre con la mentalita di metterla nel culo al prox!

    Cabiara mai? mah… ho i miei dubbi c`e` una base storica… quando germania era la + forte l`italia stava con loro quando poi` sono arrivati gli americani ups ma si cambiamo sponda!!

    Senza offesa per nessuno con il cuore in mano e con le lacrime al cuore vi lascio sperando che i vostri commenti commincino ad essere organizzativi per muovervi e fare qualcosa….

    ciao
    Mickaël

    [img]http://www.dejudicibus.it/blog/images/centralinucleari.jpg[/img]

  62. Marcello Marani marzo 16, 2011 a 8:43 pm #

    Anche se la verità fa male non possiamo prenderci in giro, e come diceva mi sembra Longanesi, è classico di noi italiani correre in soccorso ai vincitori,
    Ed a questo aforisma andrebbero aggiunti quello di Bismark che al principe Vittorio Emanuele diventato poi il Re “Sciaboletta”, in visita a Berlino disse: “Voi Italiani siete io popolo dei 3 Esse: con San Martino vi siete presi la Lombardia; con Sadowa vi siete presi il Veneto; con Sedan vi siete presi Roma; ma non avete concorso a fare neppure una esse.
    Ed in conclusione anche l’addetto militare tedesco presso l’ambasciata a Roma, prima del Giugno del 1940, a chi gli chiedeva se e con chi riteneva che l’Italia fosse o no entrata in guerra, rispose che non aveva importanza a fianco a chi avesse iniziato la guerra ma a fianco di chi l’avrebbe finita.

    Per venire poi al rischio del nucleare mi torna alla memoria il film “L’ultima spiaggia”, tra l’altro visto in condizione particolare durante una licenza dal servizio militare di leva proprio in Marina in cui si descriveva un mondo morto a causa della guerra atomica, in cui sopravvivevano solo delle persone in una parte Australia, ma anche loro destinate ad una lunga agonia a causa delle radiazioni, senza più nessuna speranza di salvezza.
    Forse sarebbe il caso di riproiettarlo, per vedere l’effetto che farebbe oggi

    • Carbons.it marzo 17, 2011 a 1:25 pm #

      mi sembra la lista delle riserve naturali italiane…. mmm…. secondo me non è corretta e non è nemmeno una bozza… è una bufala….

  63. marisadibartolo marzo 17, 2011 a 8:30 pm #

    Non sono sicura di aver capito.I luoghi di quell’ elenco sarebbero già aree scelte per costruirvi le centrali nucleari? ma siamo impazziti?la cancelliera tedesca chiude le sue, la svizzera ha già cancellato i progetti per il nucleare, noi invece ritiriamo i finanziamenti per il fotovoltaico e investiamo milioni di euro in mostruose bombe termonucleari? ho letto questa frase, temo sul Messaggero:”Le emozioni faran sì che gli italiani rinuncino al rinascimento nucleare”. Che significa? forse che dovremmo reggere imperterriti le notizie dal Sol Levante, e costruire le nostre centrali, evidentemente da interpretarsi come la porta di un meraviglioso futuro!

  64. lucia marzo 18, 2011 a 8:16 am #

    abbiamo gia deciso nel referundum votato diversi anni fa, il nucleare NON LO VOGLIAMO, NOI SARDI DOVREMMO FARCI SENTIRE, FAR CAPIRE CHE NON POSSONO FARE TUTTO QUELLO CHE VOGLIONO.UNIAMOCI SERIAMENTE…….

    • Marcello Marani marzo 18, 2011 a 8:56 am #

      Che ne dite dello slogan: “Meglio vivere al buio al lume di canderle che avere l’energia persino gratis per i lumini dei cimiteri!”

      • marisadibartolo marzo 19, 2011 a 5:38 pm #

        sì, ci sto.
        Conosco uno, laureato in fisica, che vive a Yokohama dove per sua fortuna non è successo niente.Questo furbone (che tra l’altro se ne è subito scappato in Marocco lasciando la moglie giapu con la madre a Yokohama)da lì blatera che l’energia elettrica “normale” inquina, e che quella delle centrali nucleari è “pulita” ed economica. Pensavo lo dicesse con sarcasmo invece diceva sul serio! (Ha ragione, tanto poi bastano 20 o trentamila anni per smaltirne le scorie.)
        Può darsi che sia impazzito guardando le onde alte tredici metri, oppure quelli che tengono al nucleare sono fatti così, ciechi ed arroganti, che si sentono fighi perché masticano qualcosa di fisica. Ma mica sono Rubbia (che tra l’altro è a pro delle rinnovabili). Scusate lo sfogo.

  65. Alessio in Asia marzo 18, 2011 a 2:20 pm #

    In Puglia Vendola ha detto che “ci vorranno i carrarmati” per imporre la costruzione delle centrali.

  66. angelo marzo 18, 2011 a 3:18 pm #

    ho ospitato per vari anni una bambina che vivevava nella zona di minsk (biellorussia ) colpiti dalle radiazzioni di cernobyl ,il mio e un modesto parere ma avendo vissuto la situazzione inderettamente ,e avendo visitato quei luoghi dopo 10 anni dal disatro e parlato con la gente che ne subiva ancora le conseguenze ,dico che e un rishio troppo grande per i benefici prodotti .no al nucleare esistono altre risorse , forza classe dirigente datti da fare e non pensate solo al profitto immediato

  67. notizie marzo 18, 2011 a 8:25 pm #

    “Ferrara” e provincia hanno ben altri problemi…

    http://notiziedelfuturo.blogspot.com/2011/03/ferrara-vuole-cambiare-nome.html

  68. C&M marzo 21, 2011 a 9:23 pm #

    Grazie per aver pubblicato questa lista, pensare che la Prestigiacomo ha dichiarato a Radio Anch’io che non esiste una lista ufficiale… sono rimasta di stucco appena ho letto questa lista!
    Ho utilizzato quest’articolo come fonte nel mio post dedicato all’energia nucleare in Italia, ai danni sulla salute, ed al referendum
    http://comunicazionemultimedia.wordpress.com/2011/03/21/centrali-di-energia-nucleare-in-italia-riflessioni-in-vista-del-referendum/

  69. Fabrizio marzo 24, 2011 a 12:14 pm #

    ma secondo voi a me starebbe bene affianco a casa?! ma io li manderei in Giappone a questi quà. E’ già troppo che ho l’uranio impoverito che arriva da Quirra (CA).

  70. 99 POSSE marzo 24, 2011 a 12:32 pm #

    la lista chE il governo non ha però è quella di tutti gli italiani che lotteranno con le unghie,con i denti e con le MOLOTOW (SE NECESSARIO) CONTRO IL NUCLEARE!! E QUINDI SE LORO DI GIORNO SI PREPARERANO A COSTRUIRE LE CENTRALI NOI CI PREPAREREMO A DISTRUGGERLE DI NOTTE!!e questa caro cialtrone non è una minaccia,ma una realtà!!!

  71. LUIGI marzo 31, 2011 a 10:02 am #

    ABBIAMO DETTO NO…NON DISTRUGGIAMO L’ITALIA CON IL NUCLEARE VIVA L’ENERGIA ALTERNATIVA LA GERMANIA L’INGHILTERRA E LA FRANCIA VICINO AI SITI NUCLEARI HANNO CIBI E TERRENI CONTAMINATI DALLE RADIAZIONI PENSIAMO A UN FUTURO MIGLIORE.
    MANDIAMO A CASA QUESTI VECCHI !!

    • Gabriele aprile 12, 2011 a 5:57 pm #

      Le centrali nucleari in Italia sarebbero solo un colossale spreco di denaro, oltre 30 miliardi di euro, continuano a propinarci il fatto che l’energia costerà meno, colossale balla anche questa perchè per ammortizzare il costo necessario per costruirle ci vorranno almeno 30 anni.Inoltre a ciò si devono aggiungere i costi per l’arriccchimento dell’uranio, perchè per chi non lo sapesse non lo si può utilizzare per come lo si estrae, in Italia non vi sono siti per l’arricchimento, quindi toccherà farselo arricchire dai russi o dai francesi. Una volta esaurito il combustibile in forma di barre alte circa 3 metri, vanno rinchiuse in contenitori stagni rivestiti esternamente di cemento,successivamente vengono poi depositati in dei luoghi adatti, vi ricordo che i contenitori vanno sostituiti dopo pochi decenni perchè tendono a perdere la loro tenuta stagna. Non basta, non so quanti lo sanno ma oltre alle scorie vanno smaltiti in maniera adeguata anche i pezzi di ricambio delle centrali, le tute che utilizzano i tecnici durante il loro lavoro di controllo e manutenzione, i guanti, le maschere, a questo si va ad aggiungere anche l’acqua di raffreddamento, detta acqua pesante perchè contaminata da radizioni. Inoltre si pone il problema di come indicare che in un determinato luogo vi sono stoccate scorie radioattive, tra 1000 anni chi ci sarà (sperando che qualcuno ci sia ancora) come farà a sapere del pericolo presente in quel luogo?? le lingue col tempo si evolvono, i simboli anche….non è una cosa facile. A tutto ciò si va ad aggiungere il fatto che le riserve di uranio sono sufficienti per altri 4 decenni, considerando che per costruirne una ci volgiono dieci anni, quando da noi saranno terminate, le riserve basteranno solo per altri 3 decenni, ma visti i tempi biblici italiani dubito che si possano costruire entro 10 anni. L’Italia è un paese quasi interamente sismico, a rischio idrogeologico, inoltre bisogna tener conto di attentati terroristici, un folle potrebbe schiantarvisi sopra con un 747!!!!Le centrali nucleari sono collaudate per resistere solo ad impatti con aerei di piccola-media stazza. In Italia inoltre come sappiamo non siamo abituati al rigore e alla precisione, quindi vi sarà poca trsparenza negli appalti, come nella manutenzione, come nello smaltimento dei rifiuti che ha costi esorbitanti, con rischio di infiltrazioni mafiose, in più molte regioni Itliane si sono espresse con parere sfavorevole, tra queste anche regioni governate dal centro destra, il che farebbe perdere consensi, poi bisognerà fare i conti con eventuali rivolte popolari, che di sicuro non mancheranno. Quindi alla luce di tutto ciò il nucleare farà bene solo alle lobby dell’energia e ai loro “amici”, inoltre tendo a sottolineare che il signor Testa tanto favorevole oggi al nucleare anni fa era tra i primi ad essere contrario, questo fatto dovrebbe far riflettere,anche lo stesso Veronesi mi pare ormai in preda a demenza senile, contrario a mangiare troppa carne perchè cancerogena, però favorevole al nucleare!!!!, inoltre vorrei ricordare che i tempi di decadimento delle radiazioni sono di migliaia di anni anche 25 mila, ed ogni cosa prodotta su un territorio contaminato sarà contaminata, dall’acqua al cibo alle auto. Mi auguro che quanto detto possa servire ad avervi convinto, potrei dilungarmki anche sul funzionamento delle centrali, e su i sistemi di sicurezza che utilizzano, ma non è la giusta sede per commenti tecnici. Per concludere votate SI al referendum sul nucleare!!!!!!!!!!!!! per noi per i nostri figli e per coloro che verranno.

  72. Mison rotto aprile 17, 2011 a 1:40 pm #

    Il fatto che altri paesi a noi vicini abbiano centrali nucleari non vuol dire che averle o non averle anche noi è la stessa. cosa:
    L’ intensità delle radiazioni si riduce con il quadrato della distanza
    la concentrazione degli isotopi di una nube si riduce con il quadrato della distanza
    Questo significa che essere a 10km o a 100km è molto, molto diverso
    In caso di centtali perfettamente funzionanti,
    la percentuale di tumori in particolare di leucemie e linfomi aumenta progressivamente
    quanto più ci avviciniamo alla centrale
    Il danno. nucleare all ambiente ed alla salute è irreparabile!!
    Inoltre il nucleare è antieconomico
    Se infatti sommiamo al costo de Kwatt /ora del nucleare anche il costo della dismissione delle scorie ( affibbiato allo stato ), tale costo lievita notevolmente

  73. patrizia maggio 27, 2011 a 12:15 pm #

    rispondo con le parole di elio e le storie tese

  74. enrico giugno 4, 2011 a 11:07 am #

    Fare centrali nucleari nella zona del riminese (notariamente zona sismica) è da irresponsabili (vedi disastro in Giappone).
    Inoltre costruendo delle centrali nucleari nella zona della riviera romagnola si metterebbe in ginocchio l’economia locale basata essenzialmente di turismo.
    Mi pare una “punizione” per una zona d’Italia notoriamente portata al voto ROSSO.
    Spero che il 12-13 Giugno vinca il SI con affluenza alle urne maggiore del 50%+1 in modo da scongiurare la fine del nostro BEL PAESE.
    Ricordiamoci che siamo in difficoltà con la raccolta della spazzatura. Cosa potrebbe accadere con delle vere e proprie bombe come le centrali nucleari senza parlare poi del problema delle scorie.
    Ma quale Italia vogliamo lasciare ai nostri figli ed ai figli dei nostri figli?
    Per favore ponetevi questa domanda se siete indecisi su cosa votare o se andare o meno alle urne.
    Saluti a tutti.

  75. Matteo Vitiello giugno 8, 2011 a 5:53 pm #

    Vi propongo la lettura di questo articolo: “Votate Sì, parola di oncologo” http://wp.me/p19KhY-yD

  76. Rodolfo giugno 8, 2011 a 9:20 pm #

    Ho ospitato per diversi anni (due mesi l’anno) un bambino di Cernicov paese a 80 Km da Cernobyl. Con mia moglie siamo andati a trovarlo in Ucraina un anno fa e ci ha fatto girare; descrivere quello che abbiamo visto e saputo è impossibile a parole. ANDATE ANZI ANDIAMO A VOTARE SIIIIIII AL REFERENDUM SUL NUCLEARE perchè i nostri figli, nipoti e pronipoti possano avre un futuro più sicuro. Quel bambino ora e sposato ma ha paura a mettere al mondo dei figli. VOTIAMO COMPATTI SI.SI.SI.SI.SI.SI. Il nucleare se lo mettesse in casa chi è a favore.

  77. Rodolfo giugno 8, 2011 a 9:27 pm #

    Ho ospitato per diversi anni (due mesi l’anno) un bambino di Cernicov paese a 80 Km da Cernobyl. Con mia moglie siamo andati a trovarlo in Ucraina un anno fa e ci ha fatto girare; descrivere quello che abbiamo visto e saputo è impossibile a parole. ANDATE ANZI ANDIAMO A VOTARE SIIIIIII AL REFERENDUM SUL NUCLEARE perchè i nostri figli, nipoti e pronipoti possano avre un futuro più sicuro. Quel bambino ora e sposato ma ha paura a mettere al mondo dei figli. VOTIAMO COMPATTI SI.SI.SI.SI.SI.SI. Il nucleare se lo mettesse in casa chi è a favore. Perchè non pensiamo a risparmiare energia spegnendo milioni di lampadine inutili?

  78. Athos giugno 9, 2011 a 1:42 pm #

    Ho letto con piacere, a volte con divertimento, altre con malizia i post presenti su questo argomento, ma signore e signori forse è il caso di chiarire meglio un paio di cose.
    1. Quando quasi trent’anni fa ci hanno incantato (io sono uno di quelli che c’é cascato) con tante belle parole sulla inopportunità di impiantare centrali nucleari in Italia, in realtà molto probabilmente stavano già prendendo accordi (o li avevano già presi) con chi ci poteva fornire energia dalle stesse fonti (vedi la Francia!). Tanto per essere chiari, se avvenisse un incidente ad una centrale nucleare francese noi saremmo belli e fregati come se ce l’avessimo dentro casa, quindi… Ma questo era allora, il nucleare allora, non oggi!, avrebbe rappresentato una valida fonte di energia a basso costo alternativa al petrolio. (Anche se sul basso costo avrei qualche grosso dubbio, dal momento che in Italia i nostri baldi politici trovano sempre il modo di silurarci).
    2. Oggi le cose sono un tantino cambiate. La tecnologia ci permette di avere vere fonti alternative ad impatto ambientale zero (beh, quasi, eolico e fotovoltatico tocca pur impiantarli da qualche parte). Queste fonti garantiscono costi quasi sicuramente (ma non sono un esperto) più alti in fase di impianto, ma garantiscono anche produzione a costi bassissimi, manutenzione meno gravosa (e meno rischiosa!!!) e da ultimo ma di sicuro non meno importante NESSUN RISCHIO per l’incolumità delle persone. Quegli imbecilli di politici che affermano il contrario di ciò hanno un solo, preciso scopo, il solito: SPECULARE per GUADAGNARE ILLECITAMENTE quanto più è possibile, finché dura. Non solo il cavaliere Bunga-Bunga, ma TUTTI da destra a sinistra, sono abominevoli attori di quella farsa che è diventata la politica italiana. TUTTI!
    Cosa possiamo fare? Intanto rispondere SI a tutti i quesiti referendari (e ve lo dice uno che aveva il cuore a destra figuriamoci!), poi disertare le elezioni politiche, tanto fra brogli e accordi fanno un po’ per uno alla faccia nostra, ed infine, ma questo è più difficile, dovremmofarecome i francesi: quando qualcosa non ci garba tutti in piazza, con un unico colore, quello della nostra Patria, quella Patria che LORO hanno sporcato, deluso e tradito!.

  79. paola giugno 10, 2011 a 7:19 pm #

    DOMENICA ANDIAMO A VOTARE BATTIAMO IL QUORUM LA VITA è LA COSA PIU BELLA CHE POSSA ESSERCI!AMIAMO INOSTRI FIGLI E ALLORA?TUTTI A VOTARE PER FARSI CHE NON COSTRUISCANO QUESTE BOTTI DI MORTE ,ALTRO CHE FONTI ENERGETICHE!GUARDATE COSA è SUCCESSO A CERNOBIL E IN GIAPPONE!NOI VOGLIAMO VIVERE !VOTIAMO TUTTI, UN BEL SEGNO SULLA SCHEDASIIIIIIIIIIIIIII

  80. Matteo Vitiello giugno 11, 2011 a 11:16 am #

    Tre articoli da leggere per farsi chiarezza sul perché e cosa votare al referendum del 12 e 13 Giugno:
    http://wp.me/p19KhY-yD
    http://wp.me/p19KhY-kF
    http://wp.me/p19KhY-qm

  81. Matteo Vitiello giugno 12, 2011 a 10:52 pm #

    Per favore, andate a votare per il Sì, fatelo per il vostro bene
    http://wp.me/p19KhY-yD
    http://wp.me/p19KhY-kF
    http://wp.me/p19KhY-qm

  82. Matteo Vitiello giugno 12, 2011 a 10:52 pm #

    Per favore, andate a votare per il Sì, fatelo per il vostro bene

  83. Matteo Vitiello giugno 13, 2011 a 11:06 am #

    Solo se il Quorum e la vittoria del Sì saranno raggiunti, l’Italia potrà sperare di evolvere, altrimenti vincerà Berlusconi e chi la pensa come lui, ovvero gente che non capisce nulla e pensa solo al denaro, agli investimenti sporchi a danno della salute, dell’ambiente e del futuro del nostro Paese
    http://wp.me/p19KhY-yD

Trackbacks/Pingbacks

  1. terremoto in giappone.. - Pagina 15 - BaroneRosso.it - Forum Modellismo - marzo 14, 2011

    […] […]

  2. Top Posts — WordPress.com - marzo 15, 2011

    […] Ecco la lista (segreta) del governo dei 45 siti nucleari in Italia I parlamentari del Pd pubblicano una lista dei siti in cui potranno sorgere le centrali nucleari, nonché quello dei […] […]

  3. Ecco la lista (segreta) del governo dei 45 siti nucleari in Italia. « Wwf Padova Onlus - marzo 15, 2011

    […] Fonte: https://violapost.wordpress.com/2011/03/14/ecco-la-lista-segreta-del-governo-dei-45-siti-nucleari-in-… […]

  4. NoN SONO UNA GRAN COSA,PERO'SONO TUTTO QUELLO CHE POSSO ESSERE! - Pagina 16 - I Forum di Investireoggi - marzo 15, 2011

    […] […]

  5. Nucleare: i siti segreti del Governo | Procanews's Blog - marzo 15, 2011

    […] ci sia poco da aggiungere; nel caso in cui l’elenco fosse vero, non rimarrebbe che fare i conti con i numeri: 11 siti al nord, 14 al centro, 20 al sud. […]

  6. Ecco la lista (segreta) del governo dei 45 siti nucleari in Italia (via Il Post Viola) « Italia Svegliati - marzo 15, 2011

    […] Ecco la lista (segreta) del governo dei 45 siti nucleari in Italia (via Il Post Viola) Posted: 15 marzo 2011 by Marco in Senza categoria 0 I parlamentari del Pd pubblicano una lista dei siti in cui potranno sorgere le centrali nucleari, nonché quello dei possibili siti del deposito nazionale delle scorie radioattive: sono belli e pronti, anche se il governo non li rende noti e coinciderebbero con quelli individuati dal Cnen nel 1979.  A tal proposito Realacci (Pd) ricorda di aver presentato un’interrogazione il 12 gennaio del 2010, in cui il governo non negò la validità della mappa. … Read More […]

  7. Lista dei 45 luoghi in cui il governo pensa di fare le centrali in Italia « Singerella's Blog - marzo 15, 2011

    […] Per leggere la lista (pubblicata dai parlamentari del PD) vai a questo blog […]

  8. Nucleare in Italia « Thoughts - marzo 15, 2011

    […] Aggiornamento: https://violapost.wordpress.com/2011/03/14/ecco-la-lista-segreta-del-governo-dei-45-siti-nucleari-in-… […]

  9. rererendum sul nucleare ( e l’ acqua come bene comune) « Palazzago: il bene in comune - marzo 16, 2011

    […] https://violapost.wordpress.com/2011/03/14/ecco-la-lista-segreta-del-governo-dei-45-siti-nucleari-in-… […]

  10. Ecco la lista (segreta) del governo dei 45 siti nucleari in Italia | ♥ ♥ ♥ ஜ Rosa ஜ ♥ ♥ ♥ - marzo 16, 2011

    […] https://violapost.wordpress.com/2011/03/14/ecco-la-lista-segreta-del-governo-dei-45-siti-nucleari-in-… […]

  11. siti nucleari italia by violapost « Il Blog di Matteo Baudone - marzo 16, 2011

    […]  https://violapost.wordpress.com/2011/03/14/ecco-la-lista-segreta-del-governo-dei-45-siti-nucleari-in-… […]

  12. Per saperne di più sul nucleare e sul Giappone | piumedifarfalla2 - marzo 16, 2011

    […] I siti per le centrali nucleari in Italia Questo articolo è stato pubblicato in Ambiente, Ecologia, economia, Terra! ed etichettato con ambiente, attività, centrali nucleari, denaro, futuro, Giappone, nucleare, politici, tragedia. Includi tra i preferiti il permalink. ← Tutto sembra relativo LikeBe the first to like this post. […]

  13. Quattro o cinque centesimi | Davide Tomasello - marzo 21, 2011

    […] primi – che non ferisco. Sono una mente razionale, per cui, tra lo spauracchio delle centrali sotto casa e la concretezza di quelle a portata di vento, temo più […]

  14. Centrali di energia nucleare in Italia – riflessioni in vista del Referendum « Comunicazione & Multimedia - marzo 21, 2011

    […] sul blog Il Post viola è stata pubblicata la lista dei possibili siti italiani in cui potrebbero essere costruiti impianti nucleari – nonostante la Prestigiacomo abbia […]

  15. Il nucleare e gli incapaci di casa nostra. « L'Irritabile - aprile 2, 2011

    […] più lungimiranti di noi (ad es. la Germania) stanno mettendo in opera. Da noi invece no. Si vuole riempire la penisola di reattori nucleari e siti di stoccaggio delle scorie, potenzialmente distruttivi per l’ambiente, costosi nella costruzione, nella manutenzione, […]

  16. Zona sismica? Niente centrali nucleari | Nucleare in Italia? - aprile 6, 2011

    […] della struttura del territorio, visto l’alto rischio sismico esistente (vedi Galileo). Ma una lista dei possibili siti per l’edificazione di centrali nucleari in Italia esiste già. La mappatura, […]

  17. Galileo – Giornale di Scienza | Zona sismica? Niente centrali nucleari « Nicocara's Blog - aprile 6, 2011

    […] della struttura del territorio, visto l’alto rischio sismico esistente (vedi Galileo). Ma una lista dei possibili siti per l’edificazione di centrali nucleari in Italia esiste già. La mappatura, […]

  18. Ecco la lista (segreta) del governo dei 45 siti nucleari in Italia « ilgrandetsunami - giugno 6, 2011

    […] dal blog ufficiale  del popolo viola […]

  19. 5 Stelle e i morti viventi della politica | Giovanni Scardovi | Il Fatto Quotidiano - giugno 8, 2011

    […] gli uffici non sono neppure in grado di organizzare i conti delle bollette. Circa il nucleare, e uno dei siti possibili a Ravenna, occorre dire che la scelta non ammette errori: il disastro può avvenire da incapacità tecniche, […]

  20. 5 Stelle e i morti viventi della politica | Hellò Magazine - giugno 8, 2011

    […] il nucleare, e uno dei siti possibili a Ravenna, occorre dire che la scelta non ammette errori: il disastro può avvenire da incapacità tecniche, […]

  21. 5 Stelle e i morti viventi della politica | informalibera - giugno 8, 2011

    […] […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: