Nube radioattiva di Fukushima giovedì raggiungerà l’Italia

22 Mar

La fonte è Meteo-France (che è un ente pubblico): sul sito dell’Istituto francese è consultabile il modello di previsione secondo cui mercoledì 23 marzo la nube radioattiva coprirà la Francia, il giorno successivo sarà la volta dell’Italia. Ecco il sito:

http://www.irsn.fr/FR/popup/Pages/irsn-meteo-france_19mars.aspx

La concentrazione attesa sulla base di questo modello dovrebbe essere dell’ordine di 0,001 Bq / m 3 in Francia e sul resto dell’emisfero settentrionale. L’Ispra conferma: anche in Italia aumenterà la radioattività, ma in dosi minime.

Previsioni di meteo-France

SEGUI IL NOSTRO TWITTER


124 Risposte to “Nube radioattiva di Fukushima giovedì raggiungerà l’Italia”

  1. Gabriele marzo 22, 2011 a 1:16 pm #

    Fatevi furbi voi e la Francia che sarebbe meglio

    • Tiziana zalla marzo 22, 2011 a 9:18 pm #

      La fonte è Meteo-France? Allora si che sono tranquilla!

  2. Sabina marzo 22, 2011 a 1:17 pm #

    Veramente questa notizia l’ho appena letta anche su Repubblica.it…

  3. pino marzo 22, 2011 a 1:18 pm #

    Non mi è chiaro quali sarebbero gli effetti di questo evento.
    Qualcuno può illuminarmi?
    (astenersi scienziati improvvisati, grazie)

    • Nofer marzo 22, 2011 a 3:00 pm #

      Il link dell’INRS dice che si tratterà di 0,001 bequerel (Bq) dovuto al solo Cesio 137, a quota compresa tra 0 e 500 metri s.l.m..
      Insomma, stiamo parlando di 1 mBq(1 millibequerel) quando è ammesso e ritenuto anzi normale e più che tranquillizzante che in una casa ci siano 200.000 mBq, ovvero 200 Bq emessi dal radon.
      Che arrivasse qualcosa non c’erano dubbi, ma è scandaloso che si terrorizzi a vuoto la gente in questa maniera. Comunque, dal punto di vista tecnico non serve a niente dire “0,001 Bq di Cs137”, serve sapere di quanti mSv (millisievert) aumenterà la mostra esposizione, perchè i mSv sono quelli che “agiscono”, i Bq sono solo la misura convenzionale dell'”energia” convenzionale emessa da un radionuclide specifico. Io non sono nè un esperto qualificato nè un medico autorizzato, e quindi non so a quanti mSv corrisponde 0,001 Bq di cesio137, ma certo non molti di più del nostro fondo naturale.
      Dunque, calmatevi e non vi fate prendere per i fondelli.

      P.S. per inciso: io faccio parte di quelli che già nel 1986 erano contrari alle centrali nucleari, e lo sarò sempre fosse solo perchè mia figlia a 20 anni è stata operata di un tumore tiroideo come conseguenza (forse…) di chernobyl.

      • roberto marzo 22, 2011 a 4:19 pm #

        Meno male che c’è qualcuno che riesce a non farsi prendere dall’isteria. Grazie

        Sono andato a Tokyo dal 16 al 21 marzo a fare rilievi sulla radioattività presente in aria e è stato scandaloso la controinformazione che è stata fatta in Italia. C’è stata una strumentalizzazione dell’informazione a danno dei Giapponesi.

      • Marco marzo 29, 2011 a 5:06 pm #

        unità di misura
        Le unità di misura adottate per la misurazione delle quantità delle radiazioni emesse ed assorbite, sono diversificate in numero tale da ingenerare una certa confusione. Per questa ragione, è bene riassumerle in modo che si possano più agevolmente interpretare, nella realtà industriale, i dati forniti dai centri specializzati in radiosterilizzazione.
        • curie (Ci): quantità di materiale radioattivo che produce 3.70•10 10 decadimenti al secondo ;
        • bequerel (Bq): (SI, Sistema Internazionale di misura) quantità di materiale radioattivo che produce 1 decadimento al secondo;
        (1 Ci = 3.7•1010 Bq)
        • rad: acronimo di Radiation Absorbed Dose, è definito come quella quantità di radiazione che assorbita da 1 grammo di materiale biologico vi dissipa (per effetto del riscaldamento) 100 erg di energia (1 erg = 10-7 J);
        • roentgen (R): è definito come quella quantità di energia che assorbita da 1 grammo di materiale biologico vi dissipa 83 erg di energia (1 roentgen = 0,83 rad). La misura in roentgen è riferita solo a raggi X e gamma;
        • gray (Gy): (SI) è definito come quella quantità di radiazione che assorbita da 1 grammo di materiale biologico, vi dissipa 10.000 erg di energia (1 gray = 100 rad).
        • sievert (Sv): è la dose assorbita che ha la stessa efficacia biologica di quella prodotta da una quantità di raggi X che depositano 1J in 1 kg di sostanza irradiata. (1 Sv = 100 rem).
        Il curie ed il bequerel, sono unità fisiche e non forniscono alcuna indicazione circa gli effetti biologici dovuti all’esposizione di una sorgente radioattiva.
        Al contrario, le unità di misura della radioattività espressa in rad, roentgen e gray, forniscono indicazioni circa gli effetti biologici dovuti all’esposizione di una sorgente radioattiva. In particolare, uguali dosi (in rad) di differenti tipi di radiazioni hanno effetti biologici differenti.
        effetti delle radiazioni

        un fotogramma che testimonia il dramma dell’era atomica: soldati americani esposti ad un’esplosione atomica per valutarne la loro capacità di intervento in zona di guerra.
        Durante i primi studi sulla radioattività, si pensava che gli effetti biologici delle radiazioni ionizzanti fossero direttamente proporzionali all’energia globale che le stesse radiazioni depositavano. Nacque così il concetto di dose di radiazioni depositata nell’aria dai raggi X, la cui unità di misura è il roentgen. Successivamente, con la scoperta di elettroni, neutroni, protoni e altri tipi di radiazioni, ci si accorse che il Roentgen non andava più bene. Venne introdotto allora il rad = quantità di energia assorbita per unità di massa. Purtroppo anche il rad non esprime una quantità direttamente legata agli effetti biologici in quanto un rad depositato sui vari organi del corpo produce effetti biologici quantitativamente e qualitativamente diversi.
        L’efficacia biologica relativa (RBE = Relative Biological Effectiveness) di un particolare tipo di radiazione è il rapporto tra la dose (in rad) di raggi X o raggi gamma e la dose in rad della radiazione che produce lo stesso effetto biologico.
        RADIAZIONE RBE
        raggi gamma, raggi X, raggi beta 1.0
        neutroni e protoni veloci 10
        neutroni lenti 4 – 5
        particelle alfa 10 – 20
        Tab I – valori di RBE
        Dalla Tab. I, che riporta i valori RBE per le varie radiazioni, si vede che i raggi  hanno la stessa efficacia biologica dei raggi  ed X, ma che le particelle  sono da 10 a 20 volte più efficaci. Inoltre, come mostra l’illustrazione a fianco, le varie radiazioni differiscono per la capacità di penetrazione: i raggi alfa sono i meno penetranti ed i neutroni (derivanti da processi al decadimento radioattivo) i più penetranti.
        Le particelle  e  possono essere pensate rispettivamente come palle di cannone e proiettili di fucile. Tuttavia, questa immagine intuitiva deve essere trattata con attenzione in quanto se pensiamo ad una cannonata sparata contro un muro, è ovvio che il danno è maggiore dei quello derivante da un colpo di fucile. Così, il paragone fra particelle  e  sembra paradossalmente sbagliato. Però, se il muro fosse collocato in un bosco abbastanza fitto, la cannonata abbatterebbe un certo numero di alberi ma difficilmente raggiungerebbe il muro; invece, il colpo di fucile avrebbe una maggior probabilità di colpire il bersaglio in quanto, essendo molto piccolo, potrebbe non essere arrestato da un albero.
        Nel caso delle particelle  e  la situazione è analoga: le grandi particelle  vengono frenate dalle molecole che compongono l’aria che ci circonda, la ionizzano ma difficilmente fanno danni elevati. Le particelle  , al contrario, essendo più piccole, non vengono frenate dall’aria (o comunque in misura minore) e riescono a raggiungere il bersaglio, dove però fanno meno danno. I raggi  ancóra più piccoli, fanno danni elevati e così anche i neutroni, di dimensioni comprese fra le particelle  e , ma con una notevole energia.
        I valori di RBE, permettono di definire il rem, cioè un indicatore direttamente correlabile al danno biologico.
        rem: rappresenta l’unità biologica di dose (rem = Rad Equivalent Man), ed è definita dalla relazione:
        rem = rad • RBE
        Questa conversione è importante per poter confrontare, a parità di quantità di radiazione assorbita, l’effetto dell’irradiazione su vari materiali biologici (v. Tab. II).
        esempio: dalla tabella I, si ricava che una dose di 10 rad di particelle alfa vale da 100 a 200 rem. Pertanto, una dose sull’intero corpo di 50 rad di particelle alfa sarebbe equivalente a 500 rad di raggi X. Ricordiamo che la dose max ammissibile, riferita ai raggi X, è 5 rad/anno.
        Gli effetti biologici delle radiazioni hanno due caratteristiche fondamentali che è importante tenere presenti: la prima è che sono sufficienti piccolissime quantità di energia per provocare notevoli danni biologici; la seconda, è il lungo intervallo di tempo che può trascorrere tra l’assorbimento della radiazione e la comparsa dei suoi effetti.
        Una dose di 800 rad, quasi certamente uccide un uomo entro 3 settimane. D’altra parte, l’energia totale trasportata da queste dosi è 600 J (all’incirca l’energia spesa per portare un peso di 10 kg lungo tre rampe di scale), alla quale corrisponde un aumento della temperatura corporea stimabile intorno a 0.002 oC. Questi dati portano a concludere che il danno da radiazioni non è collegato all’energia ad esse associate, bensì all’azione ionizzante, che è in grado di produrre alterazioni strutturali e funzionali rapidamente propagatisi in seno alla materia vivente.
        REM EFFETTI
        una comune radiografia corrisponde a circa 0,1 rem
        0-25 nessun effetto osservabile
        25-100 piccole modificazioni nel sangue
        100-200 moderate modificazioni nel sangue; vomito nel 5-50% dei casi entro tre ore; completa guarigione in poche settimane (eccetto per i tessuti omeopoietici)
        200-600 gravi modificazioni del sangue; vomito nel 50-100% dei casi; emorragie e infezioni; morte nell’80% dei casi entro 2 mesi
        600-1000 gravi modificazioni del sangue; vomito entro 1 ora; perdita dell’udito; emorragia e infezioni; morte nell’80-100% dei casi entro 2 mesi
        Tab II – correlazione tra REM ed effetti biologici
        La dose letale 50 %, LD50 , è la misura della dose necessaria per uccidere il 50 % della popolazione. Per le radiazioni che investono il corpo umano il valore dell’ LD50 varia da 250 rem a 450 rem. Per dosi di circa 50 rem la probabilità di morte istantanea è molto bassa, tuttavia si possono avere conseguenze nel tempo (leucemie, cancro, ecc..).

    • giulio marzo 22, 2011 a 4:55 pm #

      ….ti illuminera’ direttamente la radiazione e te ne accorgerai quando al buio ti potranno vedere tutti…..

  4. soulsunny marzo 22, 2011 a 1:21 pm #

    basta fare terrorismo mediatico, vi domandate perchè tutto queste news apocalittiche vengono dalla francia… per intenderci chernobyl ha avuto un impatto di 280.000.000.000.000.000 Bq, qui stiamo parlando di 0,001 Bq….

    • sabrina marzo 22, 2011 a 1:29 pm #

      e a chernobyl cè chi dice che è tutto ok….meglio l allarmismo…anzi che far credere che il nucleare è buono

      • soulsunny marzo 22, 2011 a 1:35 pm #

        Ma chi parla di nuclearebuono,
        si tratta di fare informazionie chiara e non propaganda pro o contro il nucleare

    • lorenzo brosadola marzo 22, 2011 a 2:35 pm #

      faccio umilmente presente che la dose indicata di bq era all’interno della centrale e nelle immediate vicinanze…e un aumento anche poco significativo della radioattività quasi agli antipodi della catastrofe dovrebbe far riflettere, invece, di quali disastri puo causare il nucleare….e come riguardi il mondo intero

    • Ottavio marzo 22, 2011 a 2:47 pm #

      0,004 mBq/m3 su Parigi, dice lo studio ufficiale. Sono molti di più comunque, ma cerchiamo di non fare gli anti-catastrofisti

      http://www.davistownmuseum.org/cbm/Rad7b.html#Canada

    • Nofer marzo 22, 2011 a 3:01 pm #

      ecco, appunto.

    • roberto marzo 22, 2011 a 4:24 pm #

      …Forse perchè la Francia ha interesse ad affossare l’indutria nucleare Giapponese?
      Forse perchè la Francia produce centrali?
      Alla faccia dell’onesta intellettuale e degli aiuti che si potrebbero dare in questi momenti di bisogno per un paese in cui iul terremoto elo tsunami ha portato decine di migliaia di vittime.
      E’ una vergogna.
      Basta con la contrinformazione.

      • Roberto marzo 23, 2011 a 10:22 am #

        La Francia produce centrali e produce tanta di quella energia che quella in eccesso la vende all’Italia sottocosto. Molte centrali elettriche italiane sono spente perchè costa di meno comprare l’energia d’oltralpe. Non penso quindi che ai francesi interessi boicottare il nucleare giapponese, non c’è concorrenza in questo senso. Casomai potrebbe aver interesse a boicottare le energie pulite e rinnovabili.

    • maurizio marzo 22, 2011 a 8:56 pm #

      Come fate a essere sicuri che i dati comunicati ufficialmente siano corretti?

      • Antonio marzo 23, 2011 a 6:59 am #

        La verita’ sulle reale situazione del Giappone e la sua conseguenza per il modo non le sapremmo mai. Troppi interessi.

  5. umbertococca marzo 22, 2011 a 1:27 pm #

    Se prima credevo che ci fosse una base di serietà su di voi e sul vostro sito, ora avete dato prova che non siete affatto credibili. Fare allarmismi inutili sulla base di una simulazione “unrisked” è il peggiore uso che si possa fare dell’informazione, quella casuale.

    • Gabriele marzo 22, 2011 a 1:44 pm #

      Era ora che anche i viola le sparassero grosse, visto che i politici lo fanno da anni. Guerra sarà.

  6. Ketty marzo 22, 2011 a 1:27 pm #

    E’ un falso allarme, parla della costa pacifica francese perchè si riferisce alla Polinesia francese e non fa alcun riferimento all’Italia.

  7. violapost marzo 22, 2011 a 1:28 pm #

    Per noi vale più il parere dell’Ispra se permettete oltre al modello di simulazione dell’ente pubblico francese: http://www.corriere.it/cronache/11_marzo_22/ispra-radioattivita_7bcfe5c0-5482-11e0-a5ef-46c31ce287ee.shtml

    • soulsunny marzo 22, 2011 a 1:33 pm #

      Dovresti inserire allora il loro titolo «Al momento non si rilevano assolutamente rischi per le popolazioni».

      E tanto per chiarezza, qualsiasi evento mondiale che disperda gas nell’atmosfera prima o poi ci arriva anche in minima quantità. Ma quello no fà notizia.

  8. margherita marzo 22, 2011 a 1:29 pm #

    si vabbe ma loro schiaffano la foto di una nube nera assurda che viene su dalla centrale e uno se la immagina cosi’ sopra l’italia. Mi fate schifo.

    • Gabriele marzo 22, 2011 a 1:33 pm #

      Infatti qll è un fotomontaggio…certo che se si crede e si riporta ogni cazzata che si legge sui media, specialmente se le news arrivano dalla francia siam ben piazzati

  9. manuela gattoni marzo 22, 2011 a 1:29 pm #

    e……sono aperti i dibattiti sulla riforma della giustizia voluta da un dittatore soft ma mica tanto!

  10. Stefania Cardinale marzo 22, 2011 a 1:29 pm #

    nube o non nube sta di fatto che siamo nella cacca fino al collo!!!!!

    • JOE KERTH marzo 22, 2011 a 10:33 pm #

      stefania un mito xD

  11. M marzo 22, 2011 a 1:31 pm #

    SMETTETELA CON QUESTE NEWS!!! SIETE TERRORISTI MEDIATICI!!! SMETTETELA!!!!!!!!!!!
    Contro la violenza e lo sciacallaggio mediatici, contro il catastrofismo, contro il terrorismo giornalistico.

    • f marzo 22, 2011 a 1:45 pm #

      è solo quello che nn volete sentire… nn è terrorismo mediatico.

  12. Daniele Antonelli marzo 22, 2011 a 1:33 pm #

    va bene popolo viola e tutto, io sono dalla vostra aprte, se così si può dire, ma anche voi non fatevi fregare da tutte le puttanate che cazzo sennò perdete di crediblità!

  13. mario marzo 22, 2011 a 1:41 pm #

    Vergogna.

  14. Cristina marzo 22, 2011 a 1:45 pm #

    Allarmismo o no non posso sopportare che i nostri sporchi e falsi politici continuino ancora a parlare di nucleare.
    In Italia non sono nemmeno capaci di far funzionare un sistema di smaltimento per i rifiuti URBANI, è tutto gestito dalle mafie, forse pensano di usare la Campania anche per smaltire le scorie nucleari???
    SONO PAZZI!!!!! A loro non frega un accidenti del nostro futuro perchè sono vecchi e rincoglioniti.
    Tolgono i finanziamenti alle energie rinnovabili, ma con quale credibilità ci possono venire a parlare di nucleare?????

    • Matteo marzo 22, 2011 a 9:34 pm #

      Non preoccuparti, pare che il futuro deposito delle scorie radioattive sia già stato costruito presso la centrale di Borgo Sabotino, alle porte di Latina e a meno di 60 Km da Roma…

  15. MARIA marzo 22, 2011 a 1:47 pm #

    E’ giusto informare ma per non creare ancora maggior allarmismo avreste dovuto precisare che la nube sull’Italia non avrà ripercussioni sulla popolazione……almeno si spera!!!

  16. guido marzo 22, 2011 a 1:50 pm #

    concordo che il terrorismo mediatico non serve a nessuno , ma non ditemi che non abbiamo conciato il territorio in modo a dir poco scandaloso tutto fuori natura ” poi quando non riusciamo a difendere il territorio ci pensa la natura con eventi catastrofici e li la punizione è uguale per tutti ” poi non parliamo del fatto che ci sono delle leggi da rispettare ma ultimamente ci insegnano a dissobbedire come fa qualcuno in primis . Bell ‘ insegnamento !!!!!!!!!

  17. violapost marzo 22, 2011 a 1:52 pm #

    Come facciamo a dire che la nube non avrà ripercussioni? E chi siamo per dirlo? Che facciamo il contrario dell’allarmismo e cioè il tranquillismo? Noi diamo una notizia, c’è una fonte poi quello che sarà non compete a noi dirlo anche se abbiamo messo in cosa all’articolo un parere dell’Ispra

    • eva avida marzo 22, 2011 a 5:21 pm #

      io mi ricordo su facebook la notizia data da voi che Berlusca aveva querelato il fatto quotidiano per la faccenda del tentativo di falsificare il certificato di nascita di ruby. Invece B aveva fatto denuncia contro ignoti. Siete poco precisi.

  18. teovenezia marzo 22, 2011 a 1:53 pm #

    Terrorismo mediatico? Vergogna? Ma sapete ragionare e valutare le notizie? Certo che qui hanno preso una bella sola con questa notizia e non credo che nessuno si sia minimamente preoccupato. Allora cosa dovremmo dire a chi co tiene nascosti i depositi di scorie radioattive?

  19. xx_soulfood_xx marzo 22, 2011 a 1:54 pm #

    anche repubblica riporta la notizia, ma nn la racconta proprio così…

  20. Barbara marzo 22, 2011 a 1:54 pm #

    Ma cosa ne sappiamo noi DAVVERO di quello che succederà, adesso siamo diventati tutti esperti. C’è gente che parla e non sa neanche come funziona una centrale nucleare. Meglio essere ALLARMATI che NON AVVERTITI.

  21. Luigi marzo 22, 2011 a 1:55 pm #

    Dal sito stesso dell’IRSN:

    “Les concentrations attendues à terme, d’après cette modélisation, pourraient être de l’ordre de 0,001 Bq/m3 en France métropolitaine”

    “A titre de comparaison, les valeurs mesurées au cours des jours suivant l’accident de Tchernobyl (…) en France, les valeurs mesurées dans l’Est étaient de l’ordre de 1 à 10 Bq/m3 (le 1er mai 1986). Aujourd’hui, une très faible activité de césium 137 subsiste dans l’air, de l’ordre de 0,000001 Bq/m3”

    Per capirsi, secondo questa simulazione i valori di Cesio che si potrebbero misurare in Francia sarebbero mille volte più alti di quelli normali e da mille a diecimila volte più bassi di quelli riscontrati in Francia dopo l’incidente di Cernobyl.

    Non sono in grado di interpretare questi valori, ma mi pare che sia presto per allarmarsi e che la simulazione sia, tutto sommato, tranquillizzante.
    Per chi proprio vuole farsi prendere dal panico, consiglio il primo aereo per il Sudamerica… un paio di settimane a Rio de Janeiro, tanto per aspettare l’evolversi degli eventi in tutta tranquillità. :P

  22. Matteo Vitiello marzo 22, 2011 a 2:01 pm #

    Nucleare, no problem!

    Leggi l’articolo (contiene informazioni interessanti sulle radiazioni):

    http://wp.me/p19KhY-kF

    un saluto,
    Matteo

  23. supersganci marzo 22, 2011 a 2:02 pm #

    Caro PINO, non preoccuparti…ti illuminerai da solo non appena diventerai radioattivo!

  24. Roberto marzo 22, 2011 a 2:03 pm #

    Per me il Popolo Viola ha fatto benissimo a pubblicare la notizia!!! Sono anni che si fa terrorismo mediatico al contrario, ovvero “VA TUTTO BENE”. Ma invece non va bene niente, dobbiamo cambiare rotta e anche se questo evento crea solo in piccolissima parte un danno all’Italia, è doveroso riportarlo come hanno fatto. Poi hanno messo la fonte, cosa essenziale e quindi hanno fatto da tramite. Svegliamoci….basta!!!! Abbiamo il dovere di esercitare il coraggio di cambiare.

  25. Anonimo marzo 22, 2011 a 2:05 pm #

    Dunque, possibile che in 200 commenti non ci sia nessuno che si é degnato di controllare quanto é un Bq?
    Stiamo qui ad allarmarci per un 0,001 Bq a metro cubo quando un essere umano ha una radioattivitá naturale di 8000 Bq? Perfavore, prima di parlare e gridare all’apocalisse informiamoci. E lo dico soprattutto nei confronti di chi le notizie le pubblica.

    • mario marzo 22, 2011 a 2:29 pm #

      veramente!! oramai su internet prevale la maleniformazione da tutti i lati possibili… tutti prendono ogni cosa che leggono per una verità assoluta senza degnarsi minimante di approfondire l’ argomento o almeno verificare le fonti!! troppo comodo spparlare su cose che ti metttono in bocca altri (su tutti i fronti) Sono stufo!!! iniziate a informarvi bene e a replicare di meno che l’ informazione corretta viene costruita anche grazie a noi normali utenti che dobbiamo solo avere un po più di voglia di ragionare con la propria testa e non seguire ogni volta la prima notizia che ti appare sullo schermo..(basta fare qualche clic in poù col mouse mica ricerche e ore perse in biblioteca!!!)sono stufodi un mondo di pecoroni!!!!!!!!!!!!!!!

    • Laurent marzo 22, 2011 a 3:18 pm #

      si ma hai idea di quanta acqua cade durante un temporale? occupa piu di um metro cubo di spazio.
      un uomo ha una radioattività naturale dovuta al potassio di 0,1Bq/g. dovuta al potassio non significa che se piove acqua leggermente radioattiva ce ne possiamo fregare.. rimane nei terreni e di conseguenza sugli alimenti.. inoltre nell’86 è saltato 1 reattore.. non 4.. e non si sono ancora fusi grazie al cielo.. quindi se permetti sono preoccupato.. non ancora terrorizzato ma preoccupato si. La notiza inoltre riporta un fatto.. nessuno dice che moriremo tutti imminentemente nessuno ha gridato all’apocalisse.

      • Anonimo marzo 22, 2011 a 4:06 pm #

        Si, anche durante le piogge cadessero 30m3 di h20 “radioattiva” su ogni m2 di terreno l’aumento della radioattivitá causata da fukushima sarebbe trascurabile rispetto alla radioattivitá naturale di quel metro quadro di terra. E di conseguenza trascurabile sugli alimenti.
        La radioattivitá é un fenomeno naturale!!!! tutto é radioattivo, sempre e comunque. Il problema si pone quando le cose sono troppo radioattive, e non é questo il caso

  26. monyteh marzo 22, 2011 a 2:07 pm #

    certo che molti commentatori qui sopra potrebbero andarsi a fare un giro prima di commentare sparando a zero su tutti e tutto….qui non si vuole fare terrorismo o giudicare nessuno….si fa semplicemente informazione….e se si legge tutto c’è pure specificato che è una previsione….potrebbe anche non arrivare la nube o arrivare prima o dopo…..fatto è che se si crede che non ci sarà nessuna conseguenza seppur minima e impalpabile bisogna proprio avere il prosciutto sugli occhi….

    • Nadia marzo 22, 2011 a 2:13 pm #

      Ma se la nube non c’e` mi dite come fa ad arrivare in Italia? Buahahahah.. E ve lo dice un’italiana che sta a Tokyo..

  27. Claudiospectrum marzo 22, 2011 a 2:12 pm #

    Infatti non diffondete notizie che non hanno una valida base scientifica creando così inutili allarmismi!

  28. Rita marzo 22, 2011 a 2:12 pm #

    Le correnti atmosferiche trasportano qualsiasi cosa in qualsiasi luogo del pianeta. Da noi questa nube arriverà, ma molto “diluita” rispetto a quella di Chernobyl, che invece qui in Italia ha lasciato parecchia radioattività e io ne so qualcosa, poichè avendo lavorato in un Centro di ricerca e avendo fatto un test specifico, ho visto con i miei occhi il picco di Cesio 137 nel mio corpo causato da quella nube.

  29. Valeria Cafagna marzo 22, 2011 a 2:26 pm #

    http://informarexresistere.fr/giappone-blogger-contro-i-media-%E2%80%9Cscrivono-falsita%E2%80%9D-tra-i-nomi-anche-repubblica-e-corriere.html

    E questo articolo dice tutto…FINITELA DI PUBBLICARE QUESTE ASSURDITA’!!

  30. Marisa di bartolo marzo 22, 2011 a 2:34 pm #

    Certo nn e’ una bella notizia. Non dubito che i dosaggi siano modesti – ma questo non significa che ci si debba abituare all ‘ idea di essere radioattivi come niente fosse , anzi per compiacere i ns politici e i loro loschi affari. Mi piacerebbe capire perché’ nn possiamo seguire l ‘ esempio della Puglia -ormai autosufficiente dal punto di vista energetico col suo fotovoltaico- o quello della Cina , all ‘avanguardia nella corsa alle energie rinnovabili . Fortunatamente- anche se per il puro interesse di non perdere consensi anche i vari prestigiacomo romani veronesi e persino il Sommo ( di cui il tacere e’ bello) vacillino e ammettono piu’ o meno blandamente che ” serve una pausa di riflessione”. Ma perché’ non vanno a riflettere in giappone? Meglio se ai piedi di uno dei reattori?

  31. andrea marzo 22, 2011 a 2:35 pm #

    ma è possibile che la maggioranza della popolazione italiana debba trovarsi con il culo a terra prima di capire che probabilmente c’è un problema, è già successo con la crisi economica, vi ricordate?….qualcuno diceva che era frutto dell’invenzione di qualche “pessimista” e si invitava al consumo..ora andatelo a chiedere a chi ha perso il lavoro (E NON SONO POCHI)o è in cassaintegrazione (fino a qundo dura).
    ora il nucleare….non credete che oltre alla pericolosità o meno della nube in italia ci sia un problema reale di sicurezza derivante dalla scarsa capacità di controllo di un’energia così potente come quella nucleare!?? aspettiamo che capiti qualcosa di disastroso anche a noi e poi? ma sveglia italia di pecoroni, siamo gli ultimi e ancora non vi siete accorti…si gli ultimi in quasi tutto! tranne che per la moda, la ferrari e pochi eletti che controllano più della metà della ricchezza di questo paese. molti ricercatori e qualche azienda all’avangurdia con potenzialità abnormi stanno prontamente “scappando” all’estero….e allora tutti stupidi e pessimisti coloro che vedono un pò più in la del loro naso…..CAPRONI!
    tranquilli comunque se decidono di fare le centrali visti i tempi della salerno reggiocalabria metteranno giù la prima pietra dapo 5 gg. e la seconda dopo 60 anni, termine lavori quando le barre di uranio acquistate dalla francia non saranno più radioattive.
    l’italia di oggi è figlia delle scelte degli italiani ciò che abbiamo è ciò che siamo…andiamo beneee.

    • morena marzo 22, 2011 a 2:49 pm #

      più che ragione, se i politici vogliono le centrali di che se le ficcassero dentro casa loro e che facessero lo smaltimento di scorie radioattive nel loro giardino, poi vediamo se sono contenti di sapere che loro figlio oh nipote giochi in quel campo!!!

  32. Sabrina C. marzo 22, 2011 a 2:41 pm #

    Se volete approfondire le vostre nozioni sulle fonti energetiche, rinnovabili e non, consiglio il libretto “Energia oggi e domani” scritto dai prof.univ.bolognesi Armaroli+Balzani, che le esamina tutte con criterio e rigore scientfico, ma senza dimenticare tutti gli aspetti collaterali legati. Lo trovate gratis su http://giannigirotto.wordpress.com/indispensabili/libri/

  33. morena marzo 22, 2011 a 2:44 pm #

    mi sono stancata di sentire notizie simili, radiazioni, inquinamento,uccisioni, sparizioni, violenza sugli animali e uomini, non rispetto della natura…
    Quando è che impariamo a rispettarci, il mondo in cui viviamo è uno, quando sarà che impariamo a RISPETTARLO! io sono sdegnata nel sentire certe cose e certe parole dette a vanvera dei politici fra cui veronesi che addirittura presume che non ci sono rischi, proprio lui che dovrebbe sapere…..sono tutti dei fottutissimi VENDUTI!! e non se ne può più!

  34. Sergio marzo 22, 2011 a 2:44 pm #

    Se ci dovessimo preoccupare noi qui’, in Giappone sarebbero gia’ tutti morti!! Ogni giorno che passa la gente sta diventando sempre più rincogl………!!!!!
    Nucleare no!, fotovoltaico nei prati no perche’ toglie il verde! eolico no perche’ rovina i paesaggi! petrolio no perche’inquina!
    Si puo’ sapere cosa volete????????

  35. Cex marzo 22, 2011 a 2:49 pm #

    non vi illudete queste particelle faranno il giro del mondo parecchie volte visto che l’uranio ci mette 20.000 anni solo per dimezzare il proprio potere radioattivo salute a tutti

  36. lo piccolo antonino marzo 22, 2011 a 2:52 pm #

    sono d’accordo che non c’e’ rischio da questa nuvola proveniente dal giappone…ma che’ li’ fara’ sicuramente danni irreparabili per la salute. quindi mi chiedo perche’buttarci sul nucleare quando probabilmente non vedremo gli eventuali minimi benifice perche ci vorranno trentanni prima che funzionino sempre che’ ancora l’uranio ancora ci sia……andiamo sull’energia pulita c’e’ se magna de meno ma almeno non ci ammaliamo

  37. lo piccolo antonino marzo 22, 2011 a 2:58 pm #

    mi sembra l’ho’ stesso discorso che facciamo sul ponte sullo stretto, non si fara’ mai per via del territorio sismico e di questo sono convinti anche chi ci governa, ma fanno progetti da svariati miliardi intascati probabilmente dalla solita cricca de papponi che c’e’ stanno ha butta sul lastrico

  38. Sergio Arienzo marzo 22, 2011 a 3:12 pm #

    Leggo commenti contro la pubblicsazione di questa notizie con accuse incredibili. Siete in grado di ragionare con il vostro cervello prima di scrivere. Avete un minimo di capacità di analisi e di valutazione che dovrebbe derivare da una memoria storica di quanto accaduto negli ultimi anni? Se oggi il problema è di un nube, anche scarsamente radioattiva, significa che c’è molto da molto di più. Il governo giappoinese per anni ha tenuto nascosto o minimizzato gli incidenti alle loro centrali. E questo vale per tanti argomenti che si tende a far scomparire per evitare che il popolo si chieda ” come è andata a finire?”. Le centrali nucleari non sono affatto fuori pericolo, anzi, eppure giornali e telegiornali relegano le notizie in fondo perchè non fa più notizia. Oggi tira la libia e parlare di nucleare scoccia o è fuori luogo. Si vuole parlare della nube? QUalche giorno fa un imbecille pseudoscienziato ha detto che roma è più radioattiva di tokyo e che i romani erano “vaccinati” contro le radiazioni. Di tutto di più per perorare la causa del nucleare. Per questo sentire di una nube radioattiva, per quanto poco pericolosa, lascia sempre perplessi e timorosi che ci sia altro

  39. DottorM marzo 22, 2011 a 3:21 pm #

    Quando si parla di scienze e competenze, tutti i giornalisti (e presunti tali) cadono. Perchè?
    Perchè i giornalisti sanno solo scrivere, gli scienziati sanno.

    Uno in meno, caro popolo viola.
    Siete come tutti gli altri: ignoranti e urlatori.

  40. cinzia marzo 22, 2011 a 3:24 pm #

    State ancora pensando al vostro orticello, credendo che il Giappone non riguardi ciascuno di noi. La Libia, l’Afganistan, Chernobyl, guerre, inquinamento, corruzione… Sembriamo tutti quei “pseudo-giornalisti” o peggio ancora gli “opinionisti”, che parlano di aria fritta. “Per fortuna non ci sono state vittime fra gli italiani”… “I nostri connazionali sono stati rimpatriati”… “Purtroppo ci sono anche due vittime italiane”… Ma di cosa stiamo parlando? I confini sono un’invenzione dell’uomo, sono invisibili come l’aria e non ci mettono al riparo da niente e da nessuno. “I governanti del mondo” sono destinati a cadere con i loro sogni di avidità. Il potere non è avere la Ferrari, lo yacht, un conto in banca senza fine… Il potere è la capacità di coesistere, di condividere, di stare bene tutti con il giusto. Per poter vivere ci serve mangiare, bere e dormire, esattamente come gli animali e chi ha le dispense vuote verrà a chiedere per sè ed i propri figli a chi ne ha da buttare.
    Facciamo pure la raccolta differenziata, risparmiamo energia, comportiamoci in maniera equa e solidale, tanto siamo delle unità a sè stanti, siamo granelli di sabbia e anche se ci unissimo siamo un deserto inerme, finchè non arriverà a sconvolgerci un vento forte che ci farà diventare tempesta.

  41. fernirosso marzo 22, 2011 a 3:32 pm #

    faccio parte di quello sfigato gruppo di persone che nel 1986 s’è beccata le radiazioni e s’è vista disintegrata la tiroide.Visto che non c’era da preoccuparsi troppo e visto che tutti sapevano tutto e informavano su tutto già da allora adesso non i fiderei troppo e troppo facilmente, Comunque se vi interessa quello che poi mi hanno detto è che nella mia sfortuna sono stata fortunata;intendevano dire che ero ancora viva, perché hanno impiegato dieci mesi a capire che cosa avevo.

  42. giovanni lo presti marzo 22, 2011 a 3:35 pm #

    Salve e assurdo mandare un commento se poi non vì piace non lò publicare.

  43. Francesco marzo 22, 2011 a 3:40 pm #

    Questo violapost è sempre più fazioso…riportando le notizie a metà:
    La notizia completa è questa:
    “A lanciare l’allarme è il responsabile del servizio misure radiometriche del Dipartimento nucleare dell’Ispra, Giancarlo Torri, secondo cui non ci dovrebbero essere rischi per la popolazione italiana: “la dose dovrebbe essere tra mille e 10mila volte meno di quella che arrivò dopo Chernobyl”.

  44. Alberto marzo 22, 2011 a 3:41 pm #

    Rprendendo la discussione di Luigi per quanto riguarda gli effetti sulla salute, 1 sievert (1J/kg) assorbito in un’ora può causare lievi alterazioni temporanee dell’emoglobina. 2 ~ 5 sievert causano nausea, perdita dei capelli, emorragie. 4 sievert assorbiti nel giro di una settimana su tutto il corpo portano alla morte nel 50% dei casi se non si interviene terapeuticamente. Oltre 6 sievert, la sopravvivenza è improbabile.
    Per dare un’idea del valore di un sievert, si tenga presente che la dose che in media un uomo assorbe in un anno per esposizione alla radioattività naturale è di 2,4 millisievert ma in un anno!!

  45. luna apache marzo 22, 2011 a 3:44 pm #

    non capisco perchè la gente DOVREBBE allarmarsi SOLO quando si dice che la nube arriva in ITALIA…la gente DEVE allarmarsi perchè quello che è successo avrà un’incidenza sull’ecosistema mondiale. Quello che è successo deve far paura non perchè ARRIVA IN ITALIA ma perchè è successo a tutto il mondo e tutto il mondo ne subirà le conseguenze. Anzichè piangere e lamentarsi per quello che è già successo o per i titoli più o meno allarmanti tutti noi dovremo iniziare a guardare avanti, ognuno nel proprio piccolo e iniziare VERAMENTE a rispettare la natura e a consumare l’indispensabile e in modo meno invasivo.

  46. Poppy marzo 22, 2011 a 3:45 pm #

    E così andrà ad aggiungersi a tutto quello che abbiamo beccato in passato da Chernobyl, Three Mile Island (quasi conosciuti), armi all’uranio impoverito nei balcani ed in altre zone (quasi sconosciuti) e tutto ciò di cui non abbiamo proprio notizia.

  47. Soffritti Renato marzo 22, 2011 a 4:18 pm #

    Sono contro il nucleare, ma facciamo attenzione a verificare la veridicità della fonte, non conosco molto bene il francese, ho usato il traduttore automatico e mi sembra di aver capito che stanno facendo una simulazione. Se è così stiamo facendo del falso allarmismo, un’altra circostanza che mi conferma questa analisi è il giro dei venti, stavano parlando di pericolo ridotto per la California quando era al massimo della radioattività. Questo vuol dire che andava dalla parte opposta, mi sembra strano che siano girati i venti improvvisamente da arrivare in Europa in così breve tempo. Noi dobbiamo sostenere la verità, se non fosse vera le TV di regime ci mettono due minuti a metterla sul ridicolo, e questo non gioverebbe alla causa anti nuclearista.

  48. il Progressista marzo 22, 2011 a 4:53 pm #

    Grazie per la notizia rassicurante…

  49. Giampiero marzo 22, 2011 a 4:56 pm #

    E voi credete alle stronzate che ci raccontano.L’informazione in mano a chi affossa le energie rinnovabili a favore delle centinaia di milioni di euro che ci sono dietro ogni centrale nucleare che vorrebbero mettere in Italia?Non hanno fatto i controlli in Giappone….in Giappone capito…..??Pensate che in Italia li farebbero….All’uomo sta bene ce lo meritiamo ci stiamo autodistruggendo da soli prepariamoci al bagno di radioattività dalle conseguenze sicuramente negative sulla salute di molti nei prossimi anni.Cosa devono dire che ci saranno conseguenze per la nostra salute e terrorizzarci….?

  50. il Progressista marzo 22, 2011 a 5:10 pm #

    No al nucleare sempre e sicuro. Votiamo tutti al referendum.Forse l’unica occasione per farci sentire. Non astenersi e’ un dovere civico. Ricordarsi di votare si (che vuol dire no al nucleare..). Altrimenti poi non lamentiamoci che fanno i comodi loro.

    • ISI marzo 23, 2011 a 1:13 pm #

      leggendo sui SI NO da votare al referendum mi sono detta “ma e’un caso che hanno invertito il significato??così magari un anziano, o chi non ha capito bene vota si quando invece voleva dire no…???”

  51. Soffritti Renato marzo 22, 2011 a 5:26 pm #

    Per esperienza attiva, sono dieci anni che sostengo le rinnovabili e sono contro gli inceneritori e l’energia nucleare. Però la cosa fondamentale è dimostrare le proprie ragioni, altrimenti non si è credibili e si ottiene l’effetto contrario, io sugli inceneritori l’ho fatto tramite un sito:
    http://www.nuovastagione.eu
    la stessa cosa andrebbe fatta con il nucleare. Dire che in Giappone ha fatto disastri è dimostrabile, dire che arriva una nube pericolosa per l’Italia va dimostrato. Personalmente penso che Dipartimento nucleare dell’Ispra, abbia ragione nel sostenere che le radiazione che interesseranno l’Italia sono molto bassi, da 1.000 a 10.000 volte in meno rispetto ai valori registrati nel 1986, quando ci fu la tragedia di Chernobyl. Questo dovrebbe rassicurare a meno che qualcuno dimostri il contrario.

  52. dutchmam marzo 22, 2011 a 5:59 pm #

    Come hanno già detto alcuni prima di me si tratta di valori molto bassi, è bene specificarlo. Credo che per come sia fatta la nostra opinione pubblica (Soprattutto in vista delle possibili risoluzioni/votazioni future sul tema) dare una notizia del genere sia equiparabile a fare del terrorismo mediatico.

    Non per colpa degli autori di questo blog o di altre testate più eminenti; semplicemente siamo un popolo a cui le cose bisogna spiegarle quasi fossimo alle scuole elementari.

  53. Antonio marzo 22, 2011 a 6:00 pm #

    senza parole…ogni giorno rimango sempre più schifato da questa disinformazione criminale…psicosi, paranoia, isteria…basta…fatevi una CULTURA sull’argomento, invece di ammorbarci con questi allarmi totalmente infondati. Se l’alternativa al nucleare siete voi, il 12 giugno me ne rimarrò comodamente a casa, altroché.

  54. Emanuele SE marzo 22, 2011 a 6:52 pm #

    Da quanto si comprende da tutti questi post il potere dei pochi riesce sempre a convincere una parte della popoloziane che il nucleare sia una buona scelta e che non ci sia da preoccuparsi. In realta’ Il nucleare sicuro non esiste, tale aggettivo è solo un modo per disorientare la gente da una scelta saggia . Bisogna comprendere che siamo scimmie evolute, accecate dai guadagni e che giocano con un fuoco che non sanno gestire.
    Una centrale atomica fosse anche sicura al 99% non significa che non succedra’ mai nulla , dice solo che la vostra vita sara’ appesa alla speranza che non si verifichi quell’1% . La centrale atomica fa comodo solo ai politici e agli uomini di potere per rubare , per illudere . Ma al costo di tale rapina stavolta si aggiunge la vita e il futuro di migliaia di persone . Alla gente che vi dira’ tanto se scoppia una centrale in Francia è la stessa cosa rispondete tranquillamente che non è affatto vero , in caso di incidente 200Km di distanza permettono di essere esposti ad una radiazione ridotta e perlomeno di scappare in tempo .
    La radiazione che investirà l’italia anche se rarefatta è composta da cesio 137 , e’ ovvio che alla popolazione si dice di stare tranquilli , tanto quei poveri sfigati che dopo qualche anno si troveranno un tumore non potranno mai dimostrare di essere vittime di una vecchia microscopica percentuale e gli rideranno in faccia .
    Ricordatevi di andare a votare al referendum ,l’arroganza del governo ci obbliga ad andare a dire nuovamente no al nucleare mentre si tenta di sabotarlo in tutti modi , ponendolo al 12 giugno nella speranza che un po di gente sia in vacanza .
    Se il governo non avesse avuto interessi di lucro dopo che c’e’ stato un referendum che ha espresso gia il no al nucleare avrebbe dovuto indire un referendum confermativo ( che andrebbe introdotto nella costituzione ma i politici se ne guardano bene ) e non abrogativo , La differenza è abissale .

  55. Tom69 marzo 22, 2011 a 7:03 pm #

    …quindi ???…muoriamo tutti ???…..grattamose và !!!

  56. Francesca marzo 22, 2011 a 7:24 pm #

    Penso che siano molto più dannose le polveri sottili delle auto che respiriamo tutti i giorni, e nessuno pubblica bollettini…..

  57. Francesca marzo 22, 2011 a 7:37 pm #

    Scusate, nessuno pensa al problema del commercio e delle importazioni? Sapete quante grosse aziende italiane hanno il marchio “MADE IN ITALY” ma invece di avere stabilimenti di produzione con operai del settore hanno solo dei depositi dove pochi magazzinieri sostituiscono le etichette! Pensate quanto materiale già oggi viene importato dalla Cina Taiwan e tanti altri paesi fra cui anche il Giappone e quanto ne arriverà radioattivo da là!!! Cibi, vestiti, ecc… e voi vi preoccupate solo di questa nuvoletta?
    Un’altra conseguenza che succederà lin Giappone sarà il calo delle vendite quindi cosa credete che faranno? Smetteranno di vendere? Controlleranno che la roba da esportare non sia radioattiva? Sappiamo bene che i controlli da loro lasciano alquanto a desiderare! Quindi di conseguenza abbasseranno i prezzi e saranno ancora più concorrenziali, la gente da tutto il mondo continuerà a comprare e a sostituire etichette o tracciabilità dei prodotti!!!
    Il problema è di tutti e non per la nube…non intendo fare allarmismo, intendo solo far pensare a quello che per me è il vero problema e che probabilmente non verrà mai citato perché molte di queste aziende si sono comprate il diritto del made in Italy!

  58. Gabry marzo 22, 2011 a 7:39 pm #

    E vabbè, dai, di qualcosa si deve pur morire…

  59. fausto / fardiconto marzo 22, 2011 a 8:03 pm #

    Beh, intanto sappiamo che c’è una simpatica nuvoletta radioattiva (immagine fantozziana!) che vaga lungo la costa orientale del Giappone. Il problema è vedere dove questa roba andrà a posarsi, dipende dai capricci del meteo. Nel giro di quindici giorni saremo edotti circa la reale entità del danno; per ora non si può dire molto altro.

  60. travellingrome marzo 22, 2011 a 8:24 pm #

    la prova che le vere notizie bisogna verificarle e capirel…prima di pubblicarle e divulgare inutili e spesso dannose idee

  61. Alfonso Pesce marzo 22, 2011 a 8:38 pm #

    Dare informazioni inprecise non v’ ha bene. Ma è giusto fare cultura contro il nucleare. L’uomo non vadi contro le leggi della natura, usi la teconologia non contrastando l’ ambiente che gli dona da vivere; il contrario ripercuoterà su s’ è, e i posteri… L’ egoismo dell’ uomo l’ ho rende cieco e stupido….

  62. intossegà marzo 22, 2011 a 9:58 pm #

    Ma capirai quanto me ne interessa di qualche micro/millicoso misurato nell aria radioattiva dopo 34 anni che vivo a 1 km. in linea d’aria da porto Marghera.

  63. Vane marzo 22, 2011 a 10:39 pm #

    …no no tranquilli la nube nn fa nulla, anzi fa bene, si consiglia di inalarla. …

    • ste marzo 23, 2011 a 1:26 am #

      domani tutti ad inalare aria sana

  64. ste marzo 23, 2011 a 1:30 am #

    beh se lo dice la francia.. che possiede centrali nucleari, posso solo pensare che la notizia sia minimizzata.. buona fortuna

  65. Giampiero marzo 23, 2011 a 6:39 am #

    Guardate cosa hanno detto nel comunicato….per ora non ci sono rischi per la salute della popolazione,10000 volte meno di Chernobyl e cosa vuol dire se una volta mi sono ubriacato con 50 litri di vino ora che ne bevo 5 mi fa meno male.Sono tutte comunicazioni poi nella realtà bisogna vedere come stanno le cose e come ha detto qualcuno tra 5 anni quando ci saranno stati 10-100-1000-10000-100000 casi di tumore in più ti rideranno in faccia non potendo dimostrare che dipende dalla nube.Ho sentito alla tv affermazioni da far accapponare la pelle da parte di esperti,giornalisti tv e giornali.L’altro pomeriggio Sposini con il direttore del Giornale hanno detto che è accettabile anche vedere morire 1.000.000 di persone se è questo il prezzo per aver l’energia per le attività.Per me non è accettabile che neanche 100 volontari non debbano tornare a casa dai loro figli,visto che a Chernobyl chi ha cercato di tamponare i danni,è morto in 60 giorni.Sposini e il direttore del giornale se ci sarà un incidente un giorno in una centrale anche fosse una probabilità su 1000000 ci vadano loro con i loro figli,genitori e fratelli dentro le centrali a tamponare l’incidente.Rubbia spedito in Spagna perchè diceva verità scomode alcuni anni fa in un’intervista da me vista in tv disse,giustamente,che se ci fosse la volontà politica,che non esiste in questa e tante altre cose,basterebbe pagare,i suoli dei paesi africani dove il sole batte giornalmente per 365 giorni,risolvendo i loro problemi di fame,dove mettere pannelli fotovoltaici per dare corrente ad interi paese,a costi molto più bassi del nucleare e zero impatto e rischi per l’essere umano che ormai ha superato ogni limite.
    Il mondo globale è dominato da chi ci governa con le grandi multinazionali a cui non frega una mazza,tanto siamo 6 miliardi di persone,se ne moriranno alcuni in più che siano 100 o 1000000.Ma come si fa a parlare di innocuità della nube radioattiva…..su che basi facciamola passare tutti i giorni dall’Italia tanto è innocua…..credo che non abbiamo noi gli elementi ma non li ha neanche chi si ferma a valutare una notizia la cui veridicità,nella sua effettiva portata,è tutta da verificare…..Berlusconi & chi vuole il nucleare in Italia non avrebbe certo problemi a sganciare qualche decina di migliaia di euro per far andare un esperto a raccontare sui giornali o in tv quello che la “Gente” deve sentirsi raccontare….o vivete nel paese di Alice delle meraviglie….

  66. Lucawiz marzo 23, 2011 a 8:41 am #

    Grazie a tutti per le notizie sulla nube! I mass media da almeno una settimana parlano della catastrofe nucleare a spizzichi e bocconi, è molto grave che nessuno ci tenga informati (in questo caso rassicurandoci!), visto che ci siamo già passati 25 anni fa e dovrebbe essere un nostro diritto quello di poter difendere al meglio la nostra salute previa una sana e corretta informazione!! L’allarmismo nasce dalla malafede di chi non ci fa sapere le cose, meno male che c’è internet!! Luca

  67. Pitocco marzo 23, 2011 a 9:37 am #

    Quindi stando alla notizia vuol dire che nel frattempo ha passato il Pacifico, ha passato Canada e Stati Uniti, passerà l’Atlantico, quindi la Francia, la Gran Bretagna e l’Italia.
    Certo che ‘sti francesi ce la mettono tutta per spaccare le uova, eh? Prima Eni ed adesso la nube radioattiva.

  68. Matteo Vitiello marzo 23, 2011 a 9:49 am #

    Nucleare, no problem!

    Leggi l’articolo (contiene informazioni interessanti sulle radiazioni):

    http://wp.me/p19KhY-kF

    un saluto,
    Matteo

  69. Giuseppe marzo 23, 2011 a 11:32 am #

    Scusatemi se saro’ troppo diretto e incisivo ma SONO STANCO DI LEGGERE CERTE COSE!!!e siccome si sta divulgando sempre di piu’ in italia la MODA IN ITALIA tra testate giornalistiche e giornalisti nel pubblicare qualunque cosa faccia notizia senza discrezione e senza SPESSO CAPIRE CHI DIVULGA E AIME’! CHI SPARA CERTE STUPIDATE!!!! faccio presente che esistono delle leggi SUL CODICE PENALE ITALIANO!! BEN PRECISE!! CHE REGOLAMENTANO “SIA COMPORTAMENTI”, SIA LA DIVULGAZIONE DI NOTIZIE CHE POSSONO PROCURARE DISORDINE PUBBLICO ED ALLARME.

    LEGGETE QUI:

    Art. 656
    – PUBBLICAZIONE O DIFFUSIONE DI NOTIZIE FALSE, ESAGERATE O TENDENZIOSE, ATTE A TURBARE LA CUIETE O L’ORDINE PUBBLICO –
    Chiunque pubblica o diffonde notizie false, esagerate o tendenziose, per le quali possa essere turbato l’ordine pubblico, è punito, se il fatto non costituisce un più grave reato, con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a lire seicentomila.

    Art. 657
    – GRIDA O NOTIZIE ATTE A TURBARE LA TRANQUILLITA’ PUBBLICA O PRIVATA –
    Chiunque, con lo scopo di smerciare o distribuire scritti o disegni in luogo pubblico ovvero aperto o esposto al pubblico, annuncia o grida notizie, dalle quali possa essere turbata la tranquillità pubblica o privata, è punito con l’ammenda fino a lire duecentomila.

    GRAZIE! mi dispiace essere stato cosi incisivo, a mi sono permesso di informare e richiamare chi DA informazioni all’opinione pubblica!!

  70. Giampiero marzo 23, 2011 a 11:40 am #

    Nucleare, no problem!

    Fukushima 2011

    In questi giorni si è aperto un dibattito mondiale sulla questione nucleare. In ogni Stato, almeno in quelli per così dire “democratici”, si sono riuniti esperti, politici, rappresentanti dei lavoratori e del mondo scientifico per discutere sulla questione, con l’obiettivo di rassicurare i cittadini sull’efficienza delle centrali nucleari del proprio Paese.
    Per quanto riguarda l’Italia, i nostri politici non sono, purtroppo per noi, persone di cui fidarsi e che affrontano la questione con serietà. L’ultima chicca, ad esempio, è uscita proprio dalla bocca del nostro Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, che, con il suo fuori-onda, ha corroborato ulteriormente il semplice e risaputo fatto: tutti questi politicanti italiani guardano solo all’interesse politico ed economico, sempre e comunque. Poi rassicurano i cittadini, dicendo che tutto è sotto controllo. Non preoccupatevi, loro lavorano per noi, per la nostra sicurezza.
    Poi è il turno degli esperti e portavoce del mondo scientifico, scelti accuratamente dai mass media nazionali più venduti e con conseguente più diffusione, che fanno come i politici, rassicurano. Anche loro, “per non avere problemi”, obbediscono ai dettami dei pochi grandi magnati del nucleare mondiale.
    C’è anche chi dice cose importanti e cerca d’informare su come veramente stanno le cose. Costui viene tagliato fuori dal dibattito, politicizzato o semplicemente non viene intervistato.
    Poi c’è l’industria privata, i signori con i soldi, che si fanno portavoce della missione ecologica dell’industria italiana. Si presentano come paladini del rispetto dell’ambiente e dell’eco-sostenibilità. Con i loro toni seri e supportati da dati scientifici ed esperti di cui sopra, tranquillizzano anche loro i cittadini. L’industria nucleare è progresso sicuro, dicono.
    Premesso questo, vorrei rispondere al dibattito in corso sul nucleare, in particolar modo a quello che si sta svolgendo il Italia.
    La questione è questa: una centrale nucleare è sicura, fino a che non le succede niente. Un terremoto od anche un problema tecnico interno alla stessa, non la rende più sicura. Questo è quello che dovrebbero avere chiaro tutti, sia i pro che i contro nucleare. Una centrale è un vulcano dormiente: vi sembra una struttura sicura? Il fatto è che ci si abitua alla sua presenza, si spera che non succeda niente… e poi, tanto, tutti dicono che è sicura, no?
    La centrale nucleare non esplode come una centrale petrolifera, incendiando, distruggendo ed inquinando, non lascia senza corrente una o più città come se si guastasse una centrale elettrica. Se succede qualcosa ad una nucleare, i problemi sono grossi, grossi come i tumori che fanno nascere le radiazioni. Radiazioni che durano anni, che si diffondono per chilometri e chilometri, uccidendo e facendo ammalare milioni di persone.In questo articolo vi propongo un approfondimento sulla natura di quello che c’é all’interno di centrali nucleari come la giapponese Fukushima Daiichi, recentemente esplosa.
    Il testo che segue spiega quali sono gli effetti delle radiazioni uscite dalle centrali che lavorano con il M.O.X. Cos’è il M.O.X.? Mixed Oil Fuel, una miscela di uranio e plutonio, la sostanza più tossica conosciuta dall’uomo.
    Leggete quello che segue e ricordatevi delle persone che furono, stanno e saranno contaminate da sostanze come il plutonio e dalla radiazioni di una centrale nucleare vittima di un contrattempo, non parliamo solo di un grave terremoto come quello giapponese ma anche di un piccolo incidente, quanto basta per rompere quel sottile stato di equilibrio in cui lavora un reattore nucleare, che ci dicono sia sicurissimo e vigilato, controllato e circondato da eccezionali misure di sicurezza. Macché, non è così. Basta meno di un terremoto e tutto il giocattolo del nucleare si rompe e ci ammazza tutti.
    La Terra è in continua evoluzione, attualmente sono in corso cambiamenti importanti nel magnetismo del nostro bel pianeta e la crosta terrestre si sta spostando. Le conseguenze di tutto questo sono terremoti e tsunami, come quelli che hanno travolto il Giappone. Sarebbe, quindi, meglio lasciar perdere il nucleare, essere più coscienti. Però, lo sapete bene, è tutta una brutta questione d’interesse economico e potere.
    A loro, a tutte le milioni di vittime dei contrattempi delle centrali nucleari, malati di leucemia e compagni di vita di un tumore, è dedicato questo articolo.

    Matteo Vitiello

    OTTIMO ARTICOLO!!

  71. GiuliaC marzo 23, 2011 a 12:03 pm #

    @giuseppe, se non erro ci dovrebbe essere anche una legge su chi scrive cretinate: “cuiete” :-D
    Se questa è l’affidabilità siamo a posto.
    @roberto, io sono stato sulla luna 20 minuti fa e c’erano i marziani, non ci credi? Beh neanch’io credo a te. Puoi dimostrare, in modo inconfutabile, le tue affermazioni, perché altrimenti sono aria fritta o meglio propaganda.
    Per quanto riguarda la radiattività, 0,000000001 (o quello che è) è diverso da 0 e si aggiunge a quello che c’è già. Le possibilità di sviluppare un tumore dipende da un valore statistico e non da un valore assoluto, quindi potremmo essere così “fortunati” da azzeccare il bingo anche con solo la “piccola” aggiunta del reattore Giapponese. Perché dobbiamo rischiare per ingrassare il sedere dei soliti noti?

  72. fabrizio marzo 23, 2011 a 1:48 pm #

    Dai, tutti di corsa a comprare mascherine protettive e compresse di iodio.
    E attenzione ai vegetali a foglia larga e ai latticini.
    Anzi, suggerisco tutti chiusi in casa (spero che abbiate fatto provviste nel frattempo) nell’attesa che la pericolosissimissima nube passi…
    Poveri caproni. Aveva ragione Mussolini quando diceva che governare un popolo ignorante era più facile…beh, devo dire che sono passati tanti anni ma ancora oggi una grossa fetta del popolo italiano non si smentisce.

  73. Ken Matsudaira marzo 23, 2011 a 2:07 pm #

    Io aggiungerei una informazine che a voi tutti potrebbe tornare utile molto piu di un’informazione di una nube radioattiva che attraverserà l’italia,non ritenuta pericolosa…tra l’altro…ma questo è solo un piccolo e trascurabile particolare,che puo passare in secondo piano,perchè invece non fare dei bei titoli pieni di balle atomiche,come cita il caro amico Nicola!
    L’unico elemento catalogabile in seguito al campionamento dell’aria Italiana,fatto all’interno degli ambienti in cui,gente come voi,fa della disinformazione mirata il proprio cavallo di TROIA,puo essere trovato al numero 38 in tabella periodica,meglio noto con il nome di S T R O N Z I O! SI si…avete proprio ragione,bravi,i miei amici in giappone girano tutti con tute NBC perchè ormai le mascherine non servono…per potersi riparare non dalle radiazioni ma dalle stronzate che vengono dette in questo paese.
    Facciamo un bel gioco.
    In giappone hanno gia bloccato tutte le derrate alimentari e le risorse idriche sospette.
    Quanti di voi invece continuano a nutrirsi con mozzarella alla diossina e verdure intrise di metalli pesanti?
    Abbiate la coscienza di cercare i pidocchi prima nella vostra testa e poi in quella degli altri!

  74. aron2201sperber marzo 23, 2011 a 2:48 pm #

    Se chiedi a qualcuno per strada che cosa sia successo allaereo di Ustica, quello nove volte su dieci (e in perfetta buona fede) vi dirà che è stato abbattuto da un missile americano che cercava di colpire un mig su cui volava Gheddafi. Invece il Dc9 di Ustica saltò in volo a causa di una bomba che esplose poco prima dellatterraggio a Palermo ed era certamente una bomba araba e anzi, a giudicare dalla procedura identica a quella dellaereo della Pan Am di Lockerbie e di un apparecchio francese, libica-

    http://strage80bologna.wordpress.com/2011/03/21/ustica-strage-di-gheddafi/

  75. piera patracchi marzo 23, 2011 a 3:16 pm #

    ignorantoni…meglio non sapere…giusto per quelli come voi il famoso 54% leggete siti intelligenti dove vi spiegano veramente e vi rendono parte attiva della vostra vita eurosalus per esempio l’unico sito serio ed altamente scentifico avete tutti ancora bisogno di menzogne studiate studiate non che andate in giro a comperare telefonini ignorantoni meritate il peggio

  76. lalaiza marzo 24, 2011 a 2:46 am #

    Sì, vabbé, concentrazione minima… fosse nulla comunque sarebbe meglio.
    Aloa!

  77. Giampiero marzo 24, 2011 a 6:48 am #

    Si si l’esperto del nucleari,il quale non ha nessuno interesse naturalmente sulle centrali da costruire sul nostro territori….dice di stare tranquilli e sereni….facciamola passare 365 giorni l’anno la nube radioattiva sull’Italia fa bene alla salute e ringiovanisce le cellule….mi fa piacere scoprire che ci sono diverse persone che hanno lo strumento per misurare la quantità che c’è nell’aria delle sostanze che si è portata dietro…

  78. Matteo Vitiello marzo 24, 2011 a 11:19 am #

    Nucleare, no problem!

    Leggi:
    http://wp.me/p19KhY-kF

    ciao,
    Matteo

  79. adelegugliotta marzo 24, 2011 a 1:55 pm #

    Tanto per cambiare..come tutti i giornali,e tutti i media….si fa terrorismo mediatico…
    Oddio arriva la nube…allora moriremo tutti…tanto tra la nube e la guerra in Libia c’è poco da star tranquilli…..!!
    Dopo 50 anni e passa dall seconda guerra mondiale…siamo ancora qui a far guerra per scopi ovviamente di lucro:il petrolio.
    No hanno proprio capito niente della nostra storia i nostri politici..fanno solo gli affaracci loro..con le loro donnette,il loro referendum sul nucleare (ovvio perchè solo DOPO ci si rende conto dei problemi che può causare il nucleare)…
    Che paese ipocrita che siamo!!!
    Bhe io mi tolgo di mezzo….io non sono una di loro!!!
    Ricordiamoci le cose importanti…aiutare il Giappone…essere coscenti che non siamo imponenti e immortali e che basta tanto cosi perchè la natura ci distrugga tutto ciò che abbiamo!!!

  80. Matteo Vitiello marzo 24, 2011 a 2:11 pm #

    …e se, invece, arriverà davvero uno tsunami anche in Europa? C’è chi lo prevede.

    Leggi l’articolo qua: http://wp.me/p19KhY-hc

    un saluto,
    Matteo

    • adelegugliotta marzo 24, 2011 a 4:30 pm #

      Mah può essere..ma comunque noi dobbiamo vivere tranquilli e non con l’ansia per tutto ciò che ci circonda altrimenti non viviamo più!

  81. Obbiettivo marzo 24, 2011 a 4:03 pm #

    Sono di sinistra, odio berlusconi, ma quello che domani raggiungera` domani l’Italia e` 1/milionesimo del massimo tollerato…in basso c’e` anche la scala di valori..siamo seri..se no regalate voti al berlusca..

  82. stevetorre marzo 24, 2011 a 8:49 pm #

    La nube non dovrebbe causare danni alle persone.
    Come sempre si tende al terrorismo psicologico, in parte stavolta giustificato, ma assolutamente fuori luogo se non irrispettoso nei confronti di chi è DAVVERO vittima di questa nube radioattiva…

  83. Giampiero marzo 25, 2011 a 10:24 am #

    Ho sempre votato Berlusconi scegliendo,credevo,il male minore.Alle prossime elezioni piuttosto che votarlo mi devono fare in un milione di pezzi……

  84. Matteo Vitiello marzo 25, 2011 a 11:35 am #

    Le radiazioni di Fukushima hanno raggiunto il livello di 6 su 7 nella International Nuclear and Radiological Event Scale (Cernobyl raggiunse 7 su 7…).

    Leggetevi questo articolo: http://wp.me/p19KhY-kF

    Matteo

  85. Ricetta da cucina marzo 25, 2011 a 1:57 pm #

    E non hanno detto nulla in tv..mah

  86. Matteo Vitiello marzo 25, 2011 a 5:58 pm #

    L’argomento correlato con il terremoto nipponico è: perché è avvenuto e dove si pensa avverrà il prossimo sisma da più di 8 gradi Richter?

    Qua un po’ d’interessanti spiegazioni:
    http://wp.me/p19KhY-hV

    Matteo

  87. maria marzo 27, 2011 a 8:33 pm #

    Prima di emettere tante inutili parole provate a cercare su internet le immagini di bambini colpiti dalla nube di Chernobil ( e di feti deformi).
    Rispondete voi genitori: vorreste avere mai un figlio in quelle condizioni?.
    Forse sarebbe opportuno ridurre l’eccessivo consumismo che si caratterizza e mirare a ciò che è veramente essenziale, ridurre gli sprechi e pensare che questo, attualmente, è l’unico mondo vivibile ed abbiamo il dovere oltre che il diritto di tutelarlo

  88. Matteo Vitiello aprile 1, 2011 a 10:54 am #

    La Cina costruisce metropoli fantasma anti-cataclisma?
    http://wp.me/p19KhY-lE

  89. Daniele aprile 2, 2011 a 5:58 pm #

    Carissimi, mi sembra che il problema purtroppo non sia stato capito e si continua erroneamente a paragonare la contaminazione CHIMICA da sostanz e radioattive alla esposizione ad esami radiologici, tipo TAC ecc. La contaminazione come abbiamo in questo caso è molto molto più grave, qui non si tratta di radiazioni assorbite, emesse da una sorgente di cui si può quantificare statisticamente il danno in base alla “dose” di esposizione; queste sostanze CHIMICHE entrano nel nostro corpo dai polmoni, dalla pelle ed entranon nel nostro metabolismo (il Cesio ad esempio si lega al posto del Potassio, lo Stronzio al posto del CAlcio nelle ossa) ed anche se per fortuna esiste una emivita biologica di queste sostanze (dopo un po’ vengono sostituiti Calcio e Potassio) questi atomi si fissano alle nostre cellule emettendo RADIAZIONI ad una distanza infinitesimale dai nostri tessuti, provocando i danni che ben sappiamo da radiazioni. La cosa però è ancora più subdola se consideriamo che queste sostanze hanno emissione di tipo Alfa, che sono particelle che hanno si una bassissima capacità di penetrazione, ma una elevatissimo potere ionizzante ed una volta dentro l’organismo fanno grossi casini. Considerate che l’intensità di radiazione è inversamente proporzionale al quadrato della distanza; fate 2 calcoli per vedere che energia “sparano” addosso alle cellule, considerando che in quel caso le distanze vanno dai micrometri (millesimi di millimetro) ai nanometri (milionesimo di millimetro). Per non parlare poi delle sostanze di cui NON si parla, come Plutonio e affini, Stronzio (lo dice il nome) che si fissa alle ossa, che sicuramente sono presenti nel particolato atmosferico ed hanno una fortissima emissione alfa.
    Saluti a tutti ed in “Culo allo Iodio ed allo Stronzio”

Trackbacks/Pingbacks

  1. Nube Radioattiva verso l’Italia « Il Blog di Matteo Baudone - marzo 22, 2011

    […] Il Post Viola […]

  2. Top Posts — WordPress.com - marzo 24, 2011

    […] Nube radioattiva di Fukushima giovedì raggiungerà l’Italia La fonte è Meteo-France (che è un ente pubblico): sul sito dell’Istituto francese è consultabile il modello di […] […]

  3. Nube radioattiva sull’Italia: niente panico, le dosi sono normali | Indipedia – Indipendenti nella rete - marzo 24, 2011

    […] Ecco quella che è la dose attesa di radiazioni, così come riporta Viola Blog: La concentrazione attesa sulla base di questo modello dovrebbe essere dell’ordine di 0,001 Bq / […]

  4. Nubi radioattive che non c’erano | what is left? - marzo 24, 2011

    […] i titoloni sulla nube radioattiva in arrivo (su WordPress ce ne sono un sacco, anche sul blog del Popolo Viola, che non ci fa una gran figura) non sono esattamente un esempio di informazione […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: