Associazione Il popolo viola, facciamo chiarezza

31 Ago

Facciamo un po’ di chiarezza

Mancano pochi giorni alla manifestazione del 10 e 11 settembre, “Piazza Pulita”, e salta fuori l’ennesima dichiarazione di Anna Mazza, presidente dell’ “Associazione il Popolo Viola”, che ne prende le distanze, non avendo chiara “la genesi e le modalità dell’organizzazione dell’iniziativa”.
Facciamo un salto indietro.
L’associazione Il Popolo viola viene costituita nel mese di Giugno 2010 da tre soci fondatori: Anna Mazza (Presidente), Franz Mannino (Vice presidente), Adele Palazzo (Tesoriere).
Fin dalla sua nascita l’associazione ha un ruolo tutt’altro che politico. Il suo scopo esclusivo è di fornire supporto tecnico-giuridico alle iniziative del movimento, quelle che, per intenderci, sono riconducibili alla pagina facebook “il popolo viola” (450.000 iscritti), il gruppo che ha ideato, promosso ed organizzato tutte le principali iniziative del popolo viola degli ultimi due anni.
A questo gruppo si è ultimamente affiancata la redazione del magazine www.letteraviola.it ed il Coordinamento nazionale del Popolo Viola, istituito allo scopo di includere le realtà territoriali nella ideazione ed organizzazione delle iniziative di rilievo nazionale ed attualmente composto da dieci volontari.
La prospettiva di istituzione del coordinamento viene fermamente osteggiata dalla Mazza e dalle due responsabili dell’ufficio stampa fino alla rottura definitiva culminata con il “colpo di statuto” che porta la presidente Mazza ad annunciare l’inserimento nel consiglio direttivo della associazione delle due amiche compiacenti.
Da questo momento in poi l’associazione, per volere della sua presidente, non svolge più alcuna attività riconducibile a quelle ufficiali del movimento.
Ad oggi, ufficialmente in qualità di soci fondatori e membri del Consiglio direttivo, non possiamo fare altro che prendere le distanze e dichiarare la sfiducia morale e politica del presidente Anna Mazza, per le gravi violazioni dello statuto dell’associazione:
• a più di un anno dalla costituzione dell’associazione, la presidentessa non ha mai convocato una assemblea dei soci, nonostante questa sia stata inequivocabilmente richiesta dai co-fondatori sin dal mese di marzo.
• non è stata effettuata l’elezione del  consiglio direttivo;
• non è stata convocata l’assemblea di fine anno per l’approvazione del bilancio consuntivo e preventivo dell’associazione;
• non ci è dato ad oggi conoscere il numero effettivo delle domande di adesione dei candidati soci, la cui iscrizione dovrebbe essere convalidata o respinta in sede di consiglio direttivo. Gli stessi permangono da mesi relegati in uno stato di indeterminazione nonostante abbiano versato la quota associativa.
A noi la ragione appare chiara: la signora presidente teme che una assemblea dei soci convocata coerentemente con il dettato dello statuto possa destituirla dall’incarico.
Bene, la signora presidente non sbaglia affatto.
Non possiamo certo tollerare l’atteggiamento antidemocratico e antistatutario della signora Anna Mazza.
L’uso personalistico,  autoreferenziale e strumentale che la stessa fa della associazione, aggravato dalle sue ultime dichiarazioni, contraddice profondamente lo spirito del movimento.

Adele Palazzo (consiglio direttivo “Associazione Il popolo viola”)
Franz Mannino (consiglio direttivo “Associazione Il popolo viola”)

9 Risposte to “Associazione Il popolo viola, facciamo chiarezza”

  1. Azrael agosto 31, 2011 a 7:13 pm #

    Avete stilato uno statuto senza prevedere il modo di espellere gli organi “rappresentanti”?

  2. altroquando agosto 31, 2011 a 8:10 pm #

    Non so come sia, so come la vedo. Il PV è un’idea, un punto di riferimento colmo di stimoli e di proposte ed allo stesso tempo una scatola vuota che si riempie di contenuti ogni volta che parte il tam tam. Sono convinto che sotto sotto esista un embrione di struttura in funzione della circolazione delle idee, delle proposte. Magari occorre rinforzarla senza per questo creare un organizzazione tradizionale. Comunque sia, l’appuntamento del 10 a Roma non si tocca. Farò in modo di esserci.

    • Silvia settembre 1, 2011 a 12:08 pm #

      anch’io penso che non si possa e non si debba rinunciare all’ appuntamento previsto. Successivamente si risolveranno i problemi interni. Al momento l’ Italia ha bisogno di essere difesa con manifestazioni di dissenso su quanto fa il governo.

  3. Tommaso Moro settembre 2, 2011 a 12:53 pm #

    Profonda tristezza. Manco 4 gatti riusciamo a far stare insieme…

  4. Tommaso Moro settembre 2, 2011 a 1:01 pm #

    Il Popolo Viola deve essere immateriale. Creare in maniera neuronale consensi, manifestazioni, proteste, per poi dileguarsi nel etere…immateriale altrimenti cadrà nei problemi di ogni gruppo passato. 10 settembre a Roma!

  5. Gino settembre 2, 2011 a 3:48 pm #

    Gino
    2 settembre 2011 – 17:42

    E’ una grande occasione questa

    DAL 10 SETTEMBRE

    Se non lo si fa questa volta non ci si riuscirà mai più.

    Il Sabato e Domenica il parlamento dei condannati è chiuso.

    Bisogna COMINCIARE con un presidio a oltranza davanti a Camera e Senato che riapriranno lunedi o martedi con tanto di monetine e contestazioni rumorose per i condannati che non si dimettono avvisando con l’altoparlante di USCIRE CON LE MANI IN ALTO E CONSEGNARSI ALLA GIUSTIZIA.

    Se no saranno sempre le solite chiacchiere tra di noi e a quelli non gli frega niente!

  6. Nunzio settembre 2, 2011 a 8:44 pm #

    Bisogna sforzarsi di diffondere il passaparola per il 10 l’11 e oltre (io auspico), di portare tende e sacchi a pelo ecc.

    Postarlo come commento soprattutto su youtube, come nei referendum. Le Tv e i giornali di regime non ne parlano (ovviamente)

    Diamoci da fare FORZA

    E’ un occasione unica

  7. Mirko settembre 7, 2011 a 10:38 pm #

    “L’uso personalistico, autoreferenziale e strumentale che la stessa fa della associazione, aggravato dalle sue ultime dichiarazioni, contraddice profondamente lo spirito del movimento.”

    Io direi che lo rispecchia al 100%

  8. ebeta ottobre 7, 2011 a 3:45 pm #

    la pedofilia internet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: