Ecco i parlamentari che si oppongono alla riduzione dello stipendio – Nomi e indirizzi mail

10 Dic

Si accende lo scontro sul decreto del governo che da gennaio taglia gli stipendi di deputati, senatori e di tutte le cariche elettive. Ma loro non ci stanno: “Decidiamo noi, lede l’autonomia del parlamento”. E bravi, l’autonomia del Parlamento: peccato che tutti gli altri provvedimenti del governo che colpiscono i cittadini li hanno accettati senza battere ciglio. Ma sul loro stipendio no, rivendicano l’autonomia del Parlamento. Ma cerchiamo di capire meglio: l’indennità di un deputato italiano ammonta oggi a 11.704 euro al netto della diaria. La media delle retribuzioni nell’eurozona è invece di 5.339 euro e quello sarebbe l’implicito suggerimento del governo Monti.

Purtroppo, come dicevamo, una volta arrivato nella commissione Affari Costituzionali della Camera il decreto è stato bocciato. La nostra proposta è questa: scrivere una mail ai componenti della commissione per invitarli ad appoggiare la logica di riduzione prevista nel decreto. Basta andare nel link che segue e cliccare su “scrivi al deputato” e, se vi va, lasciate qui sotto un commento con il testo della vostra mail e il deputato cui l’avete inviata: Ecco i nomi e le mail dei componenti della commissione

LEGGI ANCHE: LETTERA APERTA AI PARLAMENTARI

PRIME REAZIONI AL NOSTRO POST, LA RISPOSTA DI MASSIMO DONADI (IDV)

Ha ragione il Popolo Viola. C’è chi rivendica l’autonomia del parlamento solo per proteggere i propri privilegi. Ma sbaglia quando non distingue tra partiti e tra parlamentari. E soprattutto quando attribuisce alla commissione Affari Costituzionale, di cui faccio parete anch’io, la responsabilità del mancato taglio delle indennità dei parlamentari. La responsabilità, infatti, è delle commissioni riunite Bilancio e Finanze, che stanno esaminando il decreto contenente la manovra economica. Ma parlare di responsabilità collettiva non ha senso, perché ognuno porta in commissione le proprie posizioni. E le nostre, quelle di Italia dei Valori, sono molto diverse da quelle di chi si è opposto alla decurtazione. Questo lo sanno tutti, le nostre battaglie sono note da tempo. Anche in Parlamento c’è chi lavora per abbattere i privilegi della Casta, per tagliare i costi della politica, per eliminare gli sprechi. Non siamo tutti uguali. E purtroppo dobbiamo denunciare un fatto grave: ancora una volta, con motivazioni pretestuose, è stato dichiarato inammissibile la nostra proposta di abolizione dei vitalizi dei parlamentari. La Casta è senza vergogna perché pensa a tutelare se stessa persino nel momento in cui chiede sacrifici ai cittadini, fa pagare ai lavoratori, alle imprese ed alle famiglie il costo del risanamento. E’ proprio la politica che dovrebbe dare il buon esempio e rinunciare ai propri privilegi in un momento difficile per tutto il Paese. E’ proprio da questo atteggiamento di autotutela che nasce l’indignazione popolare ed il sentimento dell’antipolitica, che allontana i cittadini dalla vita pubblica. E’ stata scritta una brutta pagina, ma l’Italia dei Valori non demorde e continuerà questa battaglia di trasparenza e di giustizia sociale a nome di tutti i cittadini che sono stanchi di essere presi in giro. Oltre a questo ci auguriamo che il governo accolga le tante proposte presentate anche da Italia dei Valori per rendere questa manovra più equa. Chiediamo significative correzioni per rendere più equa e sostenibile questa manovra, per ripartire i sacrifici in maniera più giusta. In particolare chiediamo che le nostre proposte sulla lotta all’evasione fiscale e sui tagli ai costi della politica vengano accolte, perché reperirebbero risorse importanti e perché renderebbero più giusta socialmente ed economicamente questa manovra.

Qui il link originale

370 Risposte to “Ecco i parlamentari che si oppongono alla riduzione dello stipendio – Nomi e indirizzi mail”

  1. ministry76 dicembre 10, 2011 a 11:31 am #

    Però, per come lo leggo, il titolo trae in inganno: la commissione ha rigettato l’emendamento, ma non si capisce come abbiano votato i singoli deputati.

    • Matpunk85 dicembre 10, 2011 a 11:37 am #

      Concordo. Come si fa a scrivere a qualcuno a caso che magari era a favore. I vostri titoli sono ingannevoli, e non è la prima volta.

    • Andy dicembre 10, 2011 a 3:03 pm #

      infatti, è un po’ qualunquista questo post

    • amalia dicembre 10, 2011 a 3:33 pm #

      assolutamente è la prima cosa che ho notato. cosa vogliamo fare, prendere per il culo loro che guardano il grande fratello e lasciarci imbonire dalle falsità purché vengano dall’estrema sinistra? io non ci sto.

      • danilo dicembre 10, 2011 a 8:11 pm #

        ancora con st’estrema sinistra? ma che sei la nipote i berlusconi?

      • monica gennaio 5, 2012 a 5:31 pm #

        Definisca “Estrema Sinistra”, io credevo che al giorno d’oggi non esistesse più..

    • pierre dicembre 10, 2011 a 4:02 pm #

      voglio sapere chi è favorevole e chi contrario, non dobbiamo pensare che sono tutti uguali altrimenti facciamo il gioco dei furbi

    • Dario dicembre 10, 2011 a 7:36 pm #

      Carissimo Deputato,
      sono un’onesto cittadino che non può più vedere lo schifo che state facendo.
      Il governo ci chiede a NOI cittadini LAVORATORI di fare dei sacrifici, fai anche tu la tua parte e riduci il tuo stipendio millionario!.
      La gente vive nella povertà e fà i sacrifici, tu vivi nel lusso e ti opponi a fare la tua parte??, bhè se cosi è, con tutto il rispetto, mi fate schifo!.
      Quindi, in conclusione, fai la tua parte, fate vedere che non è vero che siete la solita casta mangia soldi e che siete RESPONSABILI E PRONTI AI SACRIFICI.

      • Cunnu dicembre 10, 2011 a 8:25 pm #

        E tu credi che loro facciano un piccolo passo…che si ricordino bene noi popolo siamo sovrani….la politica è la piaga di tutti i mali!!!!
        MILLANTATORI!!!

      • rosetta dicembre 11, 2011 a 11:09 am #

        voglio solo dire una cosa perchè tutto è stato detto e ridetto e ormai siamo stanchi delle solite
        parole, ci vogliono adesso i fatti. Sono profondamente addolorata vedere questa casta con delle facce da di ” bronzo” che pensano al proprio interesse quando ci sono ragazzi che per mancanza di lavoro entrano in crisi psicologicamente e tentano persino il suicidio o che si trovano in cura presso strutture ospedaliere. Dovrebbero vergognarsi sembra che il mondo appartenga solo a loro e solo loro hanno il diritto di vivere nel lusso, Ma Gesù Cristo non ci aveva detto che siamo tutti uguali???

      • gin dicembre 11, 2011 a 2:20 pm #

        caro dario cosa vuoi che ne sappiano i nostri parlanentari di vivere con 1000 euro al mese pagando bollette affitto e per quel che rimane far studiare i figli e mangiare ….loro si sono fatti degli stipendi da favola con agevolazioni supr lusso dove quando va male si pagano un caffe’ al giorno e tu chiedi e speri che si facciano tagli agli stipendi …..fai prima a sperare di vincere alla lotteria perche’ sti signori ti e ci stanno portando alla fame x dire poco….nn oso pensare a cosa ci aspetta

      • pasquale dicembre 11, 2011 a 2:22 pm #

        se non paghiamo nessuno dico nessuno vedevi come il culo gli bruciava

      • fede dicembre 11, 2011 a 8:29 pm #

        questa crisi se la sono inventata loro e i loro soci dell’europa che non sono altro che le multinazionali e industriali e mafia per spennarci meglio per investire i nostri soldi nelle loro imprese nelle nuove colonie dell’est e cina,brasile,india,sudafrica.armi…………ecc.ecc..

      • LILLI febbraio 3, 2012 a 8:15 pm #

        armiamoci e partite!!!…..CLASSICO!!!

    • Teresa dicembre 10, 2011 a 7:42 pm #

      non più discorsi,non più demagogia ma solo concretezza di azioni e trasparanza di modi

      • pasquale dicembre 11, 2011 a 5:45 pm #

        ragazzi vedo tanti commenti ma una sola cosa possiamo fare partiamo è si va fino infonto hoppure chiediamo ai libici che vencono loro perche noi non abbiamo più le palle per farlo a spazzar via tutta sta cozzaglia di privileggiati

    • coras dicembre 10, 2011 a 10:03 pm #

      già

    • non mi faccio inculare da voi dicembre 10, 2011 a 10:20 pm #

      secondo me hai pienamente ragione.

      • fede dicembre 11, 2011 a 8:30 pm #

        come fai che lo faccio anchio…..

    • federica bonzi dicembre 11, 2011 a 12:19 am #

      Per come leggo io, e può darsi che sia imbranata, non vedo i nomi “dei parlamentari che si oppongono alla riduzione dello stipendio – Nomi e indirizzi mail”. Dove sono i nomi, chi sono i parlamentari che si oppongono? Pubblicate, verifichiamo e poi scriviamo.

      • Luca dicembre 11, 2011 a 9:34 am #

        Cliccare su “Ecco i nomi e le mail dei componenti della commissione” alla fine del primo pezzo

      • anastasia vacri su facebook dicembre 12, 2011 a 2:37 pm #

        si ai ragione ce una semplice generalizzazione ce la lista dei nome dei politici che fanno parte della commissione ma non i nomi di chi ha votato a contro favore vogliamo i nomiiiiiiiiiiiiiiiiiiii …

      • gianni ferraris dicembre 13, 2011 a 4:28 pm #

        concordo

    • Lela dicembre 11, 2011 a 7:37 am #

      Hai ragione. Il POPOLO VIOLA, dovrebbe fare più attenzione ai titoli che mette a ciò che posta, sempre che non voglia trarre in inganno di proposito. Nel post non c’è un elenco parlamentari che si oppongono alla riduzione di stipendio, ma i componenti della commissione che sta esaminando la proposta. Ovviamente posso pacatamente scrivere a chiunque di loro quello che penso della questione, ma non posso insultare uno che magari è favorevole alla riduzione. E’ INDISPENSABILE essere chiari e non fare di tutte le erbe un fascio. NON STARNAZZIAMO COME GALLINE alimentando il qualunquismo, PERCHE’ QUESTO FA IL LORO GIOCO.

      • maria pintus dicembre 11, 2011 a 3:33 pm #

        sono d’accordo nomi e cognomi il problema è che sono la maggior parte d’accordo a tenere i privilegi intatti …………………bella la vita !!!!!!!!!

    • CHIARI COSETTA dicembre 11, 2011 a 1:06 pm #

      una vergona che gente come loro faccia questo se solo guadagnassero come noi ed avvessero da vivere con la vita che facciamo vorrei vedere sarebbero gia venuti ad assalirci noi italiani siamo buoni dovremmo fare una rivoluziane ed andare a buttarli fuori quei buffoni e ruba soldi ad povera gente che lavora si che lavora. non che scaldare le poltrone come loro e vivono grezie a noi lavoratori e pensionati

      • black988 dicembre 11, 2011 a 1:52 pm #

        bravissima a volte solo cn la forza e la violenza si riesce a farsi sentire! a volte penso proprio che le B.R. facciano bene a fare quello che fanno!!!!

    • niki778 dicembre 11, 2011 a 3:04 pm #

      Sono d’accordo, vogliamo i nomi dei singoli, non un link che rimanda genericamente alla pagina pubblica della Camera.

    • Piero luisi dicembre 11, 2011 a 5:50 pm #

      vorrei gentilmenye ricordare a questi signori ( scusate il termine) che non sono rappresentanti di nessuno in quanto non sono stati eletti da nessuno, ma solo nominati da quelle anticamere del peccato che sono le segreterie dei partiti. siete stati già pagati abbastanza per quello che avete fatto. e le tasse le dovete pagare come tutti, anche quelle sui benefit

    • odina dicembre 12, 2011 a 3:56 pm #

      infatti sarebbe interessante avere dati più chiari.

  2. Beppe Arlia dicembre 10, 2011 a 11:37 am #

    Vagonate di antipolitica. Questa pagina (organo ufficiale del dipietrismo) non si smentisce mai. Il titolo del post è agghiacciante, visto che poi rimanda ai COMPONENTI la Commissione, che sono tutti UGUALI, ovviamente!!!
    Bravi, continuate così. Aboliamo ogni retribuzione dei parlamentari, aboliamo totalmente i vitalizi (come non ci fosserro negli altri paesi), aboliamo anche i parlamentari e la politica, giacchè ci siamo.
    L’antipolitica porta a DESTRA, sempre!!! Come pensate sia nato Berlusconi?…

    • mario dicembre 10, 2011 a 11:47 am #

      vai a cagare…….

      • Giulio Scarpetti dicembre 10, 2011 a 12:02 pm #

        ha ragione lui e il tuo commento dimostra che sei senza argomenti per ribattere.

      • Beppe Arlia dicembre 10, 2011 a 3:09 pm #

        Imbecille…

      • Matteo Illari dicembre 10, 2011 a 4:13 pm #

        mario, sei patetico. Comunque questa pagina come già detto da altri utenti è l’apoteosi della disinformazione e dell’antipolitica.

    • Romano Margelli dicembre 10, 2011 a 12:09 pm #

      bè come minimo presentati con un pò di garbo perchè posso anche essere daccordo con te ma mi sembri un pò carichino stamattina!
      Fatti una camomilla e forse ne possiamo riparlare!

      • pasquale dicembre 10, 2011 a 6:31 pm #

        io li metterei tutti a zappare sti lader sono tutti uquali non si vergognano uno muore di fame e loro fanno i porci comodi loro tagliamo i finanziameto ellettorale basta

    • mauro dicembre 10, 2011 a 1:19 pm #

      sparate

    • Raffaele dicembre 10, 2011 a 1:23 pm #

      @Beppe Arlia. Ma lei vede tutto bianco o tutto nero? O elargiamo milioni ai parlamentari o niente? Cerchiamo di essere obbiettivi. Nessuno ha mai detto che si debba cancellare ogni retribuzione dei parlamentari. Si è parlato solo di ridurla in proporzione alla media europea. Il vitalizio, invece, è una cosa vergognosa, per due ragioni:
      1) Per maturarne il diritto occorrono solo cinque anni, mentre ad un comune cittadino occorrono svariati decenni per percepire una pensione, spesso di importo nettamente minore.
      2) Il vitalizio (o “pensione” che dir si voglia) nasce come conseguenza di un modo SBAGLIATO di concepire la politica, ovvero come “professione”. L’impegno politico di un cittadino deve essere una missione e deve avere una scadenza. Due legislature (10 anni) al massimo e poi ciascuno torni alla propria occupazione originaria. E’ necessario che i cittadini si candidino, non per curare i propri interessi, ma perchè desiderano dare il proprio contributo al Bene Comune. Almeno questo è quello che farei io. Possiamo pensare lo stesso di lei? Cordiali saluti.

      • anna dicembre 10, 2011 a 1:59 pm #

        certo che devono adeguare le loro retrbuzioni a livello europeo,

      • mario gl dicembre 10, 2011 a 2:16 pm #

        Finalmente uno che ragiona!

      • flavia dicembre 10, 2011 a 2:20 pm #

        sono perfettamente d´accordo con te,purtroppo é una vita che la gente si candida solo per il proprio interesse e del paese se ne frega

      • sergio dicembre 10, 2011 a 2:40 pm #

        questa,secondo me,è l’analisi giusta.poi se ci fosse coerenza tutto filerebbe liscio,ma…………

      • andrea dicembre 10, 2011 a 2:56 pm #

        scrivi : L’impegno politico di un cittadino deve essere una missione e deve avere una scadenza. Due legislature (10 anni) al massimo e poi ciascuno torni alla propria occupazione originaria. ma chi lo dice? tu? e se un parlamentare è bravo e lavora bene e viene rieletto perché privarsene? a seguire la deriva dei vari grillo vi ritroverete con i casaleggio in parlamento

      • Beppe Arlia dicembre 10, 2011 a 3:12 pm #

        Raffaele, è pazzesco che tu non abbia capito che era una provocazione…rileggi la frase, è facile…
        E comunque i vitalizi esistono anche in Francia, germania e Inghilterra…

      • Raffaele dicembre 10, 2011 a 4:07 pm #

        @Beppe Arlia. Veramente da quel che leggo tra i commenti al tuo post, pare che la provocazione non l’abbiano capita in molti. O più probabilmente nessuno qui difetta nel comprendonio e tu avresti potuto esprimere meglio il concetto. Per il resto, sono consapevole che l’istituto del vitalizio sia in uso in altri Stati europei, ma ritengo che nell’attingere alle esperienze straniere l’Italia debba sempre prendere a modello il meglio e non il peggio degli altri. Peraltro, avendo constatato il carattere provocatorio del tuo commento, deduco che dovresti essere d’accordo con me. Grazie.

      • marina meloni dicembre 10, 2011 a 7:38 pm #

        melina.60@alice.it Sono assolutamente d’accordo su tutto quello che dice, se la politica è una professione per ottenere la pensione saranno necessari almeno 40 anni di contributi , diversamente solo i rimborsi spese, ed una adeguata retribuzione MA????? Se ci troviamo in questa situazione è perchè non si è riusciti ad amministrare i beni comuni e la causa è stata la loro incapacità professionale nel fare politica, quindi chiedo un adeguato rimborso spese x i danni subiti come cittadino costretto a sacrificarsi per il futuro del nostro e loro paese. E non parliamo del disagio psicologico che ognuno di noi sta affrontando per esser stato all’oscuro di questo possibile fallimento dello stato.
        Auguro comunque un buon Natale ricco di iniziative per il 2012 a tutti . Marina

      • claudia elettra dicembre 10, 2011 a 8:38 pm #

        Giustissimo!

      • kissesfromhell dicembre 11, 2011 a 7:34 am #

        Bravo….concordo con la tua posizione intelligente e non vendicativa che contesta il sistema ma propone anche delle alternative !Il vedere la funzione politica come una missione lo trovo giusto,
        ma un pò utopico e comunque la soluzione del mandato dopo 10 anni è sana al fine di evitare accomodamenti e rilassamenti dell’impegno.

      • sakto dicembre 11, 2011 a 7:38 am #

        questo è un modo di ragionare sobrio

      • Calvi dicembre 11, 2011 a 12:32 pm #

        fra tutti i commenti questo di Raffaele è lunico che si dovrebbe effettuare,il politico di mestiere e quello che ci ha rovinato la vita negli ultimi 50 anni

      • Ros dicembre 11, 2011 a 8:02 pm #

        Esatto! per fare questo la politica non deve essere un piatto appetitoso: ci si rende conto che ex pornostar e attricette da quattro soldi sono in Parlamento. La politica è uno stato di grazia non un lavoro come gli altri. Ma potrebbero mai queste persone agire contro se stesse??
        Siamo realisti… non lo faranno mai. Quello che serve è una pulizia totale. Via tutti!!Ci sono tanti giovani preparati che sono senza un lavoro e non hanno parenti per entrare in Parlamento. Persone che ci entrerebbero per uno stipendio normale: non ci vedo infatti motivo alcuno per pagare un politico più di un operaio, che poverino può essere licenziato.
        Ma loro chi li licenzia??
        Io sono a favore della pulizia radicale: facciamo un referendum su vitalizi, stipendi e riduzione(sono troppi non abbiamo soldi per dar da mangiare anche loro)!!!

    • Roberto dicembre 10, 2011 a 1:24 pm #

      E piantala di mettere destra ,sinistra…che non c’entra nulla.E dimmi he cazzo ha fatto la sinistra,e che cosa dovrei a loro…mi han dato le coop che sono la rovina dell’occupazione,ha fatto un cambio ridicolo euro /lira,han fatto cadere aziende come parmalat e cirio….e addirittura li stimi….e magari sei un comunista da 4000 euro di pensione…alla fien siete sempre voi quellipiu0 grassi di tutti…occhio solo che siamo sotto natale,pertanto,lo dovresti sapere che fine fanno i MAIALI.

      • felicina dicembre 10, 2011 a 2:00 pm #

        chi ha fatto cadere aziende come parmalat e cirio? Ma da dove arrivi, per la verità sono cirio e parmalat che hanno rovinato un bel pò di ingenui che hanno acquistato i loro titoli, fatti curare

      • viola dicembre 10, 2011 a 4:36 pm #

        [quote]E comunque i vitalizi esistono anche in Francia, germania e Inghilterra…[/quote]
        è allora?
        se è per quello in Inghilterra c’è anche la Regina, che si deve avere anche noi?
        visto che i Parlamentari ci hanno portato alla rovina non meritano un cavolo di stipendio, meritano il licenziamento e stipendi come i comuni lavoratori, inoltre la politica deve essere una vocazione non una vincita all’Enalotto, troppi soldi in giro istigano a delinquere altro che ideologie politiche e buon governo….

      • vinicio dicembre 10, 2011 a 5:52 pm #

        e perchè le coop ti avrebbero dato la disoccupazione? credo che tu non ci capisci nulla , sia in economia che in politica, Adesso comincio a capire perchè i giovani non hanno ne un passato ne un presente e tanto meno un futuro. Penso che a te te lo darà marchionne un futuro

      • bludimare dicembre 10, 2011 a 5:58 pm #

        Roberto ma cosa stai dicendo, per i crac Parmalat e Cirio è colpa della sinistra, ma ci stai con la testa, poi gli accordi di Mastrict, non li ha fatti da soli la sinistra, ma tutti i paesi d’europa che erano nella UE, informati prima di dire delle castronerie.

        Bludimare

    • max dicembre 10, 2011 a 1:51 pm #

      antipolitica la destra? ma se son 40 anni che rubate e continuate a rubare. volete solo salvaguardare il vostro culo ed a pagare le vostre porcherie dobbiamo esser sempre noi.l’Europa vuole “tutti” uguali? bene cominciate voi per primi a decurtarvi il vitalizio( dato che prendete 4 volte un parlamentare di altro stato europeo) togliere le accise dai carburanti ( ci sono ancora quelle della guerra dell’abissinia) visto che negli altri stati europei costa meno. l’elenco è lungo ma son bastate 2 cose che fan capire che razza di maledetti siete:la pseudo intervista al deputato Razzi ( ormai tutti l’han vista in rete) e i 25 miliardi di euro per prendere caccia bombardieri (a cosa servono visto che non dobbiamo dichiarar guerra a nessuno e tantomeno difenderci da qualcuno). detto questo il mio pensiero è e rimarrà tale finchè non vedrò un cambio di rotta da parte di questa casta maledetta e parassita. VERGOGNATEVI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      • mario gl dicembre 10, 2011 a 2:22 pm #

        sono d’accordo con te! è impossibile però che quelle facce da culo abbiamo un minimo di vergogna,,, non monetine e uova bisognerebbe tirargli ma cubetti di porfido e bottiglie molotoff

      • lele dicembre 11, 2011 a 1:14 pm #

        la vergogna non è nel loro dna!…anzi, considerandosi molto più furbi di noi, se la rideranno leggendo i nostri commenti, da qualunque parte stiano. A loro interessano solo i nostri voti…da qualunque parte stiano!

      • rosa dicembre 11, 2011 a 2:27 pm #

        concordo pienamente!!! basta!basta!basta! io sono contraria alla violenza ma proporrei una dimostrazione PACIFICA x far sentire il volere del POPOLO!!! tutti,ma tutti,facciamo sentire la nostra volontà,non solo on line!!! facciamo noi una proposta ai politici: vivete voi con 900.00 euro al mese e vediamo come siete bravi a pagare tutto quello che ci costringete a pagare!!!

    • Michelangelo dicembre 10, 2011 a 1:54 pm #

      Signor Arlia ma che discorsi sono?Qui si sta parlando di equità sociale. Gli stipendi e le spese dei nostri parlamentari sono fuori controllo ed è giusto riportarli negli standard europei almeno. Sono stati chiesti notevoli sacrifici agli italiani e primi a farli dovrebbe essere la classe politica. Forse non risolverà molto ma darà una parvenza di giustizia in questo paese!!

    • giuseppe dicembre 10, 2011 a 3:01 pm #

      L’antipolitica potrà anche portare a destra ma poi mi spiegherai cose oggi la sinistra in Italia !!! e da qualche parte nei sacrifici bisogna iniziare e soprattutto bisogna togliere i soldi alla politica A TUTTA LA POLITICA diversamente cambieranno gli uomini ma non le idee che saranno storpiate dai soldi ergo ; che cosa vuoi che influisca l’aumento della benza o del pane o dell’ici a chi ha 1000,00 euro al giorno di stipendio?? nulla rimane fuorei dalla realtà e noi abbiamo bisogno di gente “dentro la realtà” e poco mi importa se sia di destra o di sinistra mi interessano altre cose Sue molto più significative per il bene comune la solidsrietà l’attenzione agli ultimi ecc. ecco i politici che vorrei azz.

    • stefano casaro dicembre 10, 2011 a 5:45 pm #

      abolire i parlamentari,la politica? perchè no,se son tutti così…

    • Luca dicembre 10, 2011 a 5:57 pm #

      berlusconi è nato da il rapporto sessuale tra i suoi genitori, come sennò?

    • Eraldo cacchione dicembre 10, 2011 a 7:59 pm #

      Sei un parlamentare?

    • rug dicembre 10, 2011 a 8:28 pm #

      penso sia nato con una grossa scoreggia, come ogni stronzo che si rispetti!

    • paola dicembre 10, 2011 a 11:05 pm #

      @Beppe Arlia SONO D’ACCORDO CON TE SU TUTTA LA LINEA!!!!

    • Fabio dicembre 11, 2011 a 12:28 am #

      Berlusconi nasce dall’inettitudine delle opposizioni e dalla loro scarsa intelligenza politica – Non hanno mai saputo guardare piu in la del loro naso . a loro interessa solo il denaro che rubano a man bassa e sono numerosi come cavallette dopo il loro interventi qui restara’ solo terra bruciata .
      .

    • Umberto Nizzi dicembre 11, 2011 a 6:32 am #

      L’antipolitica porta alla razionalità, la politica offusca il pensiero, nessun politico rappresenta l’uomo della strada, tanto meno i lavoratori, io posso essere rappresentato solo da quei parlamentari che guadagnano 2000 euro al mese e si pagano l’autobus per andare in parlamento, e se saltano le sedute devono presentare il certificato o la giusta motivazione. Non facciamoci offuscare dalle ideologie.

    • fabio dicembre 11, 2011 a 11:11 am #

      Caro signore. Non vogliamo abolire OGNI retribuzione ma vogliamo abolire la parte della retribuzione IN PIù rispetto a 10.000 euro che corrisponde ad uno stipendio PIù che dignitoso e più che onorevole. Poi vogliamo abolire qualsiasi viotalizio: la pensione devono percepirla a 65 anni come tutti noi e deve essere proporzionata ai CONTRIBUTI versati, come per noi. Poi, francamente, se abolissero questi per così dire parlamentari (che parlamentano solo per lòe proprie tasche) ti dico la verità non mi dispiacerebbe. L’antipolitica non porta nè a destra nè a sinistra, porta dove NOI vogliamo che si vada.
      P.S. io non sono affatto un dipietrista ma se Di Pietro la pensa come me :GIUSTIZIA, ONESTA, CORRETTEZZA, SERIETA, MERITO, LEALTA- per me va bene Di Pietro.

    • giancarlo dicembre 12, 2011 a 5:17 pm #

      caro beppe…
      ancora colpa di berlusconi……
      se avesse anche solo ipotizzato la metà della manovra monti……….
      chissà che sarebbe successo!!!!!!!
      non è il caso che ti svegli un pochino!!!!!!

      • Luigi Spadavecchia dicembre 25, 2011 a 12:15 am #

        faresti molto bene a svegliarti tu! è possibile che voi, “berluscones”, non abbiate ancora capito che questo disastro in cui siamo adesso è stato causato dal kaimano??? invece di governare, questo individuo, impegnava il parlamento a fare leggi per nn essere condannato? in pratica faceva il premier a tempo perso, tra un “bunga-bunga e l’altro??? svegliatiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • fabio dicembre 12, 2011 a 5:50 pm #

      Con la piccola differenza che i privilegi dei nostri politici indennità-rimborsi -benefits piu vitalizi ecc..ecc. ecc. rispetto ai loro colleghi olandesi belgi inglesi francesi tedeschi spagnoli portoghesi..sono di gran lunga superiori..in piu aggiungi k sono un infinità(il doppio degli Usa)matematico c costanto in lungo ed in largo…..però se cè chi li difende..bene concordo infatti penso k meritiamo di essere amministrati da qsta classe politica…k negli anni saccheggiando le casse pubbliche creando la piu grande voragine di debito pubblico in europa…
      qui non è qualunquismo qui sono FATTI ACCADUTI…se lo stato fosse un azienda avrebbe dovuto portarte i libri in tribunale….si bravi difendeteli..anzi aumentiamo i privilegi e i loro numero che I SOMARONI SONO BEN FELICI DI PAGARE E ANDARE IN PENSIONE A 90…..ANNI

    • Michele dicembre 14, 2011 a 4:41 pm #

      Ormai anche la faziosità è superata! Non c’è dipietrismo ne qualunquismo, putroppo è la classe politica intera a non aver più credibilità, è un sistema che si è sviluppato in maniera abnorme come un cancro che ha cancellato la forma di vita da cui ha preso origine. Della politica non è rimasto nulla, solo dei politicanti/metastasi senza alcun legame con il loro originale motivo di essere. Non c’è antipolitica perchè non c’è più politica e questo percorso non porta a destra, ne a sinistra, porta al caos e alla miseria, forse alla guerra.
      Siamo ancora in tempo per estirpare il nostro male.

  3. luciana carnevale dicembre 10, 2011 a 11:41 am #

    quello che più mi crea disagio, è che ci sono “onorevoli” del pd
    che cosa scrivere ad ognuno? che il mio reddito lordo annuo (compresa 13a) è di 12.902 euro? sai quanto possa loro interessare? non amo insultare, la mia educazione me lo impedisce, ma qualche volta lo meritano

    • gigi dicembre 10, 2011 a 2:23 pm #

      cara Luciana ,anche se un collerico come me che scrive ogni giorno quintali di insulti a questi sciacalli , sia di dx che di sx (anche perchè cassaintegrato & incazz…., scusa!! arabbiato! trovo il tempo di farlo) sono convinto , che non conti assolutamente niente!!anzi rideranno beati dell’astio che la gente gli riversa addosso!!tanto sanno che tutto rimarrà allo status quò .loro continueranno a derubarci ,e noipiano piano degeneremo nella disperazione! a meno che …non passiamo alle vie di fatto!!

    • fabio dicembre 11, 2011 a 11:12 am #

      Basterebbe dire loro: ORA BASTA.

  4. demcris dicembre 10, 2011 a 11:47 am #

    Poveri illusi!!!!!!!!!! C’è chi potrebbe veramente,ed in tutta sincerità, sperare che i nostri eroi abbiano un sussulto di vergogna e di dignità ed alle nostre e-mail rispondano con atti conseguenti a quanto,singolarmente,sostenuto in pubblico?Ma avete visto che facce da magliari,truffatori senza onore? Tutti,di tutti gli schieramenti.W madame de Guillottine!!!!!!!

  5. Fabio dicembre 10, 2011 a 11:49 am #

    Se volete scrivere ad un QUALSIASI deputato della camera, basta scrivere a _@camera.it. Es. Per scrivere a Rosy Bindi: bindi_r@camera.it

  6. Stefano dicembre 10, 2011 a 11:49 am #

    Non si può generalizzare. Se devo inviare una vagonata di insulti, voglio colpire bene.
    Se l’elenco è preciso, ok. Sennò fanculo.

  7. Silvio Socolovsky dicembre 10, 2011 a 11:52 am #

    Vorrei tanto farlo ma non so a chi di preciso, non posso scrivere a tutti! (Stramerdaio di sicuro, ma gli altri?) Vi prego, trovate i nomi e poi parto!

  8. Aristide dicembre 10, 2011 a 11:54 am #

    I nostri eroi!… Quelli che hanno distrutto l’Italia, perché sono degli incapaci approfittatori.

  9. Antonio Izzo dicembre 10, 2011 a 11:56 am #

    Gentile On. Donadi,
    le scrivo per chiederle se corrisponde al vero la notizia che Lei (proprio Lei), insieme ad altri rappresentanti della Repubblica, si oppone al decreto del governo che da gennaio prevederebbe il taglio degli stipendi di deputati, senatori e di tutte le cariche elettive.
    Le premetto che anche io, come semplice cittadino, non sono per niente soddisfatto delle iniziative portate avanti dal Governo Monti in materia di risanamento dei conti pubblici, ritenendole in massima parte inique e per nulla coraggiose.
    Tuttavia, nel caso in cui la notizia di cui sopra riguardasse anche Lei (giacchè per tutti gli altri non ho il benché minimo dubbio), le chiedo la cortesia di voler almeno spiegare i motivi. Li deve a tutti coloro che, come me, vedono in Lei e nel movimento politico di cui fa parte, l’unico ultimo barlume di dignità politica attalmente presente nell’arco costituzionale italiano.
    Con riserva di stima e certo che almeno Lei vorrà rispondere seriamente, colgo l’occasione di augurarle Buone Feste.
    Antonio Izzo

    • patrizia dicembre 10, 2011 a 1:42 pm #

      Qui la risposta di Donadi
      http://massimodonadi.it/blog/la-casta-difende-i-vitalizi
      da cui estraggo tre righe “Anche in Parlamento c’è chi lavora per abbattere i privilegi della Casta, per tagliare i costi della politica, per eliminare gli sprechi. Non siamo tutti uguali. E purtroppo dobbiamo denunciare un fatto grave: ancora una volta, con motivazioni pretestuose, è stata dichiarata inammissibile la nostra proposta di abolizione dei vitalizi dei parlamentari.”

      • barocco dicembre 10, 2011 a 6:06 pm #

        Ho letto con molta attenzione i vari commenti, che nella maggior parte condivido con loro, mi starebbe anche bene che lo stipendio sia portato alla cifra di 5000,00 euro o suppergiù, però quello che non digerisco sono i vitalizi che dobbiamo dare a quei bischeri che sono al governo. Dato che il parlamentare devrebbe essere come un lavoro qualunque io propongo che tutti gli anni fatti da parlamentare vengano aggiunti agli altri anni di lavoro (se sono stati fatti) fino al raggiungimento dei fatidici 40 anni come tutti i comuni mortali, e allora vai in pensione con il conteggio dei contributi che ai versato, se no ciccia, capito?

      • stel lorella dicembre 10, 2011 a 9:18 pm #

        cominci lei a dare il buon esempio…
        se è vero che lo farà, credo che in molti la seguiranno, se non altro per la paura di perdere voti!

    • Ugo dicembre 10, 2011 a 5:23 pm #

      Ho letto quasi tutti i commenti e mi sono riconosciuto in molti di loro, ho trovato la stessa mia rabbia e lo stesso mio disgusto verso questa classe politica sopratutto incapace di guidare un paese ma allo stesso tempo capacissima di tutelare i propri sporchi interessi personali,. questo vale per tutti : destra , sinistra, centro ( ma perchè esistono ancora queste divisioni? ). Non ci sono ne paladini ne tiranni, sono tutti insieme ugualmente coinvolti nle “magna tui che magno io”.
      Ora ci hanno ridotto talmente nella merda che addirittura non siamo più uno stato sovrano ed arriva Monti che viene ad importci le regole dettate da Germania, Inghilterra e Francia; siamo succubi dell’Europa e non “parte attiva dell’Europa”.
      La politica è diventata la cosa più schifosa al mondo, a tutti i livelli, dalle amministrazioni locali a quelle nazionali e sovranazionali, più si sale verso il vertice della piramide e più ci si allontana dalla realtà dei cittadini veri e più “se magna” e più merda si trova.

      Io sono stato quest’anno tra i candidati al consiglio comunale della mia città, è stata la mia prima esperienza in tal senso, non so se sarà anche l’ultima; so solamente che sono disguistato da questa politica lontana anni luce dalla gente e dai problemi veri di tutti i giorni.
      Ho letto un commento di un signore sopra ( non ricordo chi ) , dove dice che fanno finta di non essere d’accordo, poi alla fine beneficiano tutti e a noi continuano a metterlo nel didietro : sono pienamente d’accordo con lui.

      Fanno finta di litigare davanti al pubblico o suila carta stampata, poi a riflettori spenti organizzano settimane bianche insime, weekend ed altro ( tanto possono permetterselo…).
      Mi sento di dare un consiglio a questi parassiti : la misura è colma, la gente è incazzata al punto giusto per farvi passare la voglia di banchettare alla faccia loro; cominciate a mostrare un minimo di dignità ( so che non ne avete ma fate finta almeno..) e cominciate a tagliare i vostri faraonici stipendi, privilegi e colossali sprechi. Altrimenti si mette male, e vi verremo a scardinare di persona dalle vostre care “sedie”, vi troverete di fronte ad una rivoluzione popolare inaudita e probabilmente molte delle forze dell’ordine capiranno ( essendo con stipendi da fame anche loro…)

      P.S. Non sono un simpatizzante del popolo viola, anzi in campagna elettorale ho avuto più di qualche divergenza di opinione con vostri simpatizzanti; ci tengo a dire questo perchè qui non è un problema di colori politici o di fazioni opposte; se ancora qualcuno dice “è colpa della destra.. no della sinistra…”,allora forse non ha ancora capito bene che cosa è la politica oggi.
      Qui la cosa è molto più grave e stavolta se vogliamo davvero tutelare il futuro dell’Italia e dei nostri figli dobbiamo tirare tutti nella stesa direzione : un popolo unito contro chi lo opprime.

      • rikina dicembre 10, 2011 a 5:48 pm #

        sono d’accordo

      • Antonella dicembre 10, 2011 a 11:59 pm #

        Condivido al mille per cento. Destra e sinistra purtroppo non esistono più, dico purtroppo perchè mi piacerebbe potermi riconoscere in un partito ma non è più possibile. I grandi ideali ormai servono solo come bandiere da sventolare per prendere un po’ di voti, ma all’atto pratico poi quegli ideali non li porta più avanti nessuno. E tutto questo teatrino di gente che si insulta a Ballarò o in Parlamento, per poi farsi quattro risate ed accordarsi a riflettori spenti per portare avanti solo interessi propri, è purtroppo la realtà della politica oggi. E’ vero che il qualunquismo non serve, ed è sacrosanto che la politica dovrebbe essere qualcosa di nobile e di importante, ma siamo onesti: oggi, come si fa a credere in qualcuno veramente? E lasciamo perdere i Dipietristi, perchè aldilà di certe battaglie di facciata come questa (fatte sapendo già in anticipo di perderle, ma facendo una bella figura con la povera gente senza perdere un privilegio) dov’è la differenza? Volete fare sacrifici anche voi ma la casta ve lo vieta? Benissimo! Versate quei soldi in un fondo da utilizzare per beneficenza! Documentandolo, ovviamente! Idem dicasi per i deputati della Sinistra e per tutti quelli che dicono di essere parte del Paese, e che vogliono essere di esempio. Altrimenti è troppo facile…le chiacchiere stanno a zero. E’ ora scossa che ci facciate vedere i fatti. Se nessuno crede più nella politica è grazie a voi, vediamo se riuscite a farci cambiare idea.

      • lele dicembre 11, 2011 a 1:25 pm #

        Condivido pienamente!

  10. giancarlo dicembre 10, 2011 a 11:57 am #

    Caro lei, tolga questa vergogna all’immagine dei politici italiani e faccia riguadagnare un po’ di dignità in Europa accettendo uno stipendio ridotto, quell’ammontare così “ridotto” per noi comuni cittadini sarebbe una manna.

    Giancarlo de Leonardis .

  11. firpo gianni dicembre 10, 2011 a 11:58 am #

    BISOGNA SAPERE CHI HA VOTATO CONTRO SENNO E QUALUNQUISMO. IL QUALUNQUISMO PORTA A DESTRA!!!!!!!

  12. Francesco Pancaldi dicembre 10, 2011 a 11:59 am #

    Onorevole Presidente della commissione Affari Costituzionali della Camera,
    prima di tutto mi presento sono uno studente di Dottorato in Matematica che da Gennaio percepirà una borsa di studio di poco più di 1000 euro al mese, che se non avessi una famiglia alle spalle e altri soldi messi da parte con borse di studio ricevuti gli anni passati non sarebbe in grado di continuare i suoi studi per poi forse un giorno fare il ricercatore (anche se probabilmente non in Italia).
    Ma veniamo a noi io semplicemente sarei curioso di capire quale giustificazione esiste dietro il rifiuto di portare le retribuzioni dei deputati e senatori italiani ai livelli della media europea, perché io da solo non riesco a trovarne sinceramente. Gradirei una sua gentile risposta o quanto meno una risposta di un qualche suo collaboratore dato che probabilmente non leggerà questa mia mail personalmente.

    Distinti Saluti

    Pancaldi Francesco

  13. Raffaele dicembre 10, 2011 a 12:00 pm #

    Io ho scritto semplicemente così:

    “Egregio Deputato,
    La invito, se non l’ha già fatto, ad appoggiare la logica di riduzione prevista nel decreto.
    Distinti Saluti.”

  14. alberto parrella dicembre 10, 2011 a 12:01 pm #

    non e chiaro chi ha appoggiato e chi no la proposta di legge

  15. Enzo Paliotti dicembre 10, 2011 a 12:01 pm #

    Dare la notizia così è solo qualunquismo, o sparare nel mucchio, scegliete voi La commissione avrà anche bocciato il provvedimento, per una corretta informazione però bisognerebbe pubblicare gli esiti della votazione che è arrivata a questa conclusione. Poichè non leggo “all’unanimità” vorrei sapere, per farmi un’idea esatta, chi ha votato a favore e chi no.

  16. renato dicembre 10, 2011 a 12:01 pm #

    Ma non prendiamoci in giro, per favore. Qualsiasi cosa scriviamo, sarà cestinata. Varie trasmissioni, come Ballarò, porta a porta, ecc… hanno evidenziato la mancanza di rispetto di questi politici, verso l’italia e gli italiani, e non è successo niente, solo chiacchiere da bar. I politici, vanno al potere, solo per questioni economiche e non per amor di patria. Dicono, che il popolo è sovrano, ma solo virtuale, i sovrani sono loro, questi politici furbi e corrotti. Dovrebbero approvare una legge, in cui ( tipo referendum) noi “popolo” abbiamo l’ultima parola. Se fosse per noi, molti politici non avrebbero vita facile, e sicuramente ci sarebbero meno sprechi economici. Il vero politico, è quello che desidera il bene dell’italia e degli italiani e non pensa ad aumentarsi lo stipendio e tutti i privilegi di cui godono adesso. Fortunatamente, in poche nazioni, esiste un solo tiranno, qui in Italia ne esistono migliaia parlamentari, ministri, sottosegretari ecc…. E’ inaudito, che per una legislatura, un politico si appropri di una pensione di 3000 euro, quando un povero disgraziato dopo 40 anni di servizio e di acciacchi ne prende 1000 ( se tutto va bene e non crepa prima),E’ inaudito, che i politici, percepiscono, decine di migliaia di euro, per fare il politico. E’ vero che noi vi abbiamo eletti, ma è anche vero, che in determinate controversie, che riguardano i politici, dovremmo essere noi (cittadini) a dire l’ultima parola. Voi volete, che noi ci adeguiamo all’Europa, adeguate anche i vostri stipendi, ai politici di altre nazioni. Scrivo, per rabbia, ma è fiato sprecato, finito questo governo tecnico, e con tanti sacrifici di noi comuni mortali, si ricomincerà di nuovo con quello politico e tra breve ci ritroveremo come prima a pagare per errori di uomini corrotti, anti italiani e ladri. VERGOGNATEVI, VERGOGNATEVI, VERGOGNATEVI.

    • concetta dicembre 10, 2011 a 1:04 pm #

      ma la vergogna è qlcs che si compra al supermercato e si mangia?se avessero avuto vergogna non ci avrebbero ridotto così ma sai qual’è la mia + grande rabbia?é quella che quando vanno in tv a farsi”grandi”, pensando di fare impressione sulla povera gente dicono :noi pensiamo al futuro dei nostri figli.certo che pensano al futuro dei loro figli
      che non sarà mai come quello dei nostri in quanto i nostri non ereditano milioni di € ma solamente migliaia e migliaia di debiti prodotti dai nostri “cari” governanti

      • sergio dicembre 10, 2011 a 2:46 pm #

        basta guardare come è vestito ogni politico.
        secondo me il più economico costa 1000 euro escluso,cravatta,scarpe ed altri acessori.
        mi insegnarono che:l’abito non fà il monaco.ci devo ancora credere?

  17. Fabio dicembre 10, 2011 a 12:03 pm #

    guarda caso ho provato a mandare un’ e-mail ma non me la fa mandare mi dice “internal server error 500”

  18. Beppe Arlia dicembre 10, 2011 a 12:05 pm #

    E comunque, la Commissione ha espresso solo un parere tecnico, e non di merito, come si evince dalla conclusione dei lavori (BASTA LEGGERE!!!).

    “all’articolo 23, comma 7, riguardante l’attività della Commissione governativa per il livellamento retributivo Italia-Europa, risulta incongruo il rinvio al provvedimento d’urgenza, qualora con tale rinvio si intenda lo strumento del decreto legge, tenendo conto che i presupposti per la sua emanazione possono essere rinvenuti solo nella disciplina costituzionalmente stabilita, non potendo fonti inferiori ad essa operare una valutazione preventiva della loro verificabilità”.

    • marcomaria dicembre 10, 2011 a 11:24 pm #

      Io ho la vaga sensazione che colui che qui difende i parlamentari sia uno di loro o un loro parente.
      Noi non vogliamo l’antipolitica, perchè abbiamo bisogno di politici onesti e preparati, ma non vogliamo sanguisughe.
      Poi si fa tanto parlare di costituzione, io prego qualcuno dei commentatori di leggere bene l’articolo 3 cost., tutto e sino in fondo per capire che cosa dice la costituzione riguardo l’uguaglianza.
      Ma in fondo a qualcuno, il bene del paese, i diritti, l’eguaglianza non importano;
      la cosa fondamentale per costoro è quella di preservare il proprio interesse a scapito di chi lavora per 40 anni con una misera pensione di 600 euro. “E’ facile fare il frocio col culo degli altri.”
      Capisco che adesso la rete cominci a dare fastidio, perchè le notizie si divulgano con una velocità incredibile . Ma care sanguisughe non dovete avere paura di questo, ma della furia del popolo quando si sveglierà dal lungo sonno. Poi vallo a spiegare ad una folla inferocita senza pane che che ” i presupposti per la emanazione del decreto di urgenza può essere rinvenuto solo nella disciplina costituzionalmente stabilita,”
      E poi se andiamo a vedere bene, la Costituzione parla di una Repubblica con il popolo sovrano e parla anche del principio di uguaglianza. Non stiamo parlando qui di socialismo reale, ma di diritti , di uguaglianza.
      Molti sono morti per questo principio e ancora qualcuno parla di legge , di Commissione Parlamentare ecc.
      Il parlamento senza il popolo non è niente.
      Concludo, è meglio tacere per voi e continuare a fare i furbi rubando e parassitando in silenzio che controbbattere altezzosamente spiegando con frasi inutili e ridondandi che lo stipendo dei parlamentari è dovuto. Una sola cosa è dovuta la giustizia, e voi parlamentari e chi vi difende non la rappresentate . Abbiate almeno la bontà di stare zitti , rubate, ma almeno tacete , ci penserà il popolo a chiudervi la bocca per sempre . Ci vorrà tempo , ma accadrà….

  19. pellegrini cristina dicembre 10, 2011 a 12:07 pm #

    onetamente nn ho paura a mandare l email…ma penso che dovrebbe essere un unica email con i nomi di tutte le persone che approvano il disgusto…altrimenti chi la fa ….tutti approvano poi alla fine chi ci rimette la faccia sn sempre i soliti che magari si prendono pure le responsabilita di una cosa che tutti dicono di volerla fare ma poi nn la fa nessuno….se fate cs io ci sto!

  20. massimo dicembre 10, 2011 a 12:07 pm #

    vergognatevi dovreste essere l’esempio ,è vi opponete alla riduzione dello stipendio,! mentre gli italiani, alla soglia della povertà devono ancora una volta rinunciare anche al cibo,andate tt a casa… è vergognatevi , siete la rovina dell’italia……siete dei sangui suca.. italiani alzate la testa questi ci vogliono morti. mentre loro ridono è sfanno alle nostre spalle, ma dove siamo dati, ma ci rendiamo conto in che mani siamo?….ho tagliano i loro stipendi,,,ho nn dobbiamo più pagare le tasse… nn ci sono i requisiti per andare avanti, ci hanno distrutto il futuro dei nostri figli… alziamo la testa.

  21. Giuseppe De Pasquale dicembre 10, 2011 a 12:16 pm #

    Andate a lavorare nelle miniere,altro che non volete accettare la riduzione dello stipendio.Truffatori degli ITALIANI.

  22. dastardly dicembre 10, 2011 a 12:18 pm #

    ma quali nomi ed elenchi precisi… danno a vedere che alcuni sono a favore a atri contro però alla fine viene fuori sempre la soluzione che favorisce e regala soldi a vagonate alla casta TUTTA. Però fanno vedere che sono divisi, che ci sono anche quelli contrari (che naturalmente se diventassero maggioranza sarebbero anch’essi a favore) così il popolino bue si illude che la rivoluzione possa avvenire all’interno dei palazzi, vota sempre le stesse facce e votandole li tiene in piedi tutti in eterno!
    Sono tutti d’accordo e vanno avanti così da secoli!!! Ma quale cavolo di antipolitica, l’antipolitica sta a montecitorio, palazzo chigi e compagni.! Ma quando vi svegliate!!!!????

    Movimenti di democrazia diretta partecipata dal basso!!!

  23. Fulvio dicembre 10, 2011 a 12:18 pm #

    anche se non tutti sono dei mascalzoni, una bella mail può fargli capire che l’opinione pubblica li osserva e alle elezioni deciderà…meglio di niente

    • lele dicembre 11, 2011 a 1:51 pm #

      Non vorrei disilluderti, ma…quali nomi pensi ci saranno nelle liste delle prossime elezioni? …saranno sempre gli stessi, oppure i loro protetti, che per arrivare fin lì hanno accettato compromessi di tutti i generi…quindi dove sarebbero l’onestà e la correttezza? Io non mi faccio più illusioni, purtroppo.

  24. FC dicembre 10, 2011 a 12:19 pm #

    Scusate, dov’è il problema di inviare una mail per CHIEDERE al parlamentare del proprio partito la sua posizione in merito alla questione? Io ne ho appena inviata una a un parlamentare del mio partito per chiedere conferma che sia contrario al ritocco dell’indennità. In tal caso gli ho augurato che alla prima occasione venga espulso dalla vita politica di questo paese per tornare da dov’è venuto, in caso contrario va bene, fa solo il proprio dovere davanti ai cittadini che gli pagano lo stipendio. Nessuna antipolitica, tutto dipende da cosa si chiede, come lo si chiede e soprattutto perchè lo si chiede (per mandare tutto in vacca o per riformare un parlamento degno di rispetto?)

    • Antonello dicembre 10, 2011 a 7:01 pm #

      Quello che dici sarebbe normale con un parlamento eletto dal Popolo, ma purtroppo sono tutti nominati grazie al porcellum di Calderoli.

  25. Giuseppe De Pasquale dicembre 10, 2011 a 12:21 pm #

    Siete un pugno di ladri.Se monti non sistema queste situazioni per non portarci al disastro e alla fame,prepariamoci a fare la rivoluzione e ammazzare questi porci che hanno rovinato l’ITALIA.

  26. Fabio dicembre 10, 2011 a 12:26 pm #

    io ancora non riesco ad inviare nulla :(

  27. Stefano dicembre 10, 2011 a 12:32 pm #

    Dico solo una cosa breve e concisa il casino e la merda l’hanno voluta loro o adesso fanno i sacrifici o Che si mettano a tremare perché la gente è davvero stanca!!!

  28. ivan dicembre 10, 2011 a 12:34 pm #

    Sanguisughe
    zecche
    avvoltoi
    parassiti
    Nulla più

  29. Claudia dicembre 10, 2011 a 12:39 pm #

    Ho scelto un nome a caso, ma ne avrete già ricevute tante. Avrete i vostri motivi, ma se leggete i libri di storia, ignorare le difficoltà economiche del popolo non è ami stata una buona idea. Nella nostra era ci difendaimo ancora solo con facebook, vi prego, non fate che si rimontino le ghigliottine, una guerra civile mi fa paura. Ma se continuate a non voler rinunciare a nulla e a chiedere sacrifici solo a noi che fatichiamo ad arrivare in fondo al mese, l’indignazione crescerà.

  30. fantastikoa dicembre 10, 2011 a 12:48 pm #

    Penso che per quello che fate e per quello che sapete fare, ciò che vi viene proposto da Monti dovreste accettarlo, altrimenti dimettetevi. Sicuramente migliaia di giovani competenti che hanno bisogno di lavorare, sarebbero felicissimi di sostituirvi a quelle condizioni.

  31. Donato dicembre 10, 2011 a 12:49 pm #

    Be’, che problema c’è a tentare? Basta scrivere con educazione evitando offese e cercando di essere incisivi.
    Verranno cestinate? Forse, ma con tutto il tempo che si perde, scrivere due righe di certo non fa male a nessuno

  32. Edoardo dicembre 10, 2011 a 12:52 pm #

    Al presidente Bruno:

    “Gentile Presidente, vorrei chiedere a Lei e agli altri componenti della Commissione di accettare il decreto che riduce lo stipendio dei parlamentari, portandolo al livello della media europea, nulla di scandaloso. La manovra del governo è pesante e io e la mia famiglia ne stiamo già subendo gli effetti, ma siamo bravi cittadini e paghiamo e pagheremo. Desidererremo però che non fossimo solo noi comuni cittadini a fare sacrifici, ma l’intero Paese, di cui fate parte anche voi parlamentari. Quindi la pregherei di accettare la riduzione del vostro stipendio.

    Distinti saluti,
    Edoardo Evangelista”

  33. isa dicembre 10, 2011 a 12:54 pm #

    5.339 euro sono anche tanti rispetto agli euro che vuole darvi il popolo vista la vostra inefficenza nel guidare questo paese. Quindi non lamentatevi, che ancora siete politici, prima o poi la gente si stancherà dei politici e lì saprete cosa significa essere senza lavoro o lavorare a mesi senza prendere un euro.
    chi vi pensate di essere???….
    Avete rovinato l’Italia la nostra bella Italia con le vostre scelte commerciali, immorali e le vostre propagande…. la vostra coscienza vive in un oblio di illusioni… qua in giro per il bel paese c’è gente che muore di fame…

    v e r g o g n a

  34. Salvatore Tempesta dicembre 10, 2011 a 12:58 pm #

    Non credo che ci sia stata una votazione segreta, quindi deve essere pubblicato chi era contrario al provvedimento. Secondo me non lo faranno sapere mai, perchè, forse, una votazione in commissione non può essere pubblica e quindi si avrà sempre e solo il risultato finale. Anch’io vorrei sapere come si è comportato qualche mio beniamino. Ripeto non lo sapremo mai. E voi non fate demagogia. Non fate populismo : ci pensa Berlusconi.

  35. Giovanni dicembre 10, 2011 a 1:04 pm #

    credo che se anno una coscenza dovrebbero accettare anche loro di fare dei sacrifici, ma visto che la maggior parte di loro sono solo degli egoist che predicano bene e razzolano male, ma mi auguro che il governo Monti insieme a qualche deputato o parlamentare di morale sana riescano a far passare questa legge

  36. Beppe Arlia dicembre 10, 2011 a 1:05 pm #

    E chiaramente risponde Donadi (il Niente, cioè). Come se non avessero concordato tutto lui e Mascia…

  37. GASERVIZINAPOLI dicembre 10, 2011 a 1:07 pm #

    Rgazzi dobbiamo unirci e no litigare tra di noi
    contro questi porci UNIAMOCI
    by
    gaservizinapoli.it

  38. GASERVIZINAPOLI dicembre 10, 2011 a 1:10 pm #

    vera o no vera noi tutta questa gente con il prossimo voto li dobbiamo madare a casa TUTTI centro la destra la lega la sinistra il pd italia dei valori VIAAAAA iniziamo a valutare gente NUOVA
    basta QUESTI ORAMAI SONO CARTE CONOSCIUTE E QUINDI E’ INUTILE RIVOTARLI UNIAMOCI RAGAZZI

  39. concetta dicembre 10, 2011 a 1:15 pm #

    credo che interessi a tutti sapere chi sono i signori che non vogliono decurtare i loro “miseri” stipendi .Ma lo sapremo mai?Non ho fiducia in nessuno

  40. mauro dicembre 10, 2011 a 1:21 pm #

    me so’ sbagliato…nn era x te lo “sparate”, ma x quello sopra…scusami

  41. Comoglio Lorenzo dicembre 10, 2011 a 1:23 pm #

    Ciao, io ho attacato verbalmente l’onorevole Rosso Roberto del PDL, e mi ha risposto, tralaltro è stato anche molto offensivo…….. https://www.facebook.com/profile.php?id=100000505484711

  42. joiyce dicembre 10, 2011 a 1:32 pm #

    la notizia pubblicata è abbastanza farlocca, ovvero, c’è l’elenco di chi compone la commissione, ma non è possibile sapere chi ha votato contro e fatto bocciare l’emendamento. Si rischia di mandare mail a cazzo a parlamentari che hanno votato, magari, a favore della riduzione del proprio stipendio.

  43. leonida dicembre 10, 2011 a 1:35 pm #

    che in molti stiano strumentalizzando tutto cio che sta accadendo non è una novità in italia,
    ai politici dico solo abbiate senso di responsabilità verso chi vi ha eletto,non con la solita e aggiungo sporca demagoggia.
    la gente e riditta sul lastrico per colpa vostra ,mentre altri per far quadrare i conti a casa o fa due lavori o evade tutte le tesse ingiuste che voi caricate al popolo.
    sarete ricordati nella storia italiana come la classe politica piu incapape e passiva.
    penso a quelle famiglie che passeranno un natale con molti dubbi e incertezze nel futuro, e guardando i propri cari diranno chissa cosa ci portera l anno nuovo.
    grazie

    • leonida dicembre 10, 2011 a 1:37 pm #

      scusate per qualche piccolo errore ortografico ,ma la rabbia e tanta .
      grazie

  44. Razionalismo dicembre 10, 2011 a 1:36 pm #

    Fortunatamente qualcuno si sta accorgendo che questi pubblicano articoli di pura propaganda, del tutto strumentali e con dei titoli slegati dai contenuti. Spazzatura di vera antipolitica e incapacità di motivare un’idea propositiva. Davvero un articolo patetico. Spero che chi l’ha scritto con sia un giornalista…almeno.

    • Michelangelo dicembre 10, 2011 a 3:42 pm #

      argomenta un po le tue idee per favore Razionalismo, perché non vedo la ragione del tuo accanimento verso un fatto… Che puntualmente non si riescono a toccare i privilegi della classe politica. Tutto quello che mi viene da pensare è che tu appartenga come ideologie ad un qualche altro partito (premesso che non sono del popolo viola) e che critichi quindi per quella ragione e non per raziocinio o razionalismo come suggerisce il tuo nome..;)

  45. marco dicembre 10, 2011 a 1:41 pm #

    E veramente vergognoso
    non so chi me lo fa fare a rimanere in questo paese.

  46. Mauro dicembre 10, 2011 a 1:46 pm #

    Allo stipendio ci potrebbero rinunciare tra mazzette tangenti vendita dei voti , ricavano già abbastanza

  47. rosa serrano dicembre 10, 2011 a 1:47 pm #

    un articolo da zompafossi. ma dai ragazzi, non vi hanno insegnato che queste cose le fanno “Il Giornale”, “libero” e il TG4??? non siate patetici e ricordate che a sinistra il cervello c’è e gira.

  48. antonio dicembre 10, 2011 a 1:52 pm #

    Ottimo predicatore/trice ma pessimo razzolatore/trice. Lei sta eccessivamente bene ai danni della maggiornza dei cittadini di cui lei dovrebbe essere servitore e non sovrano. Sono rammaricato e mi vergogno, come italiano, di non riuscire a toglierLe quello scranno da sotto il sedere, ma mi creda, verrà il momento…Arriva sempre! Antonio VACCA

    di seguito l’elenco delle persone a cui ho mandato ciò di cui sopra:
    BERNINI BOVICELLI Anna Maria
    ZACCARIA Roberto
    BRIGUGLIO Carmelo
    CICCHITTO Fabrizio
    DONADI Massimo
    LA LOGGIA Enrico
    LA RUSSA Ignazio
    LORENZIN Beatrice
    MINNITI Marco
    PECORELLA Gaetano
    POLLASTRINI Barbara
    STRACQUADANIO Giorgio Clelio

    • Pierangelo Cambiaso dicembre 10, 2011 a 2:46 pm #

      Ho letto buona parte dei commenti che invocano maggiore giustizia nel commisurare gli stipendi alle responsabilità che pesano sui parlamentari.Ho visto il video di Razzi, molto esplicativo sui suoi motivi di fare politica e sull’estensione di questi motivi ai colleghi posti nelle stesse sue condizioni.Non voglio essere tacciato di qualunquismo quando dico che, nel corso della mia attività lavorativa in un’azienda privata, in cui la responsabilità era ben precisa e fissata anzitempo con il raggiungimento di obiettivi specifici (formulare budget e piano quinquennale, riuscire a porre le condizioni per far rientrare il 30% dei crediti sparsi in tutta Italia, occuparmi della definizione delle norme aziendali) per riuscire a “guadagnarmi” uno stipendio largamente inferiore al vostro (sotto i 2000 €) dovevo timbrare il cartellino al mattino e dopo le 8 ore di lavoro (quando andava bene perché lo straordinario era forfettizzato) affrontare un viaggio di ritorno che, sommato a quello di andata, superava le 4 ore.Quanto poi alle trasferte mi venivano forfetizzate e per starci dentro dovevo fare i salti mortali (tenete conto che sono stato per 5 anni in trasferta permanente presso la sede di Bologna quindi immaginate lo sforzo di partire da Asti la domenica sera per timbrare il cartellino alle 8 del lunedì a Bologna e viceversa per il ritorno ad Asti.Concludo:chiedo ai politici di affiancare il loro impegno al mio e trarne le dovute conseguenze.Chiedo loro inoltre di farsi un’autocritica sui risultati del loro lavoro e pensare che non è sempre colpa degli altri se questi risultati ci hanno portati prossimi al fallimento.Finisco col dire che fortunatamente non sono ammalato di satirismo altrimenti l’azienda non avrebbe contribuito a rimborsarmi le spese documentate con la voce:”l’uomo non è di legno”.

    • bruno falqui dicembre 11, 2011 a 10:28 am #

      non so’ se questi si ignori si sentano proprietari dello stato italiano e decidano loro di quanto devono imporre agli italiani, rateizzato mensilmente.in più con diarie e e altre agevolazioni pasti di lusso che al massimo costano 10 euro.

  49. antonio dicembre 10, 2011 a 2:06 pm #

    Ottimo predicatore/trice ma pessimo razzolatore/trice. Lei sta eccessivamente bene ai danni della maggiornza dei cittadini di cui lei dovrebbe essere servitore e non sovrano. Sono rammaricato e mi vergogno, come italiano, di non riuscire a toglierLe quello scranno da sotto il sedere, ma mi creda, verrà il momento…Arriva sempre! Antonio VACCA

    di seguito l’elenco delle persone a cui ho mandato ciò di cui sopra:
    BERNINI BOVICELLI Anna Maria
    ZACCARIA Roberto
    BRIGUGLIO Carmelo
    CICCHITTO Fabrizio
    DONADI Massimo
    LA LOGGIA Enrico
    LA RUSSA Ignazio
    LORENZIN Beatrice
    MINNITI Marco
    PECORELLA Gaetano
    POLLASTRINI Barbara
    STRACQUADANIO Giorgio Clelio

    • andrea dicembre 10, 2011 a 2:59 pm #

      sei in qualunquista. donadi e la russa hanno posizioni molto molto diverse. e tu non lo capisci, accecato dall’antipolitica, che è, ricordalo bene, sempre un vantaggio per i poteri forti.

  50. rea biagio dicembre 10, 2011 a 2:07 pm #

    la mia email inviata a tutta la lista
    oggetto : retribuzione parlamentari
    I parlamentari dovrebbero ricevere una retribuzione di 3000€, che è uno stipendio più che dignitoso.
    Il loro numero dovrebbe essere diminuito e niente auto blu ne altri privilegi.
    La politica è un servizio non un affare.

  51. enrico dicembre 10, 2011 a 2:26 pm #

    1°via il vitalizio subitoo.2°chi si candita in un partito e viene eletto non può cambiare bandiera, se vuole essere serio deve dare le dimissioni e canditarsi alle prossime elezioni dove gli pare.3° via i privilegi.

  52. rea biagio dicembre 10, 2011 a 2:27 pm #

    L’on Donadi scrive “La responsabilità, è delle commissioni riunite Bilancio e Finanze, che stanno esaminando il decreto contenente la manovra economica. E non della commissione affari costituzionali”

  53. Giovanni dicembre 10, 2011 a 2:37 pm #

    TRANQUILLI………. LA COCAINA E LE ESCORT NON VI MANCHERANNO E POI CI SARA’ SEMPRE QUALCHE AMICO CHE NON PUO’ TIRARSI INDIETRO………….VI RESTITUIRA’ I FAVORI(SIC).

  54. Appasionata dicembre 10, 2011 a 2:39 pm #

    Gentile Deputato
    Risulta che sia la commissione di cui lei fa parte ad opporsi alla riduzione degli stipendi dei parlamentari. Questo è molto grave nel momento in cui si chiedono grandi sacrifici a tutti i cittadini. Sacrifici di cui voi siete direttamente responsabili.
    Prendete coscienza di quale sia il carico che mettete sulle spalle degli italiani e vergognatevi.

  55. mircomirco dicembre 10, 2011 a 2:52 pm #

    A proposito di qualunquismo…
    La mafia è per fatturato (in nero e non solo per i lutti ) la prima industria del paese…
    Il governo Monti non ha preso nessun provvedimento né sociale né economico contro la mafia
    L’evasione fiscale in Italia è di un centinaio di miliardi all’anno… (basta un anno che tutti paghino le tasse e abbiamo risolto i nostri problemi)
    Il governo Monti non ha preso nessun provvedimento contro l’evasione fiscale.
    Il 50 per cento della ricchezza del nostro paese è nelle mani del 10, dico solo del 10 per cento degli italiani
    Il governo Monti non ha preso una misura contro questi grandi patrimoni…
    In altre parole il governo Monti, voluto fortemente dal duo Napolitano Bersani, sembra avere come unico obbiettivo difendere gli interessi di mafiosi evasori fiscali e grandi patrimoni.
    Naturalmente con la solita ricetta togliere ai poveri per dare ai ricchi…
    Da 50 anni la sinistra a intervalli regolari si fa carico, mettendola in culo ai lavoratori, di salvare il Paese (vale a dire mafie evasori fiscali grandi patrimoni… e casta privilegiata dei politici)
    In una divisione dei ruoli con il centrodestra che è ormai vomitevole
    Il centro destra difende i ricchi, il centrosinistra lo mette in culo ai lavoratori
    Sulle pensioni il disegno è per lo meno perverso, per non dire criminale
    Si è deciso che gran parte dei lavoratori italiani (questo vale soprattutto per le nuove generazioni) non andrà più in pensione…
    Nel 2018 serviranno 67-68 anni…
    Ora le statistiche di morte (altro che aspettative di vita!) ci dicono che molti maschietti non ci arriveranno mai ai 67-68 anni…
    Ma soprattutto con la precarietà del lavoro quale giovane sarà in grado di arrivare ad accumulare un numero di anni di contributi che gli permetta una pensione decente? Nessuno!!! Questo Monti la Fornero Napolitano e Bersani lo sanno bene… e hanno deciso appunto di eliminare in questo modo il problema delle pensioni.. ci andranno pochissimi!
    A 67 anni a un lavoratore verrà dato un assegno di povertà non avendo maturato i diritti alla pensione o qualche buono pasto alla mensa dei poveri…
    Il resto è cattiva letteratura che ci stanno propinando i giornali e le tv in mano e di proprietà di quel 10 per cento degli italiani che si dividono il 50 per cento della ricchezza nazionale…

    P.S. Oltretutto l’Imps per quanto riguarda la previdenza è in attivo, non serviva quindi nessuna manovra in quella direzione. Si è voluto politicamente, da parte di tutti i partiti far cassa con i pensionati. Altro che qualunquismo…

    • Carlo dicembre 11, 2011 a 1:45 pm #

      Che dire… hai perfettamente ragione! Voglio solo aggiungere una cosa: a voler essere paranoici si potrebbe anche pensare che 1) costringere i giovani ad arrabattarsi nel mondo del precariato per garantirsi la sopravvivenza e 2) far cadere la scure della povertà assoluta solo quando arriva la senescenza (se ci si arriva) sono espedienti funzionali a distogliere le energie vitali delle persone da eventuali propositi rivoluzionari.

  56. Maria Luisa dicembre 10, 2011 a 2:53 pm #

    Siamo NOI che vi paghiamo per difendere gli interessi NOSTRI e del PAESE, e non certo per farvi i fatti vostri. Spetta a noi decidere quanto vale il vostro lavoro e quindi decidere che non c’è alcun motivo per cui voi dobbiate guadagnare più degli altri parlamentari europei ed avere costosi privilegi.

  57. sergio dicembre 10, 2011 a 2:57 pm #

    Da sempre,in una Famiglia,c’è uno o più genitori che danno esempi,sacrificandosi per primi,e ad ogni modo sforzandosi per poi trascinare gli altri.
    credo che il concetto sia questo,in ogni contesto sociale cui si vive.
    Così c’è stima e rispetto,siano essi,genitori,politici,calciatori ,o altro,ma senza queste,lo abbiamo visto dove si và.

  58. Matteo89 dicembre 10, 2011 a 2:58 pm #

    Salve,
    faccio parte dei giovani di questa società, di quelli che pensano che forse riusciranno ad andare in pensione, se saremo fortunati, a 80 anni. Ci è stato chiesto di fare sacrifici e noi, volenti o nolenti, li dovremo fare, quindi ritengo sia giusto che anche voi, classe politica e dominante, rinunciate a qualcosa. Non voglio certo farvi i conti in tasca, ma penso che uno stipendio di 5.500 euro al mese, senza contare tutti i privilegi che vi siete autoconcessi, possa bastare a farvi vivere in maniera più che dignitosa, quando nello stesso paese che governate, molte persone quei soldi li vedono forse in 6 mesi di lavoro.
    sperando il contrario, ma sapendo già che questa email probabilmente non sarà neanche letta, mi auguro che nonostante tutto possiate mettere giudizio e scendere dai vostri troni d’oro avvicinandovi a noi, quelli che dovranno fare veri sacrifici.
    Cordiali saluti,
    Matteo Reggiani

  59. margrant dicembre 10, 2011 a 3:03 pm #

    questo l’ho scritto alla Pollastrini…anche se il titolo del vostro articolo e’ decisamente fuorviante:chi ha votato e come???Non si sa!
    Gent. Onorevole
    quando appoggio’ la proposta della Bindi sui Dico pensai che lei fosse una persona ragionevole e civile. Di fronte pero’,a quanto sta succendo nella commissione affari Costituzionali sono rimasto sbalordito. Non so come lei abbia votato,e mi piacerebbe saperlo,ma l’incapacita’ di voi tutti a capire quanto un gesto simile sarebbe apprezzato da TUTTI i cittadini italiani mi lascia sgomento.Utilizzare questi privilegi che da soli vi siete costruiti in un momento in cui a pensionati come me non viene data nessuna possibilita’ di alternativa ( ex insegnante, a 1500 euro al mese, e sono fortunato!) mi sembra che vi ponga ancora una volta al di fuori della realta’.Purtroppo la vostra arroganza e’ tale che sembra non siate voi la causa diretta o indiretta di questo sfacelo generale e che per 50 anni non siate stati sempre gli stessi a fare le leggi o a proporne degli emendamenti e variazioni con continui giochi di potere che non hanno portato da nessuna parte. Non voglio commentare le posizioni del PD (una volta ero iscritto al PCI) che trovo incomprensibili,inefficienti e sempre piu’ lontane da quelle di una vera opposizione,vorrei solo invitare,lei e i suoi colleghi a non fare questo ennesimo errore:noi cittadini non lo capiamo ,e ,soprattutto, non lo scorderemo.
    grazie per l’attenzione

  60. Mariarosa dicembre 10, 2011 a 3:04 pm #

    Carissima Deputata Bernini,
    il mio scriverle è semplice quanto necessario.
    I sacrifici di cui da mesi i giornali e le bocche dei suoi colleghi politici riempiono le nostre orecchie e svuotano i nostri portafogli, annientando qualsiasi prospettiva di futuro e realizzazione di vita (parlo di cose altrettanto semplici ovviamente: CASA, FAMIGLIA, LAVORO) non devono e sottolineo, anche urlandoglielo, NON DEVONO ricadere solo su quella grandeGRANDE fetta di cittadini dai 1000 euro o poco più.
    rivendicare l’autonomia del parlamento per ragioni così subdole e di interesse prettamente economico e personale non farà altro che alimentare la rabbia, come la mia in questa mail e il profondo senso di insofferenza che il vostro agire induce a ribellione.

  61. Stefano Vason dicembre 10, 2011 a 3:07 pm #

    sarebbero più utili gli indirizzi di residenza così andiamo a tirarci le uova alle finestre…la mail secondo me il 50% non sa manco usarla

  62. gilberto cesaroni dicembre 10, 2011 a 3:10 pm #

    questo e’ il messaggio che ho mandato a quei signori:

    LEGGO CHE FA’ PARTE DI QUEI DEPUTATI CHE NON VUOLE TAGLI AI SUOI PRIVILEGI.. (perche “Decidete voi.. lede l’autonomia del parlamento”)
    MA NON BATTE CIGLIO SUI NOSTRI…

    MA NON SI VERGOGNA UN POCHINO

    • gina dicembre 10, 2011 a 6:46 pm #

      oggi su republica ho letto una frase detta dalla signora mussolini. che sarebbe un suicidio x loro, se gli abbassano gli stipendi, ma mi domando :ma se x loro è un suicidio x noi che andiamo a prendere meno di €500 dopo 30 anni di duro lavoro che dovremmo fare la signora in merito si dovrebbe non solo vergognarsi ,prima di pronunciare certe idiozie, almeno prima di aprire la bocca ,la connettesse al cervello se ancora glie ne è rimasto un millimetro.

  63. Alexander Tegelaars dicembre 10, 2011 a 3:24 pm #

    ” La Commissione di cui Lei fa parte ha bocciato il decreto che prevede il decurtamento dello stipendio delle cariche elettive. L’obiettivo di quest’ultimo è a mio parere – mi creda, largamente condiviso- del tutto ragionevole considerati i seguenti fattori:
    – i costi esorbitanti che rappresentano i vostri privilegi, che gravano sui contribuenti italiani
    – e sopratutto, i sacrifici che chiedete di fare ai cittadini che rappresentate in questo periodo di austerità. Questi sacrifici sono stati accettati dai cittadini, consapevoli che tutti debbono fare uno sforzo per rimettere l’Italia in carreggiata.
    Non avete battuto ciglio quando si è trattato di approvare le misure che prevedono di alzare l’età pensionabile, disindicizzare le pensioni, aumentare l’accisa sulla benzina, introdurre nuovamente l’imposta sulla casa…
    Non solo non avete dato l’esempio, proponendo di spontanea iniziativa un decurtamento del vostro lautissimo stipendio, comportamento quanto meno responsabile quando parallelamente si approvano sacrifici applicabili a coloro che rappresentate,ma vi siete addirittura rivoltati.

    VERGOGNATEVI, SIETE DEGNI DI RAPPRESENTARE SOLAMENTE UNA POLTRONA! “

    • giancarlo dicembre 10, 2011 a 3:49 pm #

      Io vorrei sapere sono tutti d’accordo oppure qualcuno si è opposto.Per cortesia fatemi sapere chi era contrario.

  64. Michelangelo dicembre 10, 2011 a 3:27 pm #

    Gentile signora Bernini, le scrivo in merito a un articolo trovato su internet di cui probabilmente ha già sentito parlare. Mi rendo conto di essere un perfetto signor nessuno, per lei, per il suo partito e per l’italia intera e spero che queste poche righe non vengano considerate come un moto di arroganza perché non vuole esserlo. In realtà sono solo molto preoccupato. Sono un operaio di 25 anni a cui scade il contratto di apprendistato tra un paio di mesi e adesso come adesso non sono per nulla sicuro di essere riconfermato. Sento, vedo e leggo dei notevoli sacrifici di cui ogni italiano dovrà farsi carico e contemporaneamente, come molti altri, percepisco un distacco abissale con la classe politica che ha il sapore dell’ ingiustizia.
    Non credo di poter riuscire a rendere con chiarezza, in poche parole le sensazioni di impotenza e frustrazione che prova un operaio, o chi per lui, dopo una giornata di lavoro, nel sentire che dovrà pagare di più e aspettarsi di meno.
    Posso solo dirle che la proverbiale beffa in questa storia è leggere degli stipendi parlamentari e le spese incredibilmente inutili e inutilmente incredibili, purtroppo, annesse.
    Parlo così perché tutte le volte si vede bloccato ogni tentativo di una ragionevole riduzione di costi e onorari quando si parla di classe politica, mentre in altri settori si cala la mannaia con la facilità di un macellaio.
    Per questo le scrivo, perché nell’articolo che le citavo lei e i suoi colleghi della commissione Affari Costituzionali della Camera siete indicati come i responsabili di questi “veti neri”.
    Lei pensa che sia cosi assurdo ridurre all’osso le spese e portare l’ammontare degli stipendi parlamentari almeno nella media degli standard europei?
    Tuttavia la mia domanda non è questa, la mia domanda è haimé molto piu infantile, ma ha la sincera, ingenua chiarezza del quesito di un bambino…
    Siete voi quelli con cui gli italiani se la devono prendere in questo caso?Siete voi i cattivi?…

    Ovviamente non mi aspetto risposta a queste righe, sinceramente dubito che qualcuno le leggerà mai, ma io andrò a dormire un pochino più sereno questa sera.
    La ringrazio comunque in anticipo della sua attenzione se ci sarà e le copio il link della pagina di cui le parlavo.
    Cordiali saluti, buona serata.

    M.P

    https://violapost.wordpress.com/2011/12/10/ecco-i-parlamentari-che-si-oppongono-alla-riduzione-dello-stipendio-nomi-e-indirizzi-mail/

  65. Chiara Amato dicembre 10, 2011 a 3:29 pm #

    vergogna! Con la crisi economica e le famiglie che devono campare con 1000 euro al mese!!!

  66. anna dicembre 10, 2011 a 3:38 pm #

    senza fare polemica cliccate su “ecco i nomi e le mail dei componenti la commissione” e troverete tutti i nomi!

  67. paolo dicembre 10, 2011 a 3:45 pm #

    sono estremamente indignato….provo ritegno verso questi porci

  68. piero dicembre 10, 2011 a 3:45 pm #

    se i loro sono “diritti aquisiti” lo sono anche quelli dei lavoratori che al momento del loro ingresso nel mondo del lavoro avevano stipulato un “contratto”con il governo con delle regole per la loro collocazione in pensione.
    a noi hanno stravolto tutto e a voi?

    VERGOGNATEVI

  69. Sarlo Paolo dicembre 10, 2011 a 3:48 pm #

    Se l’IDV non ci riesce in parlamento si faccia promotore di una legge popolare per abbattere i costi della casta! Le firme le trovate in una settimana!

  70. Francesco Sanna dicembre 10, 2011 a 3:49 pm #

    Scusa Donadi, va bene essere elegantemente distratti su queste cose e dunque è possibile che Lei non abbia mai letto il suo cedolino-busta paga, ma nel dar ragione a tutti non si è sei accorto che gli 11 750 euro di indennità sono lordi e non netti come sostiene il post ?

  71. ciro dicembre 10, 2011 a 3:54 pm #

    io direi che dovreste cominciare a tagliare i vostri di stipendi. di vostra iniziativa, a che si sappia.
    per dare il buon esempio e accendere in voi la lotta di far sì che lo facciano tutti

  72. Gabriele dicembre 10, 2011 a 3:56 pm #

    volgari tiranni . Loro sono stati eletti per portare in parlamento le istanze dei cittadini Italiani , invece fanno quello che le fa più comodo

  73. pietro dicembre 10, 2011 a 4:01 pm #

    Aveva ragione un filosofo greco, non ricordo il nome, il quale sosteneva che : noi dovremo poter vivere due vite, nella prima ci saremo dovuti dedicare a scrivere le regole per una societa’ equa, nella seconda vita avremo vissuto rispettando quelle regole logigamente non sapendo quale posto sociale avremo occupato, meditate politici………………..

    • pietro dicembre 10, 2011 a 4:05 pm #

      Come gia’ detto

  74. marco dicembre 10, 2011 a 4:08 pm #

    L’unica arma che abbiamo è di non andare più a votare!

  75. Nicola Conocchiella dicembre 10, 2011 a 4:10 pm #

    PER SALVARE IL PAESE, I SACRIFICI , ORMAI, SONO INDIFFERIBILI, MA, PER I “politicANTi” italiani…….E’ MEGLIO CHE LI FACCIANO, SOLO, GLI “ALTRI” !!

    LA “PACCHIA”, PER QUESTI INACAPACI PARASSITI, SOLTANTO “NOMINATI” DAI LORO “PROTETTORI” PADRONI, E MAI ELETTI DAI CITTADINI,, CHE, QUINDI NON POTRANNO MAI RAPPRESENTARE, DOVEVA ESSERE, DA TEMPO, GIA’ FINITA !! HANNO GIA’ “SFRUTTATO” PER TANTI ANNI, VERGOGNOSAMENTE; LA “MANGIATOIA” BASSA !!
    IL PAESE HA BISOGNO DI GROSSI SACRIFICI E DOBBIAMO SOPPORTARLI TUTTI: OGNUNO IN PROPORZIONE ALLE PROPRIE, EFFETTIVE, DISPONIBILITA’, A COMINCIARE DAI “politicANTi” SUPERPAGATI, SUPERPRIVILEGIATI E, PURE, SUPER………PENSIONATI (FINORA!) !!

  76. sconvolts89 dicembre 10, 2011 a 4:11 pm #

    Tutto deve essere standardizzato secondo il livello europeo, le indennità e gli stipendi devono essere nella media degli altri parlamenti europei. È tutto assurdo. É troppo facile risanare il bilancio aumentando le imposte. Ci stanno abbandonando, finiremo per andare a rubare per un misero pezzo di pane. Certe decisioni prdato non saranno più tollerate da chi combatte ogni giorno per sopravvivere. Anche un’affermazione può essere pericolosa. Tutto avrà una fine

  77. gianluca dicembre 10, 2011 a 4:22 pm #

    andate a lavorare,ma a lavorare veramente brutti pezzi di merda,di voi possiamo benissimo farne a meno!!!!!!

  78. Gianni dicembre 10, 2011 a 4:28 pm #

    Io sono convinto che questi nostri dipendenti ( parlamentari ) non fanno bene il proprio lavoro e come loro datore di lavoro, vorrei licenziarli tutti. Ma cosa volete dire ai Vs parlamentari di riferimento? Tanto tutto quello che gli direte scivola loro addosso. Se gli date dei ladri mica si offendono.

    • viola dicembre 10, 2011 a 4:39 pm #

      concordo, lo stipendio fino a prova contraria è il datore di lavoro che lo fa e noi siamo i loro datori di lavoro… questi si sono dati poteri dittatoriali inaccettabili! oltretutto hanno affossato l’economia lasciando che gli imprenditore andassero a sfruttare mano d’opera a basso costo ….

    • Giovanni Cavallo dicembre 10, 2011 a 8:34 pm #

      ladri lo sono e lo sanno ma continuano, non sanno fare altro

  79. dino dicembre 10, 2011 a 4:38 pm #

    Quello che non capisco e che mi rifiuto di comprendere è come si possa insultarsi per qualcosa che è fin troppo evidente: gli stipendi dei parlamentari e dei politici in genere (tutti, compresi quelli dei sindaci, degli assessori, segretari ecc.), in Italia sono elevatissimi con l’aggravante dei privilegi di cui gode questa gente; personalmente se avessi uno stipendio simile, mi basterebbe lavorare per un paio d’anni per essere a posto per tutta la vita; ma questo è un’altro ragionamento. Sarebbe sufficiente mantener loro un certo numero di “privilegi” riducendo lo stipendio a quello di un’operaio specializzato ( direi 2000/2500 euro al mese ) ed una pensione maturata dopo 65 anni di autentico lavoro (ci vorrebbe il famoso cartellino) pari a circa 1500/2000 euro.
    Credo che, a conti fatti, lo stato risparmierebbe circa un miliardo di euro al giorno (o no?).
    E non si sarebbe costretti a subire manovre da strozzini che arrotolano il mercato su se stesso senza possibilità di sbocco (perchè, sappiatelo, questa situazione non si aggiusta più e con ogni probabilità il prossimo anno ci vedremo appioppare un’altra manovrina-torchio). Intanto a godere come satiri restano gli istituti finanziari e i petrolieri, nelle cui mani luride va a finire il mondo intero.

    • viola dicembre 10, 2011 a 4:40 pm #

      vero vero

  80. dino dicembre 10, 2011 a 4:40 pm #

    Ho commesso un errore: intendevo dire: dopo 40 anni di autentico lavoro. scusate

  81. sancreecko dicembre 10, 2011 a 4:41 pm #

    perché dovrebbero essere coopartecipi della sofferenza loro che hanno solo rubato

  82. felix dicembre 10, 2011 a 4:43 pm #

    IN MEDICINE

  83. Giuseppe Curcio, Milazzo dicembre 10, 2011 a 4:46 pm #

    Penso sia giusto che la diaria dei parlamentari sia uguale a quella media europea.

  84. Bardo dicembre 10, 2011 a 4:46 pm #

    La lista dei votanti e che cosa hanno votato. Manca la cosa più importante. Mica possiamo invare improperi a buffo. Eppoi BASTA con questi commenti IDIOTI di destra e sinistra.

  85. Maria Piera dicembre 10, 2011 a 4:51 pm #

    sarebbe bello vedere che la classe politica italiana, dopo aver chiesto ai cittadini italiani enormi sacrifici per uscire dalla crisi, dà il buonesempio accettando di fare sacrifici anch’essa, accettando la riduzione dello stipendio di parlamentare nonchè dei tanti privilegi che le sono stati riservati finora… fateci vedere che non avete paura di essere corenti… che possiamo ancora sperare in voi… Piera

    questo il testo della mail che ho inviato di Deputati Bruno Donato, Zaccaria e Amici.

  86. U.N.Owen dicembre 10, 2011 a 4:54 pm #

    … il titolo però è fuorviante
    Non mi andrebbe di inviare una mail a uno che magari era a favore ma si è trovato in minoranza.

    • Michelangelo dicembre 10, 2011 a 4:58 pm #

      allora scrivi e chiedi cortesemente spiegazioni come ho fatto io…:) Senza insultare o che ma facendo capire che la cosa non è vista di buon grado dal popolo italiano che si sta incazzando..:) Probabilmente non servirà a nulla ma ti sentirai un pochino meglio..:)

  87. Matelda dicembre 10, 2011 a 4:57 pm #

    Ma già che ci siamo , dato che ci avete nelle vostre mani (ancora per 18 mesi) perché non vi votate addirittura un aumento di indennità , qualche altra bella macchina blu. Ma poi , non si pretende la decenza , ma Dini che aveva lasciato il Centro Sinistra perché a suo dire era il partito dello “spendi spandi” addesso cosa fa, cade su vitalizio. Senza parlare dei Stracquadanio la cui azione più incisiva è quella di aver votato che ruby era la nipote di mubarak. A ogni modo questi signore hanno come puntato una pistola alla tempio all’Italia, perché se non si fa come dicono loro , non approvano la manovra e ci mandano in rovina. Credo che si possa considerare che una legge fatta sotto questo ricatto protrebbe essere invalidata …come quando un malfattore ti impone di consegnare le chiavi della tua cassaforte.

  88. Maurizio dicembre 10, 2011 a 5:05 pm #

    ho seguito la vostra indicazione ed ho scritto all’onorevole Olga D’Antona (PD),
    questo il testo della mail:
    <>
    Onorevole D’Antona,
    la gravità della crisi che rischia di travolgere in nostro Paese, ricade, come sempre, sulle spalle dei più deboli, sulle spalle del popolo indifeso che può solo subire le decisioni di tagli o maggiori tasse imposte dal Governo.
    In nome del bene del Paese bisogna fare sacrifici, ed è giusto che sia così, ma perchè solo noi cittadini? Perchè i parlamentari dovrebbero essere esentati da qualunque tipo di sacrificio?
    I vostri colleghi europei guadagnano metà dei vostri stipendi e se noi dobbiamo accettare di andare in pensione a 67 anni come accade in Germania, non sarebbe giusto che voi guadagnaste come un parlamentare tedesco?
    Mi appello a lei affinchè si adoperi perchè la Commissione, di cui Lei fa parte, non ponga posti veti ad una forte riduzione dei costi della politica, compresi gli emolumenti di tutti i parlamentari. Basta veti a difesa di quella Casta che, senza pudore, chiede a noi cittadini di fare sacrifici e al tempo stesso continua a difendere i propri privilegi.
    La saluto cordialmente

  89. Teresa dicembre 10, 2011 a 5:07 pm #

    Equita’ non dibbiamo pagare soltanto noi anche per loro la pensione a 67 anni in base agli anni di servizio!!!!!!!!!equita!!!!!!!!!!

    • Nazarena dicembre 10, 2011 a 5:30 pm #

      Sacrifici si, ma tutti. I parlamentari devono dare l’esempio.Ci vuole un bel coraggio ( per non dire altro) a chiedere ai cittadini già penalizzati dall’euro e non poi .Io non ci sto mi rifiuto…..

    • Ugo dicembre 10, 2011 a 5:31 pm #

      Ho letto quasi tutti i commenti e mi sono riconosciuto in molti di loro, ho trovato la stessa mia rabbia e lo stesso mio disgusto verso questa classe politica sopratutto incapace di guidare un paese ma allo stesso tempo capacissima di tutelare i propri sporchi interessi personali,. questo vale per tutti : destra , sinistra, centro ( ma perchè esistono ancora queste divisioni? ). Non ci sono ne paladini ne tiranni, sono tutti insieme ugualmente coinvolti nle “magna tui che magno io”.
      Ora ci hanno ridotto talmente nella merda che addirittura non siamo più uno stato sovrano ed arriva Monti che viene ad importci le regole dettate da Germania, Inghilterra e Francia; siamo succubi dell’Europa e non “parte attiva dell’Europa”.
      La politica è diventata la cosa più schifosa al mondo, a tutti i livelli, dalle amministrazioni locali a quelle nazionali e sovranazionali, più si sale verso il vertice della piramide e più ci si allontana dalla realtà dei cittadini veri e più “se magna” e più merda si trova.

      Io sono stato quest’anno tra i candidati al consiglio comunale della mia città, è stata la mia prima esperienza in tal senso, non so se sarà anche l’ultima; so solamente che sono disguistato da questa politica lontana anni luce dalla gente e dai problemi veri di tutti i giorni.
      Ho letto un commento di un signore sopra ( non ricordo chi ) , dove dice che fanno finta di non essere d’accordo, poi alla fine beneficiano tutti e a noi continuano a metterlo nel didietro : sono pienamente d’accordo con lui.

      Fanno finta di litigare davanti al pubblico o suila carta stampata, poi a riflettori spenti organizzano settimane bianche insime, weekend ed altro ( tanto possono permetterselo…).
      Mi sento di dare un consiglio a questi parassiti : la misura è colma, la gente è incazzata al punto giusto per farvi passare la voglia di banchettare alla faccia loro; cominciate a mostrare un minimo di dignità ( so che non ne avete ma fate finta almeno..) e cominciate a tagliare i vostri faraonici stipendi, privilegi e colossali sprechi. Altrimenti si mette male, e vi verremo a scardinare di persona dalle vostre care “sedie”, vi troverete di fronte ad una rivoluzione popolare inaudita e probabilmente molte delle forze dell’ordine capiranno ( essendo con stipendi da fame anche loro…)

      P.S. Non sono un simpatizzante del popolo viola, anzi in campagna elettorale ho avuto più di qualche divergenza di opinione con vostri simpatizzanti; ci tengo a dire questo perchè qui non è un problema di colori politici o di fazioni opposte; se ancora qualcuno dice “è colpa della destra.. no della sinistra…”,allora forse non ha ancora capito bene che cosa è la politica oggi.
      Qui la cosa è molto più grave e stavolta se vogliamo davvero tutelare il futuro dell’Italia e dei nostri figli dobbiamo tirare tutti nella stesa direzione : un popolo unito contro chi lo opprime.

      Scuisate per il doppio post, lo avevo inserito nel punto sbagliato.

      • Michelangelo dicembre 10, 2011 a 5:36 pm #

        assolutissimamente d’accordo…:)

  90. AdolescentePrecaria dicembre 10, 2011 a 5:39 pm #

    Buonasera Sig. Bruno,
    Io mi chiamo Chiara Paolini, ho 17 anni e sono italiana. Da qualche tempo seguo le vicissitudini del mio Paese con grande attenzione, perché vorrei dare un contributo significativo al cambiamento del nostro paese in corso negli ultimi anni. Io, dopo aver finito la mia attuale scuola superiore, vorrei fare l’università, ma quando uscirò di lì, quale futuro avrò? Con quali mezzi finanziari potrò andare avanti visto che né io né i miei genitori possediamo tanta ricchezza da potermi sostenere economicamente in un futuro di disoccupazione e precariato? Io non so più cosa aspettarmi dalla vita, purtroppo. So solo che i miei genitori, lavorando 8 ore al giorno, dal lunedì al sabato, guadagnano una cifra che ci permette di arrivare a malapena a fine mese. Eppure svolgono dei compiti non poco importanti nel loro contesto lavorativo: mia madre è ragioniera, se non ci fosse lei l’azienda in cui è assunta non saprebbe come svolgere la contabilità aziendale, eppure, perché guadagna a malapena 1000€? Mio padre lavora in una azienda che produce capi di abbigliamento, e lui è il solo che sa attivare e sa usare determinate macchine. Eppure guadagna 900€ compresi di assegni familiari, che a febbraio scenderà a circa 850€ euro perché io diventerò maggiorenne e, secondo l’art. 2, comma 6, L.153/88, “non fanno parte del nucleo familiare (qualora venga percepito l’assegno familiare) i figli ed equiparati maggiorenni non inabili anche se STUDENTI o apprendisti”. Io penso che questa situazione non sia giusta, i miei genitori svolgono funzioni decisive per l’azienda in cui prestano lavoro, e non hanno il diritto di ricevere questa cifra. Secondo l’art. 36 della costituzione che recita “Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa” ogni nucleo familiare dovrebbe avere abbastanza mezzi finanziari per far frequentare liberamente un’università pubblica una scuola ai propri figli, possibilità molte volte preclusa, soprattutto in questo momento di grande crisi, perché manca il sostegno economico che lo Stato dovrebbe dare alle famiglie in difficoltà per far accedere i figli al mondo dell’istruzione e del lavoro, per far accedere la nuova generazione, quella che governerà tra qualche anno, ad un futuro migliore. Io penso e spero che lei sia del mio stesso parere, e le scrivo questa mail perché siamo arrivati ad una situazione di non ritorno: solo pochi ce la faranno ad uscire, illesi o quasi, da questa crisi. Io la prego solo di una cosa: quando, e spero, leggerà questa mail, provi a scendere nei panni dei miei genitori, che lavorano per poi ottenere poco o nulla, o scenda nei miei panni, una ragazza che ha tantissima voglia di crescere e di diventare grande, ma è ostacolata da persone che hanno a cuore solo i propri desideri. Perciò le chiedo di far approvare il decreto del governo che da gennaio prevederebbe il taglio degli stipendi di deputati, senatori e di tutte le cariche elettive. è tempo di crisi non solo per noi studenti, dipendenti, imprenditori, etc, ma anche per il parlamento.
    Le auguro felicità e buone feste,
    Distinti saluti,
    Chiara Paolini.

  91. paulo de oliveira dicembre 10, 2011 a 5:47 pm #

    No comment ! Non ha bisogno.

  92. giovanni bloisi dicembre 10, 2011 a 5:51 pm #

    e inutile continuare a fare della filosofia dobbiamo darci una mossa prendere e andare a roma per mandarli a casa tutti prendendo in mano la situazione x cambiare tutto bisogna azzerare sopratutto tutti i loro compensi e quello che gira intorno

  93. anna dicembre 10, 2011 a 5:53 pm #

    ma avete veramente la faccia come il culooo……..

  94. anna dicembre 10, 2011 a 5:55 pm #

    hai ragione giovanni, azzeriamoli……….liberiamoci!!!!!!!

  95. MAX dicembre 10, 2011 a 5:58 pm #

    CAPISCO Xè SIAMO COSI NELLA MERDA IN ITALIA E NON CAMBIA MAI NULLA!!!!!!!!! BASTA LEGGERE TUTTE STE STRONZATE PRO POLITICA …….MA ANCORA NON AVETE CAPITO UN EMERITO CAZZ…… CHE NON VE SE IN CUL…. NESSUNO? CHE FANNO SOLO IL LORO GIOCO E PENSANO SOLO AI LORO INTERESSI? SECONDO VOI VOGLIONO CAMBIARE LE COSE? CI HA PROVATO LA DX E LA SX CI PUO PROVARE IL CENTRO DI PIETRO MA NON CAMBIERA MAI NULLA SE NON LA CAMBIAMO NOI COMINCIANDO A RIBELLARCI , NON SEGUIRE PIU PARTITI POLITICA E VOTAZIONI, BOICOTTARE GLI AUMENTI DI BENZINA E TUTTO IL RESTO, MA PURTROPPO GLI ITALIANI SONO UN POPOLO DI PECORE E SI MERITANO TUTTO QUESTO…..E’ QUESTA LA REALTA’

    • Daniela dicembre 10, 2011 a 7:57 pm #

      SONO PIENAMENTE D’ACCORDO CON TE! SONO TUTTI UGUALI! DOVREMMO TUTTI NOI BOICOTTARE LE ELEZIONI PER DARE VERAMENTE UN SEGNALE DI PROTESTA!!

    • vito dicembre 14, 2011 a 5:37 pm #

      giusto rivoluzione

  96. Giulio Gangi dicembre 10, 2011 a 6:11 pm #

    Giusto! I diritti acquisiti non si toccano! Allora restituiteci il diritto di andare in pensione, quello fissato al momento del nostro ingresso nel mondo del lavoro, quello che, con la complicità dei sindacati, ci hanno tolto i signori Amato, Dini ed altri “luminari”. Eppure, per non arrivare a questo ennesimo schifo, sarebbe bastato:
    1) Aumentare l’età pensionabile fino ai 75 anni per chi desiderava rimanere nel mondo del lavoro;
    2) Inserire una “tassa di solidarietà” – con diversi scaglioni – sulle “pensioni baby”, su quelle da nababbi e su quelle richieste per diritto acquisito (quest’ultimi – io tra questi – avrebbero deciso liberamente se continuare o lasciare il posto di lavoro);
    3) Ammortizzare finanziariamente, in caso di necessità, gli enti previdenziali con un aiuto di Stato (un niente confronto a certi “aiuti a pioggia” che lo Stato regala per certe “storture”).

    L’adozione di queste misure avrebbe permesso l’ingresso nel mondo del lavoro ai giovani. Invece, abbiamo migliaia di disoccupati e di umili lavoratori che non rendono più poiché sono umanamente stanchi e demotivati. Molte cose buone e giuste si potevano fare ma, stranamente, sono state adottate misure ingiuste e antieconomiche tanto da far pensare ad un oscuro disegno (meglio non dire poiché la verità viene anche contestata come demagogia). Comunque sia, è chiaro che lo “schifo italiano” è determinato prevalentemente da due fattori: 1 mancanza del senso di giustizia da parte della classe dirigente; 2) assenza di ribellione del popolo. In Francia, ad esempio, sarebbe bastato soltanto un tozzo di quel pane rancido che il popolino italiano ingoia dagli anni 90 per scatenare una vera e propria rivoluzione di piazza. Cari politici tanti, tanti auguri per le prossime elezioni! Fateci almeno una cortesia: evitate di ripetere la parola equità che alla fine, grazie al silenzio del popolo e dei sindacati tutto passerà con l’inossidabile legge italiana, quella del MENGA (chi l’ha nel culo se lo tenga). IO VI CONOSCO BENE.
    Giulio Gangi

  97. Cosimo dicembre 10, 2011 a 6:17 pm #

    Come al solito solo parole.! Ricordiamocene alle prossima elezioni.! Visto il grave momento di crisi certe cose non dovevano neanche essere discusse..!! Solo approvate e basta.! Ho 50 anni e il mio mutuo lo finiro’ (se vivro’) quando ne avro’ 70..!! Fanno schifo….ci hanno ridotto in questo stato solo x mandare via quell’altro cretino Che ce stava prima..! Hanno la faccia come il CULO ma non dopo la doccia…!!!

  98. patrizia dicembre 10, 2011 a 6:32 pm #

    Cosa potevamo aspettarci da questa massa di ladri,incoscienti , irresponsabili, parlamentari che non hanno niente di ONOREVOLE al contrario sono il vero disonore dell’italia.io spero vivamente che sia il palazzo
    Madama che Montecitorio diventi la tomba visto il loro attaccamento alle poltrone di questo branco di disonesti Patrizia

  99. francesco dicembre 10, 2011 a 6:33 pm #

    la solita idiozia targata “popolo viola”

  100. FC dicembre 10, 2011 a 6:33 pm #

    Si lotta in tanti modi, uno di questi è riempirgli la casella di posta elettronica. Non è necessario insultare e neanche conoscere l’esito del voto, basta chiedere: “qual è la sua posizione sulla questione diminuzione indennità? Sappia che nel caso lei sia contrario non avrà più il mio voto”. Certo non dà soddisfazione come spaccargli la faccia… eh lo so… per fortuna loro noi siamo democratici, e cmq sempre meglio che star qui a lamentarsi. Poi certo loro le mail neanche le leggono, però quando la segretaria gli dice che ne sono arrivate 2000 e si è bloccata la casella dovranno ben prendere nota…
    Sul sito Openpolis ci sono tutte le votazioni, le posizioni dei vari gruppi parlamentari e cosa hanno votato i singoli politici, se mai questa proposta passerà dal parlamento…

  101. Giovanni dicembre 10, 2011 a 6:40 pm #

    BISOGNA ANDARE A ROMA CON I BULLDOZER ABBATTERE I PALAZZI DEL GOVERNO E IMPALARE CHI CI STA DENTRO,NESSUNA PIETA’ PERCHI USURPA L’ALTRUI!!!!!!!!!!!HANNO POCO SPAZIO ANCORA……….SIAMO DELUSI,OFFESI DA POLITICANTI DI MESTIERE E CASTA………..BASTA……..ANDATE A SPACCARE LE PIETRE A PANE ED ACQUA.

  102. marco venezia dicembre 10, 2011 a 6:50 pm #

    accendo anch’io la mia candelina insieme a voi, sperando che cio’ serva a far accadere un miracolo!! perche’ e’ di cio’ che dovrei vedere accadere,che dei deputati diventino quello che dovrebbero essere al “nostro servizio e non al loro”.
    svegliarmi e trovare persone altruiste che veramente credano nel ruolo che svolgono come dei frati senza stipendio devoti al bene del paese! poi a fine legislatura tornino al proprio ruolo nella soceta’….allora forse lavorerei volentieri fino a 100 anni se servisse!!

  103. Francesco dicembre 10, 2011 a 7:00 pm #

    Essere indignati e’poco purtroppo ci sono molti segnali di violenza che emergono dalla vita quotidiana, proprio perche e’ diventata insostenibile. Non bisogna tirare troppo la corda. Le più grandi rivoluzioni sono
    Scoppiate così.

  104. Angel dicembre 10, 2011 a 7:14 pm #

    Indignato sempre più sul solito far pagare a pantalone.
    VANNO PUBBLICATI I NOMI DI COLORO NO VOGLIONO I TAGLI AL LORO STIPENDIO.
    DEVE essere pubblicata la lista dei PAPPONI, gli italiani TUTTI DEVONO CONOSCERE
    il marcio di questa casta.
    Perchè non facciamo un referendum per cambiare questa costituzione?

  105. mario dicembre 10, 2011 a 7:20 pm #

    Andate a fare in culo brutti politici di merda..noi ci spacciamo il culo lavorando ogni santo giorno accettando le VOSTRE condizioni da fame per risalire la china..e voi non volete ridurvi lo stipendio???ma andate a morire pezzi di merda..che vi vengano tutte le malattie del mondo..e che soffriate tutto quello che un essere umano ( o sub umano come voi) possa soffrire..scoppiate nella merda bastardi

  106. francesco meringolo dicembre 10, 2011 a 7:22 pm #

    post vergognoso e qualunquista…

    • Michelangelo dicembre 10, 2011 a 7:43 pm #

      che cosa c è di vergognoso nel denunciare il fatto che non si riesce a eliminare i privilegi della politica?

  107. calabrescia dicembre 10, 2011 a 7:43 pm #

    Avete dato gli indirizzi dei membri della Commissione Affari Costituzionali. Peccato che la manovra sia esaminata dalle Commissioni Bilancio e Finanze.

    Pirla voi e chi vi segue…

    • calabrescia dicembre 10, 2011 a 7:43 pm #

      Tradotto: avete divulgato i dati di persone che non c’entrano un cazzo.

      • Francesca dicembre 10, 2011 a 8:30 pm #

        Il vostro stipendio da dove arrivato ?

    • Michelangelo dicembre 10, 2011 a 7:54 pm #

      E arrivò il piccolo genio…Abbiamo letto tutti la replica al post…Non capisco cosa ti dia fastidio che si denuncino i privilegi politici e che lo faccia un partito che evidentemente non è il tuo?…Facciamola finita con queste faziosità di partito e rendiamoci conto che il vero nemico dell italia è di chi non ha fatto altro che mangiarci in testa!!!

  108. sergio casasso dicembre 10, 2011 a 8:04 pm #

    figli di mignotta andate a lavorare seriamente coglioni

  109. rebecca dicembre 10, 2011 a 8:15 pm #

    Vergognatevi! 1 solo falo’ farei per tutti voi.

  110. Toni dicembre 10, 2011 a 8:25 pm #

    Ma cosa c’entra la commissione affari costituzionali ? Dovreste andare dai singoli deputati e senatori a chiedere e poi fare l’elenco. Post viola ? Mah ….

  111. Francesca dicembre 10, 2011 a 8:27 pm #

    Aaa Ma non vi vergognate a essere proprio voi a non fare il primo passo x aiutare l’Italia? Avete mamgiato xche tanti anni e tanto tempo ……T utti

  112. Cunnu dicembre 10, 2011 a 8:39 pm #

    GUARDA CASO… LA PENSO ALLO STESSO MODO!!!
    DEPUTATI… LA NEBBIA DAVANTI AI NOSTRI OCCHI STA SVANENDO!!
    PRIMA O POI UN NUOVO SOLE RISORGERA’…
    Divisi siamo niente, uniti siamo il mondo!
    di Maria Pia Caporuscio. Una vera rivoluzione non è quella fatta con le armi. Eliminare ‘fisicamente’ i potenti di turno non risolverebbe nulla: altri potenti riprenderebbero immediatamente il potere! Nessuna rivoluzione armata finora è stata in grado di sovvertire lo statu quo. Quello che porrebbe definitivamente fine all’imperialismo sarebbe una educazione di massa. Fino a quando gli uomini non si renderanno pienamente consapevoli, che sulla Terra non esistono ‘dei’, ma uomini, nati dall’accoppiamento di un uomo e una donna per cui non ci sono differenze. Che nessuno nonostante i privilegi, potrà sfuggire al destino comune. Che la vita è una sola e una volta rovinata, non ne avranno un’altra per rimediare. Finché non capiranno che la vita di ogni essere umano è “sacra” e a nessuno è permesso violarla. Finché non ci si convince che il figlio di un barbone e il figlio del re hanno lo stesso, identico valore, non ci potranno essere ribaltamenti.Una popolazione preparata è, senza ombra di dubbio, in grado di dettare le condizioni di vita dell’intera popolazione. Ma per raggiungere questo scopo è necessaria la conoscenza indirizzata al raggiungimento di una convinzione che dovrebbe essere incisa nella testa di ognuno: divisi siamo niente, uniti siamo il mondo!Da sempre gli uomini di potere hanno capito che una popolazione unita e informata rappresenta un pericolo e nei secoli hanno affinato le armi per combattere questo tipo di guerra che gli permette di imperare: dividere! Per meglio riuscire in questa impresa, ogni Paese adotta il medesimo atteggiamento: “tenere a bada la popolazione” e concedere solo lo stretto necessario alla sopravvivenza! Questo sistema consente di favorire le caste, che a loro volta ne favoriscono la governabilità. Tenere a bada la popolazione significa dividerla appunto, aiutati in passato dall’analfabetismo diffuso e in tempi recenti dall’indottrinamento mediatico. Si lasciano passare messaggi, apparentemente innocenti ma che al contrario, dirottano il pensiero verso altri siti. Si inventano distrazioni di massa, come la formazione di più partiti quindi più ideologie, più sindacati per separare le categorie di lavoratori, le competizioni sportive come il calcio, le soap opera, intrattenimenti per tenere la gente incollata dinanzi alle tv, sovvenzioni alla stampa per condizionare gli elettori e così via. Questa mossa fino ad oggi è risultata vincente. La popolazione ingenua e credulona si appassiona, dividendosi in fazioni che conducono ad accese discussioni, dove ognuno tenta di dimostrare una visione migliore nelle scelte, colpevolizzando le posizioni opposte dell’altro, fino ad arrivare a litigi anche violenti tra loro, mentre i governi continuano indisturbati, a fregare gli uni e gli altri. E se da queste dispute possono scapparci anche morti poco conta, lo scopo è imperare, non importa quale ne sia il prezzo. Se si riuscisse a far capire alla gente che non esistono poteri buoni, che i governanti non faranno mai gli interessi delle masse ma quelli delle caste, che è una favola pensare a differenze sostanziali fra partiti di destra o di sinistra, che la differenza equivale a “meno peggio, molto peggio” in quanto nessun governo starà mai dalla parte del popolo, benché consapevoli che i loro privilegi derivino proprio dal popolo. Se non si riuscirà a comprendere che il mondo è diviso in due, da una parte la popolazione e non importa se operai, impiegai, professionisti, commercianti o piccoli imprenditori, sono tutti parte della massa popolare e dall’altra i potenti e che mai i secondi, si sono occupati degli interessi dei primi, magari se ne servono, ma sempre e solo per fini propri. Purtroppo la popolazione, sapientemente indottrinata si lascia manipolare, né ha mai avuto la capacità, come fanno le caste di fare fronte comune, di schierarsi tra loro nella difesa degli stessi interessi, ma si lascia manipolare da chi tira i fili per creare distinzioni fraoperai e professionisti, si fa abbagliare da lusinghe, da promesse per una qualche carriera migliore rispetto agli altri, creando barriere per spezzettare la comune classe di appartenenza.Se la popolazione riuscisse a comprendere fino in fondo questo gioco, le cose cambierebbero. Per arrivarci si renderebbe necessario insegnare ai bambini, fin dalla scuola materna, educazione civica, educazione economica e politica e forse a furia di studiare, si riuscirebbe a creare una popolazione consapevole dei propri diritti e doveri e a comprendere quando una legge che li riguarda, sia giusta o sbagliata. Sarebbe in grado di giudicare l’operato del governo quando agisce negli interessi delle caste a danno della popolazione, saprebbe in anticipo quali siano le leggi da accettare e quelle da rigettare e costringerebbe i governi ad un cambiamento epocale.L’istruzione in tal senso non è proponibile per i governanti, che mai accetterebbero una scuola che istruisca realmente, dato che questo comporterebbe la perdita dei privilegi acquisiti nei secoli. Tocca al popolo trovare il modo affinché questo diventi possibile, ne possiede tutte le capacità: basta volerlo! Se realizzassero fino in fondo la consapevolezza che nessun governo è in grado di resistere ad una popolazione determinata e compatta, che nessun esercito può fermare un popolo intenzionato a lottare per il raggiungimento di un fine, cadrebbero tutte le barriere. Solo formando un fronte unico, orgogliosi della propria classe di appartenenza, si diventa grandi e riappropriandosi della propria volontà una popolazione può rendersi libera di decidere del proprio destino!

  113. Salvatore Costanzo dicembre 10, 2011 a 8:44 pm #

    Un buon politico deve dare buoni esempi, in questi giorni il governo non voluto da noi italiani, sta mettendo letteralmente in ginocchio il ceto “medio basso” degli italiani con la scusante di salvare l’Italia dal fallimento. Ma prima di mettere le mani nelle nostre tasche, ovvero, nei nostri portafogli e sulle abitazioni che sono state acquistate con mutui, sacrifici e anni di privazioni di un vestito, un paio di scarpe, una serata a teatro, festività e ferie non godute in luoghi di villeggiature e tanti problemi derivanti ancora, non sarebbe stato più equo (visto che si cita l’equità), incominciare da voi parlamentari che avete tutto. Si signori, proprio tutto, stipendi mensili paragonabili a stipendi annuali, di un operaio o lavori equiparati, viaggi gratis su aerei – treni ed altri mezzi meno lussuosi, ristoranti, teatri, telefonini e tanto altro ancora. Perchè vi opponete a far ritoccare i vostri stipendi e per tanti, i lussuosi vitalizi. Date il buon esempio.
    Il cosidetto taglio ai costi della politica, sicuramente farà risparmiare all’Italia e quindi a tanti italiani una gran parte di torta del debito pubblico. E’ bene ricordare che quando una corda si tira troppo, …si spezza, per fortuna siamo un popolo pacifico, a parte qualche frangia di rivoltosi, fate in modo

  114. Salvatore Costanzo dicembre 10, 2011 a 8:47 pm #

    Salvatore Costanzo
    dicembre 10, 2011 a 8:44 pm # Un buon politico deve dare buoni esempi, in questi giorni il governo non voluto da noi italiani, sta mettendo letteralmente in ginocchio il ceto “medio basso” degli italiani con la scusante di salvare l’Italia dal fallimento. Ma prima di mettere le mani nelle nostre tasche, ovvero, nei nostri portafogli e sulle abitazioni che sono state acquistate con mutui, sacrifici e anni di privazioni di un vestito, un paio di scarpe, una serata a teatro, festività e ferie non godute in luoghi di villeggiature e tanti problemi derivanti ancora, non sarebbe stato più equo (visto che si cita l’equità), incominciare da voi parlamentari che avete tutto. Si signori, proprio tutto, stipendi mensili paragonabili a stipendi annuali, di un operaio o lavori equiparati, viaggi gratis su aerei – treni ed altri mezzi meno lussuosi, ristoranti, teatri, telefonini e tanto altro ancora. Perchè vi opponete a far ritoccare i vostri stipendi e per tanti, i lussuosi vitalizi. Date il buon esempio.
    Il cosidetto taglio ai costi della politica, sicuramente farà risparmiare all’Italia e quindi a tanti italiani una gran parte di torta del debito pubblico. E’ bene ricordare che quando una corda si tira troppo, …si spezza, per fortuna siamo un popolo pacifico, a parte qualche frangia di rivoltosi, fate in modo

  115. Enzo dicembre 10, 2011 a 8:47 pm #

    E’ ora che i politici smettano di servirsi del ruolo che occupano solo per il loro arricchimento e per sistemare per almeno due generazioni i propri figli e conviventi. Ho sempre pensato che non si debba fare di ogni erba un fascio,ma dopo aver visto tante disonestà, falsità, raggiri, inganni,ruberie,volta faccie, arroganze, superbia, e ingordigia questa mia convinzione viene meno e mi dà tanta tristezza. Se veramente avreste a cuore il bene dell’Italia vi dovreste votare una legge che vi remuneri molto di meno e che dopo una o due massimo legislazioni, vi rimandi a fare quello che facevate prima, ammesso che tanti siano capaci di fare qualche altra cosa al di fuori della politica.

    • Cunnu dicembre 10, 2011 a 9:00 pm #

      300 Deputati bastano e avanzano!!
      Noi ci mettiamo una vita ad andare in pensione decrepiti…
      ma voi deputati…cazzo!!!…. dovreste essere retribuiti non più di uno stipendio di € 2000,00…. quanto dura la vostra legislatura…5 anni…3 anni.. 2 anni… perchè sta pensione d’oro a vita…ma chi l’ho dice!!!!
      Finito il vostro periodo di legislatura..per essere veramente equi…
      periodo di contributi lavorativi e basta e cercatevi lavoro come tutti… guadagnatevi la pensione come noi!!!!
      MISERABILI!!!!

  116. spick5auro dicembre 10, 2011 a 8:50 pm #

    E quale sarebbe ilnesso tra autonomia parlamentare e i loro stipendi? Le mignotte con cui spendere i SACRIFICI DERUBATI AL POPOLO RESO SUDDITO DAI LORO VIZI?

  117. Mauro dicembre 10, 2011 a 8:52 pm #

    Abusare dei DOVERI DI SERVIZIO per i propri fini di avidità è ATTO SOVVERSIVO LA DEMOCRAZIA, costituisce atto di SOVVERSIONE… i parlamentari attualmente sono dei TERRORISTI ISTITUZIONALIZZATI. Lo STATO sono i CITTADINI, non i politici!

  118. Salvatore Costanzo dicembre 10, 2011 a 8:57 pm #

    Se il governo Monti non è di vostro gradimento, non fategli avere la fiducia, mandatelo a casa e ritorniamo al voto popolare come è giusto che sia. Viceversa se applica tasse e mette in ginocchio, noi pensionati dopo 40 anni di lavoro e sacrifici, DATE IL BUON ESEMPIO, accettate anche voi il taglio dei lussuosi stipendi e agevolazioni visto che i parlamentari di altri paesi dell’Europa NON HANNO. Prendiamo esempio dall’Inghilterra.

  119. Cunnu dicembre 10, 2011 a 9:09 pm #

    Il giorno… quando il popolo non avrà più niente da perdere…
    si riprenderà sicuramente quel che voi avete rubato….
    Di sto passo voi stessi ci pilotate verso la rivoluzione!!
    Ne abbiamo i coglioni pieni!!!
    TV – QUOTIDIANI (alcuni)VOSTRI SERVITORI…

  120. Mauro dicembre 10, 2011 a 9:28 pm #

    i quotidiani fanno passare i cittadini che protestano come violenti e i POLITICI CHE RUBANO CHE ABUSANO CHE CORROMPONO E CHE SONO COLLUSI CON LE MAFIE come vittime… DA CHI SONO PAGATI GLI EDITORI? Dai politici con i nostri sacrifici per DIRE QUELLO CHE LORO VOGLIONO DIRE! Per raggirarci e trattarci come sgualdrine ai loro servigi!

  121. Antonio dicembre 10, 2011 a 9:36 pm #

    Si e vero ne abbiamo le palle piene io adesso a giorni sono quattro mesi che non mi pago appartengo alla regione canpania altri come me sono addiritura nove mesi ma io dico questi da vero vogliono la rivoluzione si perchè non sappiamo dove sbattere la testa per i cazzi loro fanno di tutto e poi cosa ne dobbiamo fare di tutti questi politici nemmeno l’america a tanti politici si e vero questa vacca politica non smette mai di dare buon latte più la mungi e più da soldi VERGOGNA:

  122. antonio dicembre 10, 2011 a 10:07 pm #

    Come gli togliete a noi i soldi che prendiamo un decimo del vostro stipendio li dovete togliere anche a voi in proporzione.

  123. enzo dicembre 10, 2011 a 10:19 pm #

    SIAMO IN OSTAGGIO DELLA CASTA E DEL SUO ABUSO DI POTERE.
    SACRIFICI EQUI = GLI STESSI CHE FAREMO NOI ITALIANI DOVREBBERO FARLI QUESTI INETTI MA NON CON 6000€ DI STIPENDIO CHE è GIA’ UN FURTO PER I DANNI CHE FANNO, BENSì CON 1300€ MENSILI SENZA PRIVILEGIO ALCUNO.
    è ORA DI INSURREZIONE…..CONTRO LA CASTA E IL SUO POTERE

  124. non mi faccio inculare da voi dicembre 10, 2011 a 10:19 pm #

    Questo post sembra fatto ad arte per far girare le palle agli italiani, gia ci girano senza bisogno di fomentare piu’ del dovuto!!! Uscite con un articolo piu’ decente buffoni!

  125. x dicembre 10, 2011 a 10:39 pm #

    http://www.makeup-bellezza.com

  126. tore dicembre 10, 2011 a 10:41 pm #

    andate a lavorare seriamente vedete cosa significa guadanare soldi sudando e poi arrivare a fine mese e non sapere dove sbattere la testa perchè finiti da un pezzo, ma voi questo probema non ve ne frega niente basta che voi e la vostra famiglia sta con i pensieri tranquilli . MI FATE SCHIFO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  127. camillo dicembre 10, 2011 a 10:49 pm #

    I parlamentari pretendono di decidere il proprio stipendio?
    Allora anche i pensionati hanno il diritto di decidere la loro pensione.
    Andate aff….lo!

  128. FC dicembre 10, 2011 a 10:50 pm #

    @Calabrescia, mi sa che un po’ pirla sei tu: basta cliccare su “Commissioni” e le visualizzi tutte, non te ne eri accorto?

  129. Piero dicembre 10, 2011 a 11:02 pm #

    Solo uno stupido può pensare che leggano quelle email. Come minimo sarebbero sempre piene, e come minimo un deputato dovrebbe impiegare settimane per leggere le email che riceve in 24 ore. Mettono l’email in segno di trasparenza ma è solo scenografia. I cittadini sono oltre il 90% dell’Italia, se ci mettiamo noi a decidere chi e cosa deve pagare? Continuate con la vs arroganza e presto farete la fine di putin e degli altri ladri

  130. umberto dicembre 10, 2011 a 11:05 pm #

    rivoluzione…

  131. Lucio dicembre 10, 2011 a 11:17 pm #

    Non ci sono parole spettacolo indegno. On Donadi faccia valere queste posizioni e vedrà che tante persone lo seguiranno

  132. Mario dicembre 10, 2011 a 11:28 pm #

    Strano che non facevate parlare subito i qualunquisti dell’Idv!!! Altro che movimento indipendente

  133. Edoardo dicembre 11, 2011 a 12:20 am #

    Da dove partire , anzi ,
    da dove ripartire ..
    State litigando fra di voi ,
    così facendo cadiamo tutti nelle loro trappole
    nelle loro manipolazioni : è la guerra dei “poveri” …
    Mentre in realtà siamo ricchi di onestà !
    Colgo anche un certo timore reverenziale verso i politici … è vero che sono potenti e
    hanno in mano il potere .
    Ma saremmo sciocchi se non prendiamo coscienza che uniti oltre ad essere in tanti senza di noi loro non contano nulla !
    Un passo alla volta , cominciano serenamente a dire : “accontentatevi”
    di 5.000 € al mese .. i “comunisti” non pagano così tanto ( questo per chi teme un regime ) ..
    Sicuramente tra di noi c’è chi ha da nascondere .. non ha più senso ,
    se riusciamo a far pagare le tasse a tutti a chiedere e fare scontrini fiscali da portare in detrazione .. tutti pagano .. ma se non si mette in riga chi è al parlamento al governo ..
    questi continueranno a sperperare e fare ciò che vogliono .
    Se temiamo il “potere” temiamo la nostra stessa autonomia e libertà !
    In sintesi : rimaniamo , diventiamo uniti cominciando da questo ridimensionamento degli stipendi dei parlamentari ( che devono lavorare per noi e renderci conto )
    con pacatezza , ma grande fermezza uniti possiamo davvero realizzare tutto ciò che oggi può apparire come impossibile …

  134. MARIO dicembre 11, 2011 a 12:24 am #

    e’ venuta l’ora di scebndere in piazza contro la casta ma con la forza…..RIVOLUZIONEEEEE…..

  135. Mauro dicembre 11, 2011 a 12:32 am #

    L’unico modo per fargli capire che è ora che facciano ció che è giusto e non ciò che gli conviene è di non votarli. Facciamo circolare la lista e non Votiamoli!

  136. Antonio dicembre 11, 2011 a 1:06 am #

    Questi parlamentari sono sempre tutti concordi sul ridursi i vitalizi e gli stipendi ma poi quando si arriva ai fatti abbiamo visto come va a finire. Poi c’è quello che si nasconde dietro al fatto che non è solo lui a votare (vedi Donati…se è così contrario perchè non offre metà del suo stipendio alle casse dello stato?…che inizi pure lui a dare l’esempio piuttosto per parlare e basta). Ormi vogliamo i fatti perchè a parole tutti risolviamo pure la fame nel mondo…ma con le parole non ci compri nemmeno il pane.
    In pratica il “culo” non è mai quello loro…se non fanno qualcosa spero che tutti gli italiani smettano di stare sempre e solo a 90 gradi e riescano a convincerli che l’aria DEVE cambiare pure per loro. Va bene (o forse no) fare sacrifici ma appunto li dobbiamo fare tutti proporzionalmente ciò che possiamo.
    Tanto anche dimezzandosi lo stipendio e cancellandosi il vitalizio se la passano certamente meglio di un qualsiasi operaio…quindi politici MUOVETEVIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII….AGITE, non ne possiamo più delle vostre facce e delle vostre parole vuote

  137. Antonio dicembre 11, 2011 a 1:10 am #

    Questi parlamentari sono sempre tutti concordi sul ridursi i vitalizi e gli stipendi ma poi quando si arriva ai fatti abbiamo visto come va a finire.
    Poi spunta sempre quello che si nasconde dietro al fatto che non è solo lui a votare (vedi Donati…se è così contrario perchè non offre metà del suo stipendio alle casse dello stato?…che inizi pure lui a dare l’esempio piuttosto che parlare e basta).
    Ormai vogliamo i fatti perchè a parole tutti risolviamo pure la fame nel mondo…ma purtroppo con le parole non ci si compra nemmeno il pane.
    In pratica il “culo” non è mai quello loro…se non fanno qualcosa spero che tutti gli italiani smettano di stare sempre e solo a 90 gradi e riescano a convincerli che l’aria DEVE cambiare pure per loro. Va bene (o forse no) fare sacrifici ma appunto li dobbiamo fare tutti proporzionalmente con ciò che abbiamo.
    Tanto anche dimezzandosi lo stipendio e cancellandosi il vitalizio se la passano certamente meglio di un qualsiasi operaio…quindi politici MUOVETEVIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII….AGITE, non ne possiamo più delle vostre facce e delle vostre parole vuote

  138. gianni dicembre 11, 2011 a 1:39 am #

    come volevasi dimostrare e’ inutile sapere chi son i deputati che si..oppongono…fatica sprecata se provate a scrivergli..appare la scritta error..cioe’..si son tutelati anzitempo..a loro gli fa’ un baffo del…popolo

  139. mirkosolinas dicembre 11, 2011 a 2:19 am #

    Cari amici del Popolo Viola, io come voi soffro la crisi italiana, forse alcuni di voi la soffrono di meno. Voglio ricordarvi, però, che il berlusconismo è nato dalla demagogia, la stessa che voi state continuando a portare avanti. Mi dispiace per questo perché avete raccolto intorno a voi un gruppo di italiani numerosissimo. Siete qualunquisti e questo porta all’antipolitica e l’antipolitica porta alla vittoria di chi ha più soldi e voti famigliari. Fermatevi! Ragionate. Ve lo dico con tutto l’affetto che ho nei vostri confronti. Come abbiamo visto Monti non può fare una manovra di sinistra. O meglio, può proporre tutto ciò che vuole, ma poi si vota. E la maggior parte dei voti sono del Pdl. La questione dei vitalizi va’ affrontata con calma come ha fatto il Consiglio Regionale della Sardegna. Proposta Pd accettata da tutti i partiti. Esiste la comunicazione tra i partiti, ciò che voi chiamate complotti. Idv ha sbagliato approccio. Vogliono fare le verginelle, ma non possono. Non possono perché il loro capo, perché è un capo, Di Pietro ha una baby pensione di circa 2000 euro. Il Pd è favorevole all’abolizione del vitalizio, tanto che nel governo Berlusconi è riuscita ad emandare la trasformazione del vitalizio in pensione, ossia la somma che prima si riceveva anche a 40 anni ora la ricevono a 60. E’ già tanto essendo in minoranza. La linea del PD è chiara: Tagli ai costi della politica. Dario Franceschini oggi ha comunicato “La decisione di parametrare lo stipendio dei parlamentari italiani alla media tra quelli dei Paesi europei è già stata presa dalla Camera e, come ha detto il presidente Fini, l’applicheremo in tempi brevi, senza esitazioni e nel rispetto delle regole costituzionali”. Quindi..

  140. Fox dicembre 11, 2011 a 2:52 am #

    Carissimi deputati e carissimi lettori.
    Sono del parere che dopo tutto quello che è successo in questo paese, ormai non si ha più la consapevolezza di come affrontare questa situazione!Tutti siamo bravi a parlare e arrabbiarci, tutti i politici sono bravi a proporre leggi che onestamente..diciamolo chiaro!!..non servono a nulla!!Non ci siamo resi conto che NOI Italiani siamo dei pagliacci, vigliacchi, ladri e corrotti!Non voglio fare di tutta l’erba un fascio, ma è così!Se veramente vogliamo cambiare questo paese, dobbiamo:
    1.Non votare
    2.Mandare a cagare tutti i politici una volta x tutte!!!
    3.Andare in piazza e mettere fuoco alle auto blu e non danneggiare i beni delle persone oneste o distruggere la città come è successo in passato…!!!
    4.Prendere a calci nel culo i blackblok qualora si presentassero!!
    5.Beccare i politici e svutare le loro tasche e le loro case!!!
    E per ultimo, farci un esame di coscienza perchè siamo noi gli IDIOTi che hanno permesso tutto questo!Quando incominceremo a renderci conto di questo…sarà già un primo passo!!!BASTA SPERARE IN UN MIGLIORAMENTO FUTURO O IN LEGGI SALVA CULO!!!NON ABBIAMO ALTERNATIVA!!!!!

  141. gianvito dicembre 11, 2011 a 2:55 am #

    ma di che cosa state parlando!………se sono un politico cosi affermato da ricoprire una carica cosi elevata ,vuol dire che tutto posso essere tranne che stupido……………quindi belli miei è facile dire riduciamo i nostri privilegi e come predicare nel deserto dove nessuno può ascoltarci e si dice solo ed esclusivamente per accapparrarsi voti per il futuro.esempio ,se io sò che se dico diamo 5 mila euro al mese ad un semplice dipendente e 2 mila euro al mese a ciascun deputato, la mia proposta naturalmente non passa e alla prossima tornata elettorale io avrò tanti milioni di voti tanti milioni di dipendenti ci sono in italia……………….è una bufala……………………

  142. Alessandro Mascetti dicembre 11, 2011 a 3:30 am #

    un alternativa intanto sarebbe quella di guardarli negli occhi senza farsi confondere dalla rabbia del guadagno e quello che dicono,e capireste che non esiste dx e sx ma è un associazione ……. di colletti bianchi,e quando li vedete pippati DENUNCIATE!

  143. Manuele dicembre 11, 2011 a 4:34 am #

    Bla bla bla bla, e nessuno fa niente e basta con le chiacchiere facciamo qualcosa è inproponibile merdaccie!!hanno tagliato tutto ,la benzina va quanto l’oro e loro bocciano e noi chi siamo gli stronzi del villaggio lìItalia e nostra non loro BASTA !!!

  144. Gianna dicembre 11, 2011 a 4:50 am #

    Questo è il testo della lettera che io ho mandato a ciascuno di loro.
    “Ancora una volta, con motivazioni pretestuose, è stato dichiarata inammissibile la proposta di abolizione dei vitalizi dei parlamentari. Ancora una volta, nel momento in cui si chiedono sacrifici, i parlamentari pensano a tutelare se stessi e fanno pagare ai cittadini, ai lavoratori, alle imprese ed alle famiglie il costo del risanamento, mentre dovrebbe essere proprio la politica a dare il buon esempio e rinunciare ai propri privilegi in un momento così difficile per tutto il Paese.
    E’ proprio questo atteggiamento di autotutela che porta all’indignazione popolare e che allontana i cittadini dalla vita pubblica.
    E’ stata scritta un’altra brutta pagina e sono tanti gli Italiani che non hanno più voglia di subire ingiustizie. Se i sacrifici li chiedete solo a noi, che già dobbiamo fare i salti mortali solo per sopravvivere, vi ritroverete con un popolo arrabbiato che non avrà più niente da perdere perchè voi gli avrete tolto anche la dignità.
    In fondo non chiediamo tanto: solidarietà e responsabilità per le persone che vi hanno dato così tanta fiducia da credere che voi avreste fatto i loro interessi. In questo modo dimostrate che state facendo solo i vostri.
    Chiediamo significative correzioni per rendere più equa e sostenibile questa manovra, per ripartire i sacrifici in maniera più giusta. Chiediamo che la proposta di abolizione dei vitalizi venga accolta e chiediamo un taglio significativo a tutti quei privilegi che state ampiamente dimostrando di non meritare.
    Sarebbe un segnale importante per ridare un minimo di credibilità alla politica, perchè reperirebbe risorse importanti e perché renderebbero questa manovra socialmente ed economicamente giusta”.

    • Gianna dicembre 11, 2011 a 1:04 pm #

      …e questa è la risposta che ho ricevuto dall’onorevole Vassallo (PD)

      Gentile Signore,

      ricevo in questi giorni diverse mail simili alla sua, nella quale mi vengono rivolte gratuitamente accuse o frasi offensive.

      Siccome molte riguardano il mio lavoro attuale, passato ed eventualmente futuro, qui trova qualche informazione sulle mie attività professionali

      , precedenti alla prima elezione alla Camera dei Deputati, avvenuta nel 2008. In qualsiasi momento potrei tornare ad un mestiere che mi piace e in posizioni che ho raggiunto senza nessun aiuto familiare, politico, baronale o di altro genere, partendo da condizioni sociali non proprio favorevoli.

      Qui invece

      trova quello che penso e ho cercato di fare, in Parlamento, in merito ai “costi della politica

      “. In quello stesso documento trova una analisi abbastanza dettagliata dei miei redditi attuali e di quelli passati

      . In caso le possa interessare, tanto per farle capire che spesso si raccontano balle spaziali, le segnalo che vivo in un dignitoso appartamento di 115Mq+terrazza(30Mq)+Garage(20Mq), la mia famiglia non ha altre proprietà immobiliari, benché a lavorare, e parecchio, sin dai tempi in cui eravamo entrambi studenti universitari, siamo in due.

      Le segnalo che è falso che mi sia opposto all’adeguamento del trattamento economico dei parlamentari agli standard europei in occasione dell’esame della manovra in Commissione Affari Costituzionali. La questione è leggermente più complicata di come la raccontano, mentendo deliberatamente, i sedicenti siti del Popolo Viola. Se avrà la pazienza di leggere anche la seconda parte della mail potrà rendersene conto.

      La Commissione NON si è opposta all’adeguamento. Ha messo in evidenza che il metodo indicato dal Governo è incostituzionale. Il mestiere della Commissione Affari Costituzionali è proprio questo (anche per questo “siamo pagati”): segnalare se una legge rischia di essere censurata dalla Corte per incostituzionalità. Personalmente non sono intervenuto sullo specifico aspetto dei trattamenti economici dei parlamentari. Ho ad esempio posto dubbi dello stesso genere sulle parti del Decreto che riguardano le Province. Ma NON per impedire che le province vengano abolite (da tempo ho preso una posizione minoritaria nel gruppo PD proprio a tale riguardo

      ). L’ho fatto al contrario per DIFENDERE quella decisione dal rischio che venga vanificata, se le relative norme venissero dichiarate incostituzionali. Lo stesso discorso vale per l’adeguamento dei trattamenti economici dei parlamentari. In pratica: se il Governo non riscrive il decreto in una forma costituzionalmente accettabile, gli obiettivi che dice di voler perseguire (abolizione delle Province, adeguamento del trattamento economico dei Parlamentari), rischiano di rimanere lettera morta. Lo Commissione nel suo parere ha chiarito COME il governo dovrebbe riscrivere il decreto perché si possa arrivare agli stessi obiettivi senza correre questo rischio. Nella stessa direzione vanno del resto le dichiarazioni del capogruppo alla Camera del PD e del Presidente della Camera.

      Se qualcosa non le sembra chiaro, non esiti a riscrivermi.

      Cordiali saluti.
      Salvatore Vassallo

      • Gianna dicembre 11, 2011 a 1:07 pm #

        Che vuol dire che la proposta è incostituzionale?

  145. anna dicembre 11, 2011 a 6:10 am #

    cari onorevoli(!?) la televisione manda in onda uno spot in cui fa vedere i vari parassiti ( insetti e non )in ultimo fa vedere i parassiti della società…….vi calza a pennello!

  146. Franz Rodi-Morabito dicembre 11, 2011 a 7:01 am #

    Ho letto i nomi dei Deputati che si oppongono al progetto di toccare le loro “sacre tasche” e li ho voluti contare: sono 48 (in questo elenco qui pubblicato) MA SOLO 7 al massimo 8 sono nomi conosciuti per averci torturato con le loro (poco) splenddie immagini dalle TV.
    E gli altri? perfetti “carneadi” che quindi non hanno NULLA dato nel bene e nel male e sono rimasti eternamente imbozzolati nel loro ruolo di scaldaposto alle Camere e pigiabottoni per votare secondo quanto gli è stato ordinato.
    Per cui dico che quello che hanno incassato dalle casse dello Stato gli può anche bastare , anzi potrebbe essere finanche eccessivo, e sarebbe bene andassero a casa senza altre somme indebitamente incassate

  147. Paolo Dell'Elce dicembre 11, 2011 a 7:34 am #

    fanno semplicemente schifo…tutti indistintamente, e andrebbero linciati…e io credo che sia giunto il momento di prenderli a calci nel sedere…tutti quanti

  148. Stufo dicembre 11, 2011 a 7:40 am #

    Io dico che in una situazione drammatica come è stata descritta, al punto di rischiare di non poter pagare più gli stipendi, se apparteniamo tutti alla stessa famiglia (Italia), dovremmo “razionare” la ricchezza, almeno per un certo periodo.
    E’ come dire: Signori, non c’è più da mangiare, è finito il cibo… e tu, politico, t’abbotti come un porco!!!
    Ma quando passiamo ai fatti… anzichè continuare a parlare??? I politici, le nostre parole, non le sentono manco da morti…. Appunto!!!!!!

  149. fiorentini anna dicembre 11, 2011 a 7:41 am #

    veramente non ci sono più parole! oltre lo stipendio che prendono non parlano di tutti i benefit di cui godono che gli permettono di fare una vita spimpantina, basta guardare in tv quando alla camera e al senato ci sono le sfilate di moda! vi ricordate la Iotti con il suo foulard al collo dignitosa e chic? ma non è solo questo, che potrebbe essere un commento sciocco, ma non vedono le famiglie che sono costrette ad andare alla caritas e se ne vergognano? dire che fanno schifo è poca cosa siamo diventati anche noi il terzo mondo e aannaspano cercando di convincerci che hanno tante spese- Basta con le prese per il………. siamo stufi

  150. Stufo dicembre 11, 2011 a 7:51 am #

    … e poi… ci rompete i coglioni per l’evasione fiscale… Certo, voi non avete bisogno di evadere… Rubate già alla fonte!!!!
    Bastardi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  151. mauro dicembre 11, 2011 a 8:29 am #

    Ciao mi chiamo Mauro abito in Belgio, anchio come voi sono scandalizzato ma non sorpreso per l’attitudine di certi politici(questa é una guerra fra poveri)
    .Quello che mi sciocca di piu’sono le BANCHE; sono loro che hanno messo tutti nella MERDA e credo che siano LORO che dovrebbero contribuire piu’ di tutti a tirarci fuori da questa FOGNA quindi chiediamo alla politica di di essere piu’ severi con i veri COLPEVOLI

  152. Bubax dicembre 11, 2011 a 8:32 am #

    I commenti dicono tutto! Scontentezza e delusione, ecco la nostra ITALIA……Volete farci un regalo di Natale? Lavoro, lavoro solo lavoro e stipendi dei politici ribassati……

  153. Luciano Picerni dicembre 11, 2011 a 8:36 am #

    Umiltà&Austerità siete già in tanti e poi dovete adeguarli agli stipendi dei vostri colleghi europei..

  154. Francesco dicembre 11, 2011 a 8:37 am #

    Bene sig. Donadi prendo atto delle battaglie che dice di aver intrapreso, battaglie per altro che vengo a scoprire solo ora leggendo il suo post, avrei una porposta da farle ed è questa: perchè non cominciate voi, deputati dell’Italia dei Valori a decurtarvi lo stipendio e da rinunciare a tutte le agevolazioni che la casta, di cui comunque fate parte, si è arrogata nell’arco di tutti questi anni, compresi i lauti compensi pensionistici? Così come del resto ha fatto il sig. Monti tinunciando al suo comprenso? Credo che sia un buon esempio da dare a tutti i vostri coleghi di casta perchè, spero, che se ci sarà un primo passo, forse altri sarebbero disposti a seguirvi non fosse altro ma immagino soprattutto per motivi elettorali visto che sono questi che motivano di più la casta anzi credo che sia la cosa che interessa solo e soltanto….il “cadreghino” da non mollare mai a qualunque costo! Aggiungo anche che, avendo letto di alcuni parlamentari asseriscono che senza i lauti stipendi che percepiscono e senza tutte le agevolazioni (biglietti aerei, treni, accessi gratuiti agli stadi, e tutte quelle che non sappiamo nemmeno) non riuscirebbero a svolgere il loro compito, ebbene voglio dire a questi signori di rinunciare alla loro carica, nessuno credo che li costringa, pistola alla tempia, a stare lì se non riescono a sbarcare il lunario, tornino a lavorare (se mai lo hanno fatto) e provino cosa significa essere un normalissimo, qualunque cittadino in questa Italia delle disuguaglianze.

  155. mimmo dicembre 11, 2011 a 8:42 am #

    io li frego mangio con 2 Euro e 50 al giorno, tanto per fare un esempio

  156. maria dicembre 11, 2011 a 8:44 am #

    …ma il “buon” esempio non dovrebbe partire dall’alto ????

  157. salvo magliocca dicembre 11, 2011 a 8:52 am #

    non riesco a crederci… nel senso che non riesco a credere come sia possibile per un popolo sopportare tutto questo senza ribellarsi!!!

  158. mario dicembre 11, 2011 a 9:02 am #

    Vitto e alloggio garantito dal lunedi al venerdi e uno stipendio di 3000 euro al mese per questi stronzi non sarebbe male!!I sacrifici li devono fare sopratutto loro!!!Altrimenti fanno meglio a dimettersi e tornare a casa loro!!!!!!

  159. Manuela Corsi dicembre 11, 2011 a 9:12 am #

    come sempre come tocchi le loro tasche off limits.vorrei vederli campare con 400 euro al mese in 4.

  160. mario dicembre 11, 2011 a 9:13 am #

    Mussolini era solo!!!!Ora ne abbiamo 1000 di mussolini!!!FATE COME DICIAMO NOI MA NON FATE COME FACCIAMO NOI!!!!!!IL MOTTO DEI POLITICI ITALIANI

  161. eustachio dicembre 11, 2011 a 9:19 am #

    Siamo alle solite una completa separazione trai i cittadine e chi li rappresenta ingiustizia sociale pericolosissio distacco dei deputati e senatori dal popolo alba di pericolose derive sociali
    è abberrante essere rappresentati da questi porci!

  162. CORINE dicembre 11, 2011 a 9:20 am #

    VISTO CHE I PARLAMENTARI CI RIPETTONO CONTINUAMENTE DOBBIAMO ADEGUARCI ALLA MEDIA EUROPEA PERCHE NON COMINCIARE DAI LORO STIPENDI E VANTAGGI CHE HANNO COME MACCHINE COSTOSISSIME GUARDIA DEL CORPO ETC;;;;;;;;;; SAPIAMO CHE IN ALTRI PAESI CHE FANNO PARTE DEL EUROPA GUADAGNONO FRA 5000 E 6000 EURO AL MESE DOVREBBERO ESSERE LORO A DARE ESEMPIO E SPECIALMENTE TASSARE LE FORTUNE,BENI DEI PIU RICHI SE TOGLIAMO ANCHE UNA PARTE DI 11MILA EURO POSSONO ANCORA VIVERE DECETEMENTE TOGLI 150 EURO A UN PENSIONATO CHE NE HA 900 E PROPRIO NELLA MISERIA SCUSATE IL MIO ITALINO SONO NATA E VIVO IN BELGIO

  163. Per quelli che si alzano alle 4 di mattina e prendono appena 1000 euro al mese!!! dicembre 11, 2011 a 9:36 am #

    HO APPENA LETTO STAMANI (FONTE ANSA)) CHE NEGLI EMENDAMENTI PRESENTATI ALLA MANOVRA SEMBRA CI SIA ANCHE QUELLO CHE RENDA SALVI I PARLAMENTARI DAL TAGLIO DELLO STIPENDIO PER DECRETO E DUNQUE è DI NUOVO COMPETENZA DEL PARLAMENTO (FIGURIAMOCI QUANDO SE LO ABBASSANO LO STIPENDIO!!!!)
    IO VORREI PROPORRE, DATO CHE GLI “ONOREVOLI” NON SONO COSì CRISTALLINI DA DARE IL PRIMO ESEMPIO IN QUALITà DI RAPPRESENTANTI DEL POPOLO SCELTI DAI CITTADINI E CHE RAPPRESENTANO (SEMBRA VERO!!!!) LE VOLONTà DEI CITTADINI DELLA REPUBBLICA ITALIANA FONDATA SULLA DEMOCRAZIA E SUL LAVORO ( 1- NON CAPISCO DOVE SIA LA DEMOCRAZIA; 2- IL LAVORO MI SEMBRA è UN CONCETTO INTERPRETATIVO PER CERTA GENTE), IN UN MOMENTO COSì DELICATO, DA ABOLIRE IL BORSELLINO PARLAMENTARE E DA ATTUARE UN REFERENDUM POPOLARE SULL’ABOLIZIONE DEI VITALIZI E DELLE INDENNITà PARLAMENTARI, IN MODO DA ATTUARE UNA SCELTA POPOLARE SUI COMPENSI DEI NOSTRI “AMATI” RAPPRESENTANTI.
    VEDIAMO POI SE LA SVIGNANO ANCHE STAVOLTA. O POI NON VI LAMENTATE PERò SE NON POSSIAMO PIù VEDERE GLI ONOREVOLI GIOCARE CON ‘IPAD DURANTE LE SEDUTE ALLA CAMERA!!! ;)

    • woody dicembre 11, 2011 a 10:12 am #

      CARI AMICI VICINI E LONTANI (DICEVA UN VECCHIO SLOGAN) QUALCUNO MI PUO’ DIRE SE VIVIAMO IN UN PAESE DI DEMOCRAZIA ? (SE POI ESISTE LA DEMOCRAZIA ..MERA DEMAGOGIA) DOVE SI FERMANO LE REGOLE? ..IL BUON SENSO? I VALORI? LA CULTURA ..LA NOSTRA CULTURA.ITALIANA? BHE NEL NOSTRO DNA DELLA NOSTRA CULTURA C’E SEMPRE UN’INDOLE DI FURBIZIA E DI TENTATIVI NATURALI DI FARE IL DRITTO..GLI VIENE PROPIO SPONTANEO.. SCUSATE ..MA AD UN CANE CHE TIENE L’OSSO IN BOCCA CI RIUSCITE A PRENDERGLIELO? I DEPUTATI SONO DEI DIPENDENTI STATALI E QUINDI NON DOVREBBERO AVERE AUTONOMIA.. BISOGNEREBBE RIDISEGNARE TUTTO UN NUOVO SISTEMA DI REGOLE,SENZA RIBALTONI E SENZA TRIBUNALI DI CASSAZIONE..LA NUOVA LEGGE ELETTORALE DOVE E’..? LA COSTITUZIONE VECCHIA E’ RUGGINOSA..INTANTO CHI E’ ASSENTE NEL PARLAMENTO DOVREBBERO ESPLELLERLO , FUORI DALLE PALLE CHI HA PENDENZE GIUDIZIARIE , TAGLI ALLA CASTA, FARE SOLO UN’ATTIVITA’ (E CIOE’ IL PARLAMENTARE) E NON 3 COME SPESSO AVVIENE..TAGLI AI PRIVILEGI ,POTERE ALLA CORTE DEI CONTI ..QUI NON E’ QUESTIONE NE DI COLORI VIOLA, ROSSI O NERI ..QUESTIONE DI BUON SENSO. IL VERO MALE E’ IL SISTEMA MARCIO , IL MODO DI PENSARE E TROVARE SEMPRE UNA SCAPPATOIA PER FARLA FRANCA (COMINCIANDO DA I PERSONAGGI LOSCHI DI FINMECCANICA A FINIRE A POLICITI COLLUSI CON LA CAMORRA (CASO COSENTINO -MILANESE). LA SINISTRA PERDERA’ PERCHE’ NON HA UN LEADER CAPACE DI CONTRASTARE UN SISTEMA CORROTTO .. STIAMO FACENDO RIDERE IL MONDO (COME DEL RESTO E’ SEMPRE STATO .

  164. Roberto dicembre 11, 2011 a 9:49 am #

    Cari politici vi aspettiamo alla prossima campagna elettorale, vi aspettano pomodori e uova marce. Anzi no forse sarebbe meglio gettarvi delle monetine, così, forse, capirete come ci avete ridotto, io spero che gli italiani finalemente si organizzino e si sveglino così quando verrete a fare la vostra campagna elettorale e a proclamarci i vostri soliti programmi, vi sappiano accogliere come si deve.

  165. manuel dicembre 11, 2011 a 10:09 am #

    e ci vuole ma dio la rivoluzione altro che discorsi tanto loro li i sacrifici un li fa nessuno!!!!!

  166. Paolo dicembre 11, 2011 a 10:12 am #

    Non c’è molto da dire, e’ veramente una vergogna insopportabile.

  167. luigi laguardia dicembre 11, 2011 a 10:16 am #

    non avete pudore e non conoscete dignità,vergogna!andate a casa!

  168. manuel dicembre 11, 2011 a 10:21 am #

    ma non lo vedete che la politica se cosi si puo’ chiamare e’ diventata un gioco per i parlamentari , devono far finta di litigare e poi vanno a mangiare fuori insieme ormai abbiamo degli attori, loro cercano sempre di fare confusione per distrarci dalle cose importanti, e noi dovremo avere degli ideali politici non e’ piu come una volta che i partiti la gente gli sentiva perche’ avevano degli ideali , adesso da un giorno a l’altro cambiano , ma non si vergognano a fare tutto questo per restare attaccati al seggiolone , ma io mi chiedo e vi chiedo ma perche’ non c’e mai stato uno furbo che appena e’ al comando la prima cosa che dice e’ : allora la prima riforma taglio dei privilegi parlamentari per dire e’, la gente lo amerebbe avrebbe il popolo nelle sue mani,ma meditate gente meditate!!!!

  169. gianfranco dicembre 11, 2011 a 10:24 am #

    Siamo stufi veramente…..considerate che in ogni famiglia che si rispetti, nei periodi di magra, sono i CAPOFAMIGLIA a stringere la cinghia e dare il buon esempio. Ma di cosa sto parlando, famiglia, cinghia….non avete mai avuto buon senso e responsabilità…figuriamoci ora che vi tolgono la marmellata dal piatto. Ma sono un sognatore e voglio ancora credere ad un mondo migliore con gente migliore.

  170. manuel dicembre 11, 2011 a 10:34 am #

    e’ lo so ma fra poco ci faranno pagare anche i sogni!!! ma volete sapere una bella cosa fra un po’ di tempo ecco cosa prevedo io , i parlamentari diranno che la finanziaria non e’ servita a nulla e allora ce ne vuole un altra e cosi via fino a che il popolo sta buono ma poi arrivera’ il giorno che il popolo dovra far sentire che e’ ora di finire rivoluzione !!!! sveglia gente qui ci palleggiano da un discorso all’altro tutti bravi a parole , meditate gente meditate!!!

  171. lorena dicembre 11, 2011 a 10:49 am #

    a tutti ho posto la seguente domanda;
    anche lei è disposto a fare dei sacrifici, collaborando con noi, che prendiamo uno stipendio di 1.100 euro al mese, e quindi calare un po dei suoi proventi?
    dovrebbe dare l’esempio visto quale carica ha assunto e non credo che si riitroverebbe ad avere i nostri problemi finanziari. Occorre etica , rispetto e senso di responsabilità quando si assumono certi ruoli e si prendono di rimando certi stipendi

    • Gianni dicembre 11, 2011 a 11:08 am #

      non se ne fregano niente di ciò che pensiamo noi. Non sanno come si vive con soli 1000 o 1500 euro al mese, sono viziati e non faranno mai i nostri interessi, sono tutti uguali. Siamo noi che dobbiamo cambiare le carte in tavola poichè siamo noi che li votiamo x starsene lì a dormire e a far finta di lavorare. parliamoci chiaro, la gente che ha le palle quadrate e potrebbe fare realmente il bene del paese svolge il proprio lavoro e se ne frega della politica, ormai chi la fà, la svolge solo perchè è il modo più rapido x fare soldi non facendo un cazzo

  172. Gianni dicembre 11, 2011 a 11:03 am #

    non è assolutamente giusto che i nostri amati deputati che dovrebbero tra l’altro rappresentarci in parlamento prendano un indennizzo così elevato oltre i benefit di cui dispongono. Loro sono lì perchè noi tutti cittadini li abbiamo votati, devono fare i nostri interessi, non i loro come fanno la stragrande maggioranza. Perchè non indirre un bel referendum per l’abolizione dei privilegi dei parlamentari. Secondo me le 500000 mila firme verrebbero raggiunte in pochissimi giorni poichè l’argomento fa gola a tutti.

  173. Gianni dicembre 11, 2011 a 11:16 am #

    neppure io sono estremista, sono solo realista e la politica di oggi non è quella dei vecchi storici politici che hanno dato vita all’Italia come repubblica. Purtroppo se non si cambieranno le troppe leggi a favore dei nostri politici la politica sarà sempre x pochi. Perchè il movimento di Beppe Grillo non è ben accetto dallla classe politica di destra e di sinistra; perchè ciò che pensano loro non farebbe gli interessi dei politici, tutto qua.

  174. intermarc dicembre 11, 2011 a 11:33 am #

    Faccio presente a Voi tutti, che questi signori, sono tutti figli del malgorverno che ha
    imperato per 50 anni in Italia, e pertanto, conoscono soltanto il modo di prendere per
    i fondelli la povera gente.
    Chiedono sacrifici a gente con un reddito di meno 1.000 € al mese, e fanno dibattiti se
    è giusto oppure no, ma cosa stiamo aspettando? Studiano alla Bocconi per fare manovre
    come queste, anche un pecoraio, avrebbe trovato le stesse risorse facendo pagare sempre i soliti.
    Scendiamo in piazza e facciamoci vedere da questi signori.
    Grazie e speriamo in bene.

  175. alessia dicembre 11, 2011 a 11:36 am #

    Se la politica fosse stata un “hobby gratuito” sarei stata curiosa di vedere chi le avrebbe dedicato tempo…..

  176. giovanni dicembre 11, 2011 a 11:45 am #

    Complimenti per la disinvoltura con la quale vi accingete a decurtare stipendi e pensioni da fame mentre vi tenete stretti i vostri stipendi e vitalizi…. Noi poveri cittadini abbiamo poco potere ma memoria lunga e fra poco, come lei saprà, andremo alle urne.

  177. maurizio dicembre 11, 2011 a 11:51 am #

    ho la nausea… Siamo schiavi di 1.000 parlamentari che ci trattano come schiavi dementi. Ma la colpa è solo nostra, noi che oramai ci siamo abituati al peggio e non ci facciamo più caso. Abbiamo fatto il callo e sarà sempre così, siamo un popolo di pecore che ama masochisticamente farsi torturare da chi sta al governo. E alle prossime elezioni non cambierà niente perchè non c’è destra o sinistra che tenga, sono tutti dalla stessa parte: dalla LORO!

  178. Walter Lobreglio dicembre 11, 2011 a 11:52 am #

    Basta privilegi! Tutti ci dobbiamo sacrificare per permettere all’Italia di rialzarsi!
    Ho mandato la mail al Deputato Zaccaria.

  179. Massimo dicembre 11, 2011 a 12:01 pm #

    A scanso di equivoci ho scritto al presidente della Commissione….
    Le scrivo in merito alla bocciatura del decreto per il taglio dell’ indennità dei parlamentari. Mi sembra che la cifra di 5.339 (media dell’ Eurozona) al netto della diaria sia più che sufficiente per una vita più che dignitosa. Quindi la prego di voler rivalutare la Vs posizione in merito. Se sacrificio è lo sia per tutti!

  180. Luigi dicembre 11, 2011 a 12:05 pm #

    E voi caro popolo viola a cosa puntate?? solo a scrivere boiate?? Perchè non mettete titoli consoni a ciò che c’è scritto nell’articolo?

  181. Gianluca Merciai dicembre 11, 2011 a 12:23 pm #

    E’ ipotizzabile un referendum per abrogare la parte di stipendio dei parlamentari oltre i 5000 euro ? Il presidente della Repubblica non puó emanare un provvedimento legislativo senza passare da camera e senato come per i decreti legge del governo ?
    Grazie

  182. Nadia dicembre 11, 2011 a 12:23 pm #

    io di politica, di economia e di tante altre cose non ne capisco in accidente, però penso (e può anche assere che mi sbaglio) se tu governo mi riempi di tasse, mi aumenti l’iva, mi aumenti la benzina, mi fai pagare l’ici sulla prima casa, mi mandi sempre più in la con gli anni in pensione,ci manca solo la tassa sui cani, io come tanti altri non spendo più se non lo stretto necessario, muovo la macchina solo per il lavoro(sempre ci sia lavoro) mi chiedo come facciamo a far girare l’economia nel nostro paese, la tassa sul posto barca,secondo me a rimetterci sono solo i turisti, non verranno più il Italia e invece i ricchi Italiani non lasceranno certo la barca sulle nostre coste.bha sono loro che fanno le leggi…… posso solo dire che la cintura dei poveri diavoli non ha più buchi a forza di stringere e la disperazione può giocare brutti scherzi………..

  183. Fra dicembre 11, 2011 a 12:25 pm #

    io mi sto domandando leggendo tutti i vostri commenti, la vostra indignazione…..ecco, mi chiedo quanti di voi sarebbero disposti a scendere in piazza incazzati neri lottando ad oltranza…. perchè vedete, se questa Italia va a puttane, la colpa che continuiamo a dare agli altri, andrebbe spartita, noi non siamo immuni allo scatafascio italiano, noi abbiamo dato i voti a chi questa Italia se l’è mangiata a colazione pranzo e cena e ora ci incazziamo tanto. berlusconi via, ma berlusconi qualcuno sul podio ce l ha messo perchè eletto dal popolo, mica da solo…. quello che voglio dire è che siamo responsabili quanto loro di questo casino, noi abbiamo votato e rivotato e rivotato accontentandoci sempre, con la paura che ci venisse tolto anche quel poco che avevamo ed ecco i risultati. se invece di guardare soltanto il proprio angoletto si fosse fatto qualcosa prima, ma non scrivere su social network i nostri no, ma andare in strada ed urlarlo a tutti, a pretendere ciò che è ed era di diritto, ecco, forse oggi non ci troveremmo in questa merda fino al collo.

  184. martino dicembre 11, 2011 a 12:30 pm #

    come al solito, l’arroganza di certi individui che credono di essere stati eletti da un qualche dio, è di esser elevati a questo rango, dovrebbero ricordare :” IL POPOLO SOVRANO ” in una democrazia che non si sa’ dove si nasconda, o dove sia finita rappresentati da individui, che per altro non sono stati eletti dai veri SOVRANI, ma da amici, compiacenti e compiaciuti forti del comportamento “PECORONICO,” scusate il termine, spero sia comprensibile” degli unici SOVRANI che nonostante le poche, preoccupanti, vergognose notizie che solo alcuni coraggiosi, professionali, che si possono definire giornalisti, ci mettono a disposizione, il popolo di “PECORONIA ” continua a dormire, a pensare ogniuno di noi io per primo, al nostro piccolo orticello, la nostra famiglia, che viene da noi considerata tutta la nostra società, usciamo da casa, andiamo al lavoro pensando che sia una battaglia, gli uni contro gli altri, invece di collaborare tra noi che abbiamo bisogno gli uni degli atri.

    I nostri sindacati uniti, che bella parola ” le chiacchere se’ le porta via il vento” ricordate che quando gli studenti scioperano, per le ragioni che colpiscono anche noi ” aumenti del costo dell’istruzione, tagli alla ricerca, privilegi all’istruzione privata…… che spesso favorisce i compiacenti, sono i nostri figli, nipoti che dovremmo tutti sostenere.

    la protesta degli operai dovrebbero essere sostenuti da tutti gli altri studenti compresi, soprattutto i commercianti che si lamentano, per gli scioperi preoccupati delle loro attività, dovrebbero ricordare che gli stessi che scioperano, sono una gran parte della loro vita economica, la stessa cosa vale per gli inpiegati, la ragione di vita di qualsiasi categoria è legata a tutta la società.
    Non uniamo i sindacati uiamoci tutti noi

  185. fiorenzo dicembre 11, 2011 a 12:49 pm #

    non invio nessun commento perché nella lista non c’è nessuno che mi rappresenti,ma vorrei dire la mia in quanto cittadino italiano e mi scuso se ripeterò qualcosa già scritto,sono tanti i commenti che non ho potuto leggerli tutti,i politici prendono la loro elezione,in qualsiasi modo avvenga,come un’assunzione a tempo determinato,quindi cercano di accaparrarsi il massimo,nel periodo che gli viene concesso,loro dicono che lo fanno per il bene dell’Italia,ma non è cosi come è stato evidenziato durante l’ultima trasmissione su la 7,se ce n’era bisogno,ora mi chiedo come è mai possibile che molti di loro siano d’accordo con l’autoriduzione dello stipendio? Se per qualcuno di loro €5300 mensili + benefit,sono pochi,rimangano a fare il lavoro che facevano prima di essere eletti,senza “sacrificarsi”per noi,risparmieremmo stipendi,pensioni doppie e clientelismi,credo saremmo tutti piu felici.

  186. Renato Benardi dicembre 11, 2011 a 12:54 pm #

    per quelli che da sempre controllano l’informazione in quasi tutto il mondo tremano quando vedono il potere venir meno anche perche’ di coglioni ce ne sono sempre meno tolto i delinquenti gli altri si defilano forse cominciano a capire.

  187. Orazio dicembre 11, 2011 a 12:55 pm #

    Carissimo,
    Lodevole l’iniziativa…ma mi appare un tantino
    Mirata a fare di tutta l’erba un fascio.
    Le consiglio , in futuro di fare I NOMI!!!!…
    E non la solita lista che ha poco di trasparente.. In questo modo perdere di credibilita’ ammesso se ne abbia, e’ un attimo.

  188. Silvio dicembre 11, 2011 a 1:03 pm #

    A tutti i parlamentari. Siete degli irresponsabili

  189. TIZIANA dicembre 11, 2011 a 1:12 pm #

    IO SO SOLO CHE NEL PRIVATO SE UN’IMPIEGATO , OPERAIO O COMMESSO CHE SI VOGLIA NON FA IL SUO DOVERE NEL MIGLIORE DEI MODI. RICEVE LETTERA DI RICHIAMO E DOPO LA TERZA E’ PASSIBILE DI LICENZIAMENTO , QUI ABBIAMO VISTO ORMAI DA DECENNI CHE I NOSTRI POLITICI DI SINISTRA DI DESTRA E DI CENTRO NON SONO STATI IN GRADO DI GOVERNARE LA NOSTRA POVERA ITALIA NEL MODO GIUSTO ANZI L’HANNO PORTATA ALLA DERIVA ANNO PER ANNO , TENENDO SEMPRE STRETTA LA LORO POLTRONA STANDO AL GOVERNO O ALL’OPPOSIZIONE , QUINDI E’ DOVEROSO E GIUSTO CHE VENGANO LICENZIATI VISTO CHE LO STIPENDIO ALLA FINE SIAMO NOI CHE LO PAGHIAMO CON LE TASSE CONTINUE E ONEROSE CHE CI FANNO PAGARE.
    IL FATTO CHE NON SIANO DEGNI LO STANNO DIMOSTRANDO ANCHE ORA VISTO CHE CON SCUSE SENZA FONDAMENTO NON ACCETTANO UNA RIDUZIONE DI STIPENDIO (TOCCARE IL PORTAFOGLIO FA MALE…………..SOLO A LORO POVERINI E NOI LAVORATORI ALLORA CHE DA SEMPRE QUESTO PORTAFOGLIO LO ABBIAMO SEMPRE APERTO?)SI VERGOGNASSERO E SI DIMETTESSERO DIMOSTREREBBERO DI AVERE DIGNITA’ MA COSI’ NON E’ L’UNICA COSA CHE HANNO E’ VOGLIA DI POTERE E PRIVILEGI SONO SOLO DEI POVERETTI CHE NON VERRANNO PIU’ VOTATI DAILORO PRECEDENTI E POSSIBILI FUTURI ELETTORI E COSI’ TUTTI A CASA ……………….

  190. Marco dicembre 11, 2011 a 1:16 pm #

    A Bruno Donato. Presidente commissione. A scanso di EQUIVOCI pongo una domanda e faccio un CONSTATAZIONE. Lecito domandare e pacifico constatare

    Egregio Signore, solo una domanda.
    E’ equa una manovra che colpisca i cottadini italiani a reddito fisso con aggravi di imposte dirette ed indirette e non chieda un minimo di sacrificio anche e soprattutto a chi li rappresenta e che gode da tempo di vari benefit ormai da tutti considerati inaccettabili?

    Se la sua risposta fosse no, la prego di fare TUTTO il possibile per evitare di “farvi del male”. Infatti, lei è sicuramente consapevole della “rivolta” sommessa che sta montando tra la popolazione italiana nei confronti della “casta”… Sarebbe primpariamente a Vostro vantaggio il varo di una norma di drastica riduzione dei Vs. emolumenti RIALLINEANDOLI a quelli dei vsotri colleghi europei: media di circa 5.500 euro mensili al netto della diaria!

    Spero (per voi) riusciate a eseguire un così semplice compito.
    Distinti saluti
    Marco Ferri

  191. Daniela dicembre 11, 2011 a 1:22 pm #

    Come al solito si finisce a litigare!! Eppure non capisco il perché, data la situazione di emergenza nazionale che attanaglia tutti noi…qui, in questa pagina, si chiede solo di scrivere un messaggio ai componenti della commissione per esortarli a ragionare e ad approvare la riduzione dello stipendio dei parlamentari. Basta! Destra, sinistra, centro…non ce ne frega!! Non insistete a dire che il titolo trae in inganno: non dovete mica scrivere a questi parlamentari per coprirli di insulti!!! Scrivete cercando di spiegare perché è giusto prendere questa decisione, facendo sentire le vostre ragioni. Sicuramente sarà più utile che non fare nulla o stare qui su a litigare tra di voi.

  192. marco dicembre 11, 2011 a 1:30 pm #

    i politici fanno tutti schifo.come cazzo pretendono di aiutare l’italia se loro solo di guadagnano hanno una media di 2oooo euro al mese..questa è la prima cosa da rivedere secondo me..

  193. claudio dicembre 11, 2011 a 1:34 pm #

    Cara tiziana, devi capire, che dopo anni che si sono venduti, sono andati a letto con il nemico, hanno fatto false promesse, rotto le scatole, venduti sia moralmente che fisicamente, adesso hanno raggiunto la sua poltroncina da 11.000 euro al mese e non ne vogliono sapere di rinunciarci, in alcuni casi si sono fatti… un culo così ( O ), vedi le poverette elette dal berlùsca…..
    e adesso tu chiedi di rinunciare a tutto? non scherziamo… se lo meritano!!!

  194. davide dicembre 11, 2011 a 1:43 pm #

    dove sono i nomi e cognomi?

  195. angelo dicembre 11, 2011 a 1:52 pm #

    …ma dove sono???????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,

  196. paolos88 dicembre 11, 2011 a 2:22 pm #

    Ho scritto una lettera garbata ad uno dei tanti volti,preso a caso, che ho trovato nella lista.

  197. daniele dicembre 11, 2011 a 2:22 pm #

    Gli italiani non ne possono più !!!!!!! Proposte di modifica manovra Monti

    1) Togliere tutti i vitalizi ( Retroattivi presenti e futuri) ai parlamentari e consiglieri regionali .
    2) Portare a 130 senatori e 300 deputati la composizione del nuovo parlamento.
    3) Dimezzare le scorte, portaborse , autisti , e paggetti vari…..
    4) Dimezzare le auto blu , e poi solo auto italiane.
    5) Dare il via alle aree metropolitane con la conseguente abolizione delle province e dei comuni dell’aree interessate.
    6) Mettere un tetto massimo a 5000€ mensili agli stipendi e pensioni e compensi vari dal Presidente della repubblica in giù passando per tutti i politici , ex politici , dirigenti pubblici ecc. ( almeno per i prossimi 5 anni)
    7) in pensione si va con 40 anni di contributi uguali per tutti parlamentari compresi ( es. chi ha fatto 5 anni di parlamentare torna a lavoro per i restanti 35)
    8) Via tutti i vari carrozzoni e enti inutili e ridare le competenze ai comuni , province e Regioni. ( es via Artea e le competenze passano alla regione ufficio agricoltura , via ato rifiuti e le competenze passano alla regione ufficio ambiente , eccc)
    9) Risparmiare richiamando i vari contingenti militari all’estero per il periodo necessario a superare la crisi. Reimpiegandoli sul territorio per una massiccia lotta alla criminalità nel suo insieme ( con conseguente aumento di beni sequestrati ecc)
    10) Eliminare tutte le province della sardegna e della sicilia e passare le competenze alla Regione.
    11) Dismissione del patrimonio pubblico per una entrata di almeno 20 mld nell’anno 2012. Vendita di tutti i beni sequestrati alla mafia , con le opportune cautele.
    12) Tassa patrimoniale del 20% sui grandi patrimoni.
    13) Introduzione dell’ici sui beni immobili della chiesa . O meglio su tutti i beni immobili di chiunque essi siano.
    14) Introduzione dell’ici sulla prima casa a scaglioni in base al reddito del proprietario (es no tax area da 24000€ in giù) e in base ai metri quadrati di superficie (es. del 0, 6% da 200 mq in su . del 0,9% da 300 mq in su del 1,5 % per le ville )
    15) L’ici sulle 2 al 1% e 3 , 4 ecc case al 1,5% .
    16) No ai cumuli di stipendi o lavori. No a chi fa per es. il professore universitario , l’avvocato , il parlamentare . o l’uno o l’altro.
    17) Via i vari privilegi dei politici italiani tutti (bouvette , agevolazioni varie eccc)
    18) Asta per vendita delle frequenze televisive.
    19) Prelievo del 20% sui capitali scudati
    20) RADICALE RIFORMA DELLE FORZE DELL’ORDINE, UNIFICANDO POLIZIA E CARABINIERI, DESTINARE LA GUARDIA DI FINANZA AL PERSEGUIMENTO ESCLUSIVO DEI REATI FINANZIARI, IL CORPO FORESTALE AI REATI AMBIENTALI. INGLOBARE LA POLIZIA PROVINCIALE NELLA FORESTALE. Assunzione di migliaia di giovani da inserire negli organici delle forze dell’ordine ( assunzioni che si autofinanziano con l’aumento delle entrate dovute ad una massiccia lotta alll’evasione e alla criminalità ) polizia , carabinieri e gdf
    21) Assunzione di giovani da inserire negli organici della magistratura ( si autofinanzia con la conclusione veloce di tutti i processi che oggi rischiano di andare in prescrizione per carenza di organico.
    22) Vendita di tutti i beni sequestrati alla mafia
    23) Stop alle spese dei viaggi e della sicurezza del Papa ( ci si dividono per tutti i paesi del mondo o se li pagano da soli)
    24) Aumento delle tasse su alcolici e sigarette da disincentivarne l’uso.
    25) Vendita delle varie azioni nelle società Partecipate o cessazione di attività delle stesse son passaggio del personale e competenze agli enti locali.
    26) INASPRIRE LE NORME ANTI EVASIONE, METTERE FUORI CORSO LE BANCONOTE DA € 500.PORTARE A 100 L’USO DEL CONTANTE. IL RECUPERO DEL GETTITO DESTINARLO PER IL 50% ALLA RIDUZIONE DEL DEBITO E PER L’ALTRO 50% ALLE POLITICHE DI SVILUPPO.
    OBBLIGARE LE BANCHE A DARE SERVIZI E CARTE DI CREDITO GRATIS A TUTTI COLORO CHE MOVIMENTANO SOMME INFERIORI A € 50.000,00.Reintroduzione delle norme antievasione di Prodi.
    27) Taglio del 20 % delle spese correnti dei singoli organi istituzionali ( Governo , Parlamento , quirinale)
    28) Viai rimborsi elettorali e il finanziamento pubblico ai partiti
    29)Introdurre l’obbligo di pubblicare su internet non solo i redditi e le situazioni patrimoniali di tutti i parlamentari e i titolari di cariche elettive ma anche degli interessi economici che fanno capo a ciascuno.
    30) Irpef per i redditi sopra i 75000€ al 46% , irpef sopra i 500000€ al 49% 8 ultimo scaglione)
    31) Tra i vari provvedimenti che si potrebbero prendere sul piano politico, inoltre, c’è il sempre nominato conflitto di interessi. Con alcune semplici mosse come impedire a chi ha avuto un incarico di governo di assumere ruoli da consigliere per almeno cinque anni, limitare a tre il numero di amministratori di società statali (solo con questa mossa si eliminerebbero migliaia di società controllate dallo Stato nate solo per garantire un posto ai soliti noti). Basterebbe poco insomma per dare, oltre che un segnale al paese, anche una spinta all’economia italiana mediante prelievi sui cittadini ma anche, soprattutto forse, limitando gli incredibili sprechi che i nostri politici continuano a perpetrare.
    32) Gli avanzi di amministrazione delle camere ( ca 700 mln di €) vengano eliminati e destinati alle opere pubbliche
    33) Onorevoli pensioni – Altro capitolo, le pensioni. Il contributivo dal 2012 non basta. Si poteva stabilire un prelievo eccezionale sugli altri redditi dei titolari di vitalizi parlamentari e regionali, alzando poi dal 9% al 33% (in linea con la grande maggioranza degli italiani) l’aliquota dei contributi.
    34) RIDUZIONE DELLE INDENNITÀ E ABOLIZIONE DEGLI ISTITUTI DELL’ASSEGNO VITALIZIO E DELLE INDENNITÀ DI FINE MANDATO DEI CONSIGLIERI REGIONALI e dei deputati
    35) ABOLIRE TUTTI GLI ORDINI PROFESSIONALI AL FINE DI CONSENTIRE DI ESERCITARE LA LIBERA PROFESSIONE SU MATERIE OGGETTO DI LAUREA A QUALSIASI LAUREATO
    Liberalizzazioni
    36) RIMUOVERE TUTTE LE INADEMPIENZE ALLE DIRETTIVE EUROPEE SOGGETTE A INFRAZIONE RISPARMIANDO CENTINAIA DI MILIARDI MULTE.

  198. mario dicembre 11, 2011 a 2:51 pm #

    vorrei dire la mia cari parlamentari vi dovete vergognare ci sono famiglie intere che hanno perso il lavoro x colpa vostra intere fabbriche che chiudono .e famiglie che vivono con mille euro al mese .mentre voi parlamentari fate la vita da nababbi .e a noi italiani ci riempite di tasse di sacrifici noi ne abbiamo già fatti tanti anche perchè il debito pubblico lo avete creato voi e voi lo dovete pagare?

  199. niki778 dicembre 11, 2011 a 3:15 pm #

    Concordo anch’io. Vogliamo sapere i nomi di quelli che hanno votato a sfavore. Non basta rimandare al link della pagina della CAmera.

  200. salvatore dicembre 11, 2011 a 4:08 pm #

    ….numeri e sigle visibili su casco, divisa e scudo di ogni celerino o altri appartenti forze dell’ ordine che fanno lo stesso servizio…..e poi si puo’ parlare di stipendi dei politici, prezzo carburante, ici su 1°, 2°,3° 4° e 5° casa, etc. etc.etc………

  201. Daniele dicembre 11, 2011 a 4:36 pm #

    Vi preoccupate che la riduzione del vostro stipendio (……”privilegi”……), leda la vostra autonomia, ……AUTONOMIAAAA!!!!!?????????, A PARTE IL FATTO CHE SIETE TUTTI DAL PRIMO A L’ULTIMO NOSTRI DIPENDENTI; Avete capito bene DIPENDENTI DI UN POPOLO AL QUALE SI’ AVETE TOLTO AUTONOMIA E FIEREZZA NELL’ESSERE ITALIANO !!!!!!!., E POI AUTONOMIA NEL FARE COSA ?????? DESTRA, SINISTRA, CENTRO, SOTTO, SOPRA, E DI LATO, VI SIETE DIMOSTRATI TUTTI UGUALI. FATE GLI INTERESSI DELLE GRANDI LOBBY, RUBATE, RUBATE, RUBATE……,FACENDO SOLO I VOSTRI PORCI INTERESSI. SERVIRE LO STATO ED IL POPOLO, DOVREBBE ESSERE UN ONORE PER CHI LO FA, “ANTICAMENTE LO SI FACEVA GRATIS”. CREDO CON QUESTO DI INTERPRETARE IL VOSTRO DISSENSO……E LO TRADUCO IN PAROLE ……, IN VOSTRE PAROLE NATURALMENTE…..” CHE SE GIà COSì SIAMO DEI CORRROTTI E CORRUTTORI, FIGURIAMOCI SE CI RIDUCETE LO STIPENDIO.

  202. Daniele dicembre 11, 2011 a 4:47 pm #

    …….A BBBBUSCIARDI !!!!!!!!, A CHIACCHIERE E DISTINTIVO !!!!!!, SIETE SOLO CHIACCHIERE E DISTINTIVO, SOLO CHIACCHIERE E DISTINTIVO (ED IL BRUTTO è CHE IL DISTINTIVO VE L’ABBIAMO DATO PURE NOI)…., MI SEMBRA DI ASSISTERE AL GIOCO DEL BUONO E DEL CATTIVO, CHI è ALL’OPPOSIZIONE PROPONE CHI è AL GOVERNO BOCCIA, E VICEVERSA CHI PASSA DALL’OPPOSIZIONE AL GOVERNO SI RIMANGIA CIò CHE AVEVA PROMESSO E CHI PASSA ALL’OPPOSIZIONE, NON PUò FARE NIENTE PER MIGLIORARE LE COSE….. AVETE STANCATO…., ANZI AVETE PROPRIO ROTTO I COGLIONI………, A BBBUSCIARDI !!!!!!!!! A CHIACCHIERONI !!!!!!!

    • anastasia vacri su facebook dicembre 12, 2011 a 1:22 pm #

      si ai ragione e se possiamo difendiamoci perche aspettare possiamo agire anno messo l’alcisa sulla benzina non la compriamo piu!!!!!!!!!!!! andiamo a piedi o se no usiamo il treno o l’autobusa o se no compriamoci una macchina elettrica il pieno di una ricarica costa solo 65 centesimi e meno ancora per una bici addirittura su internet si vende un motore da mettere sulla bici vecchia non e vero che si deve per forza usare la macchina tradizionale … e ce ne ancora su internet si compra un impianto a idrogeno che unito alla benzina diventa ibrida il 40 % di risparmio se loro ci tassano noi non gli dobbiamo permettere di prendere da quelle tasse i nostri soldi se volete altre informazioni scrivetemi alla mia email ciao iniziamo la nostra piccola rivoluzione … ciaooooooooooooooo

  203. lucilla4848 dicembre 11, 2011 a 5:07 pm #

    i nostri amati parlamentari si rendono conto che non daranno più eletti ,
    quindi tentano il tutto per tutto !! luridi vermi spero che in futuro debbano vivere
    con 1000 euro e pagarci pure l’affitto!!

  204. failla giuseppe dicembre 11, 2011 a 5:10 pm #

    molti dei nostri deputati e consiglieri politici regionali comunali etc. non hanno ne arte ne parte. <se gli togliamo questo "bingo " come fanno a vivere?

  205. Livio dicembre 11, 2011 a 5:59 pm #

    Meglio che passi questo emendamento, meglio x Voi !

  206. Ernesto dicembre 11, 2011 a 6:14 pm #

    Siete persone indegne…..basta.basta.basta

  207. renì dicembre 11, 2011 a 6:29 pm #

    penso che con 5000 euro vivreste ancora alla grande, anzi alla grandissima.

  208. massimo dicembre 11, 2011 a 6:34 pm #

    …..politici…di dx e di sx…continuate pure a fare i vs.porci comodi, ma attenzione che la gente si sta’ ribellando, qualche cittadino ho il sentore che faccia una “cazzata”….ho paura che succede davvero un casino pazzesco….a me non frega niente ma e’ meglio aumentare le “scorte”….buonaserata a tutti voi politici fortunati, saluti da un cittadino, barbone e suddito che svegliandosi alle 5 di mattina come milioni di italiani….VI STA’ MANtENeNDo….cercate di usare il buon senso ogni tanto…fate
    http://m.facebook.com

  209. alessio dicembre 11, 2011 a 6:39 pm #

    tutti fuori dalle palle……..a morte sti ladri!!!!!!

  210. giuseppe dicembre 11, 2011 a 6:42 pm #

    Basta conservare la lista dei nomi di questi signori e alle prossime elerzioni cerchiamo di non votarli e farli votare da parenti, amici, conoscenti,

  211. antonio dicembre 11, 2011 a 6:50 pm #

    no comment mi fanno schifo i politici, sono ignoranti ( vedi iene), ladri e quando non sanno cosa rispondere dicono la classica frase e una cosa, questione politica, ma cosa significa……………………………………………………………….
    bho!!! nessuno lo sa.
    S I E T E L A V E R G O G N A D E L L ‘ I T A L I A

  212. ANGELA dicembre 11, 2011 a 7:03 pm #

    Desideriamo giustizia, saggezza, grandezza nella consapevolezza. Siamo tutti fratelli, figli di un unico Dio. Fare il politico dovrebbe essere una nobile missione sociale. In tutto il mondo c’è bisogno di politici saggi, giusti, che abbiano una visione universale per il bene del mondo intero. La Madre Terra è stanca delle stupidità di questi politici che si presentano come palloni gonfiati.

  213. giorgio dicembre 11, 2011 a 7:15 pm #

    Considerato che l’Italia ha un debito spaventoso che non è stato creato dagli italiani ma dai suoi amministratore è bene che siano loro a pagare.

  214. franco dicembre 11, 2011 a 7:29 pm #

    mentre voi vi scannate perche nn siete daccordo sulle vostre rispettive teorie ..loro gozzovigliano coi loro lauti stipendi e i loro privilegi…e intanto noi tutti andiamo in malora…come direbbe un noto personaggio della tv….fatti nn pugnette!

  215. Giovanna dicembre 11, 2011 a 8:41 pm #

    Io non li sopporto piu’ mi sento presa per il culo e voglio vederli andarsene tutti indistintamente fanno schifo non fanno niente sono pieni di privilegi e soprattutto non sanno cosa vuol dire lavorare andatevene !

  216. daniele dicembre 11, 2011 a 8:52 pm #

    andateve dal parlamento!siamo stanchi di mantervi.andate a lavorare forse capite come è difficile arrivare a fine mese!

  217. Massimo casale dicembre 11, 2011 a 8:59 pm #

    Erg. Onorevole, apprezzo molto i suoi interventi e le suggerirei, se mi permette, un modo dirompente di sostenere le sue tesi riguardo all’oggetto:si decurti , Lei e i suoi accoliti, quello che, in Sua coscienza , ritiene di diversi decurtare(confido nella sua moralita’) e ne dia annuncio pubblico.SAREBBE DIROMPENTE E NOI, COI SOCIAL NETWORK ED ALTRO, CONTRIBUIREMO A TRACCIARE QUESTO NUOVO SOLCO NELLA POLITICA ITALIANA. grazie massimo Casale.

  218. Francesco Frisina dicembre 11, 2011 a 9:35 pm #

    Ma scusate…Parlo con tutti voi chiamati politici che di politica non ne capite un caz…..
    siete voi il marciume che il lavoratore deve curare con i sacrifici che giornalmente affronta ed essere anche umiliato dai paesi che ci circondano, sempre per colpa vostra.
    E’ ora che ci svegliamo , è ora che tutta sta gente parassita vada fuori dai cogl. è ora che la nostra Italia vada in mano a un dottore che conosce la malattia e che abbia la costanza di curarla. Conclusione….Toglietevi dai cogl………..e fate spazio a chi gli interessi mettere nel salone delle bellezze del mondo la nostra ” Italia “.

  219. Antonio dicembre 11, 2011 a 10:04 pm #

    E’ ormai evidente che siamo di fronte a un conflitto d’interesse istituzionale: il Parlamento non può più decidere da solo dei propri stipendi. L’intera questione dovrebbe essere di competenza di un altro potere istituzionale – mi viene in mente il Presidente della Repubblica o la Corte dei Conti – in modo da mantenere un certo equilibrio tra i poteri. In mancanza di questo, si produce fatalmente una distorsione che genera quello che tutti possiamo vedere: la presenza di una vera e propria ‘casta’ d’intoccabili!

  220. leonardo dicembre 11, 2011 a 11:56 pm #

    carissimo onorevole ( carissimo nel senso del costo ) visto che costi ai cittadini italiani il triplo di quanto costano i parlamentari di tutti gli altri civilissimi paesi europei, vedi Germania, con economie più floride e senza l’enorme debito pubblico di questa sventurata Italia, per non parlare dei privilegi e prebende di cui godi, in un momento di grande difficoltà per questo nostro paese dimostra un po’ di dignità e rispetto per il popolo bue che ti ha votato e sii disposto a dare il buon esempio togliendoti una parte dei privilegi di cui godi e che ti sei auto-attribuito, senza chiedere il parere del tuo elettorato. Pensa che, a volte, a tirar troppo la corda si spezza…. e le conseguenze per te potrebbero essere rovinose. Pertanto con un sussulto di orgoglio e dignità, ammesso e non concesso che tu conosca il significato di queste due parole, guardandoti allo specchio, cerca di fare l’unica cosa che non ti porti a sputarti in faccia e vota a favore della riduzione del tuo lauto vitalizio, visto che sei stato tanto solerte a votare e senza batter ciglio provvedimenti che priveranno i più deboli di risorse necessarie per sopravvivere….taglio delle pensioni, aumento della benzina, introduzione di ticket medicinali pesantissimi, I C I anche sulla prima casa, aumento dell’ I V A ecc. ecc…

  221. Lia dicembre 11, 2011 a 11:59 pm #

    La sinistra è il sogno di molti. Un sogno di libertà, di uguaglianza, di solidarietà. Un sogno nel quale tutti hanno gli stessi diritti e gli stessi doveri, nel quale il lavoro dà dignità a tutti. La sinistra è un sogno nel quale la ricchezza è distribuita in modo che vengano riconosciuti i singoli sforzi, ma che nessuno rimanga senza i beni di prima necessità, quelli di cui tutti abbiamo bisogno per vivere.
    Il Presidente del Consiglio Monti (e per la prima volta dopo anni mi sento fiera di scrivere “Presidente del Consiglio”) ha rinunciato ai suoi compensi di Premier e Ministro dell’Economia.Doveva essere un esempio da seguire, ed ero certa che la sinistra lo avrebbe fatto. Per seguire degli ideali…per seguire un sogno. Ma mi sono resa conto che era solo questo…un sogno. Vergognatevi. Soprattutto voi, che vi dite “di sinistra”.

    Lia Contesso (orgogliosa di potersi dire “di sinistra”, nonostante voi)

  222. morte dicembre 12, 2011 a 12:39 am #

    all’inferno brucerete

  223. otello chelli dicembre 12, 2011 a 8:01 am #

    Se Massimo Donadi è nell’elenco come fa a rilasciarci le assicurazioni scritte qui sopra? Non mi meraviglio, mio parere i parlamentari hanno parecchie maschere da adattare al loro volto a disposizione, quindi mai fidarsi delle loro parole, ne delle posi<ioni che esprimono sempre a raffica. Ormai gli "eletti del popolo" sono gli eletti dell'establishment che riesce ancora ad ottenere voti in virtù della ragnatela che ha coperto il Paese, fatta di piccoli, meno piccoli e grandi "favori", una piovra senza lupara che produce più morti di una guerra, morti nel corpo, ma soprattutto nelle menti, un popolo ILOTA condannato all'ignavia, al servilismo, all'abiezione di una schiavitù senza visibili catene, ma ben più pesante, ad un sistema completamente irrecuperabile. Sono pessimista? Guardiamoci intorno., anche chi predica bene, girato l'angolo, diventa un membro della casta.

  224. Scala Antonio dicembre 12, 2011 a 8:44 am #

    Il Governo Monti è il peggior Governo che si possa accettare, composto dai suoi amici della Bocconi che erano i figli di PAPA’ cioè parte di quella CASTA che detiene la maggior parte della ricchezza dell’Italia.E’ ovvio che per fare cassa ha attinto solo dai pensionati e dai lavoratori facendoli lavorare più a lungo.
    Ma quando ci svegliamo e non farci prendere più per i fondelli?
    Chi deve abbattere i costi della POLITICA?
    Tutti i componenti del Parlamento quando si dimettono e/o vengono ridotti al minimo?
    Perché non vengono aboliti i privilegi dei politici a livello pensionistico, ossia anche per loro venga adottato il sistema contributivo come per i lavoratori?
    Le Provincie quando vengono eliminate?
    I controlli incrociati per capire come un contribuente che dichiara meno di 20.000 € si può permettere, ville , SUV, barche, ecc. chi li deve fare
    Ci sarebbero tanti altri settori per fare cassa, ma la CASTA non si tocca e/o non si vuol toccare e allora prepariamoci alla recessione acquistando solo beni necessari evitando il superfluo e aspettare……………
    Antonio

    • anastasia vacri su facebook dicembre 12, 2011 a 1:03 pm #

      perche aspettare possiamo agire anno messo l’alcisa sulla benzina non la compriamo piu!!!!!!!!!!!! andiamo a piedi o se no usiamo il treno o l’autobusa o se no compriamoci una macchina elettrica il pieno di una ricarica costa solo 65 centesimi e meno ancora per una bici addirittura su internet si vende un motore da mettere sulla bici vecchia non e vero che si deve per forza usare la macchina tradizionale … e ce ne ancora su internet si compra un impianto a idrogeno che unito alla benzina diventa ibrida il 40 % di risparmio se loro ci tassano noi non gli dobbiamo permettere di prendere da quelle tasse i nostri soldi se volete altre informazioni scrivetemi alla mia email ciao iniziamo la nostra piccola rivoluzione … ciaooooooooooooooo

  225. Concetta dicembre 12, 2011 a 9:36 am #

    Qui ormai non si parla di destra e sinistra e tutta un’accozzaglia di gente senza vergogna,
    pronta a vendersi la propria madre per 30 denari …. vergogna !!!!!!!
    Concetta

  226. Luca dicembre 12, 2011 a 11:56 am #

    Inviata a SANTELLI Jole (PDL) Vicepresidente

    Buongiorno,
    la presente per chiedere un suo impegno a dimostrare che voi parlamentari non siete esseri al di fuori della società, ma che ne fatte parte e che avete un pò di coscienza e amor proprio. Quindi le chiedo il suo impegno a dimostrarlo votando a favore di una riduzione del vostro stipendio come atto pratico e anche dimostrativo per chiedere a tutti gli italiani di fare gli sacrifici neccessari al punto in cui siamo arrivati.
    In fin dei conti anche con una riduzioneil vostro restapur sempre un compenso che almeno il 95% degli italiani può solo sognare e anche se forse è meritato, di sicuro in questi momenti ci si può anche sacrificare un poco.

    Cordiali saluti.

  227. Domenico dicembre 12, 2011 a 1:29 pm #

    Italiani, usciamo le palle e mandiamo a casa questo ammasso di fannulloni e mangia mangia, perché qui chi paga siamo solo noi.

  228. carlo dicembre 12, 2011 a 3:17 pm #

    Questo è un post ingannevole di merda.

  229. liliana dicembre 12, 2011 a 5:00 pm #

    che facce di merda lombrosiane

  230. roberto dicembre 12, 2011 a 5:10 pm #

    Tutti i telegiornali hanno enfatizzato la decisione del presidente della camera e del senato che i SIGNORI parlamentari si decurteranno gli stipendi …. è da crederci !!!??? voglio dire solo una cosa e tutti gli altri mangiapane a tradimento non parlamentari tipo regioni province comuni banche funzionari statali e affini …. loro nooooo ????

  231. Gaetano dicembre 12, 2011 a 7:08 pm #

    Viola, rossi, verdi, blu, siete tutti uguali…. pensate solo alle vostre tasche… e ora, nel pieno della crisi, state già pensando a una possibile poltrona. A mio parere fate schifo quanto gli altri. Fatevi un esame di coscienza!!!!

  232. Antonella dicembre 12, 2011 a 9:54 pm #

    Scusate… ma dove sta scritto… il signor tizio ha votato contro??? Nel titolo di pagina del link c’è solo l’ elenco di nomi dei parlamentari facenti parte della I Commissione affari costituzionali della presidenza del Consiglio e Interni…..
    Queste petizioni random dovrebbero essere un tantino più chiare.
    Si tratta di onestà intellettuale.

  233. gio dicembre 13, 2011 a 4:44 am #

    beh, non l’ho potuta mandare a tutti ma finche’ m’ha permesso di mandare messaggi l’ho fatto

  234. antonio dicembre 13, 2011 a 9:30 am #

    NON SAREBBE ORA CHE TUTTI,DICO TUTTI SENZA DISTINZIONE DI CLASSE,ANDASSIMO IN PIAZZA TACITAMENTE E DIRE BASTA A QUESTI LADRONI FARABUTTI CHE STANNO AL GOVERNO PER PAPPARSI STIPENDI DA FAVOLA ALLA FACCIA DEI POVERI CITTADINI,E LA LEGA DEL CAZZO CHE IL SUO LEADER UMBERTO BOSSI HA SEMPRE DETTO ROMA LADRONA,COME MAI NON FA CASINO PER ADEGUARE I LORO STIPENDI CON QUELLI DEGLI ALTRI PAESI,ITALIANI SU SVEGLIAMOCCI PRENDIAMOLI TUTTI A PEDATE NEI COGLIONI,CI PRENDONO PER IL CULO,MI AUGURO DI VERO CUORE A UNA RIVOLTA PACIFICA,SI INTENDE SOLO LA PRIMA VOLTA,E SE NON LO CAPISCONO SONO CAZZI LORO,MAGNACCI

  235. elvio dicembre 13, 2011 a 9:39 am #

    sono stradaccordo con Gaetano, e aggiungo non puoi essere pulito se fai politica!

  236. anna e. dicembre 13, 2011 a 11:35 am #

    per quello che può contare questo è stato il mio messaggio:

    Non importa aggiungere insulti a quelli che già vi ricoprono, sappiate che siete una categoria a rischio, il popolo vi odia per la vostra incompatibilità alla carica che ricoprite. State vivendo fuori dal mondo e con i vostri atteggiamenti ottusi rischiate di innescare una rivolta sociale che spero vi prenda di mira fino a farvi sparire per sempre. Se avete una coscienza è il caso di dimostrarlo non solo davanti a dio ma davanti alle persone che grazie alla vostra incompetenza non hanno più soldi per piangere.
    Siete finiti, come uomini e come opportunisti. La storia non vi perdonerà mai. E noi con lei, andate in pace e soprattutto lasciateci in pace dichiarando il vostro fallimento.
    Non meritate niente di ciò di cui vi state approfittando a piene mani, quello che vi entra nelle tasche non è guadagnato con onore e con fatica ma con la truffa e l’ignominia.
    Che siate maledetti per sempre.

  237. Lorenzo dicembre 13, 2011 a 12:24 pm #

    Penso che ora basta farci prendere per il culo,da parte mia mi sono rotto le palle di tutti questi politici ladri che credono di fare bene al paese, ma quale paese i sacrifici li chiedono solo a noi perché loro non ce la fanno ad andare avanti con 15 Mila euro al mese…..porci e ladri da oggi se posso faro come loro mi dispiace per molta gente che non arriva alla fine del mese

  238. oscar dicembre 13, 2011 a 1:57 pm #

    Cari parlamentari mi piacerebbe esprimere lo schifo che sento verso di voi tutti ma è talmente inimmaginabile che non riesco.Il mio schifo più schifo, lo elevo per quelli con le camice verdi che da Roma ladrona hanno imparato a mangiare come si deve appoggiati da un elettorato di base fatto di coglioni per lo più paesani e contadini industrializzati. Un partito fatto di falliti che sono stati messi anche capo delle regioni Italiane, hanno sistemato il parentado,gli amici degli amici come nelle peggiori ere del democristianesimo Poi vanno al circo ..pardon.. al parlamento della padania sputando su quello vero, da cui dipendono dimenticando che i cittadini versano fior di quattrini anche a loro che camminano ancora sul suolo italiano.
    Questi pezzi di merda si sono indebitamente fatti carico del titolo dei difensori del nord delle pensioni …ma chi cazzo vi vuole..e mangiano mangiano mangiano porci maiali……fuori tutti

  239. oscar dicembre 13, 2011 a 2:16 pm #

    Primo punto del governo Monti dimezzamento degli stipendi dei parlamentari, secondo punto riduzione delle spese militari con rientro dei contingenti inutili, terzo punto cancellazione delle auto blu, quarto punto eliminazione dei privilegi parlamentari di ogni tipo perchè chi fa politica deve imparare a FARLA PER PASSIONE e quindi i mezzi se li può pagare , riassorbimento delle scorte nelle forze di polizia,tassazione di un centesimo su tutte le telefonate e sms dei cellulari,riassegnazione delle frequenze televisive tramite asta,legge sul conflitto di interessi,riforma della giustizia con pene certe per i reati finanziari,sequestro preventivo dei beni di lusso ritenuti non conformi alle dichiarazione dei redditti, pagamento oneroso per ottenerne il dissequestro provvisorio in attesa dell’accertamento, libertà provvisoria su cauzione per gli accusati di reati finanziari,incremento del turismo da nord a sud, e cigliegina sulla torta,pagamento dell’ici degli immobili del vaticano oppure sequestro e vendita di tutti i beni del Vaticani presenti sul suolo italiano, eliminazione dell’otto per mille…….poi mi sono svegliato e tutto è tornato come sempre …ho sempre questo cazzo di cetriolo nel culo che non riesco a togliere

  240. Pçietro Lisandrini - Va dicembre 13, 2011 a 7:49 pm #

    Io, ignorante (con riserva) di informatica, ho provato a rintracciare i nomi dei parlamentari che non mollano l’osso. Non ci sono riuscito. Ci sarà mica il trucco?

  241. alberto dicembre 14, 2011 a 8:45 am #

    Nella commissione che ha votato contro, c’è anche un certo Roberto Zaccaria che è sempre in prima fila col popolo viola(merda). Questi del popolo viola, predicano bene, ma razzolano male. Prendono per il culo tutti i creduloni coglioni anti BERLUSCONI.

  242. eSseZeta dicembre 14, 2011 a 3:01 pm #

    Chiedere ai parlamentari di legiferare sul taglio dei loro stipendi, sarebbe come chiedere ad ognuno di noi di darsi una martellata sui cogl…
    Ci sarà una soluzione?

  243. roberto dicembre 14, 2011 a 5:10 pm #

    io ho scritto ai deputati che per un motivo o per l’altro reputo non essere onesti questa frase:

    “siccome sono il tuo datore di lavoro ritieniti licenziato con effetto immediato, lascia tutto quello che non è tuo e vai a casa”

  244. vito dicembre 14, 2011 a 5:29 pm #

    buttiamoli tutti con le gambe all’aria è cominciamo per bene !!!!!!!!!!!!!!!!

  245. Massimo dicembre 19, 2011 a 7:33 am #

    Torneranno gli anni di piombo … e qualcosa cambierà! L A D R O N I – B U F F O N I – vi dovreste solo vergognare, ma voi non la conoscete la vergogna, siete dei ladri onesti, e buoni a nulla, la causa del fallimento dell’italia siete voi tutti, DESTRA, CENTRO, E SINISTRA … siete tutti una famiglia, un clan, la vera mafia siete voi!
    ANDATE A LAVORARE CAPRONI!!!!

  246. Antea gennaio 5, 2012 a 4:08 pm #

    vi invito a prendere visione del gruppo Nun Te Regghe Più, apartitico, nato su facebook lo scorso luglio allo scopo di raccogliere firme per proporre una legge che adegui gli stipendi dei nostri rappresentanti locali e nazionali alla media europea:

    http://www.facebook.com/groups/nunteregghepiu

    andate nel vostro Comune di residenza e firmate!!

  247. cettina gennaio 5, 2012 a 6:30 pm #

    Dovremmo invertire le parti: Invece di decidere voi i nostri stipendi e pensioni dovremmo essere noi che vi votiamo a decidere i vostri stipendi, pensioni e quant’altro vi spetta ogni mese. In oltre, ogni tre mesi farvi la pagella di merito.

  248. ALESSANDRA MALTONI gennaio 6, 2012 a 10:48 am #

    Opinione (da inoltrare con mail agli Onorevoli contrari ai tagli dei loro stipendi, e non solo) …………. “Ci avete detto che l’abolizione delle province era “incostituzionale”, che il contributo di solidarietà (sopra i 75.000 euro di redditi) “illegittimo”, che i capitali scudati “non erano tassabili”, per “onorare” gli impegni già presi, e che, contestualmente, le liberalizzazioni non si potevano fare perchè gli ordini vogliono (ancora) continuare a “presidiare” gli interessi e i loro profitti – (tutto rimandato), intanto però, per gli altri – cioè per i più deboli e i meno rappresentati – tasse certe, tagli forti, immediati e incontestabili!: BEL PACCHETTO DISONOREVOLI, confezionato dal governo e infiocchettato dagli onorevoli!!!!
    Adesso poi, addirittura, vi opponete al taglio agli stipendi della vostra casta, adducendo l’incompetenza/competenza: governo?? o parlamento?? Parlamento?? o governo?? – e così prendete tempo – le indennità “scorrono”, gli stipendi “arrivino”, e magari sperate che i poveri disgrazati si distraggano così immersi nella loro fatica quotidiana!!;
    Ma vi rendete conto che, non solo avete “abdicato” al vostro mandato morale e politico, ma avete persino (in un momento come questo) tradito e ingannato questa Repubblica, nata sulle speranze dell’Eguaglianza e della Solidarietà!! un tempo (piuttosto lontano) deputati e senatori partivano per Roma, dalle loro città/collegi elettorali d’origine/, con i cestini di viaggio, in quel tempo (oggi anacronistico) i politici pagavano (di loro)
    le spese per la loro attività politica e si battevano per gli ideali scritti nella Costituzione, con sincerità e con coerenza – quei tempi, lontani, ci appaiono una Fiaba, un ricordo sfocato, sfumato di Nostalgia, ma – Ricordatevelo – è per lo più grazie a quei tempi e a quegli Esempi, che Voi oggi sedete immeritatamente in quell’Aula;
    Uomini come Berlinguer, Moro, Sandro Pertini, Donne come Nilde Jotti, Tina Anselmi, sono nel cuore grato di Tutti !! Di fronte a scenari di questo genere, avrebbero dato un segnale immediato e catalizzatore (avrebbero parlato alla Nazione con un’altro Linguaggio, certamente non quello delle banche o degli interessi corporativi), di certo non si sarebbero “ancorati” – come dimostrate di fare voi – nella persistente e meschina difesa degli elevati privilegi,
    voi di fronte alla crisi che ha investito il Paese, e non solo, ai lavoratori e ai Cittadini Italiani (tra tentennamenti, smentite, superficiali e sterili giustificazioni) vorreste offrire “licenziamenti facili”, “cancellazione di leggi storiche e simboliche”, come lo Statuto dei Lavoratori, scritte per la DEMOCRAZIA e PER IL LAVORO;
    Agli studenti avete offerto l’aziendalizzazione degli Atenei pubblici, neanche una parola avete speso sul caos dei nuovi statuti e sui “vizi” di democrazia che essi presentano!!
    Fate Attenzione però, l’elettorato è stanco, frustrato e disilluso – quando questi tre elementi si trasformeranno in “rabbia”, allora veramente questa Nostra Cara Democrazia, così tanto duramente conquistata, potrebbe essere veramente a rischio!!
    ALESSANDRA

  249. Dionisio gennaio 11, 2012 a 8:32 am #

    E’uno skifo!l’italia dei compromessi e delle ingiustizie……dvrebbero dare un esmpio alla nazione…..e invece loro ke fanno si guardano il CULO! !!!!! MHA.

  250. Dionisio gennaio 11, 2012 a 8:37 am #

    E unoo skifo!!!!!!

  251. scudiscio gennaio 31, 2012 a 8:30 pm #

    DA : http://WWW.FENICENEWS.COM

    Il gioco delle tre carte.

    Finalmente, la scure si abbatte sulle prebende dei nostri politici !
    1.300 euro lordi in meno, passaggio dal vitalizio al sistema contributivo.
    Evviva !
    Però, l’olfatto, non di cani molecolari, ma di esseri comuni, avverte una puzza di bruciato, anzi di vecchia ….. furbizia.
    Il sistema del vitalizio prevedeva la tassazione, mentre quello contributivo esclude che si paghino tasse sui contributi previdenziali.
    E’ giusto che sia così, ma, allora, cambiando l’ordine dei fattori il risultato è uguale.
    Tolgo da una parte ed aggiungo ad un’altra.
    Addirittura, se non vi fosse stata l’apparente sforbiciata dei 1.300 euro lordi, lo stipendio dei nostri peones sarebbe aumentato, per effetto della emersione di reddito non più base imponibile.
    Esempio : 15.000 – imposta 35% = 9.750 – 2.250 ( trattenuta ex vitalizio ) = 7.500 netto
    15.000 – 2.250 ( versamenti previdenziali ) = 12.750 – imposta 35% = 8.280
    8.280 – 700 ( netto del taglio di 1.300 ) = 7.580 netto.
    ( n.b. calcolo meramente esemplificativo ).
    Inoltre, i 1.300 euro apparentemente tagliati saranno “accantonati in un fondo a tutela di eventuali ricorsi da parte dei deputati”.
    Mi chiedo: quali accantonamenti vengono effettuati sulle somme non date ai pensionati e a tutti i lavoratori ?
    I poveracci non hanno certo la forza per fare ricorsi, hanno di ben altro di che preoccuparsi, dovranno sbarcare il lunario, a differenza della “casta politica”, a cui non si tocca nulla (o ben poca cosa).
    Vergogna ! Ancora una volta si è barato !
    Scudiscio

Trackbacks/Pingbacks

  1. Ecco i parlamentari che si oppongono alla riduzione dello stipendio – Nomi e indirizzi mail - ItalianBloggers - gennaio 6, 2012

    […] TRATTO DA IL POST VIOLA […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: