Lettera aperta ai parlamentari: basta cavilli, autoriducetevi lo stipendio

11 Dic

Ci hanno messo poco, i nostri cari parlamentari, a trovare il cavillo che impedisce di mettere mano ai loro stipendi (i più alti d’Europa) adeguandoli alla media europea. La norma proposta dal governo, dicono, “lede l’autonomia del Parlamento”. Un coro bipartisan si è levato contro quell’articolo 23 della manovra che prevede un taglio significativo agli stipendi di deputati e senatori. Un provvedimento che riguarda anche molti alti burocrati dello Stato e quasi tutte le autorità di garanzia. Il primo a stoppare l’iniziativa è Fini: “Decide il Parlamento”. Per Pier Paolo Baretta (Pd), relatore della manovra, “il punto è che il governo non può agire con un decreto ma è il Parlamento che lo deve recepire”.

Bene, fa piacere assistere a questo scatto di dignità parlamentare. Peccato però che la stessa intransigenza non sia stata praticata per difendere i cittadini dalle tante misure inique contenute nella manovra: dalle pensioni all’Ici, all’aumento della benzina e dell’Iva. Non hanno battuto ciglio nemmeno di fronte alla mostruosa possibilità, evocata dal governo, di spillare qualche spicciolo dalle pensioni minime: “Una medicina amara ma necessaria” ci hanno ripetuto senza vergogna i vari Casini e D’alema.

Eccolo dunque il vero scandalo: scoprire che quando si tratta dei loro interessi, a differenza di quelli dei cittadini, la manovra del governo  può essere messa in discussione perché “lede l’autonomia del Parlamento”.

Vorrei fare una proposta a quei pochi parlamentari che, coerentemente, non hanno accettato sin dall’inizio la logica dell’ineluttabilità della manovra, che hanno provato a modificarla per renderla più equa, che hanno annunciato la propria indisponibilità a votarla nel caso continuasse a contenere tanti punti di iniquità. Vorrei proporre a questi parlamentari l’autoriduzione dello stipendio, l’allineamento unilaterale delle indennità alle medie europee. E non perché lo chieda il governo ma perché lo chiedono i cittadini. Non sarà certo questo a risolvere i problemi del Paese ma sarebbe comunque un bel segnale nei confronti dei cittadini e allo stesso tempo un monito nei confronti di quel pezzo di classe politica che, mentre chiede sacrifici agli italiani, non è disposto a rinunciare ad alcun privilegio.

Massimo Malerba

49 Risposte to “Lettera aperta ai parlamentari: basta cavilli, autoriducetevi lo stipendio”

  1. ILARIO dicembre 11, 2011 a 10:30 am #

    HA RAGIONE BEPPE GRILLO QUANDO AFFERMA CHE I PARLAMENTARI SONO NOSTRI DIPENDENTI. PERTANTO, COME PER TUTTI I LAVORATORI DIPENDENTI, LO STIPENDIO VA CONCORDATO CON IL DATORE DI LAVORO. SE INSODDISFATTI, SONO LIBERISSIMI DI LICENZIARSI… LA VERGOGNOSA PRATICA DI AUMENTARSI LO STIPENDIO ALLA CHETICHELLA, INSERENDO UN CODICILLO A TRADIMENTO IN ALTRI PROVVEDIMENTI, DEVE FINIRE.

    • Dina dicembre 11, 2011 a 11:38 am #

      Dalla loro bocca ed a loro convenienza esce sempre l’affermazione che il popolo “E’ sovrano” ma sovrano di che? a farsi aumentare le tasse? a farsi toglieri l’aumento di 20 Euro sulla pensione? E’ ora che tutta la classe politica si ritiri e non pensi più a ripresentarsi alle prossime elezioni!! Ci vuole un ricambio generazionale che senz’altro sarà più onesta!!

    • Dagomar Butron dicembre 11, 2011 a 1:24 pm #

      Beppe Grillo è un comico quindi non bisogna ascoltarlo, soltanto ridere delle cose buffe che dice; il popolo italiano e quello che deve alzare la voce.

      • cavaliere deluso dicembre 13, 2011 a 8:08 am #

        Grillo almeno fa ridere ed è pure bravo, i politici italiani fanno solo piangere. Solamente i masochisti come lei possono rifiutarsi di ascoltare una voce di speranza che si leva dal vuoto del popolo!

    • Sandy Rossi dicembre 14, 2011 a 12:46 am #

      RIPRENDIAMOCI IN MANO L’ITALIA …. E’ NOSTRA, NON DI 4 CIALTRONI CHE CI VENDONO FUMO ….. SIAMO UN POPOLO CHE A SUO TEMPO HA SAPUTO REAGIRE, NON LASCIAMO CHE CI RIMBAMBISCANO TOTALMENTE CON I LORO DISCORSI INSULSI ….
      i PARLAMENTARI, GIUSTAMENTE SONO STIPENDIATI DA NOI …. CHE VADANO TUTTI A CASA, SENZA PRIVILEGI E FACCIAMOLI VIVERE CON 1000 EURO AL MESE

  2. Lucio Armando Silvestri dicembre 11, 2011 a 10:33 am #

    E, quanto meno, nelle more della decisione, a TUTTI gli stipendiati/pensionati la parte eccedente i 5.000 Euro netti venga versata in TITOLI DI STATO!
    È ora che chi ha contribuito a ridurci così contribuisca di più a salvare la situazione.

  3. Amelia Cucca dicembre 11, 2011 a 10:48 am #

    QUESTA MANOVRA E’ UNA VERGOGNA, QUESTI PROFESSORI NON HANNO STUDIATO ABBASTANZA PERCHE’ NON CAPISCONO CHE E’ INDEGNA DI UN PAESE CIVILE . E’ UNA PREVARICAZIONE DEI RICCHI CONTRO I POVERI E LE PERSONE ONESTE CHE HANNO SEMPRE PAGATO IL DOVUTO.

  4. Domenico Marzaioli dicembre 11, 2011 a 10:55 am #

    MA BASTA NON NE POSSIAMO PIU’ …. MANDIAMOLI TUTTI AL REGIME DURO DELLA … PENSIONE MINIMA VISTO CHE SONO I RESPONSABILI PRINCIPALI DEL DISSESTO DEL NOSTRO BEL PAESE!!!

  5. Sebastiana Impennisi dicembre 11, 2011 a 11:02 am #

    D’accordo con Ilario, si vantano tanto di occupare il loro posto istituzionale,
    in virtù del mandato popolare. Ora il popolo ha deciso, come datore di lavoro, viste le vuote casse dello stato, si diminuire lo stipendio a lor signori dipendenti. Non sono costretti da alcuno a rimanere dove sono.Se non sono contenti si dimettono e tolgono il disturbo.Sicuramente ci farebbero la cosa più gradita da quando stanno indegnamente dove sono a difendere non gli interessi di chi li ha mandati ma i propri.

  6. Maria dicembre 11, 2011 a 11:31 am #

    Che posso dire di più di ciò che leggo nei migliaia di commenti ? I nostri parlamentari fanno quasi tutti veramente schifo! A noi del “popolo” danno lezioni di morale per farci ingoiare la pillola, ma quando arriva il loro turno di prendere la medicina preferiscono le cure alternative. Anch’io voglio decidere per il mio futuro! Ho maturato i requisiti per andare in pensione , ho pagato tutti i contributi e le tasse e PRETENDO di essere considerata una cittadina come i nostri parlamentari!
    Maria Nanu

  7. vincenzoaliasilcontadino dicembre 11, 2011 a 11:46 am #

    Cei, Bagnasco e premiato Tettamanzi, dimenticate Marcincus? Ora Fini-to sì, ma ancora serve?
    Inviato speciale o classico traditore di un triller di cassetta, con casa di Montecarlo con società Off -Shore smentisce discendenza del noto Dna? Stesso modo di vedere Casini-sta, factotum braccio destro del bavoso a cerimoniere ora erede delle Parallele Convergenti non Divergenti dalla Cristianità e Democrazia, chiamasi Catto-Comunista-Fascista che sempre usano il metodo Napolitano-Monti e, come affermava mia madre, cchisti songono venuti da Siviglia che “ Il povero Cristo sempre lì, lo piglia ” ebbe, forse non nel loro Dna visto che, hanno anche un Bottiglione di olio di ricino,memory di un passato ed oggi fiction Gattopardesco usato per farti digerire la stangata?SMEmo dei Re&Borboni,usava feste e festicciole di “ Arlecchino€Pulcinella ” per farti dimenticare i guai come il Rosso di Water, SMEmorato degli esseri umani sotto i Ponti di Tor di 5°, utilizzava “ Notte Bianca Fiction che, tradotto in dialetto suol dire gabbato? Intanto, Ciampi gli attaccava ‘a medagja di Cavaliere ed assegno pensione di 7000€, chiedetevi, a cchisti, da dove prenderle, se non dalla tue misere 1400€ dopo 36 anni di duro lavoro? Così sempre come afferma la vulcanica madre: “ ’O ciuccio porta ‘a paglia ‘e ‘u ciuccio sa magna!” Beh, qui si tratta sia del futuro e soldi rubati Popolo: vedasi affittopoli, consulenze e scranno a 300ml€ ’a voglia di dire che Berlusconi accatta gli Onorevoli, ma pi davvero che lo siano, se un ragazzo con Master non riesce fare un concorso per un parente con casella Giudiziaria viziata e, chi da terrorista o zoccola bagascia chiamasi Diva, diventa Onorevole e manco decurtarle ‘a penzione?
    http://vincenzoaliasilcontadino.ilcannocchiale.it/post/2707477.html
    http://www.splinder.com/myblog/edit/view/659606
    http://vincenzoaliasilcontadino.wordpress.com/2011/12/11/fini-to-si-ma-ancora-serve-tutti-i-numeri-dellevasione-dai-gioielli-alle-auto-di-lusso-corriere-della-sera/

  8. gabriella dicembre 11, 2011 a 11:59 am #

    Italia dei Valori (pagina ufficiale)
    Basta balle per rinviare i tagli agli stipendi dei parlamentari. Si puó fare giá ora, senza nessuna forzatura. A Cicchitto, infatti, ribadiamo che sará in discussione, in quanto segnalato, il nostro emendamento 2.017 che interviene sul trattamento economico dei parlamentari. E’ sufficiente che governo e relatori diano il loro parere favorevole, magari con una ri-formulazione, per ottenere il risultato.
    Trattandosi di emendamento di iniziativa parlamentare e non governativa, non potrá essere sollevata alcuna obiezione in ordine all’autonomia costituzionale delle Camere rispetto al governo.
    http://www.italiadeivalori.it/bastacasta/1/10257-basta-balle-per-rinviare-i-tagli-agli-stipendi-parlamentari

  9. ninni dicembre 11, 2011 a 1:28 pm #

    Quando I.D,V ha proprosto l’abolizione del “vitalizio” se non erro l’esito e’ stato di 420 voti contrari e 28 a favore dell’abolizione.
    Questo e’ un dato di fatto che da solo basta ad evidenziare le motivazioni che inducono i nostri politici a stare ben inchiodati alle poltrone.
    Prima le informazioni non giravano ora invece si riesce a sapere un po’ di piu’ per cui cari politici abbiate ancora un briciolo di vergogna e percorrete la strada dell’austerita’ che state imponendo alla povera gente, insieme alla povera gente!
    Quindi dovete fare in modo che il vostro trattamento economico equivalga in tutti i sensi a quello di un normale dipensente dello stato.
    Sappiate che nonostante quanto farete la Vostra credibilita’ si e’ dissolta poiche’ avete abusato della fiducia degli elettori per perseguire solo il Vostro tornaconto, ma almeno una scintilla di dignita’ e’ doverosa.

  10. Daniela dicembre 11, 2011 a 1:29 pm #

    Ricorderei ai nostri cari politici che il loro “sacrificio” economico è più che giusto…dopotutto, ogni giorno le aziende licenziano, mandano in cassa integrazione o diminuiscono gli stipendi ai loro dipendenti, se sono sull’orlo del fallimento…benvenuti nella vita reale!!

  11. Fabio Sittnig dicembre 11, 2011 a 2:01 pm #

    Ma quale faccia tosta hanno sti politici che continuano a rimanere incollati alle sedie, vendiamo, anzi regaliano, le aree del Quirinale, di palazzo Madama e di Montecitorio alla prima nazione straniera che li accetta!!!!, purche’; si prenda anche tutto il contenuto e tutta la gente che “lavora” li dentro.

  12. daniela battista dicembre 11, 2011 a 2:02 pm #

    ma questi si devono proprio vergognare…sono da mandare a casa TUTTi…indistintamente!!!!!
    ..ci prendono in giro da una vita e se ne fregano della nostra sempre più insostenibile situazione..io ho chiuso il mio negozio grazie soprattutto alla loro politica nefasta..avevo venduto l’unico bene che avevo,la mia casa,per aprire un negozio,che volevo mi portasse alla pensione. Questo nel 2006. Come donna non ho potuto accedere a nessun fondo perduto o agevolato ,in quanto i privilegi finiscono sempre al sud…..che di soldi se ne è mangiati sempre e comunque a babbo morto…loro sono sempre ZONA DEPRESSA…
    Oggi ,non ho nessun sostentamento dallo stato,perchè li distribuisce agli statali e gli autonomi devono solo pagare le tasse,tacere e prendersi anche degli evasori!!! Ho quasi 54 anni e vivo di..aiuti da parte di persone che mi sono vicine,anche perchè trovare lavoro per una donna della mia età è quasi impossibile,anche se ho un’invalidità superiore a un terzo,dovuta a ipoacusia bilaterale.
    Ho versato 25 anni di INPS e 18 di ENASARCO e sapete come andrò in pensione??? come l’aretino Pietro,con una mano davanti e l’altra dietro!!!
    Berlusconi,perchè hai fatto prestiti a gente balorda come Tarantini,e a me non hai nemmeno risposto,quando nel novembre del 2008 ti ho chiesto con due raccomandate di fare in modo che potessi riavere i soldi versati all’enasarco????
    forse stavi festeggiando….

    bene da me mai più nessuno prenderà un voto….
    tanto dovevoIl mio paese ma fa schifo!!!!
    daniela battista

  13. Kurtz55 dicembre 11, 2011 a 2:53 pm #

    Insomma, la “moralizzazione della politica”, la “legalità innanzitutto”come ultima frontiera della lotta di classe. Siamo conciati davvero bene. Così i proletari (che esistono ancora) dovrebbero essere contenti della manovra di Monti solo perchè quest’ultimo rinuncia al suo stipendio di presidente del consiglio. Forse c’è da avere più paura di un governante asceta che di uno puttaniere e immorale. le anime belle della sinistra (?) più che alla luna guardano al dito. Nella Germania Est di Honeker tutti rispettavano la legge e i governanti avevano un tenore di vita che quyi sarebbe da morti di fame… ma dubito che ciò ne facesse un posto dove voler andare a vivere. Vi siete mai chiesti come mai contenuti e comportamenti che negli anni ’70 erano propri del MSI oggi sono diventati roba di sinistra? Tutti a cantare l’inno di Mameli, a urlare “in galera!” e “Viva la magistratura” (una casta che però piace al POpolo Viola…). Auguri…
    41 minuti fa · Mi piace

  14. gianfranco fois dicembre 11, 2011 a 3:30 pm #

    Sono un sardo indignato!! Oggi ancora di più dopo aver constatato che il Presidente Cappellacci, guadagna “solo” 14mila euro al mese. Aspetto la rivolta.

  15. paolo dicembre 11, 2011 a 3:45 pm #

    unici eletti che si sono autoridotto lo stipendio sono il MoVimento 5 Stelle di Beppe Grillo ai vari livelli comunale e regionali, quindi per questo e altri buoni motivi messi nel Programma del movimento hanno e avranno il mio voto.

  16. Luciano dicembre 11, 2011 a 3:51 pm #

    Non è giusto adeguare gli stipendi dei parlamentari alla media europea quando i salari dei lavoratori italiani sono tra i più bassi d’ Europa. Vanno ridotti di molto e non solo a loro ma a tutti quelli che percepiscono immeritati stipendi da favola. E senza tante lamentele ne scuse, visto le responsabilità che hanno per lo sfacelo in cui siamo. Naturalmente chi non è contento cambi lavoro, c’è sempre la leggi Biagi, che amano tanto (per noi), che li tutelerà.

  17. veronica dicembre 11, 2011 a 4:46 pm #

    se li guerdo bene negli occhi vedo solo poveri individui che non hanno altro mezzo per affermare la loro importanza e grandezza rubando agli altri, piccoli esseri umani che rubano ricchezze comuni perchè nella vita altro non sanno fare non hanno idee ne intelletto sufficiente senza il posto a monte citorio non avrebbero collocazione nella societa’ civile non saprebbero rassettare neanche una latrina della stazione perche’ anche per fare quel lavoro ci vuole senso dell’ordine e dell’igene e tanta umilta’ e onesta’ tutti doni che loro non hanno . per guidare un paese non ci vogliono tecnici e professori visto che anche questi si stanno dimostrando un fallimento ci vuole solo onesta’ voglia di fare e tanto rispetto degli altri dei piu’ deboli dei disabili dei vecchi dei bambini degli animali e delle piante delle donne e degli uomini di chi lavora e di coloro che nonostante loro riesce a rimanere onesto e a non rubare al prossimo perche’ domani il prossimo siamo noi VERONICA BARBERITO

  18. alessandra dicembre 11, 2011 a 4:47 pm #

    BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAA TUTTI A LAVORARE IN MINIERA ALTRO CHE PARLAMENTO MINIERAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA DI CARBONE E POI VEDIAMO SE SI VA IN PENSIONE DOPO 42 ANNI DI CONTRIBUTI

  19. icittadiniprimaditutto dicembre 11, 2011 a 5:02 pm #

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  20. miriam dicembre 11, 2011 a 5:04 pm #

    ma tutti questi chi sono??? CHI GLI HA MAI VISTI O SENTITI,,,,sono seduti in quelle poltrone solo per rubarci i soldi,,,pezzi di merda se non vogliono ridursi lo stipendio mi sa che è arrivata l’ora di farli cadere tutti solo noi possiamo fare questo,,,

  21. Rodolfo Bava dicembre 11, 2011 a 5:57 pm #

    Sarebbe illogico non rinunciare a parte dello stipendio nell’attuale delicato momento storico.

  22. LUISA dicembre 11, 2011 a 6:18 pm #

    IL POPOLO ITALIANO IN QUANTO DATORE DI LAVORO DI QUESTI “LAVORATORI” INCAPACI VUOLE MANDARLI TUTTI………..A CASA!!!!!!!! FIRMIAMO UNA PETIZIONE POPOLARE CHE FACCIA CAPIRE LORO CHE O SI “ACCONTENTANO” DI ADEGUARE I LORO COMPENSI A QUELLI EUROPEI, OPPURE SI TROVINO UN’ALTRA OCCUPAZIONE, MALEDIZIONE!!!!!!!!!! MI FAREBBE PIACERE CHE IN TELEVISIONE PERMETTESSERO A NOI CITTADINI DI FARE DIRETTAMENTE LE DOMANDE A COLORO CHE CHIEDONO SACRIFICI A NOI E NON A COLORO CHI I SOLDI LI HA VERAMENTE!!!!!!!! GRAZIE!!!!!!!!!!!!!!!!

  23. maria vinciguerra dicembre 11, 2011 a 7:53 pm #

    In questo delicato momento di crisi a livello NAZIONALE la nostra classe politica non può permettersi di dire.: FATE COME VI DICO IO E NON COME FACCIO IO.!!
    L’Italia e tutti gli italiani degni di questo nome si aspettano un gesto di ridimensionamento dei politici. Fare TUTTI un passo indietro è fondamentale. E chi non è d’accordo rinunci al posto di parlamentare. Fare politica non è vincere un terno a lotto, ma rappresentare la volontà e parlare in nome del POPOLO ITALIANO.
    BENE, il POPOLO ITALIANO chiede ora a gran voce le rinunce ai privilegi della nostra casta politica. Ed i signori politici, guardandosi allo specchio la mattina, devono vedere tutti gli altri italiani che per questa crisi hanno perso addirittura il posto di lavoro. Altro che riduzione!!
    Ed il MINIMO che ora si deve fare è ADEGUARE LO “STIPENDIO” alla media dei politici dell’eurozona. Anzi……..fare politica è missione. Si dovrebbe dare ai politici gli stessi stipendi che vengono dati agli statali.Così vedremo se ci saranno chiesti altri sacrifici economici. Siamo ridotti alla sopravvivenza per le tante tasse che abbiamo e che continuano ad aumentare e senza chiedere il nostro parere. Avremo un bel risparmio……..e molti politici forse non avrebbero più tanta voglia di fare ………POLITICA”.
    Dulcis in fundo…ai parlamentari che non vogliono ridursi gli “stipendi d’oro” : VERGOGNATEVI!!!!! Sempre se sapete cosa sia la vergogna.

  24. DEANA dicembre 11, 2011 a 8:16 pm #

    DEVONO PORTARE IL LORO STIPENDIO PARI A TUTTI I PAESI EUROPEI (PRENDONO MENO DELLA META’)DEVONO RIDURRE ALMENO DEL 50% IL LORO ESORBITANTE NUMERO ,VISTE LE PROPORZIONI MINIME DELL’ITALIA.A CHI SI è SACRIFICATO CON RINUNCE INUMANE E SENZA CHIEDERE NULLA,PER PORSI UN TETTO SULLA TESTA,MI DEVONO SPIEGARE IL MOTIVO PER CUI CHIEDONO “IL PIZZO”PER FARCELA TENERE ,SENZA CONTARE CHE DEVONO DIRE QUALE REDDITO DA’ UNA CASA IN CUI SI VIVE !!!!NON TUTTI SONO COME D’ALEMA CHE HA UNA ENORME CASA AL CENTRO DI ROMA PER MENO DI 200 EURO AL MESE,NON BASTA QUESTA CIFRA A PAGARE NEMMENO IL CONDOMINIO!!!VERGOGNATEVI !!!SPIEGATEMI PERCHE’ DEVONO PRENDERE ,E TANTI HANNO MENO DI 50 ANNI DEGLI ABOMINEVOLI VITALIZI,E POI UN VERO LAVORATORE DEVE MORIRE LAVORANDO E SENZA AVERE LA POSSIBILITA’DI AVERE UNA MISERABILE PENSIONE!!SPIEGATEMI PERCHE’ CHI HA GIA GODUTO DI PRIVILEGI ENORMI ,IN SEREVIZIO ,IN PENSIONE ,NON RENDE NULLA COME TUTTI OPERAI COMPRESI ,DEBBA AVERE UNA PENSIONE MILIARDARIA::CREDO CHE ORMAI L’UNICA COSA CHE CI RIMANE E’ DI ANDARE ALLE URNE E TRACCIARE UN’ENORME CROCE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!DIMENTICAVO DI DIRVI CHE ,AVENDO AVUTO MIO MARITO IL CATTIVO GUSTO DI MORIRE A 50 ANNI IO VIVO CON MENO DI 700 EURO AL MESE,,UN ARROGANTE POLITICO IN UN MESE PRENDE 10 ANNI DELLA MIA PENSIONE,,,,E CI SONO TANTI COME ME !! HANNO LA SFRONTATEZZA DI DIRE ANCORA “FATE SACRIFICI”E PAGATE QUELLO CHE NOI ABBIAMO E VOGLIAMO ANCORA PRENDERE!!!SIETE LA VERGOGNA E LA ROVINA DELL’ITALIA!!!!!!!!!!!!!

  25. DEANA dicembre 11, 2011 a 8:18 pm #

    è GIUNTO IL MIO COMMENTO??

  26. paolo dicembre 11, 2011 a 8:50 pm #

    per tutti i politici andate a fare in c–o

  27. franca dicembre 11, 2011 a 9:25 pm #

    Dobbiamo adeguarci agli altri paesi europei?è giusto!Allora bisogna che si riduca il numero dei parlamentari di circa il 50% e che si riducano gli stipendi,i vitalizi e i privilegi dei parlamentari,seguendo le medie europee.Tutti dobbiamo fare sacrifici,tutti!!Queste riforme sui parlamentari sono urgenti quanto la riforma delle pensioni,il ripristino dell’ICI etc.E si ricordino,i parlamentari,che,anche se non eletti da noi,ma messi lì dai vari Berlusconi,Fini,Casini,Bersani etc.con questa legge elettorale-porcata(per noi)che il popolo è sovrano e,in quanto tale è l’unico che ha il diritto di decidere e non è più disposto a tollerare nè voi,nè le vostre angherie,nè i casini, gli imbrogli e il malgoverno che ci ha portato a questa condizione ANDATEVENE ORA!!!

  28. Anomimo dicembre 11, 2011 a 9:46 pm #

    BASTA CAVILLI, AUTORIDUCETEVI LO STIPENDIO………….!!!
    ADESSO QUESTI BEN PENSANTI……!!!
    MA NON SI E’ SEMPRE DETTO CHE ” LA LEGGE E’ UGUALI PER TUTTI ”
    PERCIO’ ?………POTETE CIARLARE QUANTO, COME VI PARE E’ ARRIVATO IL MOMENTO GIUSTO A POSTO GIUSTO ……!!!
    CARO POLITICO” IO ” CITTADINO TI DEBBO ELEGGERE; MA DEVI ESSERE PAGATO COME TUTTI I POLITICI DELLA COMUNITA’ EUROPEA ……….MA NON CON CIFRE STRATOSFERICHE : ” UGUAGLIANZA DEMOCRAZIA ”
    ATTENZIONE !!!! QUANDO ANDREMO A ELEZIONI SARA’ DIFFICILE ESSERE RIELETTI !!!

  29. GIANFRANCO dicembre 12, 2011 a 11:28 am #

    FINCHE NON SCENDIAMO IN PIAZZA COME IN EGITTO ECC. QUESTI SIGORI NON CAPIRANNO CHE IL POPOLO NON NE PUO’ PIU’ IL RESTO SONO SOLO CHIACCHIERE.

  30. Patrizia dicembre 12, 2011 a 12:57 pm #

    I parlamentari,politici e company sono sempre pronti a criticare i privilegi della casta, ma dimenticano che loro sono la casta .con l’insediamento del governo Monti é cominciata la vostra campagna elettorale e noi comuni cittadini ,futuri elettori del 2013 nn dimenticheremo !!!

  31. antonio dicembre 12, 2011 a 3:52 pm #

    che monetecitorio possa clollare quando stanno tutti dentro cosi si salva l Italia e noi Italiani.poveri noi in mano a questi politici, era meglio che stavamo in mano ai turchi

  32. ilaria dicembre 12, 2011 a 5:07 pm #

    ma basta !!!!i nostri “onorevoli” che di onorevole non hanno più nulla, si riempiono la bocca con parole come popolo, pensioni, cassa integrazione, sacrificio ma non sanno di cosa stanno parlando. I politici europei hanno uno stipendio la metà dei nostri e ce la fanno benissimo.Il popolo che dicono di amare tanto non può nemmeno sognare uno stipendio di 5.000 E. Ma i nostri no !!!!!! Belle parole sì ma i fatti li lasciano agli altri. Senza dimenticarci di tutti i privilegi di cui godono ecc. ecc. ecc.Qualcuno ha parlato della benzina : ma a loro che gliene frega : hanno le auto blu e ne hanno talmente tante che da fare invidia anche agli USA che hanno , in confronto a noi , un territorio sconfinato !!! Le pensioni? Loro ci vanno talmente gioivani che non hanno un idea di quello che siano. Prima di parlare del POPOLO dovrebbero fare per un anno la vita che impongono al popolo e ,forse, poi avrebbero il diritto di parlare.

  33. marti dicembre 13, 2011 a 7:09 am #

    SONO DEI VILI E DEGL SCHIFOSI! TUTTI! ANCH’IO MI ASPETTO UNA RIVOLTA FINO AL COMPLETO AFFOSSAMENTO DI QUESTA CLASSE POLITICA CHE NON SI VERGOGNA DI NIENTE!

  34. ferruccio dicembre 13, 2011 a 12:59 pm #

    dovrebbero solo vergognarsi non solo non sono capaci a dare l’esempio ma non sono neanche capaci a governare
    VERGOGNATEVI

    • Dario Messina dicembre 13, 2011 a 4:31 pm #

      Si vergognassero veramente…soltanto che per provare vergogna dovrebbero avere anche dignità…io credo che se davvero dessero l’esempio riducendo drasticamente i loro stipendi da paura…lasciasero a casa le auto blu e prendessero le auto elettriche…diminuissero il numero dei politici…gia questo basterebbe a non distruggere un paese in ginocchio è da almeno 20 anni che ci chiedono sacrifici su sacrifici e loro camminano con Audi da 83.000 euro…fanno vacanze da nababbi possiedono barche e quant’altro e noi a guardare…che schifo…

  35. CARLO MARONGIU dicembre 14, 2011 a 1:26 pm #

    Non se ne può più di questa gentaglia, perchè questo sono. Non hanno avuto il coraggio e la capacità per affrontare e risolvere il problema in quanto coscenti che la durezza dell’intervento sarebbe stata impopolare, quindi cattiva campagna elettorale per le prossime elezioni. Adesso si dicono d’accordo con la manovra perchè necessaria. Mi auguro solo che al momento del prossimo voto tutti noi ricordiamo quello che stanno facendo e dicendo adesso. LARGO AD UNA NUOVA CLASSE POLITICA FATTA DI PERSONE CAPACI AD AMMINISTRARE UN PAESE E NON CAPACE AD AMMINISTRARE I PROPRI INTERESSI SULLE NOSTRE SPALLE. ABBIATE ALMENO IL CORAGGIO DI NON PRESENTARVI MAI PIU’. COME POSSIAMO NOI POPOLO VESSATO DA TUTTO E DA TUTTI CREDERE CHE POSSANO ADEGUARE IL LORO STIPENDIO A QUELLO DEL RESTO D’EUROPA. IPOCRITI.

  36. FRANCESCA dicembre 15, 2011 a 11:42 am #

    I nostri politici si dovrebbero solo VERGOGNARE! Pestano i piedi come bambini capricciosi a cui viene tolto il giocattolo.
    La pacchia deve proprio finire! Bisogna assolutamente adeguare i loro stipendi a quelli dei colleghi europei. Si sarebbe dovuto fare già da un pezzo. Invece hanno sempre guadagnato più del dovuto rendendo praticamente NIENTE, in termini di scelte politiche responsabili.In questi anni hanno semplicemente scaldato le poltrone. Non sono stati neanche in grado di fare una legge elettorale seria, figuriamoci il resto. . E’ dovuto intervenire Napolitano con il governo tecnico, che dovrà fare il lavoro sporco che sarebbe altrimenti toccato al loro. Questi sono i veri FANULLONI!
    Message awaits moderator approval

    • albert zweller dicembre 26, 2011 a 11:05 pm #

      I NOSTRI POLITICI SONO DEI PAPPONI SENZA DIGNITà. QUALCHE GIORNO FA UN PAZZO A PRESO A FUCILATE TRE POVERI SENEGALESI. SE INVECE AVESSE ACCOPPATO TRE PARLAMENTARI AVREMMO VISTO GENTE IN STRADA A BRINDARE E CANTARE COME DOPO LA FINALE MONDIALE DEL 2006. IO SONO CONTRARIO AD OGNI FORMA DI VIOLENZA MA DOPO QUESTA INFAME MANOVRA CHE L’HA MESSO IN …. A TUTTI TRANNE CHE ALLA SUPER PAGATA CASTA POLITICA E PARAPOLITICA ITALIANA CREDO CHE LA GENTE NON NE POSSA PIù E TUTTI SOGNANO NEL PROPRIO CUORE DI VEDERLI MORIRE AMMAZZATTI COME I PORCI AL MATTATOIO

      • albert zweller dicembre 26, 2011 a 11:15 pm #

        VOLEVO SOLO AGGIUNGERE CHE DEPRECO LA VIOLENZA E NON VOGLIO ISTIGARE NESSUNO SEMPLICEMENTE DIRE QUELLO CHE CREDO PENSINO 7 ITALIANI SU 10. A PROPOSITO HO 40 ANNI 2 FIGLI E SONO DISOCCUPATO…..SE PENSO A QUANTI SOLDI SI MAGNANO I NOSTRI POLITICI (NAPOLITANO, CASINI, FINI, D’ALEMA…..) MI VIENE DA PIANGERE. COMUNQUE UN GIORNO SAREMO TUTTI MORTI E SE MAI LA MIA ANIMA SI INCROCERà CON QUELLA DI QUESTI FOTTUTI SIGNORI (TUTTI I POLITICI ITALIANI) MAGARI POTRò CHIAMARE UN DEMONE CHE GLI INFILI UN TIZZONE ARROVENTATO IN (FA RIMA CON MULO)

  37. Salvatore Uscito febbraio 1, 2012 a 12:10 pm #

    Sapete solo lamentarvi su internet. Domani sarete di nuovo a lavorare per mantenere tutte le caste di merda. Vi meritate tutto questo visto che come popolo neanche sapete essere unito. Parlate e parlate poi però non fate un cazzo. Ben vi sta, tanto solo su internet siete leoni.

Trackbacks/Pingbacks

  1. Ecco i parlamentari che si oppongono alla riduzione dello stipendio – Nomi e indirizzi mail « Il Post Viola - dicembre 11, 2011

    […] Categorie Uncategorized ← Il web boccia la manovra, Gilioli: “La sinistra cambi rotta o torna Berlusconi” Lettera aperta ai parlamentari: basta cavilli, autoriducetevi lo stipendio → […]

  2. Ricezioni e forconi « L'Irritabile - dicembre 11, 2011

    […] e forconi In merito alla polemica della riduzione degli stipendi dei parlamentari, il Post Viola offre una soluzione semplice ed immediata: autoriducetevi lo stipendio. Ovviamente non gli passa […]

  3. gli stipendi dei deputati « francesco bettanin - dicembre 12, 2011

    […] LEGGI ANCHE: LETTERA APERTA AI PARLAMENTARI […]

  4. Il governo Monti dimentica di colpire i parlamentari « Arseniolupin123′s Weblog - gennaio 20, 2012

    […] LEGGI ANCHE: LETTERA APERTA AI PARLAMENTARI […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: