Appello di Marina, professione puttana: “Fateci pagare le tasse, vogliamo aiutare il Paese”

15 Dic

Marina si definisce orgogliosamente una ‘puttana’” e ha inviato al Gazzettino.it una lettera, eccola:

“Scrivo questa lettera perché appartengo ad una categoria di persone che tanto vorrebbe pagare le tasse, ma che in questo paese non gli viene permesso. Mi chiamo Marina, e sono una escort, termine abusato negli ultimi anni, ma non ho problemi a definirmi orgogliosamente una “puttana”.

Le difficoltà economiche della mia famiglia, nel corso della mia carriera universitaria, mi hanno spinta verso la prostituzione, quale unica alternativa valida per continuare gli studi a Roma, lontano da casa, e aiutare la mia stessa famiglia ad uscire dalla grave situazione che stava vivendo. Nel frattempo, mi sono laureata ed ho anche pagato due master col mio lavoro di prostituta, lavoro che non lascio per paura dell’incertezza del futuro, che in questo momento come me riguarda molti cittadini italiani. Le scrivo, direttore, come accennato prima, perchè io, nella mia indiviudalità, mi faccio promotrice di una messaggio molto forte e chiaro, che risuona da anni in Italia, ma che nessuno volutamente ascolta: legalizziamo la prostituzione!

Tanti Paesi civili europei lo hanno fatto da anni. In Italia, la legalizzazione della prostituzione non solo porterebbe tanti milioni, se non miliardi di euro, nelle casse dello Stato, ma risolverebbe indirettamente anche il problema dello sfruttamento della prostituzione e della tratta di esseri umani dei quali sono vittime numerose ragazze non solo dell’Est Europa, ma anche del Centro Africa e sempre più anche cinesi.

In Italia, negli ultimi 20 anni circa davanti ad un problema si è preferito chiudere gli occhi facendo finta che non ci fosse, piuttosto che adottare delle valide strategie per risolverlo. Credo che il Governo Monti debba includere nella sua Manovra sul lavoro, anche la possibilità di legalizzare la Prostituzione, che significa altresì far emergere il “lavoro sommerso” di circa 300.000 individui fra donne/trans/uomini che oltretutto risultano per lo Stato disoccupati. Legiferiamo sulla Prostituzione, fateci pagare le tasse, fateci aiutare il nostro Paese.”

Lettera firmata

20 Risposte to “Appello di Marina, professione puttana: “Fateci pagare le tasse, vogliamo aiutare il Paese””

  1. Fustigor dicembre 15, 2011 a 11:59 am #

    PROMUOVIAMO una CAMPAGNA CONTRO LA CASTA DEI TASSISTI e PER LA LIBERALIZZAZIONE DEL SERVIZIO TAXI in ITALIA – Non è tollerabile che circa 20.000 persone tengano in scacco 60milioni di italiani
    AD ASTRA PER ASPERA, Fustigor

    PS: Su twitter ho aperto un hastag : #TAXILIBERI

    • Amir Mansour dicembre 15, 2011 a 12:22 pm #

      Sfortunatamente non è una casta, ma l’accesso alle licenze è diventato un circolo vizioso. Parti dal pressupposto che le licenze sono a numero chiuso,l’abilitazione viene venduta a prezzi mostruosi.. la compravendita delle licenze avviene quasi esclusivamente da persone che vanno in pensione o che si sono stufate di fare questo lavoro.. si parte dai 130 mila euro in su, naturalmente tutto sottobanco, anche se tutti sanno… chiamalo pure investimento di lavoro, ma capisci che dopo aver lasciato 30 o 40 cambiali in giro per pagare la licenza, sarebbe assurdo vederle liberalizzate.. per questo protestano tanto. Avrebbero buttato nel gabinetto decine di migliaia di euro…
      Ps. Non sono un tassista.

      • Daniele dicembre 15, 2011 a 3:48 pm #

        Vendere una licenza era (è) illegale quindi chi l’ha comprata ha sbagliato.
        Lo stato comunque potrebbe andare incontro ai tassisti che hanno speso molti soldi per la licenza magari proponendogli degli sgravi fiscali per qualche anno.

  2. Alessandro dicembre 15, 2011 a 12:03 pm #

    Legalizzare la prostituzione? Nello stato dell’ipocrisia e del vaticano? HAH!

  3. Pietro dicembre 15, 2011 a 12:26 pm #

    Ipocrisia del Vaticano? Sicuramente si ma ci metterei pure ipocrisia di noi di sinistra e forse anche del mondo femminista. Siamo un pò tutti ipocritici tranne proprio Marina che parla in modo chiaro e aperto del suo “lavoro”. Concordo in pieno con quello che ha scritto, non solo per una questione di bilancio dello Stato ma soprattutto per tutela e dignità della persona. Negare questo significa davvero essere ipocriti.

  4. emilio luccarelli dicembre 15, 2011 a 12:40 pm #

    Scrivo questa lettera perchè appartengo ad una categoria che ha sempre pagato le tasse e vorrebbe godersi per qualche anno la sospirata pensione.
    Sono un ‘operatore nelle industrie metalmeccaniche, volgarmente detto “operaio”. I miei genitori con i loro sacrifici e pagando sempre le tasse…mi hanno fatto diplomare, con quel diploma sono riuscito a trovare un lavoro. Oggi insieme a tutta l’Italia che lavora onestamente continuo a pagare le tasse, anche al posto di chi non le ha mai pagate e per un lavoro onesto vorremmo anche noi una giusta pensione onestamente guadagnata in 35 anni di sacrifici, anzi in 40 anni di sacrifici, anzi no gli anni di sacrifici oggi non contano andremo in pensione a 70 anni!! Ma se i sacrifici non contano allora anche le puttane potranno aver diritto ad accedere alla pensione come libere professioniste si si, dopo tutto anche loro contribuiscono a far star bene l’Italia e magari così come fanno la maggior parte dei professionisti… evadendo pure il fisco…..che idea geniale!!! “Come dire la prendo nel culo per davvero io, mica come gli operai”. Signora Marina ma perchè non ci ha pensato prima!!!… si insomma prima almeno c’era berlusconi che poteva darle sicuramente retta per la sua squallida proposta…stia tranquilla non c’è bisogno dei vostri contributi nel nostro paese.

  5. lupobiancoimpuro dicembre 15, 2011 a 1:07 pm #

    Condivido! Ma non solo a questa categoria.

  6. cogitoergosum dicembre 15, 2011 a 1:15 pm #

    BRAVA MARINA!
    Hai più DIGNITA’ TU che non quell’esercito di MAFIOSI, PIDUISTI, DELINQUENTI, LADRI, NANEROTTOLI, OMINICCHI e QUAQUARUAQUA’ che nascondono le LORO MISERIE dietro la loro INCOMMENSURABILE IPOCRISIA.

  7. g2-2c4d694e1652d026f071b293bc837bef dicembre 15, 2011 a 2:30 pm #

    Brava Marina!
    Lo dico da anni, e sarebbe anche un segno di civiltà.
    Ma siamo nello stato della chiesa e dubito che ciò avverrà.

  8. icittadiniprimaditutto dicembre 15, 2011 a 2:50 pm #

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  9. demcris dicembre 15, 2011 a 3:18 pm #

    A volte le “segnorine” hanno più palle dei nostri prostituti politici!!!!!!!!!!!!!!!Tutti in piedi e chapeau a Marina. Vera ed autentica signora per cuore e sentimento.

  10. sabrina dicembre 15, 2011 a 5:14 pm #

    una donna così intelligente è costretta a prostituirsi mentre le vere puttane siedono superpagate a montecitorio, al vaticano e sulle poltrone dei principali CDA!

  11. Nino dicembre 15, 2011 a 7:28 pm #

    Bellissimo il commento di Sabrina, con la quale concordo al 100%.
    Devo dire che è coraggioso da parte di Marina tutto ciò, e nonostante possa essere d’accordo con lei… riferendomi ad eventuali controlli sanitari, che in uno Stato moderno debbano essere garantiti, e a tutto ciò che ne deriva…

    Mi sorge una domanda….: E tutto quello evaso che il fisco non ha mai controllato??? e non ne ha mai verificato la provenienza????

    Penso che l’Italia non sia pronta nè a questo nè ad altre tematiche sociali importanti… si sà noi siamo quelli della Pizza, Spaghetti, Mafia…. e questa è la perfetta ed “immortale” visione dell’Italia!!!

  12. deltap2 dicembre 15, 2011 a 9:24 pm #

    Mi sembra parecchio triste come proposta e come vita ma di certo sensata ovviamente la proposta, la sua scelta un po’ meno, io non farei la sua vita per niente al mondo.

    • babyduckling dicembre 16, 2011 a 11:48 am #

      Aspetta di non sapere se avrai ancora una casa o se la tua famiglia potrà mangiare prima di dire che non faresti mai un gesto disperato. Quando ho saputo della guardia giurata che è scappata con tutto il furgone portavalori devo ammettere che per un momento ho pensato che per come siamo messi….

  13. deltap2 dicembre 15, 2011 a 9:25 pm #

    ….essere orgogliosa di essere una puttana e’ surreale.

    • babyduckling dicembre 16, 2011 a 11:50 am #

      Fare il figlio di Bossi e guadagnare uno sproposito lo è di più.

  14. babyduckling dicembre 16, 2011 a 11:51 am #

    Ha più dignità Marina.

  15. slasch16 dicembre 16, 2011 a 1:48 pm #

    Tutto puoi chiedere a Monti, ma non questo, è troppo bigotto. Il suo predecessore era contrario per un’altra ragione, non voleva aumentare le spese per i festini.

  16. keokes dicembre 16, 2011 a 9:13 pm #

    Grande dignità di “Donna” Marina e gran commento di Sabrina. Purtroppo la nostra Italia, per certi versi, è abbastanza lontana dalla democrazia vera e preferisce restare legata ad chiesa antica e per tanti aspetti, anche “massonica”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: