Ecco chi sono i leader della protesta dei forconi – Nomi, foto, storie

19 Gen

Imprenditori agricoltori, autotrasportatori, armatori: insomma padroni e padroncini. A guidare la protesta che sta animando la Sicilia in questi  giorni sono i nomi e le storie politiche controverse di uomini cresciuti all’ombra dei poteri forti, ascari di una classe dirigente fallimentare (da Cuffaro in giù) che hanno deciso di mettersi in proprio sfruttando il malcontento popolare nella migliore tradizione gattopardista e con una passione comune:  la morbosa aspirazione ad una poltrona. Ecco chi sono i leader di Forza D’Urto e dei Forconi al netto di miti e leggende:

Martino Morsello

Martino Morsello, 57 anni  di Marsala, ex imprenditore, già deus ex machina di Altragricoltura’. E’ stato consigliere comunale a Marsala dal 1980 al 1993 e più volte Assessore per conto del Partito Socialista Italiano di Bettino Craxi. Nel 2008 candidato all’Assemblea Regionale Siciliana per la lista degli autonomisti a sostegno dell’attuale governatore della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo. Tra i punti del suo programma figurano anche i condoni previdenziali per le attività agricole artigianali ed industriali. Ultimamente si è avvicinato a Forza Nuova partecipando, lo scorso 10 gennaio al congresso nazionale del movimento neofascista dove ha dichiarato: “Forza Nuova, unico partito con cui interloquiamo”. E’ titolare del dominio internet del movimento dei forconi e gestisce, assieme alla figlia Antonella, dipendente di Forza Nuova di Terni, la pagina Facebook del movimento.

MARIANO FERRO

Mariano Ferro, imprenditore agricolo di Avola, ex Forza Italia, ex Mpa con ambizioni in politica, candidato in passato alle amministrative, a sindaco di Avola e poi alla Camera, ma senza successo. E’ intervenuto all’assemblea regionale del Mpa di Raffaele Lombardo (che ha sostenuto alle ultime regionali), svoltasi al Palaghiaccio di Catania il 25 e 26 giugno 2011.

GIUSEPPE RICHICHI

Giuseppe Richichi, 62 anni, da un ventennio alla guida degli autotrasportatori dell’Aias: ex trasportatore, è tra i responsabili di un consorzio che gestisce un autoparco a Catania realizzato con fondi pubblici. Fu proprio Richichi, dodici anni fa, a mettersi a capo della protesta che per una settimana mise in ginocchio la Sicilia. In quell’occasione Richichi, molto abile a tenere i rapporti con la politica tanto ottenere consulenze che  all’assessorato regionale ai Trasporti col governo Cuffaro, finì in carcere con l’accusa di avere tagliato le gomme ad alcuni tir per impedire che aggirassero la protesta, all’epoca ribattezzata ‘tir selvaggio”. Assieme a lui furono arrestati altri due membri dell’associazione, tra cui Nunzio Di Bella, 49 anni, altro storico leader degli autotrasportatori.

Se questa è rivoluzione.

62 Risposte to “Ecco chi sono i leader della protesta dei forconi – Nomi, foto, storie”

  1. TREENACRIA! gennaio 19, 2012 a 11:59 am #

    meglio i vostri palloncini contro berlusconi…quelli si che erano una rivoluzione! PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR

  2. Stefano gennaio 19, 2012 a 12:04 pm #

    Non dubito che qualche infiltrazione strana ci sia,ma è cmq l’esempio da seguire.Bloccare tutto ad oltranza se si vuole ripartire davvero.Non sono certo 2 manifestazioni o 3 ore di sciopero all’anno che faranno cambiare le cose.Se si blocca tutto nel giro di pochi giorni và tutto ko.Una manifestazione,pur portando in piazza milioni di persone(peraltro non succede mai)il giorno dopo è già dimenticata.Vedi le firme x il referendum x cambiare legge elettorale.Con questi politici ci vogliono maniere forti e in italia dimenticate………

    • rafael incazzato gennaio 19, 2012 a 12:27 pm #

      E che cosa ottieni bloccando tutto???? rendi la vita difficile alla povera gente e al solito qualche personaggio come quelli sopra avrà un bel pò di finanziamenti… tutto qua.

  3. alex gennaio 19, 2012 a 12:18 pm #

    Ripeto la domanda già fatta. <Perchè state buttando tutto questo fango? Chi vi spinge a questo? I soci e i compari dei poteri forti in questo caso siete voi che ancor peggio dei media nazionali che stanno ignorando la protesta di una intera popolazione, continuate a denigrare rinnovo l'invito già disatteso venite a vedere di presenza cosa succede nei presidi

    • violapost gennaio 19, 2012 a 12:24 pm #

      Scusa eh, abbi pazienza: Lombardo e Berlusconi li avete messi lì voi, tu e i tuoi amici, siete voi che governate la sicilia da sempre e l’italia da 17 anni, venire a parlare con noi di poteri forti dovrebbe farti sentire ridicolo

      • rafael incazzato gennaio 19, 2012 a 12:28 pm #

        Ma quale intera popolazione… io come la maggior parte dei siciliani vi diciamo “ANDATE A FARE IN CULO…”

      • Francesco gennaio 19, 2012 a 1:00 pm #

        Caro postviola, ti seguo come seguo tanti altri siti che fanno un’informazione (a mio modestissimo parere) non esattamente libera ma comunque diversa da quella della grande sistema di disinformazione italiana (e per questo ti ringrazio). Premetto: sono palermitano ma vivo all’estero e da quando è scoppiata questa “protesta dei forconi” cerco di capire cosa succede in Sicilia. Mi sembra estremamente grave da parte vostra (che dalle piazze avete ottenuto così grande consenso) non considerare minimamente che insieme a questi tre “padroni, politicanti e delinquenti” ci siano persone comuni che manifestano un serio malcontento, senza alcuna aspirazione a una poltrona. Mi sembra altrettanto grave riversare solo sui siciliani (“voi e i vostri amici”) i problemi dell’italia intera. Nonostante abbia stimato in precedenza il vostro lavoro considero l’informazione che state dando di questi avvenimenti estremamente faziosa, “minzolinesca”. Spero che, abbandonate le stupidaggini della “rivoluzione in Sicilia” che ho letto da qualche parte, riusciate a fare un’analisi più degna della situazione, in nome dell’informazione libera di cui ha bisogno il nostro Paese. Pur essendo tutto fuorchè nazionalista, mi rifiuto di commentare invece le contrapposizioni tra gente che appartiene allo stesso Stato. “Voi”, “noi”, “i vostri amici”, “i siciliani vs gli italiani”, “il nord”, “il sud”… Credo siano solo scuse per mantenere il sistema di governo clientelare e corrotto che caratterizza la nostra Italia intera.

  4. salvo stampigi gennaio 19, 2012 a 12:27 pm #

    Cari amici, perchè tali vi ho sempre considerati e continuerò a farlo, io non conosco gli alri due soggetti che in modo esaustivo descrivete, ma conosco Mariano Ferro, mio concittadino, del quale avete scritto la mini storia politica e tra le altre cose, che è intervenuto nel congresso dell’mpa a catania nel giungno scorso, video che io ho avuto modo di vedere e di apprezzare, perchè già in quella occasione, Mariano Ferro, intervenne denunciando la mediocre politica nazionale e regionale, defilandosi in seguito, anche dall’mpa. Bene, se cambiare opinione su alcuni movimenti o partiti politici è un reato, tanto vale farlo arrestare subito…in caso contrario, mi pare che non ci sono macchie sul passato o sul presente di Mariano Ferro…Dei tre, conosco lui, e di lui mi fido e si fidano migliaia di persone oneste e per bene; è una brava persona, e si presta a dare tutte le spiegazioni che vorreste avere in merito a presunti contatti con quel branco di fascisti, cosa che ha già fatto nella sua bacheca di facebook, aperta a tutti….Con amicizia, Salvo..

    • Carmen Attardi gennaio 19, 2012 a 5:24 pm #

      Confermo in pieno e metto una mano sul fuoco sulle buone e disinteressate intenzioni di Mariano, l’interesse è comune. E comunque i veri leader sono le persone che stanno tenendo attivi in forma pacifica i presidi….nonostante sia evidente che bisogna studiare azioni che non compromettano altre attività che rischiano forte perdite.

  5. Mattia Cresta gennaio 19, 2012 a 12:59 pm #

    Non capisco l’utilità di questa attività, molto impegnativa a quanto vedo dai post, finalizzata alla marchiatura uomo per uomo. Fate invece un elenco deli assenti: popolo viola, M5S, partiti di sinistra, indignados vari (ci sono tanti ragazzi dei centri sociali, la vera sinistra c’è in Sicilia tra la gente, senza bandiera però).

    Io la penso esattamente così:

    “Interroghiamoci sulle assenze, del presente e del passato, a tutti i livelli sia sociali che istituzionali e su chi non appoggia le proteste siciliane facendole proprie incondizionatamente. Solo in un mondo sottosopra si darebbe la caccia a chi appoggia il popolo in protesta e non faremo certo pubblicità a coloro che lo fanno vedendolo come scopo finale di questa protesta, come un loro assurdo contributo rovesciato schizofrenicamente rispetto agli ideali di lotta popolare.

    Nonostante questa osservazione, vi proponiamo un racconto molto personale, ma che ben rispecchia la rabbia e il disagio, visti dal di dentro delle case, delle persone e delle vite reali.

    In questo racconto scopriremo che ci sono ragazzi, appartenenti a diversi movimenti, che accorrono in sostegno delle persone, senza badare alla loro bandiera. Chi bada al colore delle bandiere in questo momento è come lo spettatore di un Truman Show che non si rende conto che realtà locali, territoriali e personali non possono essere idealizzate, ma solo affrontate e risolte con solidarietà e senso pratico.”

    http://pensareliberi.com/2012/01/19/movimento-dei-forconi-la-rabbia-nel-cuore-della-protesta-interroghiamoci-semmai-sulle-assenze/

    • dakamon gennaio 19, 2012 a 2:06 pm #

      i cittadini di Pachino, dove si produce il ciliegino, incaxxati con il sindaco, lo cacciano e lo salva la polizia. (guarda video http://www.pachinocamnews.it/videoBIG.asp?idvideo=509 ) Berlusconi e LOmbardo l’abbiamo messo noi, anche il sindaco di Pachino abbiamo messo lì dove siede. Ora abbiamo capito di essere stati presi in giro, da Lombardo, Berlusconi e anche dai tanti sindaci di Pachino sparsi per la sicilia: per questo siamo mafiosi, fascisti, sfascisti e deliquenti?

  6. Riccardo Micale gennaio 19, 2012 a 1:56 pm #

    un momento, un momento! Facciamo ordine. I mafiosi organizzino proteste contro il 41bis. I fascisti contro la perfida Albione. Che ne capiscono di caro gasolio? Che poi manco caro è

  7. vito gennaio 19, 2012 a 2:08 pm #

    Questi elementi di dubbia affidabilità sono solo infiltrati in un movimento popolare nato spontaneamente da persone che sopravvivono tra gli abusi di una crisi creata dalla casta e da un sistema socio-economico europeo creato per salvare il culo a pochi “eletti” sul sangue dei popoli.
    Non è accettabile considerare l’anima siciliana in rivolta solo un’espressione di un’area politica come FN (parassiti del movmento e non promotori).
    Eppure dovrebbe essere chiara sta situazione al Popolo Viola… visto che è stato etichettato come “burattini di Di Pietro”… peccato che poi si caschi in certe trappole mediatiche!

  8. Gabriele gennaio 19, 2012 a 2:13 pm #

    per favore prima leggete un’articolo che analizza bene la situazione e poi parlate…

    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9703

  9. emanuele gennaio 19, 2012 a 2:25 pm #

    Provate a far guardare il dito per impedire che chi vi legge guardi la luna. E’ innegabile che in sicilia sia in atto una vera rivolta di popolo. I blocchi ed i presidi si stanno moltiplicando. Sono sempre di più quelli che in modo spontaneo aderiscono alle varie forme di lotta. Perchè non scrivete che ai presidi partecipano decine di migliaiadi agricoltori, disoccupati, pescatori, disoccupati, studenti, donne, anziani e giovani ridotti in miseria prima da berlusconi e adesso dalla macelleria sociale condotta da monti ? Voi dirigenti del virtuale popolo viola con in tasca la tessera del pd ( che sostiene monti e che alla regione sicilia è alleato del boss lombardo) o lo stipendio del sindacato ( che svende i diritti dei lavoratori) siete sempre più simili al pdl del nano che a parole dicevate di voler combatte e a cui, nei fatti, somigliate sogni giorno di più. Non fate altro che denigrare e offendere quanti stanno partecipando in modo spontaneo a questa ribellione popolare utilizzando il metodo boffo tanto caro ai vari feltri, belpietro, sallusti da cui avete appreso l’arte del gettare fango a palate. Vergognatevi!

  10. grazia gennaio 19, 2012 a 2:38 pm #

    3 soggetti a fronte delle centinaia di migliaia che stanno protestando? ma dai!
    è normale che tra i siciliani ci siano anche coloro che non apprezzano la manifestazione…ma se credete di screditarla elencando 2 o 3 soggetti che dovrebbero appartenere a questo o a quel gruppo politico, siete davvero ridicoli!
    in mezzo ai manifestanti, IO (perchè io ho visto con i miei occhi…voi invece?) vedo tanta gente disperata, a cui non importa più nulla di quel che pensate voi politici o pseudo tali. gente, x inciso, che ha idee politiche eterogenee, diverse…eppure tutti uniti stavolta nel gridare l’indignazione!
    il vostro tentativo di sminuire questa protesta perchè per una volta viene dalla gente è assurdo: non avete interessi vostri, non avete da guadagnarci e dunque gettate fango! invece di fare l’elenco dei presenti, perchè non fate l’elenco degli assenti? delle varie forze politiche che in tempo di tasse, di elezioni o di che altro, ci cercano…e quando invece non hanno nulla da guadagnarci, si defilano? o peggio ancora, fanno come voi, che denigrate?
    la bassezza si deduce da una vostra frase “Lombardo e Berlusconi li avete messi lì voi, tu e i tuoi amici, siete voi che governate la sicilia da sempre e l’italia da 17 anni (..)” ma non vi vergognate? a parte che i problemi del meridione non sono iniziati con berlusconi, ma con l’unificazione d’italia…comunque sia, tornando ai giorni nostri, la colpa della situazione della sicilia..anzi, stando alle vostre parole, dell’Italia intera, è solo dei siciliani? noi abbiamo sicuramente le nostre colpe, abbiamo sbagliato ad appoggiare in passato certi politici…in parte ci siamo rovinati da soli…ed ora, che dovremmo fare? starcene zitti a scontare le nostre colpe in eterno? ci chiedete di starcene buoni, mentre i nostri politici guadagnano 15mila euro al mese? no grazie, noi abbiamo reagito! in democrazia, il cittadino elegge, fa una scelta, a volte sbagliata. se sbaglia, è un suo diritto rimediare senza che gli venga rinfacciato l’errore. non è invece un diritto di chi dovrebbe rappresentarci salire al potere e dimenticarsi del popolo. se tra noi siciliani c’è qualcuno che non apprezza l’agitazione, ha il diritto di dissociarsene. ma voi, puntandoci nuovamente il dito contro, indicandoci come gli unici responsabili della rovina di un Paese, avete dimostrato quanto valete. poco.
    ps: chi vi scrive non fa parte né del partito MPA, né di Forza Nuova. Solo della Sicilia arrabbiata.

    • violapost gennaio 19, 2012 a 2:42 pm #

      Bravo, peccato che i tre soggetti siano i leader e fondatori

      • grazia gennaio 19, 2012 a 2:51 pm #

        semmai bravA.
        Ad ogni modo, ammesso che siano loro i fondatori, alla gente non interessa questo! non interessa se ci sia forza nuova o il pd dietro! non interessa perchè, tolti questi soggetti, restano centinaia di migliaia di persone che vogliono riscattarsi. gente che è di destra, di sinistra, di centro (ammesso che queste distinzione effettivamente esistano ancora, politicamente parlando)ripeto, anziché elencare i presenti, bisognava elencare gli assenti..tutti quelli di qualsiasi fazione che, quando si è trattato di chiedere per guadagnarci loro, non hanno esitato a farlo! senza stare lì a preoccuparsi se i siciliani avessero in passato votato per tizio o caio! adesso che invece non serviamo più, si punta il dito contro e si rinfacciano gli errori! se davvero volete scrivere un articolo obiettivo, che tenga conto di ogni punto di vista, andate a parlare con i manifestanti! chiedete loro se interessa chi ci sia dietro l’agitazione…vedrete che si dissoceranno da qualsia forza politica, perchè non è questo che interessa loro.

      • Riccardo Falcone gennaio 19, 2012 a 2:55 pm #

        Una manifestazione populista pilotata da 4 faccendieri! Non dubito che siano leggitime le motivazioni e corrette le persone che vi aderiscono, ma la protesta è un caos!
        Cosa lamentano?!? Caro Vita, caro gasolio, malapolitica, mancanza di crescita del paese! Si lamenta tutto e niente facendo generare il caos sull’onda dell’emotività. Sono stato ai presidi di Palermo e Catania ma ho visto solo rabbia e nessuna proposta! Se vogliono il caos io non ci sto! che ci pensino bene prima di andare a votare o di scegliere la loro classe dirigente se siamo ridotti così è causa di quel populismo “tantu su tutti li stessi”!!
        Fate bene ad informare sui dubbi della manifestazione!

      • Riccardo Micale gennaio 19, 2012 a 3:29 pm #

        che siano stati questi soggetti ad organizzare tutto la dice lunga sullo stato di abbandono della Sicilia. Almeno oggi qualcosa di positivo la stanno facendo, a prescindere dai loro veri interessi personali: dare parola a chi non ce la fa più e farla sentire fino a Roma e in tutta Italia. Se aspettiamo i governanti locali, stiamo freschi.

      • dakamon gennaio 19, 2012 a 3:30 pm #

        200 mila persone in Sicilia sono scese in piazza. L’hanno ritenuta una buona alternativa all’impiccaggione, cosa già successa ad alcuni imprenditori isolani. Questo è il motivo della protesta. Io da agricoltore ho aderito, non conosco chi sia Morselli o altri, ma so che negli ultimi tre anni ho lavorato 10 ore al giorno nelle serre per produrre ciliegino che voi comprate a 5 euro al chilo e io vendo a 80 centesimi. in tre anni sapete qual è stato il mio guadagno? UNA PERDITA DI 50 MILA EURO!!!!!! QUESTE SONO LE RAGIONI DELLA PROTESTA E SINCERAMENTE DI MORSELLI NON MI INTERESSA UN BENEMERITO.

    • pinoilvicino gennaio 19, 2012 a 4:05 pm #

      Le “rivoluzioni” lanciate e guidate dai padroni mi lasciano sempre più che perplesso.
      Se non sbaglio, in Sicilia 61 circoscrizioni su 61 hanno votato per Berlusconi e nessuno ha protestato: niente blocchi, niente proclami di fuoco, niente spinte rivoluzionarie. Neppure quando divenne evidente a tutto il mondo che, oltre a risolvere i suoi personali guai giudiziari e a divertirsi a spese dello stato, Berlusconi si è preoccupato solo di portare da 1.600 a 1.900 i miliardi di euro del debito pubblico, negando l’esistenza della crisi perfino quando la gente da anni faceva i salti mortali per arrivare a fine mese. Per lui gli italiani erano “benestanti”! La Sicilia, come altre regioni, estasiata applaudiva le mirabolanti imprese di cotanto governante.
      Ora che ce ne siamo liberati e il Truman Show è crollato, salgono le grida contro… il malessere e “i politici”!
      Lungi da me l’accusare la Sicilia di tutti i guai del paese. Però è questo movimento dei forconi (che fa rima con padroni) a dire che la rivoluzione viene dalla Sicilia: l’unica regione che diede il 100% della propria adesione ai governanti che hanno dato il colpo di grazia all’Italia. Cambiare opinione è un diritto, ma non siamo bambini da prendere in giro facilmente…

    • Vito gennaio 20, 2012 a 4:35 am #

      Brava, non ho parole ….. hai espresso il concetto alla grande!!

  11. varanasygirl gennaio 19, 2012 a 2:50 pm #

    Il rispetto che avete delle opinioni altrui sta tutto nell’attento filtraggio dei commenti.
    E comunque, quand’è che tornate a scendere in piazza per la libertà di espressione?
    Vediamo se questo lo pubblicate, INVERTEBRATI.

  12. vincenzoaliasilcontadino gennaio 19, 2012 a 3:13 pm #

    Per fortuna che ce Super Mario…
    Che vi piaccia o no l’Uomo del Monti, ha fatto boomerang! Liberalizzazioni?Allora,perché disdetta convenzione con Equitalia per pagare il bollo?Perché aumentare l’Iva su Gpl domestico che solo da me,pensionato incassa 441€?Sarà perché non si possa usare il plurale per questa valuta spazzatura, di cui si sprecano miliardi pur sapendo che il default è a breve? Io credo che Casini,Fini e George pur di disarcionare Berlusconi liberalmente eletto dai cittadini hanno assoldato con lauto appannaggio da“Senatore a vita”proprio chi con i loro consigli ci hanno portato al disastro del Deficit Pubblico o scambiati per esperti Economici Casini ex braccio Sinistro di Forlani e Fini del Destro ritenuto“Uomo Nero?”Pensaci Giacomino!Scetati!
    http://vincenzoaliasilcontadino.wordpress.com/2012/01/19/per-fortuna-che-ce-super-mario/

  13. Frida gennaio 19, 2012 a 3:43 pm #

    premettendo che in Sicilia per 30 anni hanno votato DC e per 20 Forza Italia, questi signori sono responsabili e collusi con il sistema che contestano…..redenzione in corner o disprato tentativo di attaccarsi alla solita poltrona per mangiarsi, come di dice da noi, l’ultima manciata di calìa? meditate

  14. Riccardo Micale gennaio 19, 2012 a 4:18 pm #

    ok, l’abbiamo voluta noi. Meditiamo e non azzardiamoci a protestare. A proposito, sapete che è previsto un blocco tir in tutta Italia dal 23 gennaio? Sapete che a Genova la situazione è calda? E che a Spoleto già sono fermi? Lì li sostiene il PRC, forse si sono alleati con la DC e con Berlusconi. Mi sa che se parliamo di cricket, alla fine si finisce sempre a parlare di Berlusconi. Mi spiace, la cenere in testa semmai ce la mette l’Etna, non abbiamo bisogno di altri accusatori

  15. Giuseppe gennaio 19, 2012 a 4:36 pm #

    Tanto per correttezza, il dominio http://www.movimentoforconi.it risulta NON registrato, al contrario di ciò che Voi sostenete attribuendolo al sig. Morsello

  16. Forcone più che mai gennaio 19, 2012 a 5:46 pm #

    il popolo viola invece ha ottenuto di gran lunga tante cose…. non vi siete preoccupati ne di andare tra la GENTE che sostiene il movimento, nei presidi, ne di ascoltarli (nessuno di noi ha leader..e a prescindere, vorrei conoscere i vostri…per la serie: “il PD è casa mia…complimenti!!)..il mio unico leader?
    LA FAME..
    VERGOGNATEVI TUTTI QUANTI!!!
    MA
    vi prego, continuate con questa falsa informazione…ci state regalando più adesioni voi, di chiunque altro…

    ps: sono un forcone di sicilia. mai stato un mafioso, ne uno di dx..ne tanto meno di FATTI FORZA..complimenti..viva l’informazione libera…si…di dire cazzate.

  17. alessandro gennaio 19, 2012 a 6:31 pm #

    Vorrei fare una precisazione: ogni volta che la base reale organizza qualche manifestazione, che realmente invoca cambiamenti e innovazioni, ciò è sempre malvisto dall’establishment, che di solito fa smanganellare tutti. In questo caso però, nonostante il teppismo squadrista di questi “forconi”, la polizia non ha mosso un dito: a roma hanno spaccato il naso a un ragazzino francese, perchè sedeva in piazza san pietro, li invece si vedono dei musi loschi da mafiosi, che disfano tutto, e nessuno gli fa nulla. A me allora non sembra un movimento popolare, scaturito dal basso, mi sembra più una forzatura del clientelar-corporativismo mafioso siculo, che per cercare di mangiare ancora di più, sulla pelle dei siciliani, sta tentando di smarcarsi (solo simbolicamente) dal vecchio dinosauro centro-destra, il tutto solo per continuare a mangiare indisturbato. Il brutto è che qualche siciliano, e non la maggioranza, questo va detto ad alta voce, si è fatto convincere da tutto questo, altri, ancora peggio, sanno benissimo di ciò e ne sono conniventi. è inutile che francesco pretenda che sia una rivoluzione, non lo è…e se andrà a segno…vi ritroverete cosanostra, con i vari cuffaro, lombardo, e marciume vario, ancora più radicati e fortificati al potere.

  18. salvatore familari gennaio 19, 2012 a 8:37 pm #

    certo tanto è vero che la protesta è, al solito, rivolta contro Roma(ricordate “il giorno della civetta” di Sciascia?).
    Il “male”è, e deve essere collocato fuori della Sicilia, sempre. È il vecchio trito e ritrito ribellismo siciliano fatto -solo-di richieste economiche e del”cambiare tutto per non cambiare nulla” e lasciare poi le cose ..come stanno! e difatti il capoluogo, Palermo, non è stato criticato.. stavolta però non ci caschiamo, sappiamo chi siete e non ci incutete ne paura ne pietà alcuna neanche se impugnate i “furcuni”.

  19. pipporantrisca gennaio 19, 2012 a 8:44 pm #

    Ma svegliatevi, cribbio! Ancora non capite che questa presunta “rivoluzione” è voluta per far passare il concetto “tutti colpevoli, nessun colpevole”??

    E allora … allora andate a rompere i cabbasizi a coloro che avete votato, ai poteri forti (banche in primis) e a coloro che vi hanno illuso nel passato con le loro promesse, come ora vi stanno perculando questi tre che alla fine otterranno solo visibilità per loro stessi e qualcosina per le loro categorie. E non venite a dire che ” io quello lo conosco e posso giurare che è in buona fede” oppure che “non contano loro ma la massa che sta facendo le proteste” xchè poi alla fine attorno al tavolo si siederanno LORO non VOI!!! Svegliaaaa!!!!

  20. geleselibero gennaio 19, 2012 a 8:54 pm #


    chissà chi è quella lì accanto a fiore…

  21. alex gennaio 19, 2012 a 11:20 pm #

    ma che cazzo dici ti assicuro che io non ho MAI VOTATO Lombardo o Berlusconi o chi li precedeva, ma non mi hai risposto CHI TI PAGA per buttare tutto questo fango? sono due giorni che vi invito a venire a vedere eppoi giudicate perchè non si vede nessuno siete dei radical chic rivoluzionari da salotto

  22. Luigi gennaio 20, 2012 a 9:57 am #

    La dittatura fascista è iniziata proprio così , con qualcosa di simile, la marcia su Roma, non mi fido affatto di chi usa questi metodi poco democratici per affermare le proprie ragioni, non lasciando ai cittadini la possibilità di scegliere senza intimidazioni, sappiamo chi sono i promotori di questa protesta e già basta, non conosciamo i fini.
    Perchè non vi ribellate contro le mafie allo stesso modo ?
    E col governo Berlusconi non avete alzato un dito ? e non sono un seguace di Monti.

    • alex gennaio 20, 2012 a 5:02 pm #

      Ragazzi io ho 50 anni ve lo dico col cuore ripeto per la millesima vota venite a vedere il popolo è la; sicuramente, in una situazione del genere, ci possonno essere stati eccessi ma al 100% vi garantisco è una protesta spontanea che nessuno si aspettava. Vi dico solo una cosa sono 2 giorni che cerco di parlare con qualcuno di questi viola senza che nessuno mi dia ascolto, non mi danno neanche la possibilità di spiegare alla faccia della democrazia. Vi stanno usando, ma tranquilli la storia si ripete è successo anche a noi 30 anni fa, ma ora basta ho scritto veramente col cuore senza offendere nessuno. Me ne torno in strada, non rispondo più ciao

  23. Riccardo Micale gennaio 20, 2012 a 11:48 am #

    ok, mi avete convinto. Da oggi regole nuove: chi ha votato PdL e Mpa perde qualsiasi diritto di protesta, così impara e la prossima volta ci pensa 2 volte. Impuniti che non sono altro, protestano loro..

  24. Riccardo Micale gennaio 20, 2012 a 11:52 am #

    e la prossima volta ci ribelliamo esclusivamente contro le mafie, denunceremo il pizzo come si fa al nord. Lì sì che sono uomini senza macchia e senza paura. Alcuni invece di denunciarli li intimidiscono addirittura, molti estorsori calabresi al nord hanno chiesto la protezione delle forze dell’ordine.

  25. geleselibero gennaio 20, 2012 a 1:17 pm #

    se questa protesta fosse nata quando Berlusconi era al governo buona parte di parlamento, di violacei, di IdVini, e di scrittori e lettori su

  26. geleselibero gennaio 20, 2012 a 1:18 pm #

    se questa protesta fosse nata quando Berlusconi era al governo, buona parte di parlamento, di violacei, di IdVini, e di scrittori e lettori su questo post sarebbe scesa in piazza!

    • geleselibero gennaio 20, 2012 a 3:01 pm #

      centinaia di mafiosi e forzanovisti in sfilano a Gela

      • Carolus gennaio 20, 2012 a 7:27 pm #

        tu li conosci tutti a centinaia per definirli mafiosi e forzanovisti? non vedo simboli forzanovisti, Mi pare che la diffamazione sia ancora un reato..ma qui nessuno diventa viola per la vergogna?

    • geleselibero gennaio 20, 2012 a 8:20 pm #

      carolus, quando hai tempo ti spiego il significato 2 parole nuove per te: Ironia e sarcasmo!

  27. Carolus gennaio 20, 2012 a 7:23 pm #

    COMUNICATI UFFICIALI DEL MOVIMENTO DEI FORCONI 20/01/2012

    1° Comunicato Ufficiale:
    Martino Morsello è pregato di chiarire la sua posizione nei confronti delle voci che lo danno vicino a Forza Nuova, io e Mariano Ferro fondatori del movimento prendiamo le distanze da Morsello e Forza Nuova. (Giuseppe Scarlata)

    2° Comunicato Ufficiale
    Ci dissociamo da Forza Nuova e da qualsiasi forma di fascismo sia io che Mariano Ferro, siamo contro queste ideologie e i soggetti che li mandano avanti e fino a quando non capiamo da dove viene la strumentalizzazione che ruota attorno al MOVIMENTO DEI FORCONI gli unici a diffondere notizie ufficiali sono Giuseppe Scarlata e Mariano Ferro. LE ALTRE CONSIDERATELE NULLE.

    3° Comunicato Ufficiale
    Ci dissociamo da tutti i movimenti dei forconi che stanno nascendo in tutta Italia non coordinati dal vero movimento dei forconi siciliani che a livello nazionale è legato solo al movimento pastori sardi e in sicilia ha solo due portavoce: Giuseppe Scarlata e Mariano Ferro.

    4° Comunicato Ufficiale
    “Stiamo andando alla polizia postale con tanto di nomi e cognomi per denunciare gente di Forza Nuova che su facebook sta facendo nascere profili di FN legati al Movimento dei Forconi. Questa è una cosa che non è sopportabile.”
    (Mariano Ferro a SKY tg24)

  28. vito gennaio 20, 2012 a 8:58 pm #

    E invece chi sono gli amministratori di questo Post Viola???? Io penso e credo ad una frase: Chi è senza peccato scagli la prima pietra!!!!!!

  29. giggio gennaio 20, 2012 a 10:54 pm #

    violapost è stato fondato per decreto dal governo monti per delegittimare tutto ciò che si oppone al suo illuminante operato. è in un articolo del decreto “salva italia”. alla spazzatura non c’è mai fine… complimenti a violapost e al suo razzismo elegante

  30. giggio gennaio 20, 2012 a 10:57 pm #

    credo di non aver mai visto un movimento elitario come quello di questo popolo viola dai tempi del klu klux clan.

  31. riccardo gennaio 20, 2012 a 11:49 pm #

    Ritengo tali manifestazioni condivisibili nello spirito che le animano ma nella pratica inutili. Tali blocchi hanno l’unica conseguenza di creare disagi alle persone che devono recarsi al lavoro, alla scarsita’ di benzina e di generi alimentari. Alla fine danneggia principalmente chi queste manifestazioni le fa e le condivide, e fra qualche giorno cadranno nel dimenticatorio come sempre. Ma ci sono 2 strumenti in nostro possesso che ritengo piu’ efficaci: 1) boicottare le prossime elezioni non andare TUTTI a votare, in tal caso nell’impossibilita’ di eleggere qualcuno si dovra’ scendere a patti e perche’ no, magari proporre una persona del popolo qualcuno che queste manifestazioni le sta organizzando. 2) ritirare tutti i nostri soldi dalle banche e chiudere i conti. Tali iniziative troveranno sicuramente piu’ attenzione, si fara’ molto piu’ male al sistema (politica/banche) attaccandolo dall’interno in modo legale e non scontrandosi frontalmente con esso, perche in questo caso loro hanno il potere e queste manifestazioni seppur nobili nelle intenzioni, rischiano di trasformarsi in una “guerra tra poveri”.

  32. mb gennaio 21, 2012 a 12:03 am #

    Alla gente interessa eccome chi è a capo del movimento!! Certo non a quei lobotomizzati che hanno votato forza italia per quasi un ventennio..non si sono fatti domande per 20 anni perchè dovrebbero cominciare ora.? Noi siciliani siamo stufi di farci utilizzare da corporazioni e caste che hanno vissuto di sussidi tutta la vita e ora che le cose si fanno piu strette affamano il loro stesso popolo!!!
    Nessuno è buono o cattivo per appartenenza, sono le azioni che stabiliscno se fai bene o male e loro stanno facendo malissimo!
    Resistenza
    http://www.facebook.com/groups/194460887318766/194601003971421/

  33. martinodb gennaio 21, 2012 a 4:46 pm #

    La macchina del fango è sempre attiva. Basta dire: Ma chi c’é dietro? Ma questi dov’erano prima? e via discorrendo.
    Ecco perché gli stranieri ci sfottono. A noi Siciliani piace farci male fra di noi. Abbiamo l’animo del suddito che ci volete fare.

  34. Riccardo Micale gennaio 22, 2012 a 1:05 am #

    Martino, ottima sintesi

  35. Riccardo Micale gennaio 22, 2012 a 1:07 am #

    comunque va riconosciuto all’amministrazione di violapost la correttezza, almeno su questa pagina, le altre non le conosco ancora

  36. Ettore gennaio 22, 2012 a 5:29 am #

    Ho avuto modo di parlare nei posti di blocco di Floridia e Solarino con i tanti partecipanti alla protesta. Piena condivisione di certi contenuti del progetto, ma sulle modalità di esecuzione della protesta ciò che abbiamo verificato è stato completamente sbagliato.
    Non è possibile che nei supermercati debbano mancare generi di prima necessità spostando la protesta contro le famiglie e i bambini siciliani. Quale consenso si vuole ottenere, bloccando le persone che si devono recare a lavorare. E’ vero c’è tanta esasperazione ma aè altrettando vero che c’è soprattutto tanta esaltazione.A questo punto, bisognerebbe iniziare a chiedersi cosa c’è “davanti” ai , non cosa, o chi, c’è “dietro”. Vale a dire, cosa potrà restare, dove potrà approdare, quali prospettive si potranno dischiudere davanti ad una protesta confusa dentro la quale, simultaneamente, si sono mossi e si sono venuti incrociando interessi definiti, domande confuse, malesseri sociali, opportunismi di potere, protagonismi populistici, ansie di rivolta, accendendo una miccia che rischia di deflagrare davanti ad un sistema politico-istituzionale in profonda crisi di rappresentanza e di riconoscimento. La vischiosità e gelatinosità del sistema di potere in Sicilia mostrano tutte le loro ataviche debolezze e contraddizioni, accentuate da una crisi finanziaria senza precedenti, mentre il Governo Monti prova a rimettere in sesto un sistema-Paese, che sinora Berlusconi-Schettino aveva guidato come fosse il “Concordia”. Nelle fasi di gravi crisi economico-sociali, i furori di “rivolta” non producono uno stato di avanzamento, ma solo caos, mentre una democrazia oziosa può morire davanti alle sue inconcludenze o alla logica del . Si fa presto a dimenticare,..…anche a dimenticare che negli ultimi 3 anni Berlusconi-Schettino (per non dire degli altri 5: 2001-2005) ha guidato il Paese illudendoci con il ritornello….. In modo speculare, l’invito dei al “popolo” e alla “gente” di Sicilia e del Sud perché aderiscano in massa alla “rivolta”, somiglia all’invito illusorio e patetico delle Brigate Rosse che, uccidendo politici, magistrati, giornalisti, industriali, volevano convincere, negli anni ’70, le “masse” a compiere – finalmente!!! – la rivoluzione. Ho l’impressione che più prosegue questa rivolta, più si allarghi il solco tra i rivoltosi e i cittadini, facendo precipitare ulteriormente il clima di anomia sociale e politica che ammorba questo paese, come non avevamo conosciuto, dal secondo dopoguerra.

  37. DE BENEDETTO VINCENZO gennaio 22, 2012 a 11:37 am #

    Il SUD HA BISOGNO DI UNA SCUOLA POLITICO _MANAGERIALE- UN ORGANISMO FINAZIARIO ,CREARE UN NUOVO BANCO DI SICILIA O DI NAPOLI O SIMILARE CON I RISPARMI DEI MERIDIONALI. IL MERIDIONE é CONSAPEVOLE DI QUESTA LACUNA,CARENZA ;APPRESTIAMOCI A COSTRUIRE UNA SCUOLA PER I FIGLI DEL SUD IN FORUM INTERNAZIONALI. PER IL MOMENTO RITENGO INUTILE QUALSIASI
    RICHIESTA RIVENDICATIVA VIGILARE E’ COMPITO DEGLI ITALIANI GRAZIE PER LA LETTURA OSSERVATORIO ROMANO DBV

  38. francesco gennaio 22, 2012 a 12:53 pm #

    é solo una guerra tra poveri,fatevi una domanda a cosa ci a portato questa protesta?
    la benzina si e venduta in grandi quantita
    la citta deserta = vendite dei negozianti =0
    i forconi non penzano che anno dato una forconata a tutte quelle famiglie già disagiate
    io vi dico: vergognatevi e il forcone usatelo per lavorare

    • geleselibero gennaio 23, 2012 a 12:22 pm #

      le forconate alle famiglie disagiate non le stanno dando i forconi. Smettiamola con queste concusioni superficiali

  39. frakua86 gennaio 25, 2012 a 11:53 am #

    Ecco la risposta ufficiale su tutta questa storia da parte di Ferro che replica duramente a Morsello: Ecco cosa dice Ferro riguardo questa storia: http://www.palermoreport.it/newsflash/forconi-in-piazza-ferro-a-morsello-fai-chiarezza-e-scendi-in-piazza-con-noi

Trackbacks/Pingbacks

  1. Forconi in Sicilia « Il Malpaese - gennaio 19, 2012

    […] https://violapost.wordpress.com/2012/01/19/ecco-chi-sono-i-leader-della-protesta-dei-forconi-nomi-fot… Share this:CondivisioneFacebookTwitterDiggRedditStumbleUponLike this:LikeBe the first to like this post. […]

  2. Ah dura terra … « Trentamila Piedi sopra lo Stivale - gennaio 20, 2012

    […] e quindi di bocconi amari ne ho dovuti inghiottire un bel po’, riporto volentieri questo post: leggete la provenienza politica di questi personaggi. Sono tutti, dico tutti, fra coloro che nel […]

  3. Forconi Farlocchi? « L'Irritabile - gennaio 20, 2012

    […] Altra questione è poi quella dei cosidetti leader del movimento, che sembrano essere tutte vecchie facce della politica […]

  4. Ecco chi sono i leader della protesta dei forconi – Nomi, foto, storie « Il Post Viola | Diarioelettorale Weblog - gennaio 21, 2012

    […] Ecco chi sono i leader della protesta dei forconi – Nomi, foto, storie « Il Post Viola. Rate this: Segnala e CondividiStumbleUponDiggRedditTwitterEmailFacebookLike this:LikeBe the first to like this post. This entry was posted in Cronaca, Documenti and tagged autonomisti, forconi, Forza Nuova, Giuseppe Richichi, Mariano Ferro, Martino Morsello, Miccichè, mpa, storia by diarioelettorale. Bookmark the permalink. […]

  5. Ecco chi sono i leader della protesta dei forconi – Nomi, foto, storie « Il Post Viola | ItaliaElezioni - gennaio 22, 2012

    […] Ecco chi sono i leader della protesta dei forconi – Nomi, foto, storie « Il Post Viola. […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: