Europei calcio 2012, il web contro la Uefa: “Basta strage di randagi in Ucraina”

31 Gen

Li chiamano Dog Hunter, squadroni della morte che girano per le strade delle città ucraine a caccia di cani e gatti da sterminare senza pietà: i randagi più fortunati vengono abbattuti sul posto a colpi di pistola o a bastonate; altri, invece, vengono catturati e sepolti vivi nelle fosse comuni. Agli animali più sfortunati tocca invece la brutta sorte di finire, dopo essere stati storditi, nei forni crematori mobili piazzati in ogni angolo di Kiev e Leopoli. Obiettivo? Rendere “presentabili” le città che ospiteranno le partite di calcio degli europei 2012.

Daniela Martani

Naturalmente, tacciono i media internazionali e tace la Uefa. Del resto, cosa volete che valga la vita di migliaia di randagi di fronte ai milioni di euro che girano attorno a quest’evento che di sportivo, a questo punto, ha davvero poco.  Ma per fortuna non tace il web da cui, da settimane, fioccano appelli e inviti al boicottaggio degli europei 2012. Uno di questi arriva da Daniela Martani, ex hostess Alitalia, attrice e cantante, testimonial involontaria di questa battaglia impossibile contro il dio business: “il mio amore per gli animali credo sia innato -ci dice Daniela- una di quelle cose inspiegabili che molti definiscono attitudini karmiche. Ho sempre avuto animali e proprio questo grande amore mi ha portato a fare la scelta di diventare vegetariana quando avevo 17 anni”. In questi giorni, gli appelli di Daniela hanno fatto il giro dei social network: “quello che sta succedendo – ci spiega- è che per dare la parvenza di avere le città in ordine per questo grande evento, l’Ucraina ha deciso che il modo più veloce per liberare le città dai cani e gatti randagi fosse quello di sterminarli nei modi più brutali”.

Eppure, spiega Daniela, “la Uefa dice di aver stanziato soldi per fare in modo che venissero realizzati canili che poi, in realtà, non sono stati mai costruiti. Quello che possiamo fare noi è protestare, il tam tam è fondamentale affinché la notizia si diffonda il più possibile. Ai tifosi viene chiesto di mettere in ogni stadio uno striscione con scritto “No alla strage dei randagi in Ucraina, europei 2012” con la speranza di sensibilizzare anche chi con il calcio ci vive: calciatori, dirigenti club”.

Ma soprattutto i tifosi che sembrano, al momento, quelli più sensibili agli appelli lanciati da Daniela Martani assieme al fotografo italiano Andrea Cisternino che per primo ha documentato, con i suoi reportage, i massacri dei randagi nell’ex repubblica sovietica. E’ grazie al loro impegno per questa causa che domenica scorsa, all’Olimpico di Roma, un gruppo di tifosi ha esposto un primo striscione (foto).

Roba da animalisti? Nient’affatto: “Sono d’accordo con Gandhi – precisa Daniela – quando dice che la civiltà di un popolo si misura dal modo in cui vengono trattati gli animali.” Sì ma vallo a spiegare all’Ucraina. E alla Uefa.

Massimo Malerba

Per saperne di più: qui un servizio andato in onda su Rai 2

11 Risposte to “Europei calcio 2012, il web contro la Uefa: “Basta strage di randagi in Ucraina””

  1. Fabio gennaio 31, 2012 a 2:14 pm #

    Ma perchè, Danielina cara, alla domanda “roba da animalisti” rispondi con “nient’affatto”…mica è un offesa se uno si professa animalista. Mica t’hanno dato della stronza, eh! tra l’altro rispondendo con una frase di Gandhi, -con quella frase- hai testimoniato proprio l’essere animalista!

    • violapost gennaio 31, 2012 a 2:21 pm #

      “Nient’affatto” l’abbiamo scritto noi, come puoi vedere non è virgolettato

  2. Sergio Arienzo gennaio 31, 2012 a 2:52 pm #

    La campagna è sta promossa da naturewacht e si è concretizzata a novembre con l’intervento della Uefa e del ministro dell’ambiente ucraino

    http://www.ilcambiamento.it/cattivita/ucraina_ferma_mattanza_randagi.html

    La martani pensasse alle sue finte lotte per l’alitalia e come ha cambiato idea sul “padrone”

    • Daniela Martani febbraio 1, 2012 a 1:01 pm #

      Caro Sergio quanto si vede che non sei informato. Nonostante i proclami di aver fermato la mattanza dei cani, il massacro è continuato. Sono a diretto contatto con Andrea Cisternino delegato Oipa a Kiev che continua a documentare lo sterminio dei cani e gatti in Ucraina

      purtroppo contro l’ignoranza c’è poco da fare ( la tua naturalmente)
      La differenza fra me e te è che io per qualcosa lotto, tu nn credo sei solo capace di sputare veleno su chi non conosci. Ho lavorato in Alitalia per 11 anni, è stato il lavoro che mi ha dato da mangiare perché non sono figlia di ricchi possidenti, dovevo lavorar per mantenermi, ci mancava solo che non scendessi in piazza per difendere il mio lavoro!!!! I tuoi giudizi sulla mia vita lasciano il tempo che trovano

  3. Gianluca Albertini gennaio 31, 2012 a 5:51 pm #

    Inserito e diffuso con il mio blog Blogger, in Google+ sul mio profilo FB
    BOICOTTIAMO LE ATIVITA’ UCRAINE RELATIVE AI CAMPIONATI EUROPEI DI CALCIO 2012 FINO ALL’APPORVAZIONE DELLA LEGGE DI TUTELA DEGLI ANIMALI RANDAGI

  4. icittadiniprimaditutto gennaio 31, 2012 a 8:45 pm #

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  5. Claudia Virgara febbraio 12, 2012 a 1:03 pm #

    Penso che la Uefa dovrebbe annullare gli Europei di calcio in Ucraina, sarebbe una buona punizione per una mattanza incivile e vergognosa. Vorrei proprio sapere, dove sono finiti i soldi stanziati per la sterilizzazione e il ricovero di questi poveri animali? Ovviamente si è optato per la via meno costosa. E’ un corpatamento ripugnante e riprovevole.. O l’annullamento o il boicottaggio..

  6. tiziana febbraio 27, 2012 a 1:36 pm #

    io sono davvero senza parole.la crudeltà nei confronti degli animali non è conciliabile con una vera cultura.è uno dei vizi caratteristici di iun popolo rozzo e egnorante.uccidere povere creatura per spazio. egli europei lì si dovrebbero svolgere.io mi auguro che le società calcistiche si lamentino di questo caso,sn indignata.un degrado sociale lì.addirittura una campagna mediatica dove ci incitano ad uccidere e come pure.alimentare crudeltà.spero che dio li punisca se esiste.che un grande teeremoto avvenga lì.si comportono proprio come i nazisti si comportarono con gli ebrei.la grandezza di una nazione e il suo progresso morale si possono giudicare dal modo in cui trattono gli animali. (ghandi) vergogna vergogna…

    • Elena aprile 16, 2012 a 5:36 am #

      Si pero’ vedi che anche i media hanno smesso di parlarne perche’ il fischio d’inizio e’ imminente ….. Che schifo!!!! Quando vogliono martellare su un argomento ci fanno 2 b… Così! Sono vergognosi!!!

  7. Elena aprile 16, 2012 a 5:27 am #

    Nessuno più parla di questa strage….. Siamo nell’inciviltà totale. Il calcio non e’ più uno sport da tempo e , visto che tutti tacciono, nemmeno i calciatori sono degli sportivi!!! La loro “voce” poteva essere determinante per far finire tutto ciò ……. Meglio il silenzio e il portafoglio pieno….

Trackbacks/Pingbacks

  1. Chiliamacisegua » Blog Archive » News 1 febbraio - febbraio 1, 2012

    […] Europei calcio 2012, il web contro la Uefa: “Basta strage di randagi in Ucraina” […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: