I figli dei ministri? Tutti geni (con posto fisso e vicino a mammà) – Nomi, foto, storie

7 Feb

Sarà forse una questione genetica ma i figli di questi ministri incartapecoriti, che da una settimana somministrano al Paese dosi mai viste di delirio senile, sono tutti ma proprio tutti dei grandi fenomeni della natura, una sfida alle leggi della statistica. Oh nemmeno uno “sfigato” ma tutti autentici geni con uno o più posti fissi e con compensi che i comuni mortali possono solo sognare. O forse no. Forse sono solo i figli di una classe dirigente che predica bene e razzola malissimo. Forse sono soltanto la punta dell’iceberg di un sistema malato, fondato sul nepotismo e sulla clientela e ostile al merito. E tuttavia, le sparate di Monti, Fornero e Cancellieri, ci offrono una grande opportunità, ossia quella di aprire nel Paese una grande discussione sul tema della mobilità sociale. Dobbiamo interrogarci su come sia possibile offrire a tutti (al figlio di Monti come a quello dell’operaio) le stesse condizioni di partenza e le stesse opportunità così come recita l’articolo 3 della Costituzione che qui ricordiamo: “È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.”

Ecco a voi i ritratti di questi fenomeni della natura e, come si suol dire, Una coincidenza è una coincidenza due coincidenze sono un indizio tre coincidenze sono una prova:

GIOVANNI MONTI (figlio di Mario)

39 anni. A poco più di 20 anni è già associato per gli investimenti bancari per la Goldman Sachs, la più potente banca d’affari americana, la stessa in cui il padre Mario ricopre il ruolo apicale di  International Advisor. A 25 anni è già consulente di direzione da Bain & company, dove rimane fino al 2001.  Dal 2004 al 2009, vale a dire fino al suo approdo alla Parmalat, Giovanni Monti ha lavorato prima a Citigroup e poi a Morgan & Stanley: a Citigroup è stato responsabile di acquisizioni e disinvestimenti  per alcune divisioni del gruppo, mentre alla Morgan  si è occupato in particolare di transazioni economico-finanziarie sui mercati di Europa, Medio Oriente e Africa, alle dipendenze dirette degli uffici centrali di New York.

SILVIA DEAGLIO (figlia di Elsa Fornero)

37 anni. A soli 24 anni, mentre già svolgeva un dottorato in Italia, ottiene un incarico presso il prestigioso Beth Israel Deaconess Medical Center di Harvard, il prestigioso college di Boston. La figlia del ministro inizia ad insegnare medicina a soli 30 anni. Diventa associata all’università di Torino a 37 anni con sei anni di anticipo rispetto alla media di accesso in questo ruolo. Il concorso lo vince a Chieti, nel 2010, nella facoltà di Psicologia, prima di essere chiamata a Torino, l’università dove insegnano mamma e papà, nell’ottobre 2011. alla professoressa Deaglio ha certamente giovato nella valutazione comparativa il ruolo di capo unità di ricerca all’Hugef, ottenuto nel settembre 2010 quando era ancora al gradino più basso della carriera accademica, e a ridosso dell’ultima riunione della commissione di esame che l’ha nominata docente di seconda fascia. Come detto, l’Hugef è finanziato dalla Compagnia di San Paolo, all’epoca vicepresieduta da mamma Elsa Fornero.

PIERGIORGIO PELUSO (figlio di Annamaria Cancellieri)

Appena laureato viene catapultato subito all’Arthur Andersen. Un fenomeno della natura. Da lì balza a Mediobanca. Passa poi per diversi enti e dirigenze bancarie tra cui Aeroporti di Roma (consigliere d’amministrazione), Gemina (consigliere) Capitalia, Credit Suisse First Boston e Unicredit per finire, poco tempo fa, alla Fondiaria Sai dove ricopre il ruolo di direttore generale con compenso da 500mila euro all’anno.

MICHEL MARTONE (figlio di Antonio)

Figlio di Antonio Martone, avvocato generale in Cassazione, amico di Previti e Dell’Utri e Brunetta, già  nominato da Brunetta presidente dell’authority degli scioperi, ruolo da cui si è dimesso dopo essere stato coinvolto come testimone nell’inchiesta P3. Il superaccomandato Michel Martone ha una carriera universitaria molto rapida: a 23 anni ha un dottorato all’università di Modena. A 26 anni diventa ricercatore di ruolo all’università di Teramo. A 27 anni diventa professore associato. Al concorso, tenutosi tra gennaio e luglio 2003, giunse al secondo posto su due candidati, in seguito al ritiro di altri 6. Presentò due monografie, una delle quali in edizione provvisoria (ossia non ammissibile); ottenne 4 voti positivi su 5, con il parere negativo di Franco Liso, contro i cinque voti positivi ricevuti dall’altra candidata, 52enne con due lauree e 40 pubblicazioni. Tuttavia fu Martone ad ottenere il posto da ordinario. A 37 anni diventa viceministro del governo Monti.

MassimoMalerba

LEGGI ANCHE: Elsa, Silvia e lo strano caso del professor Piazza

Fonti: Wikipedia, Linkedin, governo.it, gemina,it, Gazzetta di Parma, eco di Torino

228 Risposte to “I figli dei ministri? Tutti geni (con posto fisso e vicino a mammà) – Nomi, foto, storie”

  1. Teresa febbraio 7, 2012 a 4:04 pm #

    Poveretti che noia!!!! Cosa possiamo fare per aiutarli?
    Con un pò di sacrificio potremmo chiedere loro di lasciare annoiare un pò anche i nostri figli?
    Ti abbraccio Osvaldo e i auguro una serena serata…

  2. giu47furb febbraio 7, 2012 a 4:08 pm #

    Reblogged this on Giu47furb's Blog and commented:
    I figli dei nostri ministri:tutti molto intelligenti e supercollocati molto bene!

  3. francesca52 febbraio 7, 2012 a 4:09 pm #

    E queste sono solo 4 storie.
    Queste storie dimostrano anche che il concetto di raccomandazione e di “casta” in Italia è ben radicato ovunque anche fra chi fa finta di combatterlo.
    E naturalmente quando si mettono regole e paletti valgono sempre per gli altri.
    Ma la corda ormai è molto tirata e quasi rotta.

    • guido febbraio 7, 2012 a 4:23 pm #

      cave canem

      • titti febbraio 8, 2012 a 6:15 pm #

        Mi viene da vomitare!!!!

    • LUCIANOMASCI febbraio 7, 2012 a 4:29 pm #

      fanno tutti schifo questo è l’aggettivo giusto da utilizzare “schifo,schifo ,schifo” e noi siamo un popolo di pecoroni il problema di noi italiani o della maggioranza di noi è il pensare sempre a come svoltare e questo facilita molto il ruolo di questi grandissimi pezzi merda che possono continuare a giocare con la vite delle persone facendo un favoretto qua e la . RIPRENDIAMOCI TUTTO

      • Tortola Mario febbraio 7, 2012 a 5:47 pm #

        Sono perfettamente d’accordo, e poi si permettono di fare lezione ai figli degli operai,artigiani,e gente che lavora veramente, si dovrebbero vergognare.

    • rosaria chiaiese febbraio 7, 2012 a 4:31 pm #

      SPERIAMO CHE QUESTA CORDA SI SPEZZI PRESTO!!!!

      • nomegri febbraio 7, 2012 a 4:47 pm #

        se si spezzasse davvero, allora molte teste ruzzolerebbero via…

    • Wilma Cocco febbraio 7, 2012 a 8:13 pm #

      il concetto di raccomandazione è ben radicato sopratutto fra coloro che fanno finta di combatterlo, cioè i nostri cari rappresentanti politici, sono loro che l’hanno inventato!

  4. Hilding febbraio 7, 2012 a 4:18 pm #

    Questa è la posizione dell’oltreuomo.
    http://loltreuomo.blogspot.com/2012/01/chi-si-laurea-dopo-i-28-anni-e-uno.html

  5. Eduardo Barron febbraio 7, 2012 a 4:22 pm #

    Beh, è una democrazia alla italiana…un mix tra dittatura bancaria ed ignoranza popolare…dunque la mancanza di reazione popolare lo permette

    • Francesco febbraio 15, 2016 a 12:07 am #

      Infatti é questo il punto, i nostri precedessori hanno combattuto per i loro diritti e per la loro libertà e la nostra…noi nn siamo capaci…forse per paura nn só, ma di sicuro bisogna assolutamente fare qualcosa X i nostri figli e per la nostra dignità. Propongo ke tt gli italiani si fermino X un mese o quanto basta X smerdare in nostri politici e mandarli tt a casa…chi governa deve fare gli interessi degli italiani nn i propri. Sarebbe una rivoluzione vera. Fai girare, svegliamoci.

  6. Rodolfo febbraio 7, 2012 a 4:24 pm #

    Non è una novità! Da decenni vige in politica (e nella vita) il fatto che ad ottenere dei benefici debbano risultare sempre gli “amici degli amici” . Gli “esterni” ( vale a dire: i senza “Santi in Paradiso) sono sempre gli “esclusi” . I penalizzati !

  7. ArtEC febbraio 7, 2012 a 4:30 pm #

    Sempre peggio.

  8. franco devi febbraio 7, 2012 a 4:34 pm #

    Cosa aspettate a MANDARLI AFFANCULO TUTTI? magari con i FORCONI

    • piero iula febbraio 7, 2012 a 10:02 pm #

      Non sarebbe più corretto dire : Cosa aspettIAMO a mandarli affanculo tutti…….?
      ARMIAMOCI E PARTITE è incitazione che ha fatto il suo tempo !

  9. ~kit febbraio 7, 2012 a 4:37 pm #

    per fortuna che esiste internet! grazie di queste news

  10. Universita febbraio 7, 2012 a 4:37 pm #

    Confermo. E se non sono figli di papa’ sono i lecchini o i portaborse dei professori a vincere concorsi, gente senza dignita’ ma convinta di avere un’intelligenza sopra la norma. E’ questo che offende: la loro arroganza, la convinzione di essere dei premi nobel. Quando sono solo raccomandati o lecchini senza speranza.

    • nomegri febbraio 7, 2012 a 4:49 pm #

      e quel buzzurro del figlio di Bossi: non sa nemmeno parlare ed è cosi palesemente stupido!

  11. Mariangela febbraio 7, 2012 a 4:38 pm #

    l’Italia è questa e purtroppo non credo possa cambiare..l’unica cosa sarebbe almeno di avere al decenza di tacere e di non dire certe cose,che almeno abbiamo rispetto di tutti quei giovani e non che sonoa casa in attesa di un lavoro e che con il solo sacrificio dello studio hanno conseguito un titolo!!!
    Vergogna!

  12. franco febbraio 7, 2012 a 4:38 pm #

    franco48 poverini i figli dei nostri ministri che hanno il lavoro fisso,chissa che noia.
    invece i miei di figli non sono vicini non hanno il posto fisso e vivono all’estero
    e senza il lavoro sicuro.
    che pena per i figli dei nostri ministri…ma
    va…………

  13. Maria Capasso febbraio 7, 2012 a 4:39 pm #

    …..dopo la pubblicazione delle foto dei figli di papà e di mammà mi chiedo con quale faccia i giovani rampolli si presentano in pubblico?con quale faccia girano per le strade?o mammà e papà li accompoagnano per mano per evitare che qualche sfigato incazzato li possa infastidire?

    • renato vetruccio febbraio 7, 2012 a 4:48 pm #

      Hai ragione,ma se pensi che in Italia non hanno mai smesso di andare in giro neppure i figli del Berlusca…

      • Francesca febbraio 14, 2016 a 3:58 pm #

        Si ma i figli il berlusca li ha raccomandati nelle sue aziende non in posti pubblici pagati con i soldi degli italiani…..

  14. renato vetruccio febbraio 7, 2012 a 4:44 pm #

    In miniera! Vicini alla mamma,sì,ma in miniera. E poi quanta tristezza: se si fa eccezione per la piccola Fornero,tutti gli altri sono dei cambiavalute: hanno solo le mani sporche di soldi. Sempre e solo soldi. Ma al figlio di Monti,prendiamone uno a caso, non gli è mai punta vaghezza di fare il filosofo,o l’architetto?No,l’Economista (Cambiavalute) come il papi.
    Economia: disciplina triste,noiosa e criminale.

    • Gloria Monti febbraio 12, 2012 a 6:23 pm #

      “Economia: disciplina triste,noiosa e criminale.”

      yesyesyes! mio padre si chiama mario monti, ma non è “quel” monti. io ho l’asciato l’italia a 17 anni ed ora sono docente universitaria negli stati uniti solo grazie a un sistema meritocratico. insegno storia e teoria del cinema, non economia.

  15. Daniele febbraio 7, 2012 a 4:50 pm #

    Forse i FORCONI non bastano dovremo fare un salto di qualità.

    • Francesca febbraio 17, 2016 a 9:31 pm #

      Sono pienamente d’accordo!!! Inoltre si dovrebbe fare piazza pulita di tutti, mandarli subito a casa con una semplice pensione che viene presa normalmente da un impiegato di 7^ livello!!!. Solo così potrebbero capire cosa significa arrivare a fine mese con molti stenti. Per me questo metodo si avvicina sicuramente ad avere una Italia democratica….tutti noi italiani dovremmo essere trattati nello stesso modo….senza esserci alcuna disparità di trattamento sia economico che sociale!!!!

  16. Giuseppe febbraio 7, 2012 a 4:56 pm #

    Io ho fatto il militare 300 km lontano da casa, mi sono laureato a 24 anni, ho sempre lavorato lontano dalla mia Arezzo, dove ancora abitano i miei genitori, ex maestri di scuola. quindi io potrei avere i titoli per parlare di studiare e laurearsi presto, e fare sacrifici per lavorare, lontano da casa. io potrei farlo certo, se fossi un arrogante imbecille. non questi ministri e sottosegretari, rozza casta di figli raccomandati di potenti, e genitori altrettanto potenti di figli raccomandati. non si sentono più le battute idiote e volgari di Berlusconi, si respira un mese, e poi arrivano queste banalità arroganti da scomparto ferroviario. di prima classe naturalmente. ma vaff.

    • Anthi febbraio 7, 2012 a 11:38 pm #

      Mannaggia, quanto hai ragione, Giuseppe!!!

    • angela febbraio 10, 2012 a 2:00 pm #

      condivido il vaff,,,,tu hai tutti i numeri per dirlo

    • Rapide febbraio 27, 2012 a 8:29 am #

      Si dovrebbero “”VERGOGNARE”” ……Vogliono fare i moralisti a gente che lavora e si fa’ un mazzo cosi’….. Io quello che ho raggiunto l’ho sempre ottenuto SOLO con le mie forze….Ho iniziato dalla gavetta come operaio e non vicino a casa…… ma sempre come pendolare. Prima a 29 km poi a 54 km ed ora a 96 km da dove abito. Il militare l’ho fatto a Trapani a + di mille km di distanza e non si pensava minimamente di poter prendere l’aereo per poter fare a casa 1 giorno di licenza ( bensi 1gg di licenza e 4 di viaggio) cosa assurda per i figli di poveri operai. I vari governi passati sia tecnici che parlamentare (vedi Amato-Dini-Berlusconi1-Prodi-Berlusconi2-Monti e via via) con le loro varie bugie (i 40 max di contribuzione lavoro non si dovevano mai toccare dicendo che ora il sistema era in equilibrio) l’hanno sempre modificata e per chi come me’ aumentata se bastera’ di oltre otto anni. Per loro della casta invece……. niente si tratta di diritti acquisiti….. Il governo tecnico in primis il suo 1° ministro ricordo che consigliava agli italiani di acquistare i titoli di stato italiani che a suo dire erano e sono “”SICURI”….. Non mi sembra pero’ da quanto si vede ultimamente in rete che lui e …loro , con i loro capitali disponibili, ne posseggano. e la Sinistra dov’e’ ….quella che doveva diffendere le categorie DEBOLI …..ora e’ quella che sostiene chi mette il coltello alla gola dei piu’ deboli. Prima diceva che il PDL era un partito di corrotti, mafiosi,puttanieri ed ora invece ……persone responsabili perche’ con loro sostengono il governo tecnico….. Io se faccio un’affermazione che uno e’ un “delinquente” lui per me’ lo e’ ugualmente e lo rimane anche se poi me lo trovo ad una pranzo, cena o matrimonio chessia. L’Onesta’ che lo capiate o meno e’ solo dei LAVORATORI … di chi continuamente si alza alla mattina, si rimbocca le maniche e che continua con sacrificio a produrre per vedere se si riesce ad uscire da questo TUNNEL che solamente voi tutti politici, politicanti per i vostri scopi assurdi avete creato…. Ora se avete un benche’ minimo barlume di lucidita’ mentale……DIMETTETEVI andate tutti a casa e lasciate il posto a chi veramente con ONESTA’ ha voglia di riemergere e ricostruire qualcosa di veramente PULITO.

  17. snk11 febbraio 7, 2012 a 4:58 pm #

    Ma non avete davvero null’altro a cui pensare? Piergiorgio Peluso laureato in Bocconi va subito in Mediobanca. Pensate che sia una cosa così strana? Ci sono studenti e studentesse normalissimi della Bocconi che ottengono uno stage in banca e poi verificata la loro competenza vengono assunti ancor prima della laurea. Cosa c’è di strano? E’ un’università di economia. Che il figlio di Mario Monti sia laureato in Bocconi è un’assurdità? Quanti figli finiscono per fare la professione dei loro genitori? Monti è una persona competente, non mi pare impossibile che il figlio abbia ereditato la sua passione. A quel punto, essendo la Bocconi la migliore università di economia in Italia, mi pare ovvio che abbia scelto quella. E tenderei a pensare che proprio perchè è cresciuto con un padre che ha fatto studi economici, si sia preparato adeguatamente e quindi poi abbia fatto una carriera rapida. Non è così impossibile come credete fare carriera in Morgan Stanley, Goldman Sachs e le altre. La selezione è durissima ma è noto che una volta dentro, ci sono dei percorsi abbastanza rapidi di carriera e retribuzione. E’ il motivo per cui lavorare in queste banche è il sogno di molti studenti d finanza ed economia. Essere nati in una famiglia del genere è una fortuna? Sicuramente, come lo è avere un IQ superiore al normale, o essere eccellenti in una particolare disciplina. Accanirsi contro queste persone non aiuta la situazione di nessuno. Anzi, a me sembra un sintomo di invidia.

    • unodeitanti febbraio 7, 2012 a 5:25 pm #

      il ragionamento non farebbe una piega se si trattasse di uno o due casi….. ma guarda caso (scusa il gioco di parole) quasi tutti i figli dei potenti arrivano a posizioni del genere… uhm forse sarebbe opportuno togliere quel quasi.
      Sono pronto a scommettere che se si facesse qualche altra ricerca sui figli degli altri politici si scoprirebbe che comunque ricoprono incarichi di prestigio e super pagati. Insomma possibile che siano tutti dei geni in barba a qualsiasi ragionevole possibilità statistica?

      • snk11 febbraio 7, 2012 a 5:40 pm #

        In barba a qualsiasi ragionevole possibilità statistica? Uno dei risultati più consistenti nelle statistiche di tutti i paesi avanzati è la correlazione positiva e di ampia entità tra il grado di educazione dei genitori e quello dei figli. Quindi, certo, non potrà essere tutto dovuto alla genetica, ma una parte sicuramente esiste. E poi io non voglio difendere i figli dei politici in generale ma qui stiamo parlando di persone che hanno avuto successo ben prima che i loro genitori diventassero ministri, e da quello che si riporta nell’articolo, con l’eccezione parziale di Martone, mi paiono persone meritevoli. Poi non è che abbiano questi posti da far girare la testa. Un professore associato deve fare parecchio per essere trasformato in un ordinario, e i posti dirigenziali in banca non sono al di fuori della portata di ordinari esseri umani senza genitori professori. Da questo articolo sembra quasi che avere dei genitori di successo sia un peccato da dover scontare. Ma stiamo scherzando?

      • rossano febbraio 8, 2012 a 9:41 am #

        Se mio padre fa il falegname avrà tra gli amici idraulici, elettricisti, muratori, imbianchini. Se mio padre fa il rettore alla Bocconi avrà amici banchieri, consulenti, politici, imprenditori.

        E’ la vita, ed è normale che sia così.
        A nessuna matricola universitaria però viene pregiudicata a priori la possibilità di poter entrare in contatto con certe persone.

        La carriera è un qualcosa che devi cercare di costruirti da solo, giorno per giorno con l’impegno, con lo studio, con i sacrifici e cercando soprattutto di conoscere le persone giuste.
        Non sto parlando di raccomandazioni, ma se al primo anno di università inizi a perdere tempo, non passare esami e ad andare a bere birra scadente in locali scadenti, allora non puoi permetterti di lamentarti su come mai non riesci a conoscere un senior advisor della Morgan Stanley.

    • Franco febbraio 7, 2012 a 5:30 pm #

      Per chi si può permettere tutto ciò !!!!

      • snk11 febbraio 7, 2012 a 5:54 pm #

        Cioè cosa, la Bocconi? E’ un’università privata ma con un sistema di borse di studio che permette a figli di operai di frequentarla. Con alcuni sacrifici magari, ma a parte le poche dinastie ricche da secoli, c’è sempre stata una generazione che ha dovuto fare sacrifici per i figli.

    • Ars Longa febbraio 7, 2012 a 5:56 pm #

      Secondo me nessuno si accanisce. Piuttosto girano i suddetti quando i genitori fanno la predica al popolo che sta facendo sacrifici rimproverando di qualcosa che hanno fatto tranquillamente per i loro figli. Non è invidia è fastidio per l’ipocrisia.

      • snk11 febbraio 7, 2012 a 6:12 pm #

        Mi scusi ma continuo a non capire. Cosa esattamente hanno fatto per i loro figli? In che modo si può parlare di ipocrisia? Perchè Monti ha parlato della monotonia del posto fisso? Mi pare che il figlio di lavori ne abbia cambiati parecchi e non è detto che il suo posto a Parmalat sia permanente. Anzi, se è un posto di alto livello, è molto più suscettibile di licenziamento. La Cancellieri ha parlato del posto vicino casa? Mi pare che lei si sia spostata spesso quindi non vedo in che modo si possa dire che il figlio abbia trovato lavoro vicino alla mamma.

      • Ars Longa febbraio 7, 2012 a 10:30 pm #

        @snk11 possiamo fare tutte le giravolte dialettiche che vogliamo. Questi ministri hanno passato la vita in un posto fisso, la maggior parte di loro ha sempre lavorato vicino al posto in cui è nata (a parte un ammiraglio e un prefetto che per definizione si muovono per fare carriera). Le fulminanti carriere dei figli non sono casuali. Il punto è che tutto ciò in questo paese è la normalità. Tutti vorrebbero il posto fisso e i genitori se hanno la possibilità aiutano i figli. Non è questo che scandalizza. Quello che fa girare i suddetti è che queste persone vengano, dal loro pulpito, a fare la morale agli altri. Questo è ipocrita.

      • snk11 febbraio 8, 2012 a 7:56 am #

        @ArsLonga
        Non si tratta di fare dei giri dialettici come li chiama lei. Se questi ministri hanno avuto un posto fisso è perchè appartengono ad una generazione in cui il posto fisso era comune. Il loro discorso è che la cosa non è più comune al giorno d’oggi, per i giovani che si affacciano ora al mondo del lavoro. Quindi penso che per valutare l’ipocrisia si debba ragionare solo sui figli. E continuo a ripeterle che non vedo in che modo abbiano aiutato i figli, se non dando loro l’opportunità di studiare, e di questo crimine penso siano colpevoli molte famiglie italiane.

    • Manuel febbraio 7, 2012 a 6:02 pm #

      Mi sembra il minimo essere invidioso difronte a tanta sfacciataggine. Ma il discorso nn è questo. Il problema è che in Italia (ma nn solo) conta poco quali siano le tue abilità (tu le chiami QI) ma la “sola” cosa che determina il tuo futuro professionale sia la famiglia di origine. La “fortuna” di essere “figlio di” conta molto, ma nn può essere la sola prerogativa per coprire cariche importanti. Con questi presupposti, chi adesso è al potere, nn smetterà mai di esserlo e a noi “comuni mortali” nn resta che prendere le briciole di ciò che resta. Questo nn mi sembra equo, soprattutto quando, anche nel caso di disparità di valutazione a favore di una “persona normale”, viene scelto chi ha “nobili origini”. Se secondo te questo è giusto sei libero di pensarlo, a me onestamente nn sta bene.

      • snk11 febbraio 7, 2012 a 7:30 pm #

        Ma la famiglia di origine non è la sola cosa che determina il futuro professionale. Non sono una persona ingenua, e sono la prima ad ammettere che l’Italia non è uno stato meritocratico. Anzi, da donna, ne sono consapevole al quadrato. E sono infatti convinta che le mie possibilità di carriera saranno molto maggiori all’estero. Detto ciò, non vedo in che modo la meritocrazia si possa far strada se persone come la dottoressa Deaglio vengono criticate per le loro posizioni. La qualità media dei docenti nelle università italiane è bassa, sono spesso persone con pubblicazioni mediocri e senza esperienze all’estero. Quindi ben vengano le dottoresse Deaglio del mondo, sono sicura che l’università di Torino non potrà che giovarsi di una tale professoressa. Quanto al fatto che le persone “di nobili origini” vengano preferite alle altre a parità di competenza, sono sicura che ciò si verifichi nella maggior parte dei casi ma questo non mi pare il caso, o almeno non ci sono abbastanza elementi per potersi pronunciare in questo senso, e comunque è sempre un fatto di cultura. E penso che questo governo stia facendo tanto per modificare la cultura, molto più dei tanti governi eletti che l’hanno preceduto.

    • Majunior febbraio 7, 2012 a 7:08 pm #

      Questo non li giustifica nel momento in cui fanno dichiarazioni arroganti. Chi serve lo Stato deve sapere che deve mettersi al servizio della collettività e deve garantire che anche l’ultimo degli ultimi possa sopravvivere in questa Nazione. Troppo facile essere alla guida di una Ferrari (anche meritatamente) e sminuire (se non addirittura arrivare ai limiti dell’insulto) chi arranca con una 500 di seconda mano. E’ un atteggiamento che ha il sapore di “eugenetica”.

    • marcello febbraio 7, 2012 a 7:56 pm #

      ma va a fanc……

    • ilaria febbraio 8, 2012 a 12:00 am #

      ahahahahahhahahahaha; l’mportante è crederci!!!! che geni questi figli di Papà

      • snk11 febbraio 8, 2012 a 8:01 am #

        Lei si può prendere gioco di me quanto vuole, io parlo per esperienza. Due delle persone più intelligenti che io conosca sono figli di professori universitari. E se permette mi rifiuto di non riconoscergli le loro capacità solo per il cognome che portano quindi estendo il beneficio del dubbio anche agli altri.

    • pontello giuseppe febbraio 8, 2012 a 5:46 am #

      Intanto il figlio di papa’ o mamma’ avra’ avuto la possibilita’ di frequentare l gli asili privati ..i migliori ..le scuole elementari dai gesuiti..le medie dalle orsoline …i licei privati con stage all’estero….le universita con specializzazioni nelle prime universita’ del mondo ….non quelle al 155° posto come sono in media quelle italiane . ove sono “luminari i genitori…;.anche il trota a quel punto sarebbe un genio .!!! Vacanze in luoghi ben frequentati ..sport ..e mondanita’ …Basta cosi’ …Altri genitori nelle vacanze estive da giovani andavano tre mesi a lavorare per raccimolare qualche soldo per il periodo scolastico..Ho imparato a nuotare nel Piave ..fiume sacro alla Patria…
      Poi a me la gente voglio guardarla negli occhi…..

      • snk11 febbraio 8, 2012 a 9:14 am #

        Pensa che il trota non abbia avuto la possibilità di fare tutto ciò che lei dice? Io penso proprio di sì ma nonostante ciò è stato bocciato più volte alla maturità in una scuola privata, e fa oggi il consigliere regionale della Lombardia SOLO per il cognome che porta. Questo è un caso che mi provoca indignazione vera. Poi quello che lei dice sarà vero. A queste persone sarà stata data la possibilità di avere i migliori insegnanti, le migliori esperienze estive e così via ma questo vuol dire che le loro competenze non vadano sfruttate? Qual è il ragionamento, sono stati troppo fortunati e quindi ora devono soffrire? Una specie di legge del contrappasso Dantesca? Non mi pare razionale, nè giusto.

    • vanna croce febbraio 8, 2012 a 8:27 am #

      Sono perfettamente daccordo con te. Ogni tanto bisognerebbe ragionare e non fare di ogni erba un fascio sull’onda dell’emotivita ‘ ….per usare un termine gentile

    • Laura febbraio 8, 2012 a 11:07 am #

      concordo pienamente, con questo post e coi seguenti. Meno male che qualcuno mantiene un po’ di lucidità….

    • rossella febbraio 8, 2012 a 4:09 pm #

      solo una cosa.
      visto come sta andando la finanza, alla bocconi è meglio che insegnino taglio e cucito.
      oppure ping pong.
      insomma qualche materia dove questi “grandissimi geni” riescano ad applicare la mente senza sforzo.
      …e soprattutto senza causare danni al prossimo.

      • Luigi febbraio 15, 2016 a 10:07 pm #

        Ma se almeno i genitori di questi geni avessero contribuito ad risolvere alcuni problemi dell’Italia. Si potrebbe magari passarci sopra. Ma no! Ne hanno creato tanti altri. Allora che vadano tutti sulla forca! Bastardi sanguisughe!

    • angela febbraio 10, 2012 a 2:08 pm #

      snk11 hai ragione, tu dici invidia, io dico rabbia…… perchè al figlio di un operaio e a tanti altri giovani che lo meritano non è data la stessa opportunità……… questa è la realtà.

    • fedele febbraio 15, 2012 a 1:29 pm #

      Sono d’accordo con quanto detto sopra, anche perché, essere figli di persone importanti serve per entrare nei migliori posti, ma se poi non si hanno le capacità,non farebbero nessuna carriera. E poi,parlando in maniera palese, chi è quel padre,anche nella gente comune, che se ha la possibilità, non faccia accedere ad un posto di lavoro il proprio figlio, anche a scapito di altre persone???? non ho altro da dire.

      • Antonio Bonifati febbraio 15, 2012 a 3:19 pm #

        È proprio questo che non va in Italia, raccomandazioni dappertutto, grandi e piccole. Ti assicuro che in molti paesi esteri, gli asini rimangono asini e non lavorano se non hanno bisogno di lavorare o fanno lavori ingrati, anche se il papà è un ministro (e il papà se la ride).

        Probabilmente sono mediamente peggio di noi, giovani che non pensano ad altro che a bere, fumare e divertirsi, ma di certo non esiste il malcostume diffuso delle spintarelle che danneggia gravemente l’economia (ti invito a leggere la voce di wikipedia su “raccomandazione” per capire perchè).

        Basta vedere cosa succede a molti giovani italiani di valore bistrattati e sfruttati dal nostro mercato del lavoro corrotto. In Italia non guadagnano quasi niente e non hanno un posto di lavoro stabile (al Sud poi non li resta che piangere). Appena vanno all’estero il successo è immediato, in quanto dipende solo dalle capacità e non dalle “connessioni” che uno ha. E puoi stare sicuro che connessioni non ne hanno, perchè emigrano casualmente in posti dove non conoscono nessuno.

        E quanti ne stanno andando via… una fuga di cervelli che sta svenando il paese, privandolo dei lavoratori più competitivi e un regalo che facciamo a paesi come la Germania, la Francia, il Regno Unito, ecc. Non sarebbe ora di cambiare mentalità? Altrimenti ci ritroveremo in un paese del terzo mondo.

  18. maria febbraio 7, 2012 a 5:03 pm #

    E’ pure triste dover fare dei commenti a queste storie! Mi vien solo da dire che la pazienza ha un limite. E qualcuno mi sa dire perchè mai, qui da noi, i governi di ogni risma si prendono il diritto di insultare ed offendere?La strategia è molto sottile: ad ogni passo di prepotenza – più che di vero governo- abbinano atti e parole di irrisione. Fino a quando glielo lasciamo fare?

  19. Mario febbraio 7, 2012 a 5:05 pm #

    Capisco il caso del Martone, suffragato dai fatti. Ma negli altri 3 casi come fate ad affermare una cosa del genere? Avete letto il loro CV? Avete letto le dichiarazioni di un commissario che li ha definiti impreparati. E poi nel caso del Monti pensate che nelle Banche d’affari straniere si assuma per raccomandazione come in una Cassa di Risparmio in Italia?? Li ti fanno il culo, si lavora dalla mattina alla sera, pure durante i weekend. Non lavori li se sei un Trota (infatti il Trota è nel consiglio regionale della Lombardia, non a Goldman Sachs). E poi che senso ha mostrare 4 casi? Dovreste vedere la lista completa dei figli dei ministri; sono tutti ben piazzati? Un raccomandato occupa una posizione per cui non è preparato, avete controllato che questo sia il caso prima di sparare sentenze?

    • alberto febbraio 7, 2012 a 5:28 pm #

      Il problema non è che i figli dei ministri abbiano dei posti di prestigio sempre negli stessi luoghi in cui i genitori occupano ruoli di dirigenza,cosa strana ma probabilmente plausibile.Il problema sta nel fatto che questi signori Ministri,si permettono di offendere pubblicamente le intelligenze altrui in maniera gratuita.C’è qualcuno che può provare il fatto che in Italia , le uniche eccellenze vengano da quelle famiglie in cui uno o entrambi i genitori occupino ruoli prestigiosissimi??????
      Non domandatemi il contrario perchè sarebbe facilmente smentibile……… effettivamente è arrivato il momento che se ne vadano tutti a casa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • stefano febbraio 8, 2012 a 10:53 pm #

      Mi scusi Mario lei ha mai lavorato in Goldman Sachs,prima si informi bene poi parli.
      Si si lavora dalla mattina alla sera per estorcere denaro alla gente,mettere sul lastrico aziende e imprenditori se non nazioni.
      Con l’unico scopo del denaro.
      Tranquillo verranno spazzati via come con lo Tsunami.
      Lo sai perchè quello non è un posto fisso perchè dopo un pò di anni ti viene il vomito e poi un tumore.

  20. valter febbraio 7, 2012 a 5:09 pm #

    fanno bene perchè noi italiani siamo un popolo di pecoroni,non reagiamo mai a niente

  21. roselouise1 febbraio 7, 2012 a 5:12 pm #

    Se penso che mio figlio a 25 anni aveva già un figlio e il mutuo da pagare (per scelta e non perché quel bambino sia capitato ‘per sbaglio’) perché è ancora uno di quei ragazzi che alla famiglia ci crede e ci tiene, e si sacrifica per la famiglia come suo padre e io stiamo facendo da tutta la vita, mi viene voglia solo di andare a prendere a schiaffi questi arroganti.

    • rossano febbraio 8, 2012 a 9:45 am #

      Se a tuo figlio hai insegnato il culto della mediocrità puoi solo che prendere a schiaffi te stesso.

      Alla famiglia ci tengono non solo quelli che fanno i figli a 24 anni, ma anche quelli che li fanno a 30.

  22. Antonio febbraio 7, 2012 a 5:17 pm #

    E’ inutile che se parli, tanto x noi Italiani e’ quello che ci meritiamo.Svegliamoci mandiamo a casa questa gente che non capisce niente ,anche perche’ come mandano avanti l’Italia loro lo possiamo fare pure noi. Servono soldi dove si possono prendere aumentando le tasse ,ma che ci vuole un governo tecnico x fare queste cose,se lo faccio fare ad un bambino di 10 anni e’ capace pure lui.Non sono arrabbiato ma sono In………to

  23. alessandro febbraio 7, 2012 a 5:18 pm #

    Ci sono tutti? davvero’?? Vi ringrazio comunque per il lavoro che fate

  24. Serena febbraio 7, 2012 a 5:19 pm #

    sono solo letteralmente schifata da tutto questo nepotismo, l’italia va’ alla rovina x colpa di questi fanta politici tecnici, che non hanno nemmeno il buon gusto di tacere, e di evitare quei sorrisi sornioni al telegiornale, che fanno travedere che in italia va’ tutto bene (vedasi Monti)……non sanno cosa vuol dire vivere e fare sacrifici, andare avanti con poco , e cercare di essere sempre dignitosi, li manderei tutti a zappare la terra

  25. stumpjumper febbraio 7, 2012 a 5:22 pm #

    ok ok va bene, ma voi del popolo viola che prima eravate sempre in piazza contro bunga bunga e palle varie, e ora vedete ste cose perchè non protestate? dove siete finiti? siete poco credibili…

  26. Antonio febbraio 7, 2012 a 5:24 pm #

    Mi esprimo con un proverbio dialettale che si usa dalle mie parti (Salento) : a quartara tantu va e vene tu puzzu ca se rumpe. (Il secchio a furia di salire e scendere dal pozzo si rompe) Non c’è limite alla decenza, credo se starebbero zitti farebbero meglio figura. La gente si è ormai rotti i c….

  27. tatiana febbraio 7, 2012 a 5:27 pm #

    MA GISSERO TUTTI AFFANCULO……..ci vorrebbe un tumorino ognuno che li porti via alla svelta……

    • E__ febbraio 7, 2012 a 6:20 pm #

      poverina…

    • sergio febbraio 7, 2012 a 6:21 pm #

      @Mario

      ti faccio qualche domanda per capire se sei ferrato su quello che dici:

      – lavori in una banca d’affari o banca commerciale? (io no e mi faccio il culo uguale e lavoro anche nel week end in proprio per arrotondare, ma non per le stesse cifre)

      – hai amici che hanno cominciato il dottorato prima dei 25 anni? (io no)

      – hai amici che sono diventati associati goldman&sachs a 23/24 anni? Io ho un’amico che dopo 2 lauree e 2 master ha iniziato da precario in una banca d’affari non così blasonata.

      – sai a quanto ammonta un utile di bilancio di una banca d’affari? Pensi che se mio padre fosse un advisor non avrebbe il mandato di darmi 30K (30mila euro) per farmi lavorare ed imparare il mestiere? (mio padre non conosce un cazzo di nessuno e mi DEVO fare il culo per campare).

      – capisci che il problema di questi lavori non è mantenerlo è avere le possiblità di fare master (che costano) e avere contatti per fare almeno un cazzo di stage.

      Tue dichiarazioni:
      “Avete letto le dichiarazioni di un commissario che li ha definiti impreparati”

      Rispota: chi sono i commissari che ti definiscono impreparato?

      “I raccomandati sono quelli che sono impreparati per il ruolo che rivestono”

      Risposta: non solo, sono anche quelli che godono di corsie preferenziali per fare certi lavori. I figli dei ministri saranno intelligenti come gli altri, non sono scemi. Ma vuoi mettere che tuo padre ti dà la possibilità di fare il lavoro della tua vita in un’azienda strafiga? E non sei raccomandato se entri a 20 anni ti fanno entrare in una banca d’affari? Pensi che a 20 sei pronto per un ruolo da associato? a 20 si no il cassiere alle poste sei in grado di fare….

      Per favore collega il cervello prima di fare quello fuori dal coro….

      • Mario febbraio 7, 2012 a 7:29 pm #

        1) Io no, ma ho molti amici che ci lavorano. Conosco gente che ha fatto stage in banche d’affari straniere, e non erano figli di papà, solo molto bravi.
        2) Io stesso ho cominciato un dottorato di ricerca a 24 anni, e conosco altre persone che l’hanno cominciato anche prima. Ne io ne gli altri erano parenti, amici o conoscenti dei professori della commissione che ha stilato la graduatoria per l’ammissione al dottorato.

        3) Per essere associato a Goldman Sachs, bastano due anni di esperienza lavorativa
        .
        New Associate

        If you have an advanced degree such as an MBA, have two to five years of work experience (or both), you are eligible to apply for a new associate position

        4) Per quanto riguarda la commissione, mi riferivo a quella dei concorsi a cui ha partecipato la figlia della Fornero. Ci sono prove o dichiarazioni di un commissario che abbia detto “non è brava,, è super raccomandata”, come nel caso del Martone?

        5) Si la mia definizione di raccomandato non è corretta, ci sono anche i preparati che non avrebbero ottenuto il posto senza un aiuto. Io non dico che non esistano, dico che in questo caso non c’è la prova che sia stato cosi.

        6) conosco gente che ha fatto stage in banche d’affari a 20 anni prima della laurea, e ripeto, non erano raccomandati, solo molto molto bravi. So per esperienza personale come vengono fatte quelle selezioni: test iniziali, e poi colloqui con le persone con cui dovevi lavorare.

        Io non contesto che in Italia ci sia un grosso problema di nepotismo. Io contesto il fatto che siano state messe alla berlina 3 persone sulla base di indizi che, secondo le mie conoscenze e esperienze, non sono sufficienti per poter dire che hanno ottenuto quel posto solo per il cognome che portano.

        E comunque prima di insultare gli altri sul fatto che non abbiano il cervello collegato informati prima.

      • Giorgio Rossi febbraio 8, 2012 a 12:30 pm #

        Sergio,
        Dispiace a tutti della tua situazione, ma le persone che tu (non) conosci per quanto sopra non qualificano come campione rilevante per trarre tali conclusioni.
        Secondo me e’ tutta invidia, ed e’ normale e naturale.

    • PAOLA febbraio 7, 2012 a 6:28 pm #

      un tumorino…? mi sa che poi ne arrivano altri tali e quali

  28. Enrico febbraio 7, 2012 a 5:38 pm #

    Spero che dopo tutte queste “boutade” del governo dei tecnici, dei sobri, dei professori, dei saggi (mauahahahahha, ne inventano di cazzate i giornalisti per deviare le menti), un pò tutti si stiano accorgendo con che gente abbiamo a che fare.
    Se queste cose le diceva berlusconi apriti cielo (non sono berlusconiano).
    Alla fine ricordiamoci che questa crisi l’hanno creata le banche e noi abbiamo messo un banchiere al governo, con chissà quali intenti,

  29. Laura Querci febbraio 7, 2012 a 5:43 pm #

    Grandissimi stronzi!

  30. Giacomo febbraio 7, 2012 a 5:48 pm #

    Ma fateli tacere a ‘sti cani!

  31. Daniel febbraio 7, 2012 a 5:49 pm #

    Se sono li è solo per colpa vostra…. Non avete
    Fatto niente… Continuate a stare nei blog e
    Continuate a votare sempre gli stessi politici.
    Il coraggio di cambiare deve cominciare da voi! Non aspettatevi che qualcuno venga a farlo al posto vostro….

    • PAOLA febbraio 7, 2012 a 6:26 pm #

      magari non siamo tutti cosi… eh

  32. gigi febbraio 7, 2012 a 6:00 pm #

    Figli di gran cornuti e di grandi ZOCCOLE

  33. antonio febbraio 7, 2012 a 6:09 pm #

    parlano sempre a vanvera gli imbecilli e chi ha la coda di paglia. Farebbero bene almeno astar zitti quando proprio i loro figli hanno posto fisso vicino casa, e senza alcun sforzo scommetterei…..

  34. PAOLA febbraio 7, 2012 a 6:25 pm #

    ma poveri ministri, dai… loro parlano con cognizione di causa
    lo sanno che il posto fisso è noioso
    che i figli vanno sistemati vicini vicini…
    e basta con ste critiche
    siamo solo invidiosi
    ECCOME SE LO SIAMO
    SPECIALMENTE IO

  35. caterina febbraio 7, 2012 a 6:31 pm #

    sono una mamma fortunata, ho tre bellissimi figli, insieme a mio marito e il grande aiuto dI
    DIO che ci sta dando la salute…..abbiamo fatto e stiamo ancora facendo, dei sacrifici enormi per permettere loro di studiare nelle facoltà che loro hanno scelto: Pisa, Bologna,
    Reggio Calabria.
    La figlia piu’ grande, dopo la laurea e la specializzazione in letteratura italiana e altri mille corsi di lingua, ha spedito centinaia di domande e di CV senza avere risposta, anzi una l’ha ricevuta…………fare un periodo di tirocinio (GRATIS) in una scuola privata di Bologna,per
    cui…..piuttosto che fare niente è partita, con la speranza che un giorno possa servirle come
    esperienza. Così la scuola……….ha i docenti gratis e mia figlia è sotto un metro di neve,
    che divide un monolocale con altri suoi coetanei senza riscaldamento, senza lussi e con la
    consapevolezza che l’ITALIA NON CAMBIERA’ MAI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    p.s. tra me e le mie figlie ci sono 1400 km fatelo sapere alla Cancellieri!

    • MARILENA febbraio 7, 2012 a 7:34 pm #

      E’ assurdo come questa gente utilizza argomenti con lo scopo di insultare l’intelligenza di persone che lottano ogni giorno per conquistare un posto nel mondo dopo anni di sacrifici su i libri.Lo fanno in malafede, e tutto il veleno che sputano addosso a gli altri e’ il loro veleno …..in piu’ sono anche poco intelligenti perche’ non capiscono che con internet riusciamo anche a contargli i capelli che hanno in testa……

    • pontello giuseppe febbraio 8, 2012 a 6:00 am #

      Signra Caterina ..ma anche Lei ha delle colpe gravi …fa studiare letteratura italina alla figlia…una lingua morta ..si va verso la Grande Europa delle banche….In Inghilterra lo stipendio di un insegnante e’ quasi il doppio di quello di un bancario ..Questa e’ civilta’ …Gli eistein delle banche non sono mai esistiti ,,un’Italia ha privilegiato i soldi ..le banche ed i finanziamenti occulti …non l’educazione e conoscenza…per oggi basta..

  36. silpi febbraio 7, 2012 a 6:48 pm #

    certamente non bisogna fare di tutta un erba un fascio,ma non cadiamo dalle nuvole quando sentiamo che figli di occupano posti di privilegio senza per questo averne spesso minima competenza,e senza aver fatto nessuna gavetta in proposito,questo in qualunque campo dalla politica alla medicina allo spettacolo e via di seguito,non per questo tutti da demonizzare tanti con meritevole successo ma tanti altri Dio ce ne scampi,detto ciò oggi in una società come la nostra dove il divario di eguaglianza è maggiore rispetto a tanti anni fa il figlio dell’operaio ha molta più difficoltà ad emergere e farsi strada benchè meritevole e preparato,ma tutto questo i nostri ministri con le loro uscite miserevoli ed i loro occhi bendati ci lasciano a commenti che riflettono la delusione la rabbia per loro e per i loro “figli di papà e di mammà”poveri!!!!!!chi è causa del suo male stia zitto!!!!

  37. vincenzoaliasilcontadino febbraio 7, 2012 a 6:54 pm #

    POSTO FISSO?
    KUTA BEACH BALI INDONESIA  MASSAGE (58)
    Non come Rutelli alle Maldive che non sa di avere 13 mln€ o er Fini-to con casa a Montecarlo da uno ciullati da Lusi e l‘altro del cognato Luigi Giancarlo Tulliani?
    Yes, We Can col pendolino, magia del Mago Otelma amigos di Mortadella e Sinistra, ja?
    Peccato, ma col posto fisso diventa vantaggioso per tutti: fare shopping e pagare le rate ai top-pati, manager-Professori del Governo del Presidente Napolitano: potremo dimenticare l’altro Governo dei Pannoloni che sosteneva il o che Monti, senza meritocrazia o, illuminatemi dei suoi super poteri di aver fatto una sola cosa alla Patria per meritarsi il posto fisso dato da “George” di Senatore a vita?
    http://www.pisticci.com/forum/10-attualita/1759-posto-fisso

  38. giuliano mussi febbraio 7, 2012 a 7:06 pm #

    vi siete dimenticati di parlare che hanno la facoltà dell’imposizione delle mani… trasmettono il loro genio anche a quelli che si avvicinano alle loro famiglie … generi, fidanzate,
    nuore ecc… ecc..

  39. ANTONIO febbraio 7, 2012 a 7:07 pm #

    scusate ma questo link si puo’ inviarlo alle loro caselle e-mail, almeno appurano con mano (con i loro occhi), che la gente sa della loro ipocrita demagogia

  40. milena mocchetti febbraio 7, 2012 a 7:18 pm #

    ………….e io che mi arrabbio con mio figlio che dopo una serie infinita di lavori temporanei di max 6 mesi ora percepisce una indennita’ di disoccupazione di 600 euro mensili e per il momento non vuole cercare lavoro ma godersi questo misero stipendio!!Io continuo a ripetegli che non deve demordere e continuare a cercare ……ma alla fine non ci credo più nemmeno io a quello che cerco di fargli capire circa il merito e l’impegno….

    • fijio der giaguaro febbraio 7, 2012 a 10:36 pm #

      mia solidarietà alla figlia. e a chi si accontenta di una pensione pure di invalidità. e non rompete le p… con sto merito, mobilità, studio, tutte cazzate, bone solo x i giovanetti che ce credono….bah…tira a campà. ciao. brava a fijia, brava ha capito tutto…..

  41. Salvatore febbraio 7, 2012 a 7:39 pm #

    Questo articolo è insensato. Sprizza frustrazione e insensato odio di classe. E’ abbastanza comune che se tuo padre è pescivendolo tu faccia pescivendolo, se tuo padre è banchiere tu faccia banchiere. Lo scandalo è quando il rettore di piazza con concorso truccato nel proprio dipartimento. Non sei medico figlio di medico, prendi le tue gambe e cammini e ti cerchi la tua strada.

    Il figlio di Monti e della Cancellieri possono anche essere bravi, glielo diamo il beneficio del dubbio? Non vedo perchè non si fossero potuti guadagnare quel lavoro anche senza i genitori. La figlia della Fornero un po’ puzza… Ma sinceramente andrebbe chiesto nel suo dipartimento, generalmente queste cose si sanno. L’unico scandalo vero è Martone.

    Basta con sta storia che se tuo padre è professore tu devi fare lo spazzino per una legge del contrappasso tutta italica. Se sei diventato professore ONESTAMENTE, senza aiuti, magari in un’altra città, senza sotterfugi, vali quanto il figlio dello spazzino.

    • Salvatore febbraio 7, 2012 a 7:41 pm #

      scusate scritto in fretta: errata corrige Lo scandalo è quando il rettore piazza il figlio con concorso truccato nel proprio dipartimento. Non se il medico figlio di medico, prende le sue gambe e cammini e cerca la sua strada.

    • forever31rita febbraio 7, 2012 a 10:38 pm #

      ecco finchè si continuerà a pensare che sia comune quindi normale che il figlio del medico faccia il medico(e se il figlio del pescivendolo studia medicina STRANAMENTE ha più difficoltà a diventare medico)l’italia resterà quella che è per sempre.
      non è odio di classe(argomento peraltro interessante)caro Salvatore..è disparità!è mancanza di opportunità a parità di studio!
      e tutti hanno amici che hanno studiato materie simili ma guarda caso…l’avvocato che riesce è il figlio dell’avvocato!ma stranooooo
      siete tutti cadaveri,non aggiungo altro,siete più vecchi di Monti,Fornero,Passera…
      torno in Italia se organizzate una rivoluzione spietata,saluti

      • Salvatore febbraio 7, 2012 a 11:01 pm #

        Si, ma il figlio del medico, se vuole fare il medico?

        Io non dico se incozzato (cosa che odio), ma dico se vuole fare il medico. Capita, con una probabilità più alta della media (visto che generalemente si è affascinati da quello che fanno i genitori). In Italia l’errore sta nel fatto che ci siano le spinte! Se no un figlio di medico è libero di fare il medico. Perchè non può farlo? Se fosse il sistema fosse meritocratico non ci porremo nemmeno il problema. Ma diamine, perchè il figlio del medico non può voler fare il medico?

      • rossano febbraio 8, 2012 a 9:50 am #

        Secondo te, lo Stato (concetto apprezzato solo quando fa comodo) dovrebbe organizzare un sorteggio delle carriere una volta raggiunti i 18 anni?

        Mettiamo li tutti i ragazzi e tiriamo su a caso, chi banchiere, chi muratore, chi calciatore. Dove capita, capita.

        Complimenti, una visione davvero apocalittica.

  42. Mario febbraio 7, 2012 a 7:43 pm #

    Questo e il cv del Monti che ho trovato su un articolo della Gazzetta di Parma:

    http://www.gazzettadiparma.it/primapagina/dettaglio/1/112298/Lavora_a_Parma_Giovanni_Monti__il_figlio_del_premier.index.html

    Giovanni Monti, che è sposato e ha una figlia, lavora negli uffici di Collecchio, ma risiede a Parma e ha alle spalle un curriculum di tutto rispetto. Dopo la laurea in discipline economiche e sociali alla «Bocconi» di Milano (università di cui il padre è stato rettore ed era presidente l momento dell’assunzione di incarico di premier), ha conseguito un Master in Business administration alla prestigiosa Columbia University di New York, dove ha poi conseguito un’ulteriore specializzazione con un Master in Affari internazionali.
    Mentre era alla Columbia ha lavorato associato per gli investimenti bancari alla banca d’affari Goldman Sachs. La sua carriera lavorativa era iniziata come consulente di direzione da Bain & company, dove è rimasto dal 1997 al 2001. Dopo gli studi alla Columbia University, dal 2004 al 2009, vale a dire fino al suo approdo alla Parmalat, Giovanni Monti ha lavorato prima a Citigroup e poi a Morgan & Stanley: a Citigroup è stato responsabile di acquisizioni e disinvestimenti per alcune divisioni del gruppo, mentre alla Morgan si è occupato in particolare di transazioni economico-finanziarie sui mercati di Europa, Medio Oriente e Africa, alle dipendenze dirette degli uffici centrali di New York. Alla Parmalat è stato confermato nel proprio incarico anche dalla nuova proprietà di Lactalis.

    Già da questo CV si capisce che ha fatto l’associate a Goldman Sachs dopo l’MBA, quando non aveva “poco più di 20 anni”, come avete scritto facendo credere che sia stato messo li per ordine del padre.
    Controllare le fonti prima di mettere alla berlina qualcuno, please.

    • tobymallon febbraio 7, 2012 a 8:27 pm #

      Mario (Monti, presumo) “mentre era alla Columbia” non vuol dire “dopo la Columbia”.
      E comunque il senso del post permane, i “tecnic” si sono tutti preoccupati dei figli, banche e università,posti noiosi anzichenò.

      • Mario febbraio 7, 2012 a 9:03 pm #

        L’MBA si fa dopo un’esperienza lavorativa, quindi dopo il 2001, quando aveva ben più di 20 anni.
        Si guarda sono stati dei criminali: li hanno fatto studiare, poi quelli hanno cominciato a lavorare in diversi posti, in cui sicuramente erano stati raccomandati.
        Il dramma dell’Italia è questo: siamo cosi abituati alla raccomandazione che pensiamo che esista solo quella, e che se i figli di persone importanti hanno un lavoro è solo unicamente grazie ai genitori.
        Per esperianza personale è improbabile che Giovanni Monti, la Deaglio e il figlio della Cancellieri abbiano fatto carriera perchè sistemati dai genitori.
        Si massacrano tre persone senza portare prove della loro colpevolezza.
        Per affermare che il governo è nepotista si portano avanti proprio tre casi che dmostrerebbero il contrario. Due su tre lavorano nel settore privato, la ricercatrice è l’antitesi del classico figlio del barone assunto nella facoltà del genitore e che non ha mai pubblicato niente…
        Si portano solo 4 esempi, e tutti gli altri figli dei ministri? Sono tutti ben piazzati? Possibile che non si trovassero 3 casi di figli neolaureati subito assunti in una società a partecipazione pubblica? Allora si che c’era da incazzarsi. Invece qua si parte dalla certezza che siano raccomandati e non si guarda cosa hanno fatto.

      • violapost febbraio 7, 2012 a 9:11 pm #

        Abbiamo parlato di questi tre ministri perché sono quelli che si sono espressi volgarmente sulla questione. Ma se vuoi andiamo avanti anche con gli altri ministri. Vuoi scommettere che si conferma il trend?

    • Mario febbraio 7, 2012 a 9:31 pm #

      Beh per ora avete mostrato solo un esempio, le vostre insinuazioni sui figli dei tre ministri non sono suffragate da prove convincenti.
      Si mi pare possibile che trovate tre casi adatti, però impegnatevi di più questa volta. Magari diteci pure quanti figli hanno in totale i ministri di questo governo e in quanti occupano poltrone pur avendo dimostrato di essere impreparati e incapaci. Esempi alla Trota, please. Laureati con Master che lavorano nel settore privato, gente che ha lavorato all’estero, o ricercatori con svariate pubblicazioni all’estero non sono certo un esempio di nepotismo.

      • Salvatore febbraio 7, 2012 a 11:08 pm #

        I agree. Ma dai, questo s’è fatto un MBA in America, lo saprà fare 2+2. Forse sarà incozzato, ma mi pare volgare darlo per scontato.

        Il trota è incozzato, il figlio del rettore nel dipartimento del padre e incozzato, ma questo ha pure curriculum. Cosa deve fareper convincervi? Lo spazzino?

        ps. Il problema delle pari opportunità è un problema politico. Qui in inghilterra puoi chiedere un prestito per un MBA, ma ti prendono solo se hai un curriculum con i fiocchi. Il problema che in Italia questo tipo di cose non esistono. Ma che colpa ne ha il figlio di Monti? E a questo punto non possiamo nemmeno prendercela con Monti visto che è lì da 2 mesi!

        Come detto questo articolo mi sembra solo frustrazione e odio di classe insensato.

    • pontello giuseppe febbraio 8, 2012 a 6:13 am #

      Caro signor Mario senza pregiudizi .. Bravo questo ” giovane ” che ha fatto un sacco di lavori e studi contemporaneamente e non si e’ accorto che la Parmalat era gia’ fallita da anni (anche Grillo ..) .. ha mantenuto il posto grazie ai sindacati.??? Non faccio nomi ma ci sono studenti liceali che nei mesi estivi vanno a lavorare ,anche lavori pesanti. ed imparano a nuotare nel Piave e non in Costa Azzurra.. od in svizzera…Avevo scritto ..:casta azzurra..

    • Laura febbraio 8, 2012 a 11:21 am #

      A conferma, ecco il profilo di G. Monti su linkedin con tanto di date. http://tinyurl.com/7anjvwz

  43. FRANCA febbraio 7, 2012 a 8:09 pm #

    E CHE NON SIANO TUTTI FIGLI DI ALIENI, ALLORA SI SPIEGHEREBBE TUTTO, VISTO CHE SI DICE SIANO PIU EVELUTI DI NOI, AL GOVERNO IN QUESTO MOMENTO ABBIAMO UN BRANCO DI FANFARONI CHE SONO ABITUATI AD APRIRE BOCCA PRIMA DI METTERE IN FUNZIONE L’UNICO NEURONE CHE SBATTE IN TESTA.
    CARO MINISTRO FORNERO LE SUE LACRIME SONO STATE LACRIME DI COCCODRILLO CHE PRIMA MANGIA E POI PIANGE, PROBABILMENTE I CERVELLONI CHE VANNO ALL’ESTERO NON SONO FIGLI DI ALIENI, MA DI PERSONE NORMALI QUINDI PER LORO NIENTE CICCIA IN ITALIA SOLO MERDA, VISTO CHE LA CICCIA C’E’ ANCHE PER I FIGLI DI STRANIERI, VAI BENE SEI FIGLIO DI MAROCCHINO ECCO LA BORSA DI STUDIO, NESSUN CONTROLLO TUO PADRE E TUA MADRE LAVORANO IN NERO E CHI SE NE FREGA, PER NOI ITALIANI CONTROLLATI COME ALL’FBI NIENTE PAGARE PAGARE PAGARE………………………….MA PERCHE’ NON MANDATE ANCHE I VOSTRI FIGLI ALL’ESTERO CI SAREBBE PIU’ POSTI DI LAVORO PER NOI………

  44. E. febbraio 7, 2012 a 8:20 pm #

    Saranno pure tutti bravi e preparati, non lo nego. Sorge però una domanda: come mai questi ragazzi in gamba hanno uno o più superimpieghi, mentre tantissimi altri, altrettanto meritevoli e preparati, ma di origini più semplici, se non restano disoccupati si devono accontentare di posti a tempo determinato, con retribuzioni ridicole e spesso in ambiti del tutto estranei alla loro area di formazione? Il dubbio sulla meritocrazia diventa lecito.

    • Peppe febbraio 7, 2012 a 10:57 pm #

      Se tu fossi un ministro e avessi la possibilità di piazzare tuo figlio con un ottimo impiego (anche se del tutto immeritato) non lo faresti??? Su…

  45. Paolo febbraio 7, 2012 a 8:21 pm #

    La solita inquisizione pubblica italiana…mettere in dubbio la professionalità dei figli dei ministri presi a caso per dimostrare cosa? che chi è figlio di certe persone in certi ambienti ha la possibilità di studiare in contesti migliori e di ottenere traguardi ambiziosi? cado dalle nuvole! :) e poi che statistica sarebbe? 4 persone su ??? hai le prove che queste persone hanno ottenuto i loro traguardi scavalcando gli altri o bypassando procedure di selezione o barando? se non hai le prove non condannare e soprattutto non presumere e sottintendere nulla perché sono solo chiacchere. Lo insegnavano agli artisti: il pubblico è Bestia!

  46. Coro Cosimo febbraio 7, 2012 a 8:46 pm #

    La stupidità dei dirigenti ci sta affondando tutti

    (Lettera Aperta)

    Alla cortese attenzione del dir. di Andil, di Confindustria e di Federmanager

    ——————————————————————————–

    Poiché un dibattito sulla stupidità, forse è meglio per ovvie ragioni di etichetta definirla “improduttività dei dirigenti”, non è mai stato affrontato pubblicamente, e considerato il particolare momento di ristagno economico, le polemiche sulla flessibilità, competitività, produttività, qualità professionale e confronto concorrenziale dei costi nella globalizzazione sfavorevole per l’Italia poiché direttori e quadri portano troppo in alto l’indice del costo del lavoro.. gli imprenditori, anziché chiedersi quanto costa un operaio, dovrebbero chiedersi quanto costa un dirigente.

    ..Penso che non sia affatto un tabù discuterne nelle sedi opportune affinché si avvii al più presto un disciplinamento in merito.

    Molto spesso nelle aziende, ma anche nella pubblica amministrazione e nel mondo politico, i dirigenti non sono affatto operativi, sono sterili di idee e si limitano esclusivamente al comodo ruolo di rappresentanza interna tra i vari livelli delle maestranze e più delle volte rappresentano se stessi facendo uso del linguaggio del corpo.

    Sono convinto che verrebbe fuori una bella e costruttiva disputa tra chi non fa di tutta l’erba un fascio e chi pensa come il sottoscritto che in un seminato o sono tutti intelligenti o tutti stupidi.

    In un collegio dirigenziale se prevale l’intelligenza, l’imbecille non avrebbe chance di imporsi e coabitare, mentre in quello opposto sarebbe esattamente il contrario.
    Dove già domina la stupidità in un qualsiasi ambiente di lavoro, gli incapaci sono apprezzati, presi in considerazione e avviati in carriera poiché non innescano rivalità professionale, i dirigenti stupidi temono la competizione. Gli imbecilli sono potenzialmente scarsi e non creano imbarazzo mettendo in luce l’incompetenza.. e convivono di complicità.. tra cani non si mordono (se non concorrono per lo stesso interesse).
    Invece chi sin da subito rivela talento viene mobbizzato e messo in condizione di non poter nuocere da chiunque è consapevole di avere posizione non meritata. Purtroppo il fenomeno della presenza dei direttori stupidi avviene con ricambio esponenziale ed è in crescita, caricando sempre di più i passivi aziendali.

    I direttori stupidi, oltre ad essere incapaci nel proprio mestiere, sono anche di basso profilo etico, attributi concatenati.. se si trovano in un pasticcio pur di scaricarsi dalle proprie responsabilità sono abili ad incolpare chiunque, ma sono sempre pronti ad accollarsi meriti altrui. E se si vedono ad un certo punto della propria carriera in prossimità di un imbuto, pur di mettere in difficoltà il proprio rivale per scavalcarlo viene denigrato.. si smerdano l’un l’altro, sembrano più ratti che cani, sono codardi e agiscono con pretesti personali e non mettendosi in evidenza con contesti professionali.

    Queste condotte sono una piaga quotidiana, rendono impestato l’ambiente = meno rendimento.. e si tratta di produrre in malora, ma quando si muore su una nave com’è accaduto a Costa Concordia per colpa della stupidità del comandante, non è più accettabile.. la stupidità della classe dirigente ci sta affondando tutti!

    Parliamoci chiaro: La crisi economica non è una cosa venuta dal cielo né saturazione dei mercati, per cui l’unica causa possibile è l’incompetenza di chi ha poteri decisionali che decide male, o non decide affatto.

    Per il sottoscritto questo argomento non lo è assolutamente un tabù, pertanto ho avuto l’ispirazione di scrivere e mettere online la mia esperienza sul rapporto con la stupidità dei miei ex direttori dello stabilimento di laterizi Ala Fantini di Montemesola (Taranto) di proprietà del Gruppo Fantini Scianatico di Lucera (Foggia), qui: http://www.montemesolaonline.it/Laterizi.htm

    Credo che ne valga la pena leggerla, sono convinto che arricchirà il Vostro sapere

    Distinti Saluti
    Coro Cosimo di Montemesola (Taranto)

    • piero iula febbraio 7, 2012 a 11:16 pm #

      Al di la del caso tuo personale, mi trovo d’accordo nel sollecitare nella pubblica opinione, a qualsiasi livello, una riflessione e una discussione
      intorno alla inadeguatezza della cosidetta “classe dirigente”.
      E’ il “FAMILISMO AMORALE” la vera palla al piede di questo Paese.
      Beninteso per “familismo” non intendo riferirmi solo alla famiglia biologica, ma, per estensione del concetto, anche alla più ampia cerchia di amici, soci, compari, amici degli amici, sodali, complici, e così
      via discorrendo.
      Da tempo immemorabile, da noi, il ruolo dirigenziale è ostaggio e proprietà di chi ha il potere, il denaro e le conoscenze adatte per poter
      insediarvi persone della sua cerchia, indipendentemente dalle loro
      effettive capacità. Oltretutto, questo sistema di cooptazione, ha il vantaggio di mantenere potere e controllo sempre all’interno dello stesso gruppo di “famiglie” che, pur essendo spesso in competizione tra di loro per accaparrarsi la fetta più grossa, sono sempre disposte
      a trovare tregua e accordi quando si tratta di tenere fuori gli “altri”.
      E’ una sorta di selezione alla rovescia: i meritevoli e capaci vengono
      discriminati perchè potrebbero inceppare gli ingranaggi di un meccanismo che deve girare in un senso solo: quello che porta
      vantaggi economici e sempre maggior potere ai padroni del vapore.
      Decenni (se non secoli!) di “accumulo di Incompetenze” portano
      inevitabilmente al “cul de sac” in cui ci troviamo oggi: ai massimi vertici
      del potere politico si è stratificata una classe politica incapace e
      indecente, la quale, per poter sopravvivere, ha dovuto riempire i
      livelli dirigenziali sottostanti con “yes men” ancora più incompetenti,
      ladri ed incapaci di quanto non siano loro.
      E adesso, autorevoli esponenti di questa abominevole “classe digerente” (non è un refuso!) hanno la faccia di bronzo di venire a
      redarguirci perchè i nostri figli non sono stati capaci di conquistare
      quelle vette che invece i LORO figli, col solo aiuto della loro intelligenza, del loro sacrificio, della loro costanza, sono riusciti a scalare.
      Ma quando prenderemo per il collo padri e figli e li scaraventeremo
      giù da quelle vette ????h

      • MARIA ANTONIA febbraio 8, 2012 a 3:43 pm #

        CONCORDO PIENAMENTE CON QUANTO HAI APPENA SCRITTO…SPECIE L ULTIMA FRASE…QUANDO LI PRENDEREMO PER IL COLLO PER SCARAVENTARLI GIU’ DALLE VETTE???

  47. Giulio febbraio 7, 2012 a 9:08 pm #

    Il motivo per cui l’Italia va a rotoli è questo. Ai posti di comando abbiamo illustri raccomandati che potrebbero, al massimo, fare solo i lustrascarpe! E l’Italia va a ramengo.

  48. Adriano febbraio 7, 2012 a 9:10 pm #

    Il vero problema dell’ Italia, e forse anche il più grande e irrisolvibile, è che ognuno ha il diritto di dire ciò che pensa, ma a volte, anzi spesso, si evita di collegare la bocca con il cervello… A parer mio ci troviamo di fronte a più verità…1) Qui nn mi sembra che un posto fisso cambi la vita o la migliori o la renda più o meno monotona…Il vero problema è che noi italiani siamo un popolo di musoni…E Prodi non va bene, e Berlusconi è ladro, e Bossi è pazzo, e questo e quello…Basta lamentarsi…L’Italia sta fallendo… e con essa il suo popolo e i suoi valori…ormai è un tutti contro tutti…2) Monti ha ragione quando dice che dobbiamo abituarci alla mobilità, ma ci dia modo di provare a renderci indipendenti agevolando davvero i giovani, altro che srl semplificata o altri rimedi stucchevoli…3) E’ vero che chi si laurea in tempo va stimato e preso a termine di paragone…ma non bisogna generalizzare perchè non tutti vivono agiatamente come il signor (termine poco appropriato in questo caso) Martone…4) E’ vero che il lavoro non lo può pretendere sotto casa…ma almeno diano dei sussidi ai giovani che, responsabilmente, scelgono di abbandonare la propria terra natia, per provare a sopravvivere, tra le fauci degli strozzini che ti levano almeno la metà di quei 1200-1300 € di guadagno medio cui un giovane laureato può attualmente aspirare (parlo di affitti di case, assicurazioni e quant’altro)…Allora, ed è sempre un mio parere, misuriamo bene le parole, non parliamo a vanvera…cerchiamo davvero di guardare entrambe i lati della medaglia…

  49. carlo d'agri febbraio 7, 2012 a 9:30 pm #

    Ormai e’ un gioco al bersaglio contro la classe piu’ debole del Paese.
    Dopo le stangate anche la presa in giro sui commenti al posto fisso.
    Forse e’ il momento che Tutti coloro che si sentono profondamente colpiti prima dai politici e poi anche dai tecnici comincino a reagire .
    Facciamo sentire sempre di piu’ la nostra voce in ogni occasione e forse la Rivolta contro Tutti i Privilegiati di questo Paese di Buffoni,Corrotti ed Evasori comincera’ a materializzarsi .

  50. Yaya febbraio 7, 2012 a 9:40 pm #

    Poverini, che monotonia deve essere, stesso posto e uno stipendio fisso di 500 mila euro all’anno! Fanno schifo Monti & Company fate veramente un passo indietro, giratevi e prendete la porta!!! Uscite dalla nostra vita !

  51. jjjj febbraio 7, 2012 a 9:56 pm #

    – con quale faccia vengono a dirci mammoni e mobilità

    -, persone che guadagnano cosi’ tanto possono mai mettresi nei panni di chi guadagna meno di 500 euro o non trova lavoro?

    – ci vuole 1 lotta alle cassi, un colpo di stato, combattere col sangue come facevano i nostri nonni!

  52. Giulio febbraio 7, 2012 a 10:54 pm #

    Ora non vorrei fare la voce fuori dal coro ma… Chi ha il coraggio di dire che non avremmo fatto lo stesso anche noi?? Cioè se io sono un mega-dirigente di qualche società è ovvio che faccio di tutto per inserire mio figlio SENZA fargli fare la gavetta!! Cioè… è mio figlio!!

    • pontello giuseppe febbraio 8, 2012 a 6:28 am #

      Giulio ,quello che dici traspare dalla natura umana ..!! E’ anche inconsapevolmente chiaro il concetto che per istinto di soppravivenza un pater familias tenda a vedere la progenie sistemata ( affetti ,nipoti , lavoro., salute ect..) prima di tirare le cuoia…Questo non e’ concepibile nell’amministrazione della Stato od in enti che ricevono la sussistenza ,elemosina .contributo..ect , chiamalo come vuoi ., Tutti si mettono in bocca la Costituzione e poi sono i primi a metterlo nelle ciapets degli altri

  53. rosario febbraio 7, 2012 a 11:12 pm #

    LA NOSTRA VERGOGNA…….GLI FAREI PROVARE COME SI GUADAGNA LO STIPNDIO…..CON I FORCONI!!!!! VERGOGNA ITALIANA.

  54. fijio der giaguaro febbraio 7, 2012 a 11:13 pm #

    W Napoli, le pensioni, l’equo indennizzo, i contributi POR agli agriturismo, le sagre der provolone, le invalidità, il posto all’INPS comprato o raccomandato. W Reggio Calabria, le strade a 1 milione al km., le imprese edili di 3 persone con appalti solo pubblici, la pignolata bianca e nera, gli autobus urbani gratis ppe tutti. W Palermo, non pago parcheggio, mangio pesce e tonno rosso alla faccia della UE, vado a caccia ed ammazzo i cristarielli, e 500 allodole col richiamo elettrico, e pesco nell’oasi blu, verde, e non pago la fognatura
    ma che c…. volete cco sto merito, le università, maddecchéeee…..
    IO VOTO AMINTORE, FLAMINIO E GIULIO

  55. cosedellaltrotubo febbraio 8, 2012 a 2:53 am #

    <>…già..di…chi?….di chi ha fatto lo stesso ma senza aiuti? Ma perchè i figli dei ministri dovrebbero essere meno intelligenti di chi è senza raccomandazioni? Non lo so….ma a parità di studi e percorsi formativi controllerei quanti “figli di” lavorano ad alti livelli e quanti “non figli di”, sempre a parità di studi e percorsi formativi, ricoprono gli stessi incarichi alla stessa medesima età…(“figli di” battono “non figli di” 20milioni a zero)
    E’ sempre stato così, non è una novità, solo che oggi con questa crisi e con pochissimo lavoro in giro ci facciamo tutti rodere il culo…potevamo incazzarci pure prima, ma finchè magnavano tutti allora se stavaa bene…ma fatemi il favore, ora tutti comunisti tutti stessi diritti…ma andatevene affanculo tutti…

    • cosedellaltrotubo febbraio 8, 2012 a 2:57 am #

      “Ma che c’entra, sono buone famglie, dai buoni giudizi, economicamente benestanti, l’educazione dei figli è al primo posto, figli che giustamente spinti dai genitori posso solo ambire al massimo…e poi è giusto che chi studia tanto con dedizione rispettando ogni scadenza e chi sia preciso venga giustamente premiato, è giusto che ottenga un lavoro un riconoscimento uno stipendio superiore di chi…..di chi…..”
      continua sopra

  56. pontello giuseppe febbraio 8, 2012 a 5:26 am #

    Sto combattendo da anni ,avendo avuto contatti di lavoro in enti multinazionali e nazionali , una battaglia per la rottamazione di rettori baroni ,primari, cattedratici ,magistrati di alto grado super burocrati di enti ed industrie statali all’eta’ di 60 anni. Seppure inconsapevolmente e/o per istinto di soppravvivenza personale tendono a favorire parenti ,amici ,conoscenti.raccomandati dai potenti anche per un narcisismo sociale : farsi vedere….attivi ..potenti ..capaci e tutte altre tare psico.fisiche.. In tal modo falsando le capacita’ individuali dei concorrenti ….degli altri giovani. Mamma vuol vedere il cocco sistemato ..cosi e’ piu’ tranquilla e tirare le cuoia… Sara’ anche umano o disumano ..ma non si facciano prediche ai poveri giovani che combattono tutti i giorni per la soppravivenza…Largo ai giovani volenterosi .e rottamare gli oltre 60enni …Cisara’ un motivo per cui l’universita’ italiana e’ in media al155° posto nel mondo…forse anche per merito di cotanti illuminati…

  57. Ermanno Maccarrone febbraio 8, 2012 a 6:25 am #

    Bello schifo.Vergognatevi ladri vigliacchi.

  58. jack febbraio 8, 2012 a 6:34 am #

    Questo conferma che lor signori chiamati tecnici, sono al soldo ( si dice così o stipendiati o favoriti o azionisti con pacchetti di azioni come Profumo, che puzza di torbido) di chi gestisce l’encomia a livello PLANETARIO. Poveri loro che sono straricchi e riusciranno a pagare l’ingresso in pardiso.

  59. gemma febbraio 8, 2012 a 7:11 am #

    sarebbe ora che questi individui immondi .devono smettere di offendere oltre i ragazzi la nostra intelligenza,arroganti bastardi che hanno le poltrone ben fisse ai loro culi .non devono permettersi di offendere ogni giorno quindi bisogna mandarli via .queste persone immonde .nn devono esistere più .ho qui nn cambia nulla ma peggiora .ps.x mia fortuna nn avevo professori così a scuola .bè loro vengono dalla bocconi )con quella bocca ops.fogna dove ogni giorno cade merda possono .perchè c”è chi lo permette .gemma bartolucci.

    • Giorgio Rossi febbraio 8, 2012 a 9:12 am #

      Con punteggiature e sintassi cosi, non c’e’ molto da offendere :)

  60. Sabrina R. (CH) febbraio 8, 2012 a 7:40 am #

    L’italiano è un popolo dalla volontà troppo debole per prendere in mano forconi e asce. Troppo individualista per essere unito. Troppo lamentoso per essere il cambiamento di sé stesso.Troppo furbacchione per essere da esempio e migliorare il corso della pripria storia.

    L’italiano, è cosa nota, i cassonetti li incendia perché la squadra di calcio va in serie B…non perché la propria vita rischia di finire o è già finita in serie Z.
    In questi giorni si fa un gran parlare dei figli di…ministri & Co.

    Ma da quando questa è una novità in Italia?
    Tutti ad indignarsi di fronte a ciò che è nel DNA di questo popolo: il NEPOTISMO!
    L’italiano si indigna e si lamenta solo perché non ha avuto l’opportunità di mettere i propri figli dove stanno quelli degli “altri”…nel frattempo si lamenta e aspetta…l’occasione giusta per essere uguale a…sé stesso.

  61. Arturo febbraio 8, 2012 a 7:59 am #

    Piu’ che dare risposte…la domanda dovrebbe essere: cosa si potrebbe fare per cambiare questa situazione? Se aspettiamo che la risposta c’e’ la diano i politici allora non c’e’ l’avremo mai…sarebbe ora che la popolazione prendesse coscienza che a comandare e’ lei e quattro politici che ci imbambolano con quattro parole…se poi vogliamo continuare a lamentarci in eterno senza agire…allora sarebbe meglio starsene completamente zitti…le chiacchiere non portano a nulla…la gente muore di fame…i bambini muoino di fame e di freddo…e noi egoisticamente continuiamo a dire…come una canzone di mina…parole parole parole………

  62. gabriella mancinelli febbraio 8, 2012 a 8:11 am #

    Senza nulla togliere alle capacità e al diritto al lavoro di nessuno,sarebbe saggio astenersi ,da parte dei nostri ministri attuali ed ex ,essere prudenti nell’aprir bocca,nel parlare di sacrifici e di equità e nell’astenersi da certe battutine pseudo-simpatiche rivolte a migliaia di cittadini (e soprattutto giovani) che nonostante i 110 e lode,le capacità e la buona volontà non riescono in un anno a guadagnare quello che i figli di papà cosiderano quisquilie in un mese. Sssssssssssssssss,fate silenzio signori ministri!!!!

  63. gianni febbraio 8, 2012 a 8:12 am #

    no comment. Credo solo che la politica italiana mn cambiera’ mai! Anche questi signori predicano bene e razzolano mal

  64. Zibo febbraio 8, 2012 a 8:18 am #

    Andassero tutti affanculo

  65. giovanni febbraio 8, 2012 a 8:27 am #

    bisogna arrabbiarsi bisogna protestare ma bisogna anche agire diffondiamo a più non posso per votare alle prossime elezioni tutti movimento5stelle li cacceremo a calci nel sedere tutti i nostri politici di mestiere dico tutti o almeno inizieremo a far entrare un po’ di parlamentari puliti che infondano il germe dell’onestà

  66. BRUNELLO febbraio 8, 2012 a 8:58 am #

    IO TUTTI QUESTI GLI AUGURO UN MALE!!!

    • Salvatore febbraio 8, 2012 a 9:37 am #

      Ma tu sei uscito di testa!! Ma perchè? perchè hanno un lavoro migliore del tuo? E magari se lo sono guadagnato. Ma se uno è figlio di professore universitario o banchiere (com’erano all’epoca questi ministri) deve suicidarsi. SONO SOLO 4 CASI, DI CUI SOLO 1 (Martone) E’ CHIARO CHE SIA INCOZZATO. E forse la figlia della Fornero, dico forse… Gli altri lasciateli vivere. Che magari hanno pure lavorato più di voi per arrivare lì. Non è detto che se uno nasce ricco è scansafatiche. Siete razzisti e discriminatori.

      Ripeto prendetevela con Martone, trota, minetti, il figlio del rettore di roma. Ce ne sono milioni di casi. Ma non fate di ogni erba un fascio perchè finite nel torto.

      • elisabetta febbraio 8, 2012 a 2:57 pm #

        Bisogna dare a tutti le stesse opportunità, io sono per la meritocrazia , guarda caso i figli dei ricchi sono tutti geni! Purtroppo in Italia comandano i ricchi,e l’unica cosa che si può fare,l’ho capito a 60 anni, una rivoluzione!

      • gemma febbraio 11, 2012 a 6:33 am #

        esattamente elisabetta se nn si fà così)nn cambia niente ed oggi neanche necessario le aRMI -basterebbe 1 genio del pc.manda tutto in tilt.e se ricomincia )vedi se mandi x esempio in tilt.i pc delle banche altro che rivoluzione questa .tagliarle i viveri ai papponi unika cosa che capiscono .nn metti soldi in banca .ne carte ,nn supermercati centri commerciali…..ecccc.ci@o.ps.mi fermo qui riflettete,

  67. Giorgio Rossi febbraio 8, 2012 a 9:09 am #

    Commenti ridicoli.
    Da che mondo e’ mondo contano le relazioni ed interrelazioni sociali. L’essere umano si fida di chi conosce bene.
    Ci sono problemi piu gravi e che necessitano di maggiore priorita’ che fare le pulci a questi quattro. E poi non capisco cosa cambi a voi il fatto che loro lavorino e guadagnino tantissimo in strutture PRIVATE. Non vi stanno rubando soldi.

    N.B.: la carriera di Piergiorgio Peluso e’ assolutamente fattibile ed e’ fatta da giornate lavorative di 16 ore. Per i passaggi Bocconi – Arthur Andersen (ora Accenture) – Mediobanca non serve raccomandazione (che fa sempre comodo).

    Giovanni Monti – cosa sono i biliardi?! Se si intendevano billions allora sono Miliardi.

  68. Noemi febbraio 8, 2012 a 9:21 am #

    Non capisco quale sia il problema, a me sembra che qui siamo solo tutti un po’ invidiosi…. Sono perfettamente d’accordo con tutto quello che hanno detto i ministri, mi sa che oggi siamo tutti un po’ viziatelli noi giovani ed è logico che nessuno ha il coraggio di ammetterlo…. Gli esempi che sono stati fatti rappresentano solo ragazzi che hanno studiato, studiato, studiato e che lavorano anche grazie ai genitori, ma che male c’è ? E’ normale che i genitori si preoccupino dei propri figli e cerchino di agevolarli come possono. Un figlio di un panettiere se vorrà lavorare con il padre si ritroverà magari un attività già avviata, idem il figlio di un avvocato o di un imprenditore (che magari con un diploma di media inferiore si ritrova proprietario di un azienda e quindi guadagna 10 volte tanto un laureato che magari fa l’impiegato). Questi sono solo esempi, certo, fino allo scorso anno se avessimo letto la storia del figlio di Monti avremmo detto “ah che bravo ragazzo, è arrivato dov’è perchè meritevole”, ora perchè il padre è diventato premier allora non va più bene…. Siamo noi i ridicoli che ci permettiamo di giudicare senza conoscere!! Ringraziamo questo governo che ci sta facendo recuperare un po’ di credibilità di fronte al resto del mondo….

    • Roberta febbraio 8, 2012 a 10:47 am #

      Ma non si contesta mica il legittimo desiderio di avere un lavoro degno per loro. Il punto è un altro, è ciò che i loro genitori vogliono imporre a tutti noi.

  69. sabatino marino febbraio 8, 2012 a 9:37 am #

    basta con le parole ..azzione….dove sta italia i soldi devono girare in italia..

    • rossano febbraio 8, 2012 a 9:54 am #

      Devono anche girare le grammatiche.

    • Giorgio Rossi febbraio 8, 2012 a 11:09 am #

      Perche siete cosi inca**ati per questi 4? Sabatino, non sei nemmeno in grado di rileggere la riga che hai scritto e correggere “azzione”…vorresti prendere il posto di Peluso in un CdA??

  70. sabatino marino febbraio 8, 2012 a 9:38 am #

    basta con le parole azzione..

  71. nottebuia febbraio 8, 2012 a 9:44 am #

    Reblogged this on nottebuiasenzaluna and commented:
    sempre molto interessanti le ocnsiderazioni e le notzie trovate. che ognuno pensi e faccia le sue considerazioni.

  72. icittadiniprimaditutto febbraio 8, 2012 a 9:46 am #

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  73. Guido febbraio 8, 2012 a 9:52 am #

    E il Trota? E il figlio di Di Pietro? Il figlio di Monti, almeno, opera nel privato. Come i figli di Berlusconi. Sono quelli pagati da noi, direttamente o tramite i “rimborsi elettorali”, a esasperarmi. Ce lo ricorderemo nel caso si andasse a votare? Puniamo padri e accoliti. Dieci minuti al voto non sono persi, ma guadagnati (almeno psicologicamente). Si potrà dire: non mi sono limitato soltanto a borbottare o a inveire.

  74. Marco febbraio 8, 2012 a 10:22 am #

    Bene. Abbiamo anche Il “nostro” miglior governo possibile che e’ pieno di Vampiri.
    Non che non lo si percepisse.
    Personalmente sono annichilito.
    Spero che arrivi la peste bubbonica finanziaria davvero!
    Io ho tutto da guadagnare su un possibile default.
    Che venga il terremoto finanziario con tutti i filistei…

    • Giorgio Rossi febbraio 8, 2012 a 11:11 am #

      Come guadagneresti da un default?!
      C’e’ necessita’ di essere tutti un po piu’ ragionevoli qui.

  75. pasquale febbraio 8, 2012 a 10:39 am #

    ladri bastardi!!!!!

  76. gigi febbraio 8, 2012 a 10:55 am #

    Fanno venire tutti il vomito!!! E’ ora di mandare a casa tutta la classe politica e soprattutto questi super raccomandati che si permettono anche di giudicare anziché stare zitti zitti a godere dei loro privilegi!!!

  77. ziacassie febbraio 8, 2012 a 11:32 am #

    l’ho già detto e lo ribadisco,
    HANNO VISSUTO tutti (LORO) AL DI SOPRA DELLE NOSTRE POSSIBILITA’.

  78. marcobernaus febbraio 8, 2012 a 11:58 am #

    Reblogged this on Marco – Il peggio sembra passato….

  79. pinaanna febbraio 8, 2012 a 12:13 pm #

    Ciao vi abbiamo linkati sul nostro sito: http://www.direfarepensare.it/

  80. Paolo 'Neupaul' Palmacci febbraio 8, 2012 a 1:57 pm #

    Posto Mobile: la nuova App per iPhone per combattere la monotonia!
    http://inpastoalsilvio.wordpress.com/2012/02/02/posto-mobile-la-nuova-app-per-iphone/

  81. Luigi Lucatelli febbraio 8, 2012 a 2:05 pm #

    No Comment! Sono proprio incazzato per commentare. Comunque sia la figlia della Fornero è molto carina.

  82. Fabrizio Brascugli febbraio 8, 2012 a 2:07 pm #

    Reblogged this on Le ali della farfalla and commented:
    Predicozzi dei Baroncelli

  83. Giovanni febbraio 8, 2012 a 2:14 pm #

    Vergogna!!!almeno fossero aziende vostre da poter assicurare ai vostri figli un posto sicuro!!vergogna!!!!

  84. gianni pegorer febbraio 8, 2012 a 2:30 pm #

    è da quando è nata la 1 republica cioè da 65 anni che siamo governati papponi,ladri,idioti teste di cazzo analfabeti ecc ecc gente che ruba lo stipendio allo stato,che dovrebbe dare degli esempi e invece dicono solo stonzate vedi:bamboccioni,avere il posto fisso è monotono,vedi che ci sono dei ragazzi laureati con il massimo dei voti sono disocuppati semplicemente xchè nn sono figli di monti,fornero.cancelieri,bossi,collanino ecc ecc ci hanno rotto il cazzo nn vottateli più mettiamo al potere se esiste qualcuno che sia onesto e capace e facciamo 1 fossa e buttiamoli dentro tutti senza dimenticarer di riempirla di cemento.

  85. franesp febbraio 8, 2012 a 2:36 pm #

    a quando la presa della “Bastiglia” italiana? così inizieremo le danze per tutti questi cervelloni e prole.

  86. Aries66 febbraio 8, 2012 a 2:38 pm #

    A parte la figlia della Fornero chi scrive l’articolo si pè reso conto che state parlando di persone che lavorano in società private?
    La stessa figlia della Fornero ha lavorato anche all’estero, non credo che abbia ottentu un incarico ad Harvard solo eprchè è figlia della Fornero.
    Non pensate che magari rispetto a noi sono sol ostati un pò più fortunati ad avere genitori istruiti e già inseriti pertanto per loro è solo stato più facile, ma ditemi una cosa secondo voi il figlio di Bossi potrebbe mai diventare professore universitario? Ma sapete che quello lo paghiam ocon i nostri soldi, non ho la fortuna di conoscere chi ha scritto un articolo, ma perchè non scrive un articolo di tutti i figli di deputati senatori che hanno incarichi puibblici? E di loro che dovete scrivere.
    Signori io sono un proletario come voi (anche se non ho figli non potrei usare quella parola) hanno ragione così l’Italia non va da nessuna parte deve cambiare la mentalità dei giovani.

    • antonio febbraio 8, 2012 a 2:49 pm #

      si vabbè allora tutte a loro capitano queste fortune ma che dici mi sa che tu hai delle fette di mortadella sugli occhi…

    • Simo febbraio 17, 2012 a 10:47 am #

      Hai ragione, magari non ha ottenuto un incarico ad Harward perché è figlia della Fornero;
      può avere invece fatto in questo modo: in dottorato con me c’era la figlia di un’importantissima (e “nobile”) famiglia che ha passato un anno a Bethesda (NIH) negli USA perché ha pagato tutto lei…(ovvero loro le avevano risposto “può venire ma non ha i requisiti (di merito) per la borsa di studio quindi si deve arrangiare”…).
      Quanti si possono permettere uno scherzetto da (in lire di allora) almeno una sessantina di milioni per 6-8 mesi?
      Io per conto mio sono andata al Karolinska con borsa di studio e quant’altro ma questo non fa testo….
      Ecco, magari la figlia della Fornero può avere fatto come me o come la mia collega…:-)))

      • Aries66 febbraio 18, 2012 a 11:04 am #

        Non escludo che abbia pagato tutto lei, ma è anche vero che non è una colpa avere genitori facoltosi, ma ti rifaccio una domanda a quando ho capito tu hai fatto il dottorato con la borsa di studio complimenti, la tua collega ha pagato, ma Renzo Bossi l’avrebbero accettato?

  87. antonio febbraio 8, 2012 a 2:48 pm #

    E’ una vergogna e la cosa + brutta è che l’italia dopo tutto questo resta ancora a guardare , ma quando ci decideremo ad andare tutti a Roma e mandare tutte questre persone a casa????? è una cosa impensabile tutti i giorni c’è gente che non riesce a mettere il piatto a tavola e loro continuano a vedersi i CAZZI loro.
    in tv tante belle parole ma poi da questo si capisce che lo fanno solo per tenerci buoni…

    • Giorgio Rossi febbraio 8, 2012 a 3:43 pm #

      non posso credere tu dica sul serio, non hai assolutamente letto il post di Aries66.
      Tutti loro lavorano in societa’ private, e non sono gli unici ad avere una bella carriera. Invece di stare sempre a criticare perche non ci rimbocchiamo le maniche?

  88. fernirosso febbraio 8, 2012 a 2:57 pm #

    Ecco: qui è visibile e analiticamente descritto tutto ciò che si definisce come MISERIA UMANA! Gli altri, tutti coloro che si guadagnano da vivere ogni giorno con impegnoe senza alcuna raccomandazione sono figure davanti a cui togliersi tanto di cappello. Questi, ripeto, sono i veri miserabili della terra. f.f.

  89. gianni piombino febbraio 8, 2012 a 3:31 pm #

    intanto loro. sanno che ci possono prendere per i fondelli impunemente.continuare a rubare, fare i comodi loro in barba alle leggi e a quel che predicano .

  90. POMPEO febbraio 8, 2012 a 3:43 pm #

    POVERI FIGLI!!!!!!

    • POMPEO febbraio 8, 2012 a 3:44 pm #

      AIUTATELI………….

  91. nefret89 febbraio 8, 2012 a 4:10 pm #

    Reblogged this on Spontaneous Me.

  92. Federico Lovat febbraio 8, 2012 a 4:44 pm #

    ma in effetti questi di lavori ne hanno cambiati tanti

  93. Franco febbraio 8, 2012 a 4:56 pm #

    nulla di trascendentale. Anzi… Io mi scandalizzo invece per la quantità industriale di fannulloni, assunti in PA senza nessuna competenza (spesso proprio perché privi) grazie al vecchio sistema partitocratico e di raccomandazioni e scambio. Tutta gente oggi che si impegna a bloccare le assunzioni di giovani validi e preparati, perché vogliono (LORO) imporre progressioni verticali. Il Bello è che i sindacati sono dalla loro parte. I sindacati stanno difendendo a spada tratta i loro associati contro ogni principio meritogratico. Molti di quelli che hanno commentato questo post sono perfettamente consapevoli di ciò che affermo. Scandalizziamoci per questioni veramente serie. Viva la meritocrazia

  94. cris febbraio 8, 2012 a 5:33 pm #

    Vergogna ipocriti di merda predicano bene e razzolano male sono indifendibili le lauree conseguite nelle università private in Italia non funzionano sono comprate smettiamola con l’esaltazione della Bocconi!!Se l’italia va a rotoli è per questa gentaglia, Berlusconi ha rovinato l’italia e Monti idem, nn difendiamolo solo perchè ha scacciato il Berlusca abbasso la politica è marcia tutta!!

  95. titti febbraio 8, 2012 a 6:30 pm #

    Tutta gente seria!!!! E’ veramente avvilente sentire queste romanzine da chi dovrebbe avere il decoro di tacere. Vergogna! E’ veramente un insulto

  96. angelo febbraio 8, 2012 a 10:39 pm #

    poveracci cke lunga gavetta ,cke sacrifici x le famiglie, cke strazio salire e ‘scendere dai treni tutta italia, quante porte chiuse in faccia , ma ANDATE A FANCULO X CORTESIA ,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,, la vera italia i veri grandi siamo solo e soltato e unicamete noiii c’e la riprenderemo la nstra italia

  97. saralucy febbraio 8, 2012 a 10:56 pm #

    Che incazzo!! Scusate la pochezza del commento, specie in un post in cui si parla di geni, ma non mi viene in mente altro!

  98. Francesca febbraio 8, 2012 a 11:36 pm #

    Carissima (?????) Cancellieri,
    siamo due genitori della provincia di Napoli. Siamo due onesti lavoratori ( mamma insegnate e papà ufficiale della polizia locale).
    Le vorremmo raccontare la forza dei nostri due figli( umili e figli di persone semplici senza nessuna conoscenza ” importante”). Il primo figlio si è laureato alla Federico II ( Napoli) in Legge (105 / 110) nell’ottobre del 2007. Il 12 gennaio 2008 (tre mesi dopo) per frequentare un Master in Diritto Sportivo Internazionale è partito alla volta di Madrid senza conoscere una parola di spagnolo ed alloggiando presso una famiglia( per risparmiare) invece di un albergo. Dopo otto mesi di frequenza torna in Italia per svolgere tre mesi di stage presso uno studio legale ( molto conosciuto) di Perugia, dove è stato tra l’altro, più volte umiliato (perchè napoletano e perchè mai pagato ) dal titolare stesso.Vitto ed alloggio offerto ( ancora una volta) dai genitori…..Finito lo stage, stanco di essere preso per i fondelli dall’Avvocato S…………, il figlio torna a casa ( così almeno mamma e papà risparmiano delle spese). Incomincia ad inviare curriculum e finalmente a febbraio 2009,dopo qualche colloquio, trova lavoro a Roma dove tuttora lavora e dove si è sempre MANTENUTO da solo ( malgrado l’esigua paga iniziale). La seconda figlia, dopo la licenza liceale (100/100), prova i test di Medicina. Ovviamente.(……) non li supera ( per pochi punti) . Delusa ed amareggiata prova i test di Farmacia e di Biotecnologie che supera brillantemente ( entrambi). Sceglie Bioteconologie (Federico II Napoli) che frequenta ed affronta con ottimi risultati laureandosi (triennale) in regolare tempo, a pieni voti (110/110). Si iscrive al 4° anno ed incomincia anche a frequentare ( ospedale Pascale di Napoli) il laboratorio di Immunologia Oncologica. Studia( sempre con ottimi risultati) e ” lavora” perchè nel laboratorio è un vero e proprio lavoro ( completamente gratis dalle otto del mattino alle venti ed oltre di sera) e non un semplice tirocinio. E mamma e papà pagano anche in questo caso tutte le spese ( che Le assicuro, non sono poche). Ma non è per niente soddisfatta e nel settembre del 2010. all’insaputa di noi genitori, ritenta i test di Medicina. Stavolta li supera e, con sua grande gioia e nostro grande stupore, lascia al 5° anno la facoltà di Biotecnologie e si iscrive a Medicina e Chirurgia dell’Università Federico II. Il suo sogno si avvera, ora è iscritta a 3° anno ed i suoi risultati sono sempre ottimi.Così come il fratello, anche lei sarà destinata ad andare fuori Napoli per lavorare una volta laureata. Noi genitori siamo consapevoli di questo. Così come siamo consapevoli ed orgogliosi dei percorsi che i nostri figli hanno fatto senza l’aiuto di NESSUNO…se non quello LEGITTIMO dei genitori!!!! La pregheremo, signora Cancellieri, di” non fare di tutta un’erba un fascio” sia di genitori che di figli. Non siamo tutti

    • Giorgio Rossi febbraio 9, 2012 a 9:42 am #

      Io capisco la vostra situazione, ma non e’ nemmeno il caso di fare del vittimismo. Legge e medicina sono due facolta’ molto inflazionate in Italia, e si sa benissimo come vanno le cose. Perche il master dopo la laurea? Perche iniziare medicina cosi tardi?
      E cosa significa “ovviamente” non lo ha passato? Ho amici senza alcune conoscenze che sono riuscite a passarlo.

  99. ANTONELLO febbraio 8, 2012 a 11:57 pm #

    non mi abbasso a commentare.pANZA

  100. SOleluna febbraio 9, 2012 a 2:19 am #

    Io da questo paese me ne voglio andareeeeeeeeeeeeeeee! Il Martone che ottiene il posto FISSO a scapito di una più brava. Ma stiamo scherzandoooooooooooooo?
    Crescerò i miei figli con l’intento di vederli fuori sa questo letamaio.

  101. dtrimarchi febbraio 9, 2012 a 8:35 am #

    Reblogged this on Paura e Degrado a...

  102. ADRIANA febbraio 9, 2012 a 11:01 am #

    GLI ITALIANI VANNO IN LIBIA IN IRAC ECC ECC.A salvare gli oppressi da dittatori sanguinari,ma non si sono accorti che i veri dittatori li abbiamo noi?i nostri non ammazzano direttamente ma portano molte persone al suicidio o quantomeno alla fame.non sarebbe meglio che facessero un ripulisti quì?

  103. apprendistawebmarketing febbraio 9, 2012 a 11:15 am #

    Reblogged this on L'apprendista stregone del Web Marketing and commented:
    Esula un po’ dall’argomento del blog ma penso che queste informazioni vadano comunque divulgate.

  104. La squadra e il compasso febbraio 9, 2012 a 1:35 pm #

    Su molte cose hai ragione, ma se le colpe dei padri non devono ricadere sui figli, è anche vero che i figli deve essere concesso di esercitare il proprio talento. Certo è strano che molti dei parenti del pool tecnico siano così ben piazzati.
    Grazie per la riflessione

    http://lasquadraeilcompasso.org/

  105. biobioncino febbraio 9, 2012 a 1:51 pm #

    per circa 8 anni ha lavorato all’estero, cina,iran,francia,germani,inghilteraa,spagna,messico, non lamentiamoci,l’italiano è così leccaculo e portaborse,e facilmente corruttibile,ora che sono rientrato in italia a lavorare dico tranquillamente che non c’è peggior cosa di lavorare con gli italiani basta entrare in una qualsiasi azieda per rendersi conto della mafia( quella padana è la peggiore perchè nessuno li può arrestare per le loro malefatte)
    dove le capacità dele metti in culo a fronte dell’amicizia e del regalino del caporeparto ,siamo destinati a soccombere preche il male siamo noi poveri porta borse italiani…questa è la considerazione che hanno di noi all’esterio…quindi popolo di bananari che cazzo vi lamentate..ognuno pensa solo al proprio orticello …affondate in pace ….. ita(g)liani…in fede ..bio

    • biobioncino febbraio 9, 2012 a 1:54 pm #

      mi auguro che venga publicato il mio commento…grazie…

  106. Faldi febbraio 9, 2012 a 3:16 pm #

    Magari questi quattro sono semplicemente i più brillanti tra i figli di tutti ministri.

    Teoricamente andrebbe studiato meglio ma in pratica, effettivamente, è molto interessante… :-)

  107. Nessuno febbraio 9, 2012 a 8:25 pm #

    E poi il signor monti fa battute sui posti fissi.. Come mai non propone al figlio un “cotratto a progetto“ vergogna! Italiani ribelliamoci..

  108. ciccio formaggio febbraio 9, 2012 a 9:36 pm #

    aridatece Berluscaaaaaaaaa

  109. alberto febbraio 10, 2012 a 1:12 pm #

    popolo viola… più passano i giorno e più ti attacchi alla rabbia e basta… siamo un paese che tre mesi fa era in condizioni disperate, ora siamo comunque in una situazione drammatica, ma grazie a quelli che tu chiami vecchi incartapecoriti non dico che stiamo risalendo, ma almeno ci stiamo stabilizzando…. sarebbe il caso di remare tutti dalla stessa parte ogni tanto… questo malcontento che tu fomenti, non porta a nulla di buono… il nano o chi per lui sono dietro l’angolo che aspettano (tra l’altro le vostre posizioni sono molto simili a quelle dei leghisti e io con i leghisti non mi ci riconosco neanche un po’)

  110. paki febbraio 10, 2012 a 4:09 pm #

    possiate passare un guaio nero!!!!!!!

  111. alessandra1400 febbraio 11, 2012 a 9:30 am #

    Sono assolutamente d’accordo con quanto scrivono Snk11 e Rossano:la loro analisi è corretta e condivisibile, oltre che pacata. Sono invece molto delusa, anzi irritata, dal livello di frasi che sembrano postate a vanvera, alcune pure in pessimo italiano (segno di poco rispetto per i lettori). E poi, la persona che ha scritto “…ci vorrebbe un tumorino ognuno che li porti via alla svelta……” si rende conto di quello che dice? Il moderatore che dice?

  112. redart967 febbraio 11, 2012 a 5:13 pm #

    che gran figli di….. papà!!!
    :)

  113. scendiamo nelle piazze febbraio 11, 2012 a 5:43 pm #

    Sono indignato, schifato, e mi vergogno che qualcuno qui possa difendere Monti. Innanzitutto non dimentichiamo che siamo in dittatura, il Duce almeno marciò su Roma, le banche invece ci uccidono. Fare differenze tra una facoltà e l’altra è assolutamente scandaloso, soprattutto quando dentro ci sono marionette messe li dalla politica e dalla casta, quindi i migliori vanno dove la politica vuol che quella università sia la migliore. Ad esempio a Catania abbiamo ottime facoltà, ma le aziende sono tutte al nord quindi cercano i loro pupilli al nord. Quando si parla di posto fisso, il caro Monti non doveva accettare il posto di senatore a vita.
    Credo sia naturale che se provieni da una famiglia facoltosa avrai più possibilità di uno che proviene da una famiglia di operai che magari si è dovuto fermare alla triennale.
    L’italia e gli italiani siamo delle pecore, nessuno è mai sceso veramente in piazza per ribellarsi a questo schifo, perchè ognuno di noi ha sempre qualcosa da fare. Berlusconi rispetto a Monti è un signore, lui a delle aziende e i suoi figli li gestiscono. Io non sono berlusconiano, ma quel che si deve dire, lo si deve dire.
    Il figlio di Bossi anche se è cretino così come dicono, il padre ovviamente lo ha riconosciuto come tale e gli ha dato un posto al parlamento della regione lombardia, almeno li non crea molti danni, è da ammirare, un puntino nero su una parete bianca non si nota facilmente.
    Quando si parla di caste, il sig. Monti sbaglia, le vere caste sono loro. Altrimenti non sarebbero al governo, magari ci sarebbe un professore di economia di Cosenza, invece che di milano.
    Cosa ha fatto di nuovo e di buono? NULLA! E’ facile tassare i poveri, in Grecia ci sono riusciti ed ecco cosa stanno vivendo.
    Cosa bisognerebbe fare?
    Pensioni: portare a quota 2000€ al mese tutte le pensioni, eliminare le pensioni d’oro.
    Stipendi statali: portare a quota 2500€ max tutti gli stipendi d’oro.
    Sostituire la disoccupazione con lavori socialmente utili: forestale, nettezza urbana, giardinggio, lavori edili, ecc.
    Eliminare gli incarichi diretti di progettazione e fare dei concorsi di idee.
    Creare figure di controllo accompagnate da una scorta negli enti pubblici, il milanese andrà a catania e viceversa.
    Ritirare tutti i soldati e aumentare le forze di sicurezza.
    Sanità: togliere qualsiasi tipo di sovvenzione agli enti privati.
    Università: risarcire i laureati triennali e creare corsi adatti per poter laurearsi alla quinquennale. Aprire corsi quadriennali, per poter essere come gli stati europei, es. architettura in francia è 4 anni.
    Scuola: eliminare l’obbligo scolastico fino a 18 anni, creare nuovi indirizzi di tipo artigianale da non affidare agli enti di formazione.
    Eliminare la legge sugli appalti a ribasso.
    Tutelare gli stagisti.
    Abbassare la tariffazione internet, attraverso una tassa annuale.
    Privatizzare la Rai
    Federalismo: ogni regione dovrebbe essere indipendente da Roma.
    Edilizia Popolare.
    Abbassare l’Iva e permettere di detrarla dalla dichiarazione dei redditi
    Regolamentare gli ordini e le professioni
    Diminuire i costi dei carburanti
    Incentivare il made italy e chiudere le frontiere.
    Diminuire i parlamentari e dividere i compiti di camera e senato
    eliminare la tassa per i turisti
    Dare più potere al popolo
    privatizzare le carceri
    riformare il fisco ed abbassarlo
    dare meno potere alle banche
    creare prestiti a fondo perduto ma inserire un controllore statale in azienda fino a 5 anni dopo la scadenza del prestito, il quale sarà pagato con gli stessi soldi del prestito.
    Fare dei test d’ingresso per le superiori, in maniera tale da alzare il livello.
    …………..potrei star qui a scrivere tanto altro ancora, ma va bene. ps non sono ne economista, ne capitalista, ne di sinistra, ne laureato alla bocconi o al politecnico di milano. mi sono laureato al sud e purtroppo alla triennale.

    • Aries66 febbraio 11, 2012 a 6:31 pm #

      scendiamo nelel piazze ma ti rendi conto di quell oche stai dicendo?
      portare le pensioni a 2000 euro al mese e con che cosa le paghiamo? e visto che sei dmeridionale (io abito a catania. ti giuro no nsono impiegato pubblico no nsono figlio di papà) chi ha pagato contributi per 10 -15 anni gl idiamo il massimo della pensione? Ancorta con questa storia dei lavori socialmente utili, hanno rovinato la sicilia, il figlio di Bossi appunto perchè cretino non dev’essere pagato da noi. Vada per la sanità. Ti ritiri i soldati sulal carta hai ragione, ma non saremmo mai considerati fra i grandi, come non lo saremmo se non contribuiamo con la beneficenza. Vada per l’Iva il made in Italy. Un ultima cosa tu incentivi le università e metti i test d’ingresso alle superiori, ma perchè per agevoalre quelli che come te hanno studiato non si chiudono il cepu e le università private, perchè con tute le scuole che abbiamo l ostato deve sovvenzionare le scuole private. Un ultima cosa non mi paragonare la Bocconi con l’università a Cosenza se lo fai non sai dove sta la differenza.

  114. Alejandro febbraio 12, 2012 a 8:07 am #

    Laureato a 24, per nn annoiarmi facevo 3/4 mestieri cn cui nn pagavo nemmeno l’assicurazione dell’auto. Ora mi annoio correndo dietro ai senegalesi e insegnando ai cinesi a fare gli scontrini, ma almeno un mutuo – forse – potrò permettermelo!

  115. Antonio Bonifati febbraio 12, 2012 a 8:50 am #

    La mia storia: in Italia in 11 anni di lavoro e sfruttamento con contratti di cococo e cocopro non mi hanno mai dato un posto di lavoro, nemmeno a tempo determinato, anche nella produttiva Milano. Arrivo in un paese estero Europeo dove c’è il libero mercato del lavoro e nonostante le difficoltà con la lingua, di posti fissi me ne offrono ben quattro, dopo solamente poco un mese di permanenza, senza conoscere nessuno, ma solo avendo superato test e colloqui.

    Una cosa che non sopporto dell’Italia è l’ignoranza e l’arroganza di molti che detengono una qualsiasi posizione di potere. Ogni diritto qui è considerato un favore. Ad es. persino se vai all’ufficio postale c’è uno che passa prima di te ed ha maggior considerazione perchè arriva salutando qualcuno che conosce. Questo è il male dell’Italia che ha strozzato anche l’economia, per mancato riconoscimento del merito.

    Dubito purtroppo che Monti voglia e riesca produrre in così poco tempo un cambiamento di mentalità, un amore diffuso per il bene comune, la giustizia e il senso dello stato, che manca totalmente nelle classi dirigenti a tutti i livelli. In questo senso “mi fanno schifo” e li disprezzo e li ritengo responsabili del nostro declino.

    La povera gente di questo paese invece ha ben radicati valori di umanità, onestà e solidarietà come forse in nessun altro paese del mondo, ma non s’indigna e non protesta davanti alle ingiustizie e ai soprusi. La rassegnazione può rendere a volte corresponsabili e portare ad accettare lo status quo come normale e inevitabile.

  116. scendiamo nelle piazze febbraio 12, 2012 a 10:18 am #

    Pensioni: Caro aries, se tuo nonno prende 500 € al mese e il tuo vicino 15000€ non è una ingiustizia? se il tuo vicino e tuo nonno ne prendono 2000€ al mese sono alla pari. Anvanzano da quiei 15000 + la pensione di 500, rimangono 11500€.
    Scuole superiori: è inutile indirizzare un ragazzino che non ha voglia di andare a scuola allo scientifico solo perchè lo scientifico è l’indirizzo migliore.
    Per le cepu varie sono d’accordo. CHIUDIAMOLE. ELIMINIAMO I DIPLOMIFICI.
    Lavori socialmente utili: vuoi che il bracciante agricolo compri le giornate facendo un doppio lavoro in nero per prendersi (rubare) la disoccupazione, oppure lo costringiamo ei mesi che non lavora a lavorare? Elimineremo pure gli incendi nei boschi, avremmo boschi più puliti.
    Qui ci vuole una ridistribuzione della ricchezza, qui ci vuole rigore, e non fare le leggi per trovare il modo come raggirarle.
    Sai perchè la lombardia non vuol pagare lle quote latte? Perrchè sia nel ragusano, sia nel messinese che a maniace, 100 pecore diventavano 100000.
    La svizzera si fa sempre i cazzi suoi, ed è tra i grandi, aldilà del reciclo del denaro, dobbiamo pensare a noi. 4000 € al mese per le missioni di pace, mentre un povero sventurato polizioto che corre dietro al mafioso ne prende 1200 e corre molti più pericoli per lui e la sua famiglia.
    SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

  117. gabry febbraio 12, 2012 a 3:24 pm #

    Invito a leggere l’articolo al link sottoindicato xché le informazioni riportate – almeno per quanto riguarda il figlio di Monti non corrispondo a quanto scritto sopra (in particolare verificate anni, età, etc.). Giovanni Monti è stato chiamato alla Parmalat nel 2009 da Enrico Bondi (secondo me straordinario Commissario) ed è stato confermato dalla nuova proprietà Lactalis, dopo aver cambiato + volte posto di lavoro (quindi si conferma quanto ha detto il padre, ossia che il posto fisso è da dimenticare – v. anche l’articolo sul Corriere della Sera di oggi a proposito di “The Artist”, “La sinistra è come mia zia”) e con un curriculum di tutto rispetto!!! Il problema non è che cosa faccia il figlio di Monti ma che la stessa garanzia di una bella carriera deve essere data a tutti se hanno merito e valore (cosa che da noi purtroppo non succede)!!!
    http://www.gazzettadiparma.it/primapagina/dettaglio/1/112298/Lavora_a_Parma_Giovanni_Monti__il_figlio_del_premier.index.html

  118. oreste febbraio 14, 2012 a 2:58 pm #

    mio nonno, operaio primi Novecento usava una esclamazione sibillina, ma mica tanto, come “prete via prete fa porco!”

  119. Pietro Biroli febbraio 14, 2012 a 10:33 pm #

    Non sono affatto d’accordo con questo articolo, che mi sembra una campagna diffamatoria senza senso che cerca invano di trovare scheletri nell’armadio. A parte la storia di Martone, che e’ a dir poco “dubbiosa”, le altre tre carriere mi sembrano carriere invidiabili che hanno a che vedere piu’ con il merito personale che con il nepotismo. Si veda per esempio questo articolo de lavoce.info http://www.lavoce.info/articoli/-300parole/pagina1002861.html

    • Sofia febbraio 18, 2012 a 6:27 am #

      Ne sono sicura!!!
      Vorrei sapere però quali sacrifici hanno dovuto affrontare i genitori per permettere a questi ragazzi di formarsi adeguatamente.
      Sono gli stessi che affrontano tutti i giorni le persone comuni? Via, non fatemi credere che siamo tutti sullo stesso piano per favore!!!!!

  120. antonio bonvecchio febbraio 21, 2012 a 1:44 pm #

    è tutta gente che senza raccomandazioni avute o spinte avrebbe fatto la fame,
    da quando c’ è la repubblica dei partiti ( 1946 ) l’ italia è in costante declino e le lauree non servono più quasi a nulla, la selezione per merito era migliore con Benito e con il re

  121. ivana forni marzo 6, 2012 a 10:59 am #

    Propongo a tutti i figli di….. che si annoiano!!!!!, di fare cambio con mio figlio laureato a 25 anni (ora ne ha 32), dopo aver fatto di tutto in Italia a due euro l’ora,
    un anno fa ha dovuto lasciare l’Italia per andare a lavorare in Luxemburgo a fare il cameriere, poi l’elettricista, poi il geologo (finalmente), ma trasferito in Turchia in zone montagnose e fuori dal mondo, non si annoia!!!!!!ha sempre la valigia in mano e nessun punto di riferimento, tanto meno il mettere in campo un programmino per il fututo.

    POVERA ITALIA se i suoi figli sono costretti ad avere il posto fisso e ben retribuito vicino a mamma e papa

  122. sidnapoorsocapo marzo 23, 2012 a 5:36 am #

    Reblogged this on fred.

  123. Vania aprile 6, 2012 a 6:24 pm #

    Sono solo profondamente schifata…è questa l’Italia che ci rappresenta? Mi piacerebbe vederli vivere come noi: fare i salti mortali per arrivare a fine mese! Noi Italiani non ci sentiamo rappresentati da questa ignobile casta…non possiamo fare sacrifici in nome di uno Stato di privilegi! BASTA!

    • Antonio Bonifati aprile 6, 2012 a 6:44 pm #

      Per decenni se ne sono fregati dei giovani. Li hanno solo sfruttati rendendo possibili contratti di cococo e cocopro di lunga durata o peggio lavoro dipendente mascherato da lavoro autonomo e occasionale.

      Ora Monti e compagnia bella dice che pensa soprattutto ai giovani. In realtà le politiche miopi e la corruzione dilagante alla lunga hanno affossato l’economia, lo stato Italiano s’è ritrovato indebitato e solo per questo ora stanno cercando di rattoppare la situazione alla men peggio. Dà molto fastidio che, oramai troppo tardi, si tira in ballo la parola “giovani” e demagogicamente si dica che il governo lavora per loro. I “giovani” non sono e non saranno mai la priorità dell’Italia, altrimenti i problemi dell’Italia sarebbero risolti nel giro di pochi mesi. Le priorità sono mantenere privilegi, corruzione e raccomandazioni e intanto fare lavorare bene qualche povero cristo per risanare il bilancio dello stato.

      Ma ahi voglia che lavoriamo, noi poveri senza sicurezza. I problemi grossi dell’Italia, quelli veri, non le conseguenze, non si risolveranno mai! Mi riferisco alla totale mancanza di meritocrazia e il mancato sviluppo del Sud. I governi che verranno saranno come quelli di prima e peggio di Monti, che v’aspettate?

      Io sto studiando il tedesco e non vedo l’ora di andarmene in Germania. Visto che possiamo muoverci liberamente in Europa, facciamolo. Voi giovani preparati che qui in Italia non avete niente, non siete stufi e schifati tutti quanti? Vi va di lavorare per il bene dei raccomandati? Andiamocene in massa e che rimanga una stato di vecchi a spartirsi gli spiccioli d’un economia malridotta.

  124. pennygrews aprile 22, 2012 a 7:20 pm #

    provo uno schifo infinito. mi spacco in quattro ogni giorno per guadagnare 4 soldi che mi permettono giusto di sopravvivere. piango una notte si e una no, sperando che il giorno dopo le cose vadano un po’ meglio. e devo anche stare zitto se vengo sfruttato, perchè almeno ho un lavoro ce l’ho e gia devo considerarmi fortunato. poi leggo ste cose e mi viene il vomito. questo Paese non ci merita; ben vengano i ragazzi che prendono e scappano via dall’italia.

  125. Sante Ferone febbraio 14, 2016 a 11:00 am #

    E naturamente continueranno a prendere esempi dai propri genitori!!!!!

  126. Rocco siffredi febbraio 15, 2016 a 12:01 pm #

    Non potrò mai dimenticare il pianto della Fornero…. Era cosi dispiaciuta nel dire che dovevamo fare sacrifici che Monti finí la frase per lei. Spero che si sia ripresa, visto che la figliola adesso ha un buon lavoro. Naturalmente è merito della ragazza molto in gamba, intelligente e futuro premio nobel.
    Non pensate male di lei, non è la classica ragazza che apre le gambe al primo che trova o che addirittura si china sotto le scrivanie degli uomini capi per succhiarglielo da matta….lei è una brava ragazza….

Trackbacks/Pingbacks

  1. Le ministre « Open Mind - febbraio 7, 2012

    […] I figli dei ministri? Tutti geni (con posto fisso e vicino a mammà) – Nomi, foto, storie […]

  2. Monti, Fornero, Cancellieri, hanno ragione... - febbraio 7, 2012

    […] […]

  3. Fare le pulci « Cazzeggio Libero - febbraio 7, 2012

    […] poterne più) e leggere un po’ di stati. Uno in particolare ha attirato la mia attenzione: questo. E mi spiace perchè il qualunquismo becero e accattivante che la rete spesso consente magari agita […]

  4. I FIGLI DEI MINISTRI? TUTTI GENI (CON POSTO FISSO E VICINO A MAMMÀ) – NOMI, FOTO, STORIE | Laltranotizia.it - febbraio 8, 2012

    […] ha suscitato il post sui figli dei ministri, pubblicato sul blog all’indirizzo ” https://violapost.wordpress.com/2012/02/07/i-figli-dei-ministri-tutti-geni-con-posto-fisso-e-vicino-a… del Popolo Viola ,  il quale è stato letto da 230mila persone in poche ore così come […]

  5. Lo dicevo settimane fa... - Pagina 10 - Golf Forum di Nextgolf - febbraio 8, 2012

    […] […]

  6. I figli di nessuno | Meditare.info - febbraio 9, 2012

    […] – I figli dei ministri? Tutti geni (con posto fisso e vicino a mammà) – Nomi, foto, storie […]

  7. Non è poi così noioso, il posto fisso, eh? « Replica Espressa - febbraio 9, 2012

    […] un pezzo de “Il Post Viola” a cui aggiungerò, in fondo, qualche considerazione personale, […]

  8. I figli dei ministri? Tutti geni (con posto fisso e vicino a mammà) – Nomi, foto, storie « [ CameraCollettiva ] - febbraio 9, 2012

    […] Reblogged from Il Post Viola: […]

  9. Nepotismo acuto : MenteCritica - febbraio 12, 2012

    […] dar fastidio non è il fatto che i castamen e le loro femmine piazzino i loro skizzi, tutti geni, tutti intelligentissimi, tutti bravissimi – e che magari, poracci, in certi casi lo sono davvero –  ad occupare tutti i posti chiave della […]

  10. I figli dei ministri? Tutti geni (con posto fisso e vicino a mammà) – Nomi, foto, storie « LA PIAZZETTA COMUNISTA - febbraio 14, 2012

    […] Sarà forse una questione genetica ma i figli di questi ministri incartapecoriti, che da una settimana somministrano al Paese dosi mai viste di delirio senile, sono tutti ma proprio tutti dei grandi fenomeni della natura, una sfida alle leggi della statistica. Oh nemmeno uno “sfigato” ma tutti autentici geni con uno o più posti fissi e con compensi che i comuni mortali possono solo sognare. O forse no. Forse sono solo i figli di una classe dirigente che predica bene e razzola malissimo. CONTINUA ..violapost […]

  11. I figli dei ministri? Tutti geni (con posto fisso e vicino a mammà) – Nomi, foto, storie » Sceltalibera - marzo 27, 2012

    […] Il link: I figli dei ministri? Tutti geni (con posto fisso e vicino a mammà) – Nomi, foto, storie […]

  12. I figli dei ministri tutti geni e con posto fisso | Benvenuti nel Blog di Mimma - febbraio 7, 2016

    […] I figli dei ministri? Tutti geni (con posto fisso e vicino a mammà) – Nomi, foto, storie […]

  13. IL RENZI “ANTICORRUZIONE” ( OHIBO’ ) I GUASTI DEL SISTEMA E LA REPUBBLICA DELLE BANANE | Associazione Azimut - febbraio 25, 2016

    […] I figli dei ministri? Tutti geni (con posto fisso e vicino a mammà) – Nomi, foto, storie […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: