Calearo shock: “In Parlamento non vado ma con lo stipendio mi pago il mutuo” – Video

31 Mar

Calearo è uno di quelli che in Parlamento c’è finito grazie a Walter Veltroni (da non dimenticare). Eletto nelle file del Pd è passato armi e bagagli con la formazione Popolo e Territorio, nata per garantire la maggioranza parlamentare a Berlusconi e capeggiata dal più noto Scilipoti. Ancora oggi Calearo si definisce veltroniano. C’è poco da stupirsi, dunque, di fronte alle parole che ha pronunciato nel corso della trasmissione “La Zanzara” su Radio 24 (video in basso). Che però hanno un pregio: sono sincere. Fotografano esattamente le spinte “ideali” che animano molti di questi personaggi. Ecco una sintesi: “Dall’inizio dell’anno alla Camera sono andato solo tre volte, anche per motivi familiari. Rimango a casa a fare l’imprenditore, invece che andare a premere un pulsante. Non serve a niente. Anzi, credo che da questo momento fino alla fine della legislatura non ci andrò più. Fino a novembre  mi sono divertito a fare il consulente di Berlusconi sul commercio estero, ora non servo più. È usurante andare alla Camera solo a premere un pulsante. Dimissioni? No, perché al posto mio entrerebbe uno del Pd molto di sinistra, un filo-castrista (Andrea Colasio, ndr). Io ero un veltroniano, ma poi con Bersani la linea del partito è cambiata”

MassimoMalerba

12 Risposte to “Calearo shock: “In Parlamento non vado ma con lo stipendio mi pago il mutuo” – Video”

  1. Max marzo 31, 2012 a 9:29 am #

    Questo è il motivo per cui mi arrabbio quando vedo tante energie sprecate per evitare i lavori della TAV, per lamentarsi dell’abolizione dell’articolo 18 o quant’altro. Bisognerebbe andare sotto casa di questo cialtrone a non andarsene finchè non ha dato le dimissioni! Io sono pronto!

    • Sergio marzo 31, 2012 a 9:39 am #

      Concordo con Max! Che si dimetta e continui a fare l’imprenditore senza più prendere uno stipendio (pagato da tutti noi) a sbafo!

    • Admino marzo 31, 2012 a 12:04 pm #

      Concordo in peno.

      E anche di questi

      http://www.lincredibileparlamentoitaliano.yolasite.com

      Ma quandè che il popolo viola non organizza contestazioni civili ma sistematiche verso questa feccia che continua a irriderci, derubarci e per noi invece prescrive lacrime e sangue?

  2. demcris marzo 31, 2012 a 9:52 am #

    GRAZIE UOLTER!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1

  3. Benjamin Reilly marzo 31, 2012 a 10:32 am #

    Il PD è la principale organizzazione referente della CAMORRA.

    I parlamentari non SERVONO lo stato, si SERVONO DELLO STATO. Lo stato sono i CITTADINI, loro invece, abusando dei doveri di SERVIZIO per i propri fini, sono SOVVERSIVI.

    PD=CAMORRA.

  4. mammeta marzo 31, 2012 a 10:40 am #

    sì, ma se il pd è camorra il pdl è mafia. diciamo pure che bisognerebbe fare tabula rasa nonché smetterla con il finto bipolarismo, tanto il pdl non è certo di destra nè tantomeno il pd di sinistra. Sono tutti dello stesso schieramento: quello dei profitti. Andrebbero mandati tutti a casa dal primo all’ultimo, e bisognerebbe fare una vera e propria rivoluzione se non vogliamo ritrovarci ad essere schiavi dei datori di lavoro, della mafia e di una classe politica che rappresenta solo sè stessa.

    • Benjamin Reilly marzo 31, 2012 a 11:14 am #

      difatti alcuno fa distinzioni… dividersi in tioserie permette ai truffatori di “sepppellirci”. Il popolo è costretto a subire le angherie da parte di individui loschi e perfidi, che si giustificano con il fatto di essere stati eletti, ma l’elezione non equivale a legittimare i crimini, piuttosto investe di responsabilità verso coloro che hanno delegato e che sono sovrani in questo paese: i cittadini. I parlamentare e i governanti sono da considerare gente malata, gente che dentro è completamente corrotta dal vizio dal qual dipende, che ne determina gli abusi e l’oppressione ingiustificabile contro i cittiadini.

      Dileggiare il PD non suppone affatto il sostenere i corrotti di diversa fazione, ma medesima natura.

      destra e sinistra e/o centro sono una presa per il cu.lo, atta a irridere, raggirare nell’ignoranza i legittimi artefici della democrazia: i cittadini.

  5. Martina marzo 31, 2012 a 11:30 am #

    Non ci posso credere! Ero venuta al pc per fare l’articolo pe ril sì18day convinta che fosse il 31 e invece era ieri!!! :( MI dispiace un casino!!!

  6. exult49 marzo 31, 2012 a 1:18 pm #

    E’ quanto mai incredibile come personaggi simili a questo povero cialtrone siano stati posto in lista da Walter VELTRONI , come capolista Veneto 1.
    La laurea in Economia deve averla vinta con mazzette e viaggi offerti .

    Un accattone intellettuale ,voltagabbana che non ha dignità di se stesso e merita la stessa considerazione amara che spetta a Scilipoti di cui é divenuto lacché Servitore di lacché ,il nostro imprenditore . Bella carriera!.
    La sua vita parlamentare e la sua ascesa politica é un ulteriore dimostrazione che la parola ed il concetto di imprenditore hanno perso l’ etimologia di intraprendere ,bensì hanno acquisito quella di sfruttamento intensivo del sistema.
    Quando all’interno del PD si annidano personaggi che sponsorizzano tali fenomeni da circo, é il caso che si dimettano e raggiungano i loro sodali. Fuori dal partito i margherita e coloro che continuano a fare il doppio gioco;
    i Fioroni, Gentiloni,i Letta ecc.
    Che si riuniscano al loro dio denaro e ci restino.
    Escludo da questa compagine la Presidente Bindi. Unica nel riuscire onestamente ed intellettualmente a declinare la laicità richiesta nell’appartenere al PD.

    • Sebastiana Impennisi marzo 31, 2012 a 10:09 pm #

      E’ disgustoso il comportamento del PD che continua imperterrito a mantenere la propria fedeltà verso questi centristi ex democristiani che mantengono inalterato il loro amore per una politica vecchia, affarista, ipocrita e completamente incurante delle problematiche che assillano i ceti medio-bassi.Possibile che i dirigenti del più grande partito della sinistra, ritengono gli elettori talmente stupidi, da non capire che non si può stare con due piedi in un a scarpa, e che ormai, è indispensabile scegliere con coerenza e rettitudine, se si vuole andar dietro agli interessi dei più forti o tornare a pensare ai lavoratori che qualcuno vorrebbe senza più tutele, ai pensionati ridotti alla fame dopo una vita intera di duro lavoro e ai giovani senza oggi e senza domani.

      • exult49 aprile 1, 2012 a 5:08 pm #

        Estremamente d’accordo con quanto scrivi. D’altronde il mio blog odierno contiene lo stesso desiderio di cambiamento e rottura che mi pare tu sostenga…!

  7. GAIBOLA-76 aprile 1, 2012 a 7:36 pm #

    ASSALTO urgente all’arma bianca per evirare tutti questi omuncoli !

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: