Per me è apologia del fascismo

Esiste il reato di Apologia del Fascismo, vediamo cosa ci dice Wikipedia, la libera enciclopedia della rete.

L’apologia del fascismo è un reato previsto dalla legge 20 giugno 1952, n. 645 (contenente “Norme di attuazione della XII disposizione transitoria e finale (comma primo) della Costituzione“), anche detta “legge Scelba“, che all’art. 4 sancisce il reato commesso da chiunque «fa propaganda per la costituzione di un’associazione, di un movimento o di un gruppo avente le caratteristiche e perseguente le finalità» di riorganizzazione del disciolto partito fascista, oppure da chiunque «pubblicamente esalta esponenti, princìpi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche». La “riorganizzazione del disciolto partito fascista”, già oggetto della XII disposizione transitoria della Costituzione, si intende (ai sensi dell’art. 1 della citata legge) riconosciuta «quando un’associazione, un movimento o comunque un gruppo di persone non inferiore a cinque persegue finalità antidemocratiche proprie del partito fascista, esaltando, minacciando o usando la violenza quale metodo di lotta politica o propugnando la soppressione delle libertà garantite dalla Costituzione o denigrando la democrazia, le sue istituzioni e i valori della Resistenza, o svolgendo propaganda razzista, ovvero rivolge la sua attività alla esaltazione di esponenti, principi, fatti e metodi propri del predetto partito o compie manifestazioni esteriori di carattere fascista».La legge prevede per il reato di apologia sanzioni detentive, più severe se il fatto riguarda idee o metodi razzisti o se è commesso con il mezzo della stampa, ed accompagnate dalla pena accessoria dell’interdizione dai pubblici uffici. Di apologia del fascismo, dopo una certa caduta di attenzione, si è tornato a parlare in tempi recenti a proposito di siti internet scopertamente esaltanti il passato regime.
Ora vediamo cosa scrive il quotidiano libero per pubblicizzare la sua nuova iniziativa: “Il duce le parole gli applausi. I discorsi di Mussolini è la nuova iniziativa del quotidiano Libero, diretto da Maurizio Belpietro, che regala ai lettori 5 dvd in uscita con il giornale e il sesto ed ultimo, il 9 giugno, a 8.80 euro più il prezzo del quotidiano

Mi chiedo quindi: regalare i discorsi del duce in dvd, con il commento: “Il duce le parole gli applausi” senza citare, nemmeno nella pubblicità, che il fascismo è stata una dittatura che ha provocato morti in tutto il territorio italiano, che è stato contiguo con il regime nazzista, che ha consegnato gli ebrei ai tedeschi, che ha mortificato per anni la libertà nel nostro paese tenendo i cittadini sotto ricatto, il regime dell’olio di ricino, delle torture, delle squadracce!

Secondo me siamo di fronte ad un chiaro esempio di reato di Apologia del fascismo, propongo a tutti i cittadini indignati di avviare una Class Action (non ho ancora chiaro se è possibile utilizzarla) per denunciare il direttore responsabile del quotidiano “Libero ?”, Maurizio Belpietro per il reato di Apologia del Fascismo.

Ultima considerazione, avete sentito la citazione di Berlusconi a Parigi durante la conferenza stampa del vertice Ocse, che faccia parte di un disegno per rivalutare il glorioso ventennio!!!?No, non ci posso credere, ma un piccolo sospettino ce l’ho e voi?

Filippo Bellanca – Partigiano Viola

11 Risposte to “Per me è apologia del fascismo”

  1. domenico maggio 30, 2010 a 12:32 pm #

    E’ apologia del fascismo anche per me. Eccome. Sono disgustato. Denunciamo Libero. L’azione collettiva dovrebbe essere esperibile.

  2. Crust maggio 31, 2010 a 4:44 pm #

    Siamo ormai alle comiche…E’ pura apologia del fascismo!

  3. Stella giugno 1, 2010 a 8:28 am #

    è apologia del fascismo, denunciamo.

  4. simone giugno 9, 2010 a 5:28 pm #

    ma che dite……………. a scuola non lo studiavate mussolini………….evito altri commenti (ps non rispondetemi questa non e storia ma puplicita) hihihi che ride ridicoli

    • Lorenzo Atti giugno 21, 2010 a 4:35 pm #

      Non avendolo visto non posso dire se è un video storico, o una cospirazione storica a accreditare la figura del duce: parlo delle considerazioni di Berlusconi – “Mussolini è stato un grande statista”

  5. Lorenzo Atti giugno 21, 2010 a 4:34 pm #

    Hanno trovato il modo di eludere articoli della Costituzione molto più difficili da infrangere, figurati se trovavano difficoltà ad infrangere questo.
    L’idea del capo che comanda è classica della cultura italiana.

  6. giuseppe agosto 26, 2010 a 1:30 pm #

    i fatti storici devono poter essere raccontati senza
    censure ideologiche, a qualsiasi parte politica essi appartengano. Raccontare la storia del fascismo o anche semplicemente parlarne ed analizzarne le ragioni storiche non configura il reato di apologia.

  7. Mavi Citti ottobre 30, 2010 a 4:04 pm #

    Siamo moderni, siamo per la ricerca libera, vogliamo la verità.
    Ecco allora che l’apologia del fascismo non puo’ più essere considerato reato (roba vecchia, d’altri tempi); adesso si chiama “verità storica”. Vogliamo sapere, confrontare le fonti, appurare: sarà vero quello che ci raccontano di Mussolini e del fascismo? E di Hitler? E della Shoah? Saranno esistiti davvero i campi di sterminio? Ma come facevano a gasarli tutti assieme? Ma dai! Ecco che Libero ci da una mano, con i suoi dvd di Mussolini, pratico e moderno strumento d’informazione;potremo farci un’idea in prima persona, magari comodamente rilassati sul nostro divano. E per gli esteti si possono anche trovare, nelle comuni edicole delle nostre città, “storici” e simpatici calendari di Mussolini e di Hitler. Io li ho visti.
    E chi protesta la propria indignazione per le lezioni revisioniste del prof. Moffa deve essere tacciato d’oscurantismo, liberticida della ricerca scientifica. Ma chi potrebbe essere cosi’ pazzo da mettere in relazione Mussolini/Hitler/Negazionismo/Moffa? Solo un ebreo malato di mania di persecuzione (la famosa paranoia ebraica). Bene, comprate Libero e il suo gadget, sono frutto di ricerca storica.

  8. goffredo novembre 13, 2010 a 5:10 am #

    tutto questo fumo per negare la ricerca della verità,complimenti!!! sappiate che il fascismo è nato lo stesso anche con chi vi si opponeva non era certo un problema per chi usa la testa!! inoltre la repubblica la volevano anche i fascisti,non di certo questa repubblica,ma di stampo socialista nazionale,ovviamente! un saluto a braccio alzato.sempre se in questo sito vi è un minimo di libertà,ah dimenticavo le disposizioni transitorie nel 2010 mi sa tanto di clima da guerriglia non di democrazia,poi complimenti per gli pseudo democratici che ci sono stati in parlamento negli ultimi 60 anni!!! questa si che è pseudo democrazia!!! ancora complimenti!!! ora manca solo un governo fascista poi le avremmo provate tutte,ma prima o poi toccherà ,prima o poi rivedremo il sole!

  9. errico gennaio 30, 2011 a 11:54 am #

    Al direttore Belpietro non interessa ne il fascismo ne la storia ma solo aumentare le vendite del suo giornale lo ha dichiarato anche lui stesso a porta a porta che quando vuole fare aumentare le vendite o inserisce un’articolo con foto del Duce in prima pagina o inserisce questi tipi di inserti

  10. errico gennaio 30, 2011 a 11:56 am #

    Vuole solo aumentare le vendite del suo quotidiano

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: