Quando il governo strumentalizza Falcone

Come ogni anno, il 23 maggio si commemorano le vittime della strage di Capaci. Palermo si è organizzata con 2 cortei ” bianchi” coordinati diretti e costruiti dal ministero della pubblica istruzione e fondazione Falcone.

Il primo corteo è partito dal Carcere Ucciardone ( aula Bunker dopo una mattinata con la simpatia dei cari Ministri Gelmini Alfano e Maroni) il 2° da via D’Amelio ( dove s’è consumata la strage di Paolo Borsellino) si sono ritrovati di fronte l’albero di falcone ( viale Notarbartolo) alle 18 ora in cui si è osservato un minuto di silenzio!

Entrambi i cortei, formati esclusivamente da studenti di tutte le età provenienti dalle varie scuole ( elementari, medie e superiori) di quasi tutta Italia grazie a alle” Navi della legalità” messe a disposizione dal Ministero della Pubblica istruzione e della ” ricerca” ( oramai inesistente, in ginocchio ed imbavagliata) hanno sfilato, gridato e mostrato in pochi km quanto sia così ipocrita triste e vergognoso il messaggio che una città come Palermo possa mandare oggi: slogan insignificanti, vuoti e recitati da un copione scritto da uno stato complice di una Mafia oggi più che mai potente ricca e indisturbata.

In questo giorno triste, l’importante possibilità per spingere /convincere alla lotta, alla resistenza e alla disobbedienza civile è sfumato bruscamente e violentemente.

E’ inconcepibile che una manifestazione venga totalmente manipolata strumentalizzando e sfruttando l’ingenuità di ragazzi e bambini, per fare la bella faccia di un governo e classe dirigente che attua una politica antidemocratica anticostituzionale e fondata sul terrore mediatico!

Usare i bambini per pulirsi la coscienza, che schifo. non si può manifestare con striscioni e cartellli raffiguranti il Ministro Gelmini che sorride___!!! E’ INCONCEPIBILE. Manifestare a Piazza Magione contro la Mafia e sapere che il Ministro della Giustizia Alfano si trovi a pochissimi km da te.

Io con i ragazzi del Popolo Viola Palermo abbiamo deciso di aderire – pur sapendo che genere di corteo avremmo trovato – secondo la logica della DISOBBEDIENZA CIVILE per spiccare tra questa marea bianca _ per poter gridare che così non può più continuare: e’ inconcepibile che per commemorare un magistrato un’intera città venga sottratta ai propri cittadini ed essere esclusivamente affidata alle istituzioni che mettono in scena una pantomima, anche se gridata e urlata, del tutto strozzata.

Sottratta proprio perché non era consentito liberamente di partecipare se non invitati e gettati in fondo al corteo perché, parola di uno degli organizzatori: << siete troppo visibili, ( altra parola non percepita bene) >> , quel pezzo viola avrebbe poi stonato troppo: meglio metterli buoni buoni in fondo al corteo lì vicino i carabinieri a seguito_

Noi dobbiamo ricordarlo facendo sì che nessun magistrato oggi venga lasciato solo. Quindi scegliere di stare dalla parte di Ingroia, Gatto , Di Matteo, Lari, Morosini, Tona e tutti gli altri giudici che stanno sacrificando la propria vita familiare e privata per le indagini ed i processi di mafia. Dobbiamo dire grazie a loro e lottare per loro, perchè non vengano toccate le intercettazioni e la loro diffusione e soprattutto perché i magistrati vegano lasciati autonomi oltre ogni colore politico.

VOGLIAMO IL NOSTRO 23 MAGGIO__!!!!

Scusaci Giovanni, i Palermitani sono cocciuti!

di Sergio Licciardi

sergiolicciardi@hotmail.it

9 Risposte to “Quando il governo strumentalizza Falcone”

  1. salvatore genovese maggio 24, 2010 a 2:26 pm #

    Concordo con quello che pensa sergio al 100%

  2. Claudio Lucia maggio 24, 2010 a 2:43 pm #

    Sergio quello che hai scritto me lo ripeto in testa e su facebook da ieri…ho provato sdegno a vedere uno stronzo (non mi ricordo come si chiamasse, perciò lo chiamo così) che sul palco FINGEVA DI COMMUOVERSI a raccontare passo passo la storia della morte di Falcone (come ce l’hanno raccontata per 18 anni…nascondendoci quello che ci sta dietro). Per quanto riguarda Alfano: ALMENO IERI…ALMENO IL PER IL 23 MAGGIO…avrebbe dovuto imbavagliarsi.

  3. Notes-bloc maggio 24, 2010 a 2:57 pm #

    Ancora complimenti al Popolo Viola di Palermo, perché riesce a leggere bene i tentativi, da parte dei Potenti, di distrarre dai veri problemi e di far convergere i pensieri verso il lontanissimo “opposto” del problema stesso!

  4. Filippo Bellanca maggio 24, 2010 a 3:09 pm #

    Condivido tutto quelo che ha scritto Sergio, anch’io ero al corteo insieme ai magnifici 7 Partigiani Viola (6 palermitani + il grande Ottavio Casentini da Pistoia), e sono tornato a casa con l’amaro in bocca, volevo scrivere qualcosa ma non ne ho avuto la forza. Mi sentivo scippato, violentato, indignato.
    Palermitani ci hanno scippato l’Antimafia, in quella manifestazione si aveva l’impressione che il problema Mafia fosse stato risolto, una questione che riguardava solo il nostro passato.
    Da un momento all’altro mi aspettavo di intonare in coro con i ragazzini inconsapevoli “Meno male che silvio c’è”.
    Palermo incazzata, Palermo sdegnata, Palermo che protesta….. dove sei finita?

  5. paola maggio 24, 2010 a 3:19 pm #

    Vi hanno forse scippato la “vostra” manifestazione e comprendo tutta l’amarezza del manifestare assieme a personaggi come Alfano e la Gelmini, per Falcone che proprio per andare contro questa casta ha perso la vita. Però era giusto che ci fossero anche i palermitani veri, quelli che non hanno intenzione di dimenticare, davanti all’albero di Falcone, per non lasciarlo solo con questa gente, per testimoniare che la sua eredità non andrà perduta e che i suoi ideali sono ancora vivi.Altrimenti sarebbe morto invano. Grazie Sergio per la tua testimonianza e per la tua amarezza che è anche la nostra, ma non gliela daremo vinta. Paola

    • Filippo Bellanca maggio 24, 2010 a 3:26 pm #

      Cara Paola, i palermitani non c’erano, i balconi erano vuoti, mancavano i lenzuoli, mancavano gli slogan, mancava la rabbia!
      Se non ci fossero stati i 2500 ragazzini + i maestri/professori + i politici della passerella, penso che saremmo stati in max 400.
      Tutto questo non va bene!

      • sergio Licciardi maggio 24, 2010 a 3:56 pm #

        io credo invece che hanno sequestrato la città___ i 4 nuclei nevralgici ( PIAZZA MAGIONE, AULA BUNKR, CASA BORSELLINO E ALBERO FALCONE) per la vera e spontanea commemorazione li avevano occupati loro!!!
        Poi se i Palermitani avrebbero partecipato non lo sapremo mai__ ma ricordando la partecipazione al corteo di Peppino Impastato credo che un certo numero l’avremmo raggiunto!!
        In un certo senso ci siamo fatti sentire: l’abbiamo fatta fuori dal vaso, come ci ricorda la nostra compagna – viola – Alice!!! è’ questo già è molto___

  6. sergio Licciardi maggio 24, 2010 a 3:58 pm #

    Claudio per fortuna questa sceneggiata me la sono persa!! la prossima volta però cerca di raggiungerci è più facile per voi riconoscerci ( i cartelloni ben alzati oltre le nostre facce che mettiamo su internet)

    Grazie Notes Bloc l’incoraggiamento rincuora le forze!! ;-)

  7. Pollicino maggio 24, 2010 a 4:40 pm #

    I giudici Falcone e Borsellino, persone tanto riservate quanto totalmente incontaminate da alcun tipo di ipocrisia, probabilmente non avrebbero gradito.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: