Licenziate 76 lavoratrici di Autogrill: Benetton ripensaci – Appello, diffondete

16 Apr

Gentile signor Alessandro Benetton,

E’ notizia di questi giorni l’improvviso licenziamento di 76 lavoratrici da parte di Autogrill, società controllata dalla sua famiglia e di cui lei è consigliere di amministrazione. Molte di queste persone, lasciate senza posto di punto in bianco, lavoravano in azienda da più di 20 anni e difficilmente troveranno una nuova collocazione in un mercato già fortemente penalizzante per le donne, a maggior ragione se adulte. Per molte di loro, l’impiego in Autogrill rappresentava l’unica fonte di sostentamento, l’unico modo per garantire una vita quasi dignitosa alla propria famiglia, per far fronte alle spese di affitto, per garantire continuità scolastica ai propri figli.

Senza voler entrare nel merito delle politiche aziendali, che rispondono ovviamente a logiche industriali e di profitto, viene da chiedersi: era proprio necessario, in un momento così drammatico per il Paese, il licenziamento di 76 lavoratrici a fronte di utili imponenti, come testimoniano non solo i vostri bilanci ma anche anche l’entità del compenso – 2,86 milioni di euro, ad esempio, nel 2009 – percepito dall’amministratore delegato, Gianmario Tondato Da Ruos? Non si pone in un momento in cui tutti i cittadini vengono chiamati a fare sacrifici un problema di responsabilità sociale delle imprese? Non sarebbe più giusto accollarsi, ciascuno secondo le proprie possibilità e le proprie responsabilità, i costi di una crisi che tanti drammi sociali sta producendo nel Paese?

Con quest’appello, che crediamo interpreti il sentimento dei cittadini nei confronti di questa vertenza che tanto interesse ha suscitato nel web, vorremmo sollecitarla ad individuare una soluzione che garantisca la sopravvivenza di queste famiglie e il ritorno al lavoro delle vostre 76 dipendenti.

Siamo certi che lei non negherà una risposta.

Il popolo viola – L’Isola dei Cassintegrati

ULTIM’ORA: BENETTON RIMUOVE I COMMENTI SGRADITI DALLA SUA PAGINA FACEBOOK

ULTIM’ORA 17 APRILE: BENETTON RISPONDE

Se volete dire la vostra ad Alessandro Benetton questa è la sua pagina Facebook

Per saperne di più: Il gruppo Benetton raddoppia i licenziamenti di Autogrill

15 Risposte to “Licenziate 76 lavoratrici di Autogrill: Benetton ripensaci – Appello, diffondete”

  1. Francesco Casaretti aprile 16, 2012 a 3:52 pm #

    Siamo ormai in un avanzato stato di assuefazione e niente più ci indigna come dovrebbe.

    • epistoleggiando aprile 17, 2012 a 12:31 pm #

      Vero: qualsiasi denuncia che in una situazione normale desterebbe vergogna anche solo a leggerla, ad oggi si perde nel mare magnum degli scandali quotidiani. E non si riesce più a soppesarli come si deve, questi scandali.

  2. Antonella aprile 16, 2012 a 4:24 pm #

    come si possono licenziare tante persone, quando non ci sono reali problemi…io mi indigno e tantissimo e vorrei che non si pensasse soltanto al proprio profitto… già notevole….Abbiamo imprenditori in difficoltà che si suicidano perchè non possono pagare i lavoratori… E imprenditori che pensano soltanto ai loro profitti elevati…

  3. vincenzo aprile 16, 2012 a 4:53 pm #

    LANCIAMO UNA EFFICACE INIZIATIVA DI BOICOTTAGGIO DEGLI AUTOGRILL. PROVIAMO A VEDERE SE L’ARGOMENTO DELLA PERDITA DI FATTURATO E DI SOLDI VIENE ASCOLTATA DIFFONDIAMO IL PIU’ POSSIBILE ! ! ! !!

    • gianna sileno aprile 18, 2012 a 12:25 am #

      Boicottaggio di autogril e di tutti i marchi che fanno capo a Benetton. Io lo faccio gia’ con Omsa, non ci compro e non lascio che ci comprino nemmeno le mie amiche.

  4. icittadiniprimaditutto aprile 17, 2012 a 10:08 am #

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto and commented:
    Add your thoughts here… (optional)

  5. mcforesight aprile 17, 2012 a 11:09 am #

    “a fronte di utili imponenti, come testimoniano non solo i vostri bilanci ma anche anche l’entità del compenso – 2,86 milioni di euro, ad esempio, nel 2009 – percepito dall’amministratore delegato, Gianmario Tondato Da Ruos”…

    … sognate… figuriamoci se pensano anche solo di limitare tali stipendi, e non solo in ambito privato. Quanti stipendi ci starebbero li dentro, diciamo, anche solo in 500k€ ?

  6. aforismidiunpazzo aprile 17, 2012 a 3:03 pm #

    Anche l’indignazione non basta. Noi Italiani abbiamo il brutto vizio di indignarci per qualche minuto, per poi passare allo scandalo successivo. Tristezza. L’unica soluzione è una qualche forma di rivolta. Prima che ci comprino, comprando il nostro debito…

    • vincenzo aprile 17, 2012 a 3:08 pm #

      SI VERO! ! ! ! INUTILE CERCARE DI RAGIONARE CON QUESTI PIRATI DELLA FINANZA. NON BISOGNA ELEMOSINARE IL LAVORO. BISOGNA AGIRE SUL LORO PORTAFOGLIO. EVITANDO DI COMPRARE I PRODOTTI DI AZIENDE SCORRETTE. PURTROPPO NON SIAMO CONSAPEVOLI DELLA FORZA CHE DETENIAMO. SIAMO DELLE PECORELLE DA TOSARE E DA DIRIGERE CON SCALDALI GOSSIP, CALCIO E DESOLAZIONE CULTURALE…..FATEMI UN FISCHIO QUANDO SIETE PRONTI.

      • aforismidiunpazzo aprile 17, 2012 a 3:12 pm #

        Io all’autogrill non ci vado. Se posso non prendo nemmeno l’autostrada. Come non acquisto per fare regali intimo OMSA. Ma la rivolta è ancora da venire… Molto da venire…

  7. luca aprile 18, 2012 a 8:51 pm #

    Volevo segnalarvi il link per gli ex dipendenti benetton licenziati: https://www.facebook.com/pages/Ex-Dipendenti-Benetton-Licenziati/166925070075846

  8. sandro aprile 22, 2012 a 9:04 am #

    Sandro Pesce
    lavoro dal 1984 in autogrill, allora era un azienda del gruppo IRI, nata da fusione tra società motta pavesi alemagna che lo stato aveva risanato e portato in utile e in crescita. A meta degli anni novanta il vostro gruppo ha acquisito un azienda sana e forte sul mercato e da allora è sempre stata in espansione, quindi ritengo che non si possa gettare la gente in mezzo alla strada solo per un anno di crisi, tra l altro l azienda è cresciuta lo stesso. Penso che un azienda sana in un momento come questo deve fare la sua parte, avere quella responsabilità sociale che l azienda vanta di avere nei suoi certificati di qualità. Sono 40 anni che abbiamo relazioni sindacali in azienda, Contratti integrativi e centinaia di accordi, non potete comportarvi in questo modo, non sporcate la storia di questa azienda, che tanto ha avuto dalle sue migliaia di dipendenti

    RSU CGIL
    Autogrill Stura ovest (AL)

Trackbacks/Pingbacks

  1. Licenziate 76 lavoratrici di Autogrill - Appello #BenettonRipensaci | Reset Italia - aprile 17, 2012

    […] Il popolo viola – L’Isola dei Cassintegrati […]

  2. Facebook, Benetton risponde ad appello contro licenziamenti Autogrill [FOTO] - aprile 17, 2012

    […] L’appello a Benetton sul blog del Popolo Viola Se ti è piaciuto questo articolo Seguici su Facebook! e su Twitter […]

  3. Alessandro Benetton risponde al nostro appello contro i licenziamenti Autogrill » Il Punto di Vista - aprile 18, 2012

    […] meno di 24 ore Alessandro Benetton risponde al nostro appello contro i licenziamenti Autogrill, lanciato dal Popolo Viola in collaborazione con L’isola dei cassintegrati. È un grande […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: